E-R | BUR

n.104 del 06.05.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Domanda di autorizzazione alla costruzione ed all’esercizio di linee ed impianti elettrici nel comune di Cavezzo (MO). Avviso di deposito

L’Amministrazione Provinciale di Modena rende noto che la ditta Enel Distribuzione Spa, con sede legale in Via Ombrone n. 2, Roma, in data 16/4/2015, con lettera prot. 267901 del 31/3/2015, assunta agli atti con prot. 40449 del 17/4/2015, ha presentato domanda per il rilascio dell’autorizzazione alla costruzione ed all’esercizio di un elettrodotto aereo e sotterraneo a 15 kV per allacciamento della nuova cabina n. 269484 denominata “Azeta Malaspina” in Via Malaspina nel comune di Cavezzo, in provincia di Modena.

La presente pubblicazione viene effettuata ai sensi e per gli effetti dell’art. 3 della L.R. 10 del 22/2/1993, del comma 6, art.2 della medesima legge, in quanto la realizzazione dell’opera non è compresa nel programma degli interventi annuali di Enel S.p.a., nonchè della L.R. 37 del 19/12/2002 e del DPR 327 dell’8/6/2001 come modificato e integrato dal DLgs 330 del 27/12/2004.

Per le opere elettriche in oggetto il Proponente ha richiesto la dichiarazione di pubblica utilità, urgenza ed indifferibilità dei lavori e delle opere; a tal fine è stato depositato l’elaborato in cui sono indicate le aree da espropriare e i nominativi di coloro che risultano proprietari secondo le risultanze dei registri catastali.

L’autorizzazione dell’opera comporterà variante ai vigenti strumenti urbanistici del Comune di Cavezzo, anche ai fini dell’applicazione del vincolo preordinato all’esproprio; la proposta di variante è corredata dalla documentazione di ValSAT (Valutazione preventiva della Sostenibilità Ambientale e Territoriale) e dall'elaborato in cui sono elencate le aree interessate dal vincolo preordinato all'esproprio.

Ai sensi dalla L. 241/1990, l’Autorizzazione Unica comprende e sostituisce tutte le intese, i pareri, le concessioni, le autorizzazioni, le licenze, i nulla osta e gli assensi comunque denominati, necessari a costruire ed esercire l’impianto, nonché le opere connesse e le infrastrutture indispensabili alla costruzione ed all’esercizio dello stesso, in conformità al progetto approvato.

Gli originali della domanda ed i documenti allegati sono depositati presso la Provincia di Modena, a disposizione di chiunque ne abbia interesse per un periodo di 20 giorni consecutivi a partire dalla data di pubblicazione della presente comunicazione.

Tale documentazione potrà essere visionata presso la Provincia di Modena - Servizio Valutazioni, Autorizzazioni e Controlli Ambientali Integrati – Unità Operativa VIA ed Energia, Viale J. Barozzi n. 340, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13.30 e Lunedì pomeriggio dalle ore 15 alle ore 17.30, previo appuntamento da fissare telefonando al numero 059/209424.

Le eventuali osservazioni ed opposizioni dovranno essere presentate, in carta semplice, alla Provincia di Modena, Servizio Valutazioni, Autorizzazioni e Controlli Ambientali Integrati – Unità Operativa VIA. ed Energia, Viale J. Barozzi n. 340, 41124 Modena, entro 40 giorni consecutivi a partire dalla data di pubblicazione della presente comunicazione.

Ai sensi dell’art. 3, comma 6, della L.R. 10 del 22/2/1993, il termine per la conclusione del procedimento autorizzatorio è di 180 giorni, decorrenti dalla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna dell’avvenuto deposito.

Il responsabile del procedimento è l’ing. Alberto Pedrazzi in qualità di Funzionario del Servizio Valutazioni, Autorizzazioni e Controlli Ambientali Integrati dell’Area Ambiente e Sviluppo sostenibile della Provincia di Modena.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it