E-R | BUR

n. 91 del 21.07.2010 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Avviso per le opere d’interesse pubblico dell’avvenuto deposito degli elaborati per la procedura di verifica di assoggettabilità (screening).Procedure in materia di impatto ambientale: L.R. 18 maggio 1999, n. 9, come modificata dalla L.R. 16 novembre 2000, n. 35 (Titolo III), DLgs n. 152/2006, come modificato con DlLs n. 4/2008. Procedura di verifica di assoggettabilità (screening)

Si avvisa che, ai sensi del Titolo II della legge regionale 18 maggio 1999, n. 9 come modificata dalla legge regionale 16 novembre 2000, n. 35 e del decreto legislativo n. 152/2006, come modificato dal decreto legislativo n. 4/2008, sono stati depositati presso l’autorità competente: Provincia di Ravenna – Ufficio VIA - Settore Ambiente e Territorio, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica di assoggettabilità (screening)

relativi a: incremento quantità massima autorizzata di rifiuti liquidi da terzi trattati nell’impianto di Trattamento Acque di Scarico (TAS),

localizzato: centro ecologico Baiona, Via Baiona, 182, Comune di Ravenna,

presentato da: HERAmbiente srl, con sede in V.le C. Berti Pichat 2/4.

Il progetto appartiene alla seguente categoria: 8.t) dell’allegato IV alla parte seconda del decreto legislativo n. 152/2006 così come modificato ed integrato dal decreto legislativo n. 4/2008: “modifiche o estensioni di progetti di cui all’allegato III o all’allegato IV già autorizzati, realizzati o in fase di di realizzazione, che possono avere notevoli ripercussioni negative sull’ambiente (modifica o estensione non inclusa nell’allegato III).

Il progetto interessa il territorio del seguente Comune: Ravenna e delle seguenti province: Ravenna. Il progetto prevede: l’incremento della quantità massima autorizzata di rifiuti liquidi speciali conferiti da terzi tramite autobotte da 75.000 tonnellate/anno a 110.000 tonnellate/anno. L’incremento è relativo solamente a rifiuti liquidi non pericolosi ai sensi del decreto legislativo n. 152/2006 ed è ritenuto necessario per far fronte alla crescente domanda di smaltimento di rifiuti liquidi non pericolosi, costituiti in larga parte da percolati di discariche del gruppo Hera. Tale incremento non determina alcuna significativa modifica strutturale dell’impianto. 

L’Autorità competente è la Provincia di Ravenna.

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica di assoggettabilità (screening), presso la sede dell’autorità competente: Provincia di Ravenna, Ufficio VIA Settore Ambiente e Territorio, sita in Piazza Caduti per la Libertà 2/4, 48121 Ravenna e presso la sede dei seguenti Comuni interessati: Ravenna, Piazzale Farini, 21.

Gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica di assoggettabilità (screening) sono depositati per 45 (quarantacinque) giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso sul bollettino ufficiale della Regione.

Entro lo stesso termine di 45 (quarantacinque) giorni chiunque, ai sensi dell’art. 9, comma 4, della legge regionale n. 9/1999 può presentare osservazioni all’autorità competente: Provincia di Ravenna, Ufficio VIA Settore Ambiente e Territorio, al seguente indirizzo: Piazza Caduti per la Libertà 2/4, 48121Ravenna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it