E-R | BUR

n.210 del 06.07.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedimento di autorizzazione unica di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) ai sensi del Capo III della L.R. 4/2018 relativo al progetto denominato: "Ristrutturazione ed ampliamento dell'insediamento produttivo esistente di lastre ceramiche dell'impianto FLORIM SpA" nel Comune di Mordano (BO) in via Selice 1, che comprende la Variante agli strumenti urbanistici del Comune di Mordano e relativa Val.S.A.T. ai sensi dell'art.21 della L.R. 04/2018, l'Autorizzazione Integrata Ambientale ex art. 29sexies del D.Lgs. 152/2006, tombamento e concessione di un’area del Canale Mezzale

La Regione Emilia-Romagna, Area Valutazione Impatto Ambientale e Autorizzazioni, avvisa che FLORIM SpA SB ha presentato in data 14/06/2022 le integrazioni richieste. Ai sensi dell'art. 7, comma 2, della L.R. 4/2018, ARPAE AACM di Bologna effettuerà l’istruttoria di tale procedura.

Il progetto è:

  • localizzato nella Città Metropolitana di Bologna
  • localizzato nel Comune di Mordano (BO)
  • oltre il Comune in cui è localizzato può avere impatti nel Comune di Imola

Il progetto appartiene alla seguente tipologia progettuale di cui agli allegati B.2 della L.R. 4/2018, in particolare al punto B.2.26) Fabbricazione di prodotti ceramici mediante cottura, in particolare tegole, mattoni, mattoni refrattari, piastrelle, gres e porcellane, di capacità superiore a 75 tonnellate al giorno e/o con una capacità di forno superiore a 4 metri cubi e con una densità di colata per forno superiore a 300 chilogrammo per metro cubo.

B.1. 5) Opere di canalizzazione e di regolazione dei corsi d’acqua

Il Proponente ha ritenuto di sottoporre volontariamente l'iniziativa alla procedura di Valutazione d'Impatto Ambientale nell'ambito del procedimento unico regionale ai sensi dell'art. 27-bis del D.Lgs. 152/06 e s.m.i., così come recepito dalla L.R. n. 4/2018 agli articoli dal 15 al 21 comprendente oltre al Provvedimento di VIA anche tutte le autorizzazioni, intese, concessioni, licenze, pareri, concerti, nulla osta e assensi necessari per la realizzazione e l'esercizio del progetto in argomento.

Il progetto appartiene alla seguente tipologia progettuale di cui all’allegato VIII del D.Lgs 152/06: 3.5 fabbricazione di prodotti ceramici mediante cottura, in particolare tegole, mattoni, mattoni refrattari, piastrelle, gres o porcellane, con una capacità produttiva di oltre 75 Mg al giorno.

Si evidenzia, inoltre, che l’area interessata non ricade in zone protette (ZSC-ZPS, Rete Natura 2000).

L’Autorità competente è la Regione Emilia – Romagna che, ai sensi dell’art. 15, comma 4 della L.R. 13/15, ha delegato l’istruttoria all’Area Autorizzazioni e Concessioni Metropolitana di ARPAE, di cui il Responsabile, ai sensi dell’art. 6, comma 1 della L. 241/90, è la Dott.ssa Patrizia Vitali.

Le principali integrazioni presentate dal proponente sono relative alla VIA per i quadri di riferimento programmatico, progettuale ed ambientale, oltre che per la variante urbanistica e per le autorizzazioni ricomprese.

Nello specifico in merito alla Variante urbanistica sono stati integrati i contenuti e le tavole della variante arricchendole con maggiori dettagli al fine di migliorare la lettura degli elaborati stessi.

Il proponente ha modificato il progetto originale prevedendo il solo tombamento di 215 m del canale esistente Mezzale nel tratto interessato dalla realizzazione del nuovo piazzale e rinunciando alla richiesta di deviazione del canale Mezzale con relativa sdemanializzazione del tratto di canale deviato. Tale variante progettuale modifica anche il percorso della condotta SNAM, riducendo la tratta interrata insistente su terreno agricolo adiacente il lotto Florim e permettendo il collegamento nella prima tratta della condotta in adiacenza al nuovo piazzale.

La documentazione relativa all’AIA è stata integrata ed aggiornata.

Per quanto attiene le diverse componenti ambientali sono state presentate ed aggiornate alcune relazioni specialistiche tra cui lo studio idrogeologico, la relazione geologico-geotecnica e sismica, il piano di utilizzo delle terre e rocce da scavo, studio modellistico di caduta inquinanti ed odori.

In considerazione delle modifiche apportate in sede di integrazione, si riporta l’elenco aggiornato delle autorizzazioni intese, concessioni, licenze, pareri, concerti, nulla osta e assensi ricompresi nel PAUR in quanto necessari alla realizzazione ed esercizio del progetto:

- Valutazione d’Impatto Ambientale (VIA) ai sensi della L.R. 4/2018;

- Autorizzazione Integrata Ambientale ex art. 29 sexies del D.Lgs. 152/2006;

- Permesso di Costruire ai sensi della L.R. 15/2013 e del DPR 380/2001;

- Variante agli strumenti urbanistici del Comune di Mordano e relativa ValSAT ai sensi dell’art. 21 della L.R. 4/2018;

- Concessione di occupazione Aree del Demanio idrico (tombamento 215 mt) L.R. 7/2004;

- Nulla osta idraulico concessione di occupazione Aree del demanio idrico;

- Nulla osta archeologico;

- Piano Utilizzo delle terre e rocce da scavo ai sensi del DPR 120/2017, compreso progetto di stabilizzazione a calce e cemento;

- Nulla osta per interferenza rete SNAM;

- Parere Sanitario;

- Concessione allo spostamento di passi carrai esistenti su via Selice (SP 610).

L’istruttoria della procedura in oggetto è effettuata da ARPAE AACM di Bologna in applicazione dell’art. 15, comma 4, della L.R. 13/15.

Il pubblico interessato può anche prendere visione degli elaborati sull'albo pretorio informatico dell’Amministrazione comunale di Mordano (BO).

Ai sensi dell’art. 18 della L.R. 4/2018 la documentazione è resa disponibile per la pubblica consultazione sul sito web delle valutazioni ambientali della Regione Emilia-Romagna: ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavasweb/ ) nella sezione “Ricezione Integrazioni”.

Entro il termine di 15 (quindici) giorni dalla data di pubblicazione sul sito web della Regione Emilia-Romagna del presente avviso, chiunque abbia interesse può prendere visione del progetto e del relativo studio ambientale, presentare in forma scritta le proprie osservazioni, anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi, inviandoli mediante posta elettronica certificata al seguente indirizzo: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it o trasmettendoli per posta ordinaria alla Regione Emilia-Romagna, Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Viale della Fiera, 8 – 40127 Bologna.

Le osservazioni devono essere presentate anche ad ARPAE AACM al seguente indirizzo di posta certificata: aoobo@cert.arpa.emr.it

Il modulo per l’inoltro delle osservazioni è scaricabile al seguente link: https://ambiente.regione.emilia-romagna.it/it/sviluppo-sostenibile/temi-1/via/osservazioni_via

Le osservazioni saranno integralmente pubblicate sul sito della Regione Emilia-Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavasweb/ ).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it