E-R | BUR

n.265 del 07.08.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione schema di convenzione tra Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile e Comune di Ferrara, finalizzata alla concessione di contributi a copertura delle spese di gestione dell'immobile ad uso "Protezione civile" sito a Ferrara, in via Marconi n. 35

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Visti:

- la legge 7 agosto 1990, n. 241 e ss.mm.ii. “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”, ed in particolare l'art. 15 “Accordi fra pubbliche amministrazioni”;

- il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 e ss.mm. ii. “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti Locali, in attuazione del Capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59”;

- la legge regionale 21 aprile 1999, n. 3 “Riforma del sistema regionale e locale” e ss.mm.ii.;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401 “Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture preposte alle attività di protezione civile e per migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa civile”;

- il decreto-legge 15 maggio 2012 n.59 “Disposizioni urgenti per il riordino della protezione civile”, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 2012 n. 100;

- la legge regionale 7 febbraio 2005, n. 1 “Norme in materia di protezione civile e volontariato. Istituzione dell'Agenzia regionale di protezione civile” e ss.mm.ii.;

- la legge regionale 30 luglio 2015, n. 13 e ss.mm.ii. “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su città metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni” - di avvio del processo di riordino delle funzioni territoriali, con particolare riferimento all’art. 19 comma 3, il quale dispone che L’Agenzia regionale di Protezione Civile istituita con la succitata L.R. n. 1/2005 venga ridenominata “Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile “ ed eserciti le funzioni attribuitele dalla legge medesima - comprese quelle precedentemente facenti capo alle Province - articolandole in sezioni territoriali;

- il decreto legislativo 2 gennaio 2018 n. 1 “Codice della Protezione Civile”;

- il D.lgs. 23 giugno 2011 n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009 n. 42” e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l'art. 10;

Richiamate altresì le seguenti leggi regionali:

- 15 novembre 2001 n.40 recante "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle LL.RR. 6 luglio 1977 n. 31 e 27 marzo 1972 n. 4" per quanto compatibile e non in contrasto con i principi e postulati del D. Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

- 26 novembre 2001, n. 43 recante “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii.;

- 1 agosto 2017, n.18 “Disposizioni collegate alla legge di assestamento e prima variazione generale al bilancio di previsione della regione Emilia-Romagna 2017-2019”;

- 27 dicembre 2018, n. 26 “Bilancio di Previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2021”.

- 27 dicembre 2018, n.25 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2019-2021” (legge di stabilità regionale 2019)

- 27 dicembre 2018, n.24 “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2019”

Premesso:

  • che, previ specifici e appositi scambi di note, il Comune e la Provincia di Ferrara hanno a suo tempo stabilito, di comune accordo, di assumere in locazione da ACOSEA la palazzina posta all’interno del complesso “EX Toselli” di Via Marconi 35 - Ferrara, con l’obiettivo di riunirvi i Servizi di protezione civile dei due enti, nonché la sede del Coordinamento delle Associazioni di volontariato di Protezione Civile della Provincia di Ferrara;
  • che, a tal fine, è stato stipulato tra Provincia di Ferrara e ACOSEA, nell’anno 2001, il contratto di affitto Rep. n. 7290 relativo a parte della suddetta palazzina;
  • che, con ulteriore contratto rep. n. 7321 del 2001, la parte della palazzina locata dalla Provincia di Ferrara è stata ceduta dalla medesima, in uso gratuito, al CAVPCFE (che vi mantiene a tutt’oggi la propria sede), per una durata pari a quella del relativo contratto di locazione Rep. n. 7290, ivi compresi i successivi rinnovi;
  • che, previe interlocuzioni e specifici accordi con il comune di Ferrara, è stato altresì stipulato, tra ACOSEA e la Provincia di Ferrara, il contratto di locazione di durata ventennale Rep. n. 8040 del 25/11/2004, inerente a una parte del capannone e relativo spazio scoperto, ubicati entrambi in via Marconi, da adibire a deposito di mezzi e attrezzature di protezione civile;
  • che, in data 8/3/2005, a perfezionamento e conclusione delle citate interlocuzioni tra gli enti coinvolti, è stato sottoscritto un accordo di programma tra la RER, la Provincia e il Comune di Ferrara, avente durata ventennale decorrente dalla data della sottoscrizione, per la costituzione del centro unificato di protezione civile ed area di ammassamento, da realizzare presso gli immobili di proprietà ACOSEA ubicati in Via Marconi n. 35;
  • che, come da atto notarile Rep. n. 13971/55881, il Comune di Ferrara ha provveduto all’acquisto degli immobili individuati dall’Accordo sopracitato come Centro unificato di Protezione Civile, divenendone proprietario a far data dal 28/12/2005;
  • che, con deliberazione di giunta n. 55717 del 20 marzo 2007, il Comune di Ferrara ha preso atto del proprio subentro nei contratti di locazione succitati, stipulati con la Provincia di Ferrara, a partire dal 28/12/2005;
  • che, con ulteriore deliberazione di giunta n. 34380 del 23/5/2007, il Comune di Ferrara ha preso atto del tacito rinnovo e della superficie effettivamente occupata dalla Provincia di Ferrara nel contratto di locazione relativo alla parte della palazzina sita nel complesso EX Toselli in Ferrara, Via Marconi n. 35, pari a mq 63,9 e non 74 come indicato nel contratto Rep. n. 7290, con conseguente rideterminazione del canone annuo a carico provinciale;
  • che la Provincia di Ferrara, con propria DGP n. 225 del 20/6/2007, ha, a propria volta, provveduto a prendere atto del subentro del Comune di Ferrara in qualità di locatore nei contratti Rep. n. 7290/2003 e Rep. n. 8040/2004;
  • che, con il provvedimento suddetto, la Provincia di Ferrara ha altresì approvato il rinnovo del contratto n. 7290 per ulteriori sei anni a decorrere dal 1/7/2007 e con scadenza al 30/4/2013, scadenza successivamente ulteriormente prorogata fino al 30/4/2019, con provvedimento del Presidente della Provincia n. 209 del 23/12/2014;
  • che, in base ad apposito sopralluogo tecnico effettuato presso i locali di che trattasi e relativo successivo scambio di note tra il Comune e la Provincia di Ferrara, si è provveduto a ridurre l’area di locazione del magazzino da parte dell’amministrazione provinciale, individuandone la superficie in mq 2574,33 a fronte di una superficie totale a suo tempo contrattualmente stabilita pari a mq 5069;
  • che, con atto deliberativo di Giunta n. 55243 del 15/7/2008, il Comune di Ferrara ha provveduto all’approvazione dello schema di ripartizione dei costi di gestione delle utenze e dei canoni di locazione del Centro Unificato di Protezione civile ubicato in Ferrara, Via Marconi n. 35/37;

Dato atto che, in data 16/4/2018 è stato effettuato specifico sopralluogo congiunto presso la sede del CUP, con la presenza dei funzionari appositamente individuati da Agenzia, Comune e Provincia di Ferrara;

Richiamato l’accordo di programma, in corso di perfezionamento, tra la Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Ferrara e il Comune di Ferrara, ai sensi e per gli effetti della L.R. 24/2017 artt. nn. 4 e 60, per la costruzione della nuova sede del Centro Unificato per l’emergenza di Protezione Civile, in ottemperanza al quale detto intervento verrà realizzato nell’ambito del comparto facente capo al Centro fieristico di Ferrara;

Dato atto che, nelle more della realizzazione del suddetto Centro, del quale per il momento è stato finanziato unicamente il primo stralcio (CERPIC), occorre assicurare la costante operatività del sistema locale di protezione civile, mantenendo l’attuale collocazione del CUP presso la sede di Via Marconi, individuata all’interno dell’accordo siglato nel 2005;

Evidenziato che, al fine di dare inizio al processo di presa in carico delle sedi ex provinciali in attuazione del percorso delineato dalle succitate Leggi Regionali n. 13/2015 e n. 18/2017, l’Agenzia ha provveduto alla trasmissione, al Comune e alla Provincia di Ferrara, della nota PC/2018/6495 del 15/2/2018, recante ad oggetto “Razionalizzazione del portfolio sedi territoriali ex provinciali per finalità di protezione civile – proposta di stipula convenzione”; 

Dato atto che, nel contesto della suddetta nota, e considerata la necessità di assicurare la continuità nella gestione degli immobili sede dei centri unificati provinciali, viene proposta la stipula di apposita convenzione relativamente al CUP di Via Marconi n. 35, di proprietà esclusiva del Comune di Ferrara;

Ritenuto che l’accordo di programma di durata ventennale sottoscritto in data 8/3/2005 tra la RER, la Provincia e il Comune di Ferrara, finalizzato alla costituzione del centro unificato di protezione civile ed area di ammassamento, presso gli immobili, a quel tempo di proprietà ACOSEA, ubicati in Via Marconi n. 35, debba considerarsi superato per la parte relativa al coinvolgimento della Provincia di Ferrara, cui, a far data dal 1/1/2016 non spetta più, in forza del congiunto disposto degli artt. 14 e 19 della L.R. 13/2015, alcuna competenza in materia di protezione civile;

Dato inoltre atto che, nel contesto del suddetto accordo e in forza della richiamata normativa, per Regione Emilia-Romagna si ritiene debba intendersi Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile;

Ritenuto altresì che, alla luce delle modifiche normative e organizzative sopra evidenziate, gli obblighi delle parti, così come delineati dall’art. 3 del suddetto accordo, rimangano immutati per la Regione Emilia-Romagna (ora Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile), e per il Comune di Ferrara;

Considerato, in particolare, che il Comune di Ferrara intende mantenere il proprio impegno, così come delineato nell’articolo 3 “Obbligo delle parti – a carico del Comune”, consistente nella corresponsione all’ Agenzia (e non più alla Provincia) “della quota parte di € 200.000,00 quale cofinanziamento dei lavori di realizzazione del primo lotto funzionale delle opere di ristrutturazione del capannone e relative pertinenze esterne”, nonché dell’ulteriore quota parte, di pari importo, per il completamento delle opere progettuali (II lotto), per un cofinanziamento complessivo globale di importo pari a € 400.000,00;

Vista altresì la D.G.R. n. 1893 del 24/11/2015 di approvazione del Protocollo di intesa tra la Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Ferrara ed il Comune di Ferrara per l’attuazione urbanistica del comparto “Centro Fieristico di Via Bologna a Ferrara” e per la definizione degli interventi da realizzare in conseguenza della costruzione della nuova sede del Centro Unificato per l’emergenza della Protezione Civile Regionale a Ferrara, nell’ambito delle scelte operate con la legge regionale n. 13/2015 di riordino istituzionale dell’Ente, con il quale gli enti coinvolti manifestano la volontà condivisa di procedere all’accorpamento in un’unica sede logistica, delle funzioni attualmente spettanti al Comune ed all’Agenzia per la Sicurezza Territoriale e Protezione Civile poste in essere presso il CERPIC di Tresigallo ed il CUP di via Marconi a Ferrara

Ritenuto pertanto di provvedere - in luogo della Provincia di Ferrara cui l’Agenzia è subentrata nell’espletamento delle funzioni in materia di protezione civile - alla corresponsione al Comune di Ferrara, quale proprietario degli immobili in cui ha sede il CUP, di un contributo per la gestione dell’immobile di che trattasi, nonché del rimborso delle spese legate alle utenze di gas acqua ed energia elettrica, ed eventuali interventi manutentivi che si rendessero necessari, previo accordo tra le parti;

Dato pertanto atto della necessità di procedere alla stipula di apposita Convenzione, il cui schema (unitamente ai relativi allegati) è allegato al presente atto quale parte integrante e sostanziale dello stesso, tra Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile e Comune di Ferrara in qualità di unico proprietario dell’immobile di che trattasi, al fine di assicurare la copertura, con risorse regionali, delle spese di gestioneinerenti la sede del CUP di Ferrara sito in Via Marconi n. 35;

Evidenziato che, a tutt’oggi, gli spazi occupati dal Coordinamento del volontariato di Protezione Civile della Provincia di Ferrara (CVPCFE) e quelli utilizzati per il ricovero di mezzi e attrezzature di proprietà dello stesso o comunque facenti parte della colonna mobile regionale (come verificato ad esito del sopralluogo, effettuato in data 16.04.2018), sono quelli risultanti dalla planimetria allegata al succitato schema di convenzione;

Evidenziato:

che al rimborso delle spese, sostenute dalla Provincia di Ferrara a partire dal 1/1/2016 e fino alla data di sottoscrizione e conseguente vigenza della convenzione in oggetto, si sta provvedendo, con specifici, appositi atti di impegno e liquidazione delle necessarie risorse;

Dato atto, altresì, che, con DGR n. 1054 del 3/7/2018, è stato approvato il nuovo Piano di razionalizzazione degli spazi della Regione Emilia-Romagna, il quale dispone anche con riferimento alle competenze gestionali della sede oggetto del presente provvedimento;

Richiamate le seguenti proprie deliberazioni esecutive ai sensi di legge:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente ad oggetto: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm., per quanto applicabile;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 ad oggetto: “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016 ad oggetto: “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 1681 del 17 ottobre 2016 ad oggetto “Indirizzi per la prosecuzione della riorganizzazione della macchina amministrativa regionale avviata con delibera n. 2189/2015;

- n. 121 del 6 febbraio 2017 “Nomina del responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza”;

- n. 468 del 10/4/2017 avente ad oggetto: “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 1129 del 24 luglio 2017, con la quale è stato rinnovato, fino al 31/12/2020, l’incarico di Direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza del territorio e la Protezione Civile, conferito al Dott. Maurizio Mainetti con deliberazione n. 1080/2012;

- n. 122 del 28/1/2019 recante “Approvazione Piano Triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021”.

Vista la determinazione del Direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile n. 2238 del 26/6/2018, recante “Rinnovo dell’incarichi dirigenziali dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile;

Richiamate altresì le circolari del Capo di Gabinetto e del Presidente della Giunta Regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017, relative a indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposto in attuazione della deliberazione n. 468/2017”

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in una situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati; 

Dato atto dell’allegato visto di regolarità contabile – spese;

Su proposta dell’Assessore competente per materia Paola Gazzolo;

A voti unanimi e palesi

delibera:

Per i motivi espressi in premessa e che si intendono qui richiamati:

  1. di approvare lo schema di Convenzione di cui all’Allegato A), parte integrante e sostanziale del presente atto (ivi compresi gli allegati alla stessa: B)B1)e B2), recante “Schema di Convenzione tra Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile e Comune di Ferrara, finalizzata alla concessione di contributi a copertura delle spese di gestione dell’immobile ad uso “protezione civile” sito a Ferrara (FE), in Via Marconi n. 35”, al fine di assicurare lo svolgimento ottimale delle attività e delle funzioni di protezione civile oggetto di riordino;
  2. di dare atto che alla sottoscrizione della Convenzione di cui al punto 1) provvederà il Direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile;
  3. di dare atto che, in sede di sottoscrizione della Convenzione che si approva con il presente provvedimento, potranno essere apportate al testo della stessa le modifiche che si rendessero necessarie, purché di natura non sostanziale;
  4. di dare atto che agli oneri derivanti dalla Convenzione di cui all'Allegato A) al presente atto, si farà fronte, con le risorse finanziarie assegnate all’Agenzia e che il dirigente competente provvederà con proprio atto in conformità di quanto previsto dalla normativa regionale e statale vigente, precisando che le spese di manutenzione che si rendessero necessarie saranno concordate preventivamente tra le parti;
  5. di dare atto, infine, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle vigenti disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa;
  6. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna e sul sito della l’Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile all’indirizzo internet:http://protezionecivile.regione.emilia-Romagna.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it