E-R | BUR

n.8 del 09.01.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Disposizioni attuative per la formazione del tecnico competente in acustica. D.Lgs. n. 42/2017

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

  • il decreto legislativo 17 febbraio 2017, n. 42 (di seguitoDecreto), recante disposizioni in materia di armonizzazione della normativa nazionale sull’inquinamento acustico e in particolare il capo VI, che stabilisce i criteri generali per l’esercizio della professione di tecnico competente in acustica (di seguito TCA);
  • la legge 26 ottobre 1995, n. 447, “Legge quadro sull'inquinamento acustico”;
  • la legge regionale 9 maggio 2001, n. 15, “Disposizioni in materia di inquinamento acustico”;
  • la legge regionale n. 12 del 30 giugno 2003 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e ss.mm.ii.;

Ricordato che:

  • ai sensi dell’art. 21, comma 1 del Decreto, è stato istituito presso il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (di seguito MATTM) l’elenco nominativo dei soggetti abilitati a svolgere la professione di TCA, sulla base dei dati inseriti dalle Regioni e dalle Province Autonome;
  • la domanda d’iscrizione nel suddetto elenco è presentata alla Regione o Provincia Autonoma di residenza del TCA, secondo le modalità di cui all'Allegato 1, punto 1 del Decreto, dai cittadini italiani che hanno ottenuto il riconoscimento della qualificazione di TCA e che intendono svolgere la relativa professione, ai sensi dell’art. 2, comma 7 della legge n. 447/1995;
  • ai fini dell’iscrizione all’elenco nominativo dei TCA, ai sensi dell’art. 22, c. 1, lett. b) del Decreto, è previsto fra i requisiti utili il superamento con profitto dell'esame finale di un corso per tecnici competenti in acustica svolto secondo quanto previsto nell'Allegato 2, parte B, del Decreto stesso;
  • i TCA iscritti nell’elenco di cui trattasi hanno l’obbligo di partecipare - ai sensi dell’Allegato 1, punto 2 del Decreto - nell’arco di 5 anni dalla data di pubblicazione nell’elenco, e per ogni quinquennio successivo, a corsi di aggiornamento con profitto per una durata complessiva di 30 ore distribuite su almeno tre anni, e di dare comunicazione dell’avvenuta partecipazione alla Regione di residenza;

Dato atto che con propria deliberazione n. 491/2018 “Attuazione del decreto legislativo n. 42/2017 in materia di tecnico competente in acustica” sì è già provveduto, tra l’altro, a disciplinare le modalità per l’istanza di riconoscimento del titolo abilitativo di Tecnico Competente in Acustica finalizzato all’iscrizione all’elenco nazionale e per l’invio delle comunicazioni dell’avvenuto aggiornamento formativo;

Considerato che:

  • il punto 3 dell’Allegato 1 del Decreto demanda alle Regioni la verifica della conformità dei corsi abilitanti per la qualificazione di TCA alle previsioni di cui all’Allegato 2, parte B, del Decreto, previo parere del Tavolo tecnico nazionale di coordinamento di cui all’art. 23 dello stesso;
  • ai sensi dell’Allegato 2, parte B, punto 2 del Decreto, i corsi abilitanti devono concludersi con un esame tenuto da una commissione composta da due membri esperti, scelti tra i docenti del corso, e da un membro indicato dalla Regione;

Ritenuto che:

  • alla verifica di conformità dei corsi per tecnici competenti in acustica alle previsioni di cui all’Allegato 2, parte B del Decreto, si provveda ai sensi della succitata L.R. n. 12/2003 e relative disposizioni attuative;
  • il membro della commissione d’esame dei corsi abilitanti venga individuato dal competente Servizio Tutela e Risanamento Acqua, Aria e Agenti Fisici;

Dato atto che per l’acquisizione del parere del suddetto Tavolo tecnico di coordinamento si procederà ai sensi della L.R. n. 32/1993 e ss.mm.ii., in materia di procedimenti amministrativi;

Visti gli “Indirizzi interpretativi per l’istruzione delle richieste di autorizzazione dei corsi abilitanti in acustica per tecnici competenti sottoposte al Tavolo tecnico di coordinamento di cui all’art. 23 del D.Lgs. n. 42/2017”, trasmessi dal MATTM alle Regioni con nota prot. n. 13143 del 6/8/2018;

Ritenuto, per quanto sopra esposto, necessario dettare le disposizioni attuative per la realizzazione dei corsi di formazione abilitanti per tecnico competente in acustica di cui all’Allegato 2, parte B del Decreto, e per i corsi di aggiornamento professionale di cui all’Allegato 1, punto 2 del medesimo Decreto;

Dato atto che è stata informata la Commissione Regionale Tripartita di cui alla L.R. 12/2003 e ss.mm.ii. tramite procedura scritta, i cui esiti sono conservati agli atti della segreteria dell’Assessorato al coordinamento delle Politiche europee allo sviluppo, Scuola, Formazione professionale, Università, Ricerca e Lavoro;

Richiamata la Legge Regionale n. 43/2001 “Testo unico in materia di organizzazione e rapporti di lavoro” e ss.mm.ii.;

Visti:

  • il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;
  • la propria deliberazione n. 93 del 29/1/2018 “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020” e successiva integrazione ed in particolare l'allegato B) "Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020";
  • la propria deliberazione n.1059/2018 “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali, Agenzie e Istituti e nomina del responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del responsabile dell'anagrafe per la stazione appaltante (RASA) e del responsabile della protezione dei dati (DPO)";

Viste, altresì, le proprie deliberazioni:

  • n. 177/2003 recante “Direttive regionali in ordine alle tipologie d’azione ed alle regole per l’accreditamento degli organismi di formazione professionale” e successive modifiche e integrazioni;
  • n. 105/2010 “Revisione alle disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della giunta regionale 11/02/2008 n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla deliberazione della giunta regionale 14/2/2005, n. 265”;
  • n. 438/2012 “Modifica ed integrazione all’avviso pubblico per la presentazione di richieste di autorizzazione di attività non finanziate di cui alla D.G.R. n. 704/2011”;
  • n. 998/2014 “Modifica e integrazione all’avviso pubblico per la presentazione di richieste di autorizzazione di attività non finanziate, di cui alla D.G.R. n. 438/2012”;
  • n. 1837 del 5/11/2018 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla Delibera di Giunta regionale n. 1155 del 23 luglio 2018 e dell'elenco degli organismi accreditati per l'obbligo d'istruzione ai sensi della Delibera di Giunta regionale n.2046/2010 e per l'ambito dello spettacolo”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm. per quanto applicabile;
  • n. 56/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale dell'art.43 della L.R. n. 43/2001”;
  • n. 270/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera n. 2189/2015”;
  • n. 622/2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera n. 2189/2015”;
  • n. 702/2016 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali – Agenzie – Istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe per la stazione appaltante”;
  • n. 1107/2016 “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera n. 2189/2015”;
  • n. 87/2017 recante "Assunzione dei vincitori delle selezioni pubbliche per il conferimento di incarichi dirigenziali, ai sensi dell'art. 18 della L.R. n. 43/2001, presso la direzione generale economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa";
  • n. 468/2017 recante “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Richiamate, infine, le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore al Coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, Scuola, Formazione professionale, Università, Ricerca e Lavoro e dell'Assessore alla Difesa del suolo e della costa, Protezione civile e Politiche ambientali e della montagna;

A voti unanimi e palesi

delibera

per le ragioni espresse in premessa, da considerarsi qui integralmente richiamate,

1. di approvare le “Disposizioni attuative per i corsi di formazione abilitanti per tecnico competente in acustica, di cui all’Allegato 2, parte B, e per i corsi di aggiornamento professionale, di cui all’Allegato 1, punto 2 del D.Lgs. n. 42/2017” contenute nell’Allegato A, quale parte integrante del presente atto;

2. di dare mandato al Dirigente del Servizio Tutela e Risanamento Acqua, Aria e Agenti Fisici di indicare i membri per la partecipazione alle commissioni d’esame dei corsi abilitanti per tecnici competenti in acustica, come previsto dall’Allegato 2, parte B, punto 2 del D.Lgs. n. 42/2017;

3. di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione e sui siti http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/ e http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/aria-rumore-elettrosmog/temi/inquinamento-acustico/per-approfondire-acustica/tecnici-competenti-in-acustica;

4. di dare atto infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it