E-R | BUR

n.114 del 05.07.2012 (Parte Seconda)

XHTML preview

Realizzazione edifici scolastici provvisori. Approvazione documentazione ed atti di gara

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

ai sensi dell’art. 1 comma 2 del D.L. n. 74/2012

Vista la legge 24 febbraio 1992, n. 225 Istituzione del Servizio nazionale della protezione civile;

Visto il Decreto Legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;

Visto il D.P.R. 8 giugno 2001, n. 327 Testo unico espropriazioni;

Visto il D. Lgs. N. 163/2006 e s.m.i. Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE e relativo Regolamento di attuazione (D.P.R. 207/2010);

Visto l’art. 8 della L. R. 1 del 2005, recante “Norme in materia di protezione civile”;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 Maggio 2012 recante la dichiarazione dell’eccezionale rischio di compromissione degli interessi primari a causa dei predetti interventi sismici, ai sensi dell’art. 3, comma 1, del decreto legge 4 novembre 2002 n. 245, convertito con modificazioni dall’art. 1 della Legge 27 dicembre 2002, n. 286;

Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 Maggio 2012, con il quale è stato dichiarato fino al 21 Luglio 2012 lo stato d’emergenza in ordine agli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Province di Bologna, Modena, Ferrara e Mantova il giorno 20 maggio 2012 ed è stata disposta la delega al capo del dipartimento della Protezione Civile ad emanare ordinanze in deroga ad ogni disposizione vigente e nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento giuridico;

Visto il Decreto Legge 6 giugno 2012, n. 74, recante “Interventi urgenti in favore delle aree colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle Province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”;

Visto l’articolo 10 del Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83 “Misure urgenti per la crescita del Paese”;

Vista la Delibera del Consiglio dei Ministri per l’attribuzione dei poteri in deroga ai Presidenti delle regioni Commissari Delegati, adottata nella riunione del Consiglio dei Ministri del 15 giugno 2012;

Facendo riferimentoal DPCM di ripartizione del Fondo di cui all’art. 2 del D.L. n. 74/2012;

Visto il Programma straordinario per la realizzazione di soluzioni alternative per le scuole non riparabili in tempi brevi, e comunque entro il settembre 2012, approvato con l’Ordinanza del Commissario Delegato n. 5 del 5 luglio 2012;

Rilevato che tale Programma straordinario prevede la realizzazione di edifici scolastici temporanei (EST) per tutti gli edifici scolastici che non possono essere riparati con miglioramento sismico, oppure ricostruiti entro il settembre 2013;

Ravvisato che la realizzazione degli edifici scolastici temporanei deve essere effettuata entro il termine massimo per la riapertura delle scuole, per consentire il regolare svolgimento dell’attività scolastica 2012-2013;

Considerato che l’emergenza sismica comporta tempi molto ridotti, anche in relazione alla presumibile riapertura delle scuole, per la realizzazione di soluzioni alternative agli edifici scolastici danneggiati e distrutti, e che è pertanto opportuno predisporre la documentazione relativa alle esigenze minime degli spazi scolastici, al costo preventivato degli interventi, al tempo assegnato per la progettazione esecutiva ed al tempo massimo per la realizzazione delle opere;

Vista l’ordinanza n. 5 del 5 luglio 2012, con la quale si è disposto di avvalersi delle deroghe concesse alla normativa nazionale e regionale vigente ai sensi del DPCM del 4 luglio 2012, per consentire la realizzazione degli interventi necessari ad assicurare la riapertura delle scuole in tempo utile per lo svolgimento dell’attività scolastica dell’anno 2012-2013;

Vista inoltre l’ordinanza n. 6 del 5 luglio 2012, con cui è stata approvata la localizzazione delle aree in cui saranno realizzati gli edifici scolastici temporanei, ai sensi dell’art. 10 del D. L. 22 giugno 2012 n. 83;

Preso atto che la documentazione predisposta, visto il limitato tempo a disposizione, per la realizzazione degli edifici scolastici temporanei (EST), si compone dei seguenti elaborati:

- capitolato speciale di appalto (Allegato 1);

- scheda tecnica, articolata per i vari lotti con indicazione delle esigenze minime scolastiche, dell’importo dell’appalto, dei tempi per la progettazione esecutiva e per l’esecuzione degli interventi (agli atti del Commissario delegato);

- schede tecniche localizzazione interventi (agli atti del Commissario delegato);

- dichiarazioni dei Comuni sulla presenza di vincoli e punti di presa delle urbanizzazioni (agli atti del Commissario delegato);

- relazioni geologiche (agli atti del Commissario delegato);

Rilevato che per la realizzazione degli edifici scolastici temporanei si prevede una spesa complessiva pari ad € 56.420.000,00 distinta come segue:

Ravvisato che, sempre in considerazione delle circostanze di estrema urgenza, l’appalto ha per oggetto la progettazione e la realizzazione degli edifici scolastici temporanei EST, ivi comprese le opere di urbanizzazione;

Viste le Norme di gara della procedura aperta per la progettazione e i lavori di realizzazione di edifici scolastici temporanei (EST), allegate con il n. 2 al presente atto quale parte integrante e sostanziale, che prevedono che l’appalto sia articolato in ventotto lotti;

Considerato opportuno avvalersi dell’Agenzia Regionale Intercent-ER per l’assistenza nell’espletamento delle procedure di gara che saranno effettuate dal Commissario Delegato;

Visto l’art. 27 comma 1, della L. 24 novembre 2000, n. 340 e successive modifiche ed integrazioni ai sensi del quale i provvedimenti commissariali divengono efficaci decorso il termine di 7 giorni per l’esercizio del controllo preventivo di legittimità da parte della Corte dei Conti, ma possono essere dichiarati con motivazione espressa dell’organo emanante, provvisoriamente efficaci;

Ritenuto che l’estrema urgenza di concludere la procedura oggetto della presente ordinanza entro l’avvio del nuovo anno scolastico 2012/2013 sia tale da rendere necessaria la dichiarazione di provvisoria efficacia ai sensi della L. 24/11/2000, n.340;

DISPONE

1) di approvare la documentazione predisposta per l’avvio della realizzazione degli edifici scolastici temporanei (EST), che si compone dei seguenti elaborati:

- capitolato speciale di appalto (Allegato 1 al presente atto quale sua parte integrante e sostanziale);

- scheda tecnica, articolata per i vari lotti con indicate le esigenze minime scolastiche, l’importo dell’appalto, i tempi per la progettazione esecutiva e per l’esecuzione degli interventi (agli atti del Commissario delegato, da ritenersi qui integralmente vista e richiamata);

- schede tecniche localizzazione interventi (agli atti del Commissario delegato, da ritenersi qui integralmente viste e richiamate);

- dichiarazioni dei Comuni sulla presenza di vincoli e punti di presa delle urbanizzazioni (agli atti del Commissario delegato, da ritenersi qui integralmente viste e richiamate);

- relazioni geologiche (agli atti del Commissario delegato, da ritenersi qui integralmente viste e richiamate);

- Norme di gara (Allegato 2 al presente atto quale sua parte integrante e sostanziale);

2) di dare atto che per la realizzazione degli edifici scolastici temporanei (EST) si prevede una spesa complessiva pari ad € 56.420.000,00 distinta come segue:

3) di dare atto che per l’espletamento delle procedure di gara il Commissario Delegato si avvarrà dell’Agenzia Regionale Intercent-ER;

4) di dare atto che agli oneri derivanti dalla realizzazione degli edifici scolastici temporanei (EST) si provvederà, nei limiti delle disponibilità, con le risorse del Fondo di cui all’articolo 2, comma 1 del D.L. 6 giugno 2012 n. 74;

5) di dichiarare la presente ordinanza provvisoriamente efficace ai sensi della L. 24/11/2000, n.340 e di disporre l’invio della stessa alla Corte dei Conti per il controllo preventivo di legittimità, ai sensi della legge n. 20 del 1994;

La presente ordinanza è, altresì, pubblicata nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Bologna, 05/07/2012 Il Commissario Delegato

Vasco Errani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it