E-R | BUR

n.11 del 13.01.2017 (Parte Seconda)

XHTML preview

Finanziamento sanitario vincolato anno 2016 - applicazione dell'art. 20, comma 2, lett. a) del D.Lgs. 118/2011 - Variazioni di bilancio

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il Decreto Legislativo 23 giugno 2011, n. 118, “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e successive modifiche e integrazioni, che all’articolo 20 comma 2 lettera a) dispone che “le Regioni accertano ed impegnano, nel corso dell'esercizio, l'intero importo corrispondente al finanziamento sanitario corrente, ivi compresa la quota premiale condizionata alla verifica degli adempimenti regionali, le quote di finanziamento sanitario vincolate o finalizzate, nonché gli importi delle manovre fiscali regionali destinate, nell'esercizio di competenza, al finanziamento del fabbisogno sanitario regionale standard, come stimati dal competente Dipartimento delle finanze”;

Viste le proposte di Intesa sul riparto del Fondo Sanitario Vincolato anno 2016 inserito all'O.d.G. della Conferenza Unificata e della Conferenza Stato-Regioni del 22.12.2016, che assegnano i seguenti importi alla Regione Emilia-Romagna:

  • euro 11.740.250,00 per il Fondo Sanitario Nazionale per il finanziamento delle funzioni sanitarie relative alla medicina penitenziaria (art. 2 comma 283 della legge 244/07, come rideterminato dall’art. 1, comma 513 della L. 147/13);
  • euro 3.039.432,00 per il Fondo Sanitario Nazionale per il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziali (ex art. 3-ter del decreto-legge 22 dicembre 2011, n. 211 convertito con modificazione nella legge 17 febbraio 2012, n. 9 e s.m.i.);
  • euro 2.876.342,00 per il Fondo Sanitario Nazionale per l'esclusività del rapporto del personale dirigente del ruolo sanitario (art. 72, comma 6, L. 23 dicembre 1998 n. 448);
  • euro 2.829.510,13 per il Fondo Sanitario Nazionale per la formazione specifica in medicina generale (L. 8 aprile 1988 n. 109; D.lgs 17 agosto 1999 n. 368);
  • euro 3.304.813,00 per il Fondo Sanitario Nazionale per l'assistenza agli stranieri presenti nel territorio regionale (art. 33, L. 6 marzo 1998, n. 40);
  • euro 826.632,00 per il finanziamento in via sperimentale dello screening neonatale per la diagnosi precoce di patologie metaboliche ereditarie (Legge 19 agosto 2016, n. 167) anno 2016, oltre a euro 828.037,00 per l'anno 2015 ed euro 414.950,00 per l'anno 2014, per complessivi euro 2.069.619,00;

Vista inoltre la Legge 23 dicembre 2014, n. 190 recante "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato" (legge di stabilità 2015) in particolare l'art. 1 comma 593 il quale stabilisce "Per gli anni 2015 e 2016 nello stato di previsione del Ministero della salute e' istituito un fondo per il concorso al rimborso alle regioni per l'acquisto dei medicinali innovativi. Il fondo finalizzato al predetto rimborso e' alimentato da: a) un contributo statale alla diffusione dei predetti medicinali innovativi per 100 milioni di euro per l'anno 2015; b) una quota delle risorse destinate alla realizzazione di specifici obiettivi del Piano sanitario nazionale, ai sensi dell'articolo 1, comma 34, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, pari a 400 milioni di euro per l'anno 2015 e 500 milioni di euro per l'anno 2016.";

Vista la comunicazione mail PG/2016/0740911 del 29/11/2016, inoltrata dal Coordinamento della Commissione Salute, con la quale il Ministero della Salute trasmette ad ogni Regione gli importi a titolo di rimborso per l'acquisto di Farmaci innovativi di cui all'art.1, comma 593, della L. 23 dicembre 2014 n. 190 e al D.M. 9 ottobre 2015, che per la Regione Emilia-Romagna ammontano a euro 36.469.822,00;

Visto inoltre il comma 566 dell'art. 1 della sopracitata Legge 23 dicembre 2014, n. 190 che recita "Nell’ambito delle risorse destinate al finanziamento del Servizio sanitario nazionale, per la revisione delle tariffe massime delle prestazioni di assistenza termale, ai sensi di quanto previsto all’articolo 1, comma 170, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, e successive modificazioni, è autorizzata la spesa di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2016, 2017 e 2018.";

Vista altresì la Delibera 23 dicembre 2015 del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica pubblicata sulla G.U. serie generale n. 59 del 11.03.2016, con la quale si provvede al riparto tra le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, delle risorse destinate all'aggiornamento delle tariffe massime delle prestazioni di assistenza termale per gli anni 2008-2009, 2010 e 2013-2015 sulla base degli Accordi Nazionali e della seguente normativa di settore:

  • legge 24 ottobre 2000, n. 323 di riordino del settore termale;
  • il decreto-legge 31 dicembre 2007, n. 248 convertito nella legge 28 febbraio 2008, n. 31 di revisione delle tariffe massime delle prestazioni di assistenza termale;
  • la legge 24 dicembre 2012, n. 228 (legge di stabilità 2013) sempre in materia di revisione delle tariffe massime delle prestazioni termali;

Dato atto che nel corso dell'esercizio 2016:

  • il Bilancio Regionale ha accertato al capitolo E02622 "Trasferimento dal Fondo Sanitario Nazionale - Altre quote a destinazione vincolata (Art. 39 D. Lgs. 15 dicembre 1996 n. 446)" le risorse destinate all'aggiornamento delle tariffe massime delle prestazioni di assistenza termale per gli anni 2008-2009, 2010 e 2013-2015 di cui alla normativa sopra citata per un importo complessivo di euro 4.326.330,00 e che pertanto risulta necessario provvedere al relativo impegno di spesa;
  • con reversale n. 18080 del 15/12/2016 sono già state accertate e incassate le risorse relative all'acconto per l'acquisto dei farmaci innovativi 2016 per euro 25.650.191,97;
  • con reversale n. 18081 del 15/12/2016 sono già state accertate e incassate le risorse relative all'acconto della Medicina penitenziaria 2016 per euro 9.392.200,00;

Richiamata la propria deliberazione n. 1003/2016 avente ad oggetto "Linee di Programmazione e di Finanziamento delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario Regionale per l'anno 2016" con la quale sono state destinate risorse al Fondo risarcimento danni da responsabilità civile, per far fronte ai risarcimenti assicurativi di seconda fascia per le Aziende sanitarie partecipanti al Programma regionale per la prevenzione degli eventi avversi e la gestione diretta dei sinistri derivanti da responsabilità civile;

Ritenuto di ridefinire in 25 milioni di euro le risorse da destinare a tale fondo dando atto che le stesse risultano allocate sul capitolo di spesa 64268 "Quota del Fondo Sanitario Nazionale destinata ad Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale per la realizzazione degli Obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale del Piano Sanitario Nazionale (Art. 1, commi 34 e 34 bis della legge 23 dicembre 1996, n. 662) - Mezzi Statali" del bilancio finanziario gestionale di previsione 2016-2018, anno 2016, approvato con propria deliberazione n.2259/2015 e s.m.i.;

Ritenuto pertanto, per quanto sopra esposto ed in ottemperanza alle disposizioni dettate dall’articolo 20 comma 2 lettera a) del D.Lgs. 118/2011, di procedere all’adozione delle operazioni indicate nel dispositivo del presente atto;

Visti:

  • le Leggi Regionali nn. 23 e 24 del 29 dicembre 2015 e ss.mm.;
  • la DGR n. 2259 del 28 dicembre 2015 “Approvazione del Documento di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018” e ss.mm.ii.;
  • la L.R. 26 novembre 2001 n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;
  • il D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.”;
  • la propria deliberazione n. 66 del 25 gennaio 2016 recante "Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza e l'integrità. Aggiornamenti 2016-2018.";
  • determinazione n. 12096 del 25 luglio 2016 recante "Ampliamento della trasparenza ai sensi dell'art. 7 comma 3 D.Lgs. 33/2013, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 25 gennaio 2016 n.66";

Richiamate inoltre le seguenti proprie deliberazioni, esecutive ai sensi di legge:

  • n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e s.m.;
  • n. 628 del 29 maggio 2015 concernente "Riorganizzazione della Direzione Generale sanità e Politiche Sociali";
  • n. 106 del 1 febbraio 2016 "Approvazione incarichi dirigenziali prorogati e conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali - Agenzie - Istituto";
  • n. 270 del 29 febbraio 2016 "Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015";
  • n. 622 del 28 aprile 2016 "Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 702 del 16 maggio 2016 "Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali - Agenzie - Istituto, e nomina dei Responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe per la stazione appaltante.";
  • n. 1107 dell'11 luglio 2016 "Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015";
  • n. 1681 del 17 ottobre 2016 "Indirizzi per la prosecuzione della riorganizzazione della macchina amministrativa regionale avviata con delibera n. 2189/2015";

Sentito il Direttore Generale Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni;

Dato atto del parere allegato; Su proposta dell'Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

delibera

  1. di prendere atto di quanto analiticamente esposto in premessa e che qui si intende integralmente richiamato;
  2. di apportare al Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2016 - 2018 le variazioni ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  3. di apportare al Documento tecnico di accompagnamento al Bilancio di previsione 2016-2018 le variazioni ai capitoli afferenti ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  4. di apportare al Bilancio finanziario gestionale 2016-2018 le variazioni ai capitoli afferenti ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 3, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  5. di allegare al presente provvedimento di variazione il prospetto di cui all’allegato 8 al Decreto legislativo 23 giugno 2011, n.118, da trasmettere al Tesoriere (Allegato 4 parte integrante e sostanziale del presente atto);
  6. di dare mandato al Servizio Bilancio e Finanze, ad avvenuta esecutività del presente provvedimento, ad effettuare le registrazioni delle variazioni di bilancio di cui ai punti da 2. a 5. che precedono e degli accertamenti a valere sul bilancio per l’esercizio finanziario 2016 per l’importo complessivo di Euro 27.287.396,16, tenuto conto che l’importo di Euro 9.392.200,00 è già stato accertato sul cap. E02616, in quanto riscosso a titolo di acconto per Medicina penitenziaria, e che l’importo di Euro 25.650.191,97 è già stato accertato sul cap. E02642, in quanto riscosso a titolo di acconto per l'acquisto dei farmaci innovativi, secondo l’articolazione di seguito indicata:
    • capitolo E02608 “Trasferimento dal Fondo Sanitario Nazionale per la formazione specifica in medicina generale (L. 8 aprile 1988 n. 109; D.lgs 17 agosto 1999 n. 368)” per euro 2.829.510,13,
    • capitolo E02610 “Trasferimento dal Fondo Sanitario Nazionale per l'assistenza agli stranieri presenti nel territorio nazionale (art. 33, L. 6 marzo 1998 n. 40)” per euro 3.304.813,00,
    • capitolo E02604 “Trasferimento dal Fondo Sanitario Nazionale per l'esclusività del rapporto del personale dirigente del ruolo sanitario (art. 72, comma 6, L. 23 dicembre 1998 n. 448)” per euro 2.876.342,00,
    • capitolo E02616 “Trasferimento dal Fondo Sanitario Nazionale per il finanziamento delle funzioni sanitarie relative alla medicina penitenziaria (art. 6, comma 1, DPCM 1 aprile 2008)” per euro 2.348.050,00;
    • capitolo E02618 “Trasferimento dal Fondo Sanitario Nazionale per il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziali (art. 3 ter, D.L. 22 dicembre 2011 n. 211, convertito dalla L. 17 febbraio 2012 n. 9)” per euro 3.039.432,00;
    • capitolo E02622 "Trasferimento dal Fondo Sanitario Nazionale - Altre quote a destinazione vincolata (art. 39 D. Lgs. 15 dicembre 1996 n. 446)" per euro 826.632,00;
    • capitolo E02622 "Trasferimento dal Fondo Sanitario Nazionale - Altre quote a destinazione vincolata (art. 39 D. LGS. 15 dicembre 1996 n. 446)" per euro 1.242.987,00;
    • capitolo E02642 "Assegnazione dello Stato delle risorse a valere sul fondo per il concorso al rimborso alle regioni per l'acquisto di farmaci innovativi (art.1, comma 593, L. 23 dicembre 2014 n. 190; D.M. 9 ottobre 2015) " per euro 10.819.630,03; 
  7. di dare mandato al Servizio Gestione della spesa regionale, ad avvenuta esecutività del presente provvedimento, ad eseguire le registrazioni degli impegni contabili a valere sul Bilancio finanziario gestionale di previsione 2016-2018, anno 2016, per l’importo complessivo di euro 91.656.118,13 secondo l’articolazione di seguito indicata:
    • cap. 64278 “Quota del Fondo Sanitario Nazionale destinata alle Aziende sanitarie per la formazione specifica in medicina generale (L. 8 aprile 1988, n.109; D.lgs. 17 agosto 1999, n.368) - Mezzi statali” per euro 2.829.510,13,
    • cap. 64281 “Quota del Fondo Sanitario Nazionale destinata alle Aziende sanitarie per l'assistenza agli stranieri presenti nel territorio regionale (art.33, L. 6 marzo 1998, n.40) - Mezzi statali” per euro 3.304.813,00,
    • cap. 64276 “Quota del Fondo Sanitario Nazionale destinata alle Aziende sanitarie per l’esclusività del rapporto del personale dirigente del ruolo sanitario (art. 72, comma 6, L. 23 dicembre 1998, n. 448) - Mezzi statali” per euro 2.876.342,00,
    • cap. 64274 “Quota del Fondo Sanitario Nazionale destinata alle Aziende sanitarie per il finanziamento delle funzioni sanitarie relative alla medicina penitenziaria (art. 6, comma 1, D.p.c.m. 1 aprile 2008) - Mezzi statali” per euro 11.740.250,00,
    • cap. 64272 “Quota del Fondo Sanitario Nazionale destinata alle Aziende sanitarie per il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari (art. 3-ter, comma 7 del D.L. 22 dicembre 2011, n. 211, convertito dalla Legge 17 febbraio 2012, n. 9) - Mezzi statali” per euro 3.039.432,00;
    • cap. 64291 “Trasferimento alle Aziende sanitarie di quote vincolate del Fondo Sanitario Nazionale - Mezzi statali" per euro 826.632,00;
    • cap. 64291 “Trasferimento alle Aziende sanitarie di quote vincolate del Fondo Sanitario Nazionale - Mezzi statali" per euro 1.242.987,00;
    • cap. 64293 “Trasferimenti ad Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale per l’acquisto di farmaci innovativi (art. 1, comma 593, L. 23 dicembre 2014, n. 190; D.M. 9 ottobre 2015) - Mezzi statali" per euro 36.469.822,00;
    • cap. 64291 "Trasferimento alle Aziende Sanitarie di quote vincolate del Fondo Sanitario Nazionale - Mezzi statali" per euro 4.326.330,00;
    • cap. 64268 "Quota del Fondo Sanitario Nazionale destinata ad Aziende ed Enti del Servizio Sanitario regionale per la realizzazione degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale del Piano Sanitario Nazionale (art. 1, commi 34 e 34 bis della legge 23 dicembre 1996, n. 662) - Mezzi statali" per euro 25.000.000,00; 
  8. di dare atto che, sulla base dei definitivi e formali provvedimenti di riparto e di assegnazione delle quote spettanti alle Regioni, si provvederà all’eventuale adeguamento degli importi indicati nel presente atto;
  9. di stabilire che gli impegni assunti con la procedura indicata al punto 7) che precede, ai fini del rispetto dell’art. 20 del D.Lgs. 118/2011 in base alla specificità del principio di competenza finanziaria delineata dal Titolo II del predetto D.Lgs. 118/2011, che si differenzia da quella prevista nel Titolo I, potranno essere modificati al verificarsi della condizione indicata al punto 5) che precede, fermo restando che con separati atti si procederà all’assegnazione e alla quantificazione degli importi effettivi da attribuire e riconoscere ad Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale;
  10. di dare atto che secondo quanto previsto dal D.Lgs 14 marzo 2013, n.33 nonché sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nella deliberazione n. 66/2016 il presente provvedimento non è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;
  11. di pubblicare nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, la presente deliberazione ai sensi del comma 8 dell'art. 31 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it