E-R | BUR

n.30 del 08.02.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di Valutazione di impatto ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9. Titolo III – Procedura di VIA relativa al progetto denominato Richiesta di concessione di derivazione di acque superficiali dal fiume Reno da 5 diversi punti di presa, destinate alla gestione a fini naturalistico-ambientali dei bacini meridionali delle Valli di Comacchio

L'Autorità competente Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale avvisa che, ai sensi del Titolo III della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9, sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di V.I.A. relativi a

  • Denominazione del progetto: Richiesta di una unica concessione di derivazione di acque superficiali dal fiume Reno da 5 diversi punti di presa, destinate alla gestione a fini naturalistico-ambientali dei bacini meridionali delle Valli di Comacchio.
  • Proponente: ENTE PER LA GESTIONE DEI PARCHI E DELLA BIODIVERISTA’ - DELTA DEL PO con sede in Comacchio (FE), Via Mazzini n.200 Cod. Fisc. 91015770380
  • Localizzato nelle Provincie di: Ferrara e Ravenna
  • Localizzato nei Comuni di: Argenta (FE), Comacchio (FE) e Ravenna (RA)

Il progetto appartiene alla seguente categoria di cui agli Allegati A e B alla L.R. 9/1999: B.1.14: “Derivazioni di acque superficiali ed opere connesse che prevedano derivazioni superiori a 200 litri al minuto secondo o di acque sotterranee che prevedano derivazioni superiori a 50 litri al minuto secondo; progetti di ricarica artificiale delle acque freatiche non compresi nel punto A.1.1)”. Grande derivazione.

Il volume complessivo annuo derivabile, varia da 18,44 Mmc a 25,56 Mmc, ricavabile dal S.I.A.

Descrizione sintetica del progetto:

Per assolvere alle funzioni istitutive e favorire il raggiungimento degli obiettivi di tutela, conservazione e miglioramento del patrimonio naturalistico e ambientale rappresentato dalle Valli di Comacchio, l’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Delta del Po ritiene prioritario addivenire ad una complessiva e definitiva regolamentazione degli apporti di acque dolci dal fiume Reno che si riversano nelle valli di Comacchio, tramite 5 opere idrauliche esistenti, riportando in capo allo stesso Ente di Gestione la titolarità delle concessioni di derivazione e di utilizzo delle stesse prese idrauliche, site sull'argine sinistro del fiume Reno, nel tratto tra la località Traghetto e la traversa di Volta Scirocco. Esse sono:

- Sifoni Case di Guardia-Lepri, (ad ovest della penisola di Boscoforte, Comune di Argenta (FE);

- Sifoni Casalino, localizzata ad est di Boscoforte, Comune di Ravenna (RA) e Comacchio (FE)

- Sifone Scorticata localizzato in prossimità della località Scorticata, Comune di Ravenna (RA)

- Chiavica Voltascirocca e Chiavica Passo Pedone, site lungo la strada arginale (via Bellocchio) nella parte delle Valli Meridionali di Comacchio, in Comune di Ravenna.

Luogo di presa: Fiume Reno

Lugo di restituzione: Valli di Comacchio

Uso della risorsa idrica: tutela, conservazione e miglioramento del patrimonio naturalistico e ambientale rappresentato dalle Valli di Comacchio

Il SIA e gli schemi grafici delle opere di presa, prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, sono depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BURERT.

Responsabile del procedimento: Direttore a. i. Dott.ssa Maria Pia Pagliarusco.

Tali elaborati sono inoltre disponibili nel Portale web Ambiente della Regione Emilia-Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso le seguenti sedi:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera n. 8, Bologna;
    • Comune di Comacchio – Servizio Urbanistica, Via Mazzini n. 15 - 44022 Comacchio (FE);
    • Comune di Ravenna, Piazzale Farini n. 21 - 48124 Ravenna;
    • Comune di Argenta Piazza Garibaldi 1 - 44011 Argenta (FE).

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 15, comma 1 della L.R. 9/1999, può presentare osservazioni all’Autorità competente Regione Emilia-Romagna Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Ai sensi della L.R. 9/1999, e secondo quanto richiesto dal proponente, l’eventuale conclusione positiva della presente procedura di VIA comprende e sostituisce le seguenti autorizzazioni e atti di assenso:

  • concessione di derivazione
  • nulla osta idraulico
  • nulla osta Ente Parco
  • Valutazione d’Incidenza

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it