E-R | BUR

n.281 del 04.11.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e s.m.i. e DLgs 3 aprile 2006, n. 152 e s.m.i. Procedura di VIA relativa alla realizzazione del progetto di ampliamento di allevamento intensivo di pollame con più di 60.000 posti in località Pieveottoville Comune di Zibello. Avviso di deposito

La Provincia di Parma - Servizio Ambiente, Autorizzazioni, Progettazione bonifiche e Studi di fattibilità ambientale Autorità competente per l’effettuazione della Valutazione di impatto ambientale nei casi previsti dalla normativa vigente, in accordo con il S.U.A.P. del Comune di Zibello, avvisa che, ai sensi del Titolo III della L.R. 9/99 e s.m.i. e ai sensi del DLgs 152/06 e s.m.i, Parte Seconda, Titolo III bis, sono stati depositati per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA comprendente l’istanza di AIA, il SIA e il progetto definitivo, relativi al:

  • progetto di potenziamento di un allevamento intensivo di pollame di meno di 30.000 posti portandolo a circa 90.000 posti;
  • localizzato in località Pieveottoville di Zibello, provincia di Parma;
  • presentato da: Azienda Agricola Casanuova s.s. agricola di Enrico Usberti e C.

Il progetto appartiene alla categoria A.2.10 della L.R. 9/99 e s.m.i. “Allevamento intensivo avicolo con più di 60.000 posti di pollame” e alla categoria 6.6.A dell’AIA allegato VIII alla parte seconda del DLgs 152/06 e s.m.i. “Allevamento intensivo con più di 40.000 posti pollame”.

Il progetto è localizzato nei territori del comune di Zibello della provincia di Parma

Il progetto, prevede l’ampliamento di un allevamento di pollame già esistente che ha una capacità di poco meno 30.000 posti che saranno portati a oltre 90.000 posti di pollame (precisamente 91.172 posti di pollame). Attualmente sono presenti due strutture dalle dimensioni di 84 m x 14 m. Il potenziamento prevede il passaggio a n. 6 capannoni di cui di due di dimensioni 126 m x 14 m (derivanti dall’ampliamento delle strutture già esistenti) e quattro di dimensioni 126 m x 13,1 m. L’allevamento sarà completato da strutture di servizio quali silos di stoccaggio mangime (già pronti all’uso), celle-frigo, area carico uova prodotte, tunnel per foraggio. Le superfici di servizio esterne saranno prevalentemente inerbite o finite con manto di ghiaione drenante. Saranno pavimentate solo le aree strettamente necessarie per il carico/scarico in sicurezza dei materiali, delle uova e del bestiame in entrata/uscita. In prossimità dell’ingresso sarà realizzata un’area in ghiaione stabilizzato per il parcheggio delle automobili dei dipendenti e dei visitatori.

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA e di Autorizzazione Unica presso la sede dell’Autorità competente: Provincia di Parma - Servizio Ambiente, Autorizzazioni, Progettazioni bonifiche e studi di fattibilità ambientale Piazzale della Pace n. 1 - 43121 Parma e presso la sede di Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione impatto e Promozione sostenibilità ambientale, Via della Fiera n. 8 - 40127 Bologna e dei seguenti Comuni interessati dalla localizzazione dell’impianto: Comune di Zibello (PR) Via G.Matteotti n. 10 - 43010; nonchè sul sito web: www.ambiente.parma.it - sezione VIA AIA e Autorizzazioni Ambientali - sottosezione VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale).

Gli elaborati di progetto sono depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione, entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi della L.R. 9/99 e s.m.i. e del D.Lgs 152/06 e s.m.i., può presentare osservazioni all’Autorità competente; Provincia di Parma - Servizio Ambiente, Parchi, Sicurezza e Protezione Civile, Piazzale della Pace n. 1 - 43121 Parma.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it