E-R | BUR

n.61 del 26.02.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Deposito del SIA e del relativo progetto definitivo per la procedura di VIA per l'ammodernamento e miglioria dell'intersezione fra la SS 16, la ex SS 254 (SP 254R) e la Via Martiri Fantini nel comune di Cervia al km 172+841, localizzato in comune di Cervia e presentato dal Comune di Cervia

Si avvisa che, ai sensi della Titolo III della Legge regionale 18/5/1999, n. 9 e del Decreto legislativo n. 152/2006 e successive modifiche ed integrazioni, sono depositati presso l’autorità competente Provincia di Ravenna, Ufficio VIA, Settore Ambiente e Territorio, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, il SIA ed il relativo progetto definitivo, prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA relativi al progetto d'ammodernamento e miglioria dell'intersezione fra la SS 16, la ex SS 254 (SP 254R) e la Via Martiri Fantini nel Comune di Cervia al km 172+841, localizzato in comune di Cervia e presentato dal Comune di Cervia, Settore Lavori Pubblici, Sviluppo Economico e Residenziale, con sede in Piazza G. Garibaldi n. 1, Cervia.

Il progetto appartiene alla seguente categoria: B.2.46 "Strade Extraurbane Secondarie" dell’Allegato B.2 della Legge regionale n. 9/1999 e risulta sottoposto a VIA obbligatoria in quanto interessa parzialmente l'ambito del SIC-ZPS IT4070007 "Salina di Cervia" e della Stazione "Pineta di Classe e Salina di Cervia" del Parco Regionale del Delta del Po.

Il progetto interessa il territorio (in relazione sia alla localizzazione degli impianti, opere o interventi principali ed agli eventuali cantieri o interventi correlati sia ai connessi impatti ambientali attesi) del Comune di Cervia e della Provincia di Ravenna.

Il progetto prevede l'ammodernamento e la razionalizzazione di un incrocio esistente fra la SS 16 "Adriatica", l'ex SS 254 "Cervese" e Via Martiri Fantini, a ridosso dell'abitato di Cervia. Si prevede la costruzione di un'ampia rotatoria a raso servita da rami d'approccio e raccordo alla viabilità esistente nelle due direzioni nord-sud ed est-ovest, impegnate da tutte le correnti di traffico ora confluenti.

Si avvisa che la Valutazione d’Impatto Ambientale per il presente progetto d'opera pubblica, se positivamente conclusa, comprenderà e sostituirà tutte le intese, concessioni, autorizzazioni, licenze, pareri, nullaosta e assensi comunque denominati necessari per la realizzazione del progetto.

Si avvisa inoltre che, ai sensi della L.R. n. 9/1999 l'esito positivo della VIA comporterà variante agli strumenti urbanistici vigenti, ai sensi dell'art. 8, commi 3 e 4 della L.R. 20/12/2002, n. 37 comporterà l'apposizione del vincolo espropriativo e ai sensi dell'art. 16, comma 2, della medesima legge l'approvazione del progetto comporterà la dichiarazione di pubblica utilità dell'opera.

A tal fine il progetto è accompagnato da un apposito allegato che indica le aree da espropriare e i nominativi di coloro che risultano proprietari secondo le risultanze dei registri catastali. Il deposito ha una durata di venti giorni, decorrenti dal giorno della pubblicazione dell'avviso dell'avvenuto deposito nel Bollettino Ufficiale della Regione.

I soggetti interessati possono prendere visione del SIA e del relativo progetto definitivo su supporto cartaceo presso la sede dell’autorità competente Provincia di Ravenna, Ufficio VIA, Settore Ambiente e Territorio, sita in Piazza Caduti per la Libertà n. 2, Ravenna (previo appuntamento) e presso la sede del Comune interessato di Cervia, Piazza Garibaldi n. 1 e presso la sede della Regione Emilia-Romagna, Ufficio Valutazione Impatti e Relazione Stato Ambiente, Viale della Fiera n. 8, Bologna.

E’ inoltre possibile prendere visione collegandosi al sito web della Provincia di Ravenna: www.provincia.ra.it/Argomenti/Ambiente/VIA-e-screening/VIA-in-corso.

Il SIA e relativo progetto definitivo prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA sono depositati per 60 (sessanta) giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Entro lo stesso termine di 60 (sessanta) giorni chiunque, ai sensi dell’art. 15, comma 1, della legge regionale n. 9/1999, può presentare osservazioni all’autorità competente Provincia di Ravenna, Ufficio VIA Settore Ambiente e Territorio, Piazza Caduti per la Libertà n. 2, Ravenna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it