E-R | BUR

n.272 del 22.08.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Attuazione dell'accordo in materia di politiche giovanili GECO 7 (Giovani Evoluti e Consapevoli) Anno 2017: assegnazione risorse per la realizzazione degli interventi Realizzazione degli interventi e approvazione convenzione con i soggetti attuatori - Delibera di Giunta regionale n. 1491/2017

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

 Richiamati:

- l’art. 19, comma 2, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1 della Legge 4 agosto 2006, n. 248, con il quale è stato istituito il “Fondo per le politiche giovanili”, finalizzato alla promozione del diritto dei giovani alla formazione culturale e professionale e all’inserimento nella vita sociale;

- l’Intesa sancita in sede di Conferenza Unificata Rep. 53/CU, in data 25 maggio 2017 tra il Governo, le Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali, ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 5 Giugno 2003, n. 131, (di seguito denominata “Intesa”) sulla ripartizione per l’anno 2017 del “Fondo nazionale per le politiche giovanili di cui all’art. 19, comma 2, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla Legge 4 agosto 2006, n. 248";

- la propria deliberazione n. 1491 del 10 ottobre 2017 “Approvazione della proposta progettuale in materia di politiche giovanili per l'anno 2017 denominata GECO 7, ai sensi del comma 5 art. 2 dell'Intesa, REP. 53/CU, del 25/05/17”, inviata con nota prot. RPI/2017/0669959 del 19/10/2017 al Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale come previsto dall’art. 2 comma 5 della predetta Intesa;

- l'Accordo di collaborazione, in attuazione della predetta Intesa, siglato digitalmente, ai sensi dell'art. 15 della Legge 7 agosto 1990, n. 241, in data 4/12/2017, a seguito dell'approvazione della suddetta proposta progettuale (GECO 7 – Giovani evoluti e consapevoli) tra il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio del Ministri e la Regione Emilia-Romagna, che disciplina le modalità di realizzazione delle attività -anche in collaborazione con altri Enti e Associazioni, tramite sottoscrizione di specifiche convenzioni- e il monitoraggio semestrale dell’iniziativa regionale;

- il Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali pro tempore, registrato dalla Corte dei Conti in data 10 gennaio 2018, al n. 112, con il quale, in attuazione della Intesa sopracitata siglata in data 25 Maggio 2017, si è provveduto al riparto del “Fondo per le Politiche Giovanili, per l'anno 2017, assegnando alle Regioni ed alle PP. AA. risorse per un ammontare complessivo di € 1.266.345,00;

- la L.R. 28 luglio 2008, n. 14, “Norme in materia di Politiche per le giovani generazioni” e succ. mod.;

Preso atto che, a seguito della registrazione del decreto di approvazione del sopracitato Accordo di collaborazione, in data 10 gennaio 2018 al n. 112, il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio del Ministri ha provveduto ad impegnare contabilmente, a favore di codesta Regione, a valere sull'anno di previsione 2017, l'importo di € 89.657,00;

Vista la propria deliberazione n. 1233/2017 recante “Assegnazione e concessione contributi regionali di spesa corrente a beneficiari pubblici (Unioni di Comuni – Comuni capoluogo di provincia) per attività' a favore dei giovani in attuazione della L.R. n. 14/2008 e ss.mm.ii. e della propria deliberazione n. 264/2017”;

Dato atto che con la citata propria deliberazione n. 1233/2017:

a) sono state assegnate e concesse risorse regionali, complessivamente pari a € 700.000,00, a favore di beneficiari pubblici, di cui agli allegati 7 e 8 della predetta deliberazione, per interventi per la promozione e lo sviluppo di attività rivolte ai giovani, a valere sul capitolo 71570 “Contributi a EE.LL. per la promozione e lo sviluppo dei servizi e attività rivolte ai giovani (art. 4, comma 1, lett. a), L.R. 25 giugno 1996, n. 21 abrogata; artt. 35, comma 2, 40, commi 4 e 6, 44, comma 3, lett. b),c) e d), 47, commi 5 e 7, L.R. 28 luglio 2008, n. 14)” del bilancio finanziario gestionale 2017-2019;

b) si è stabilito che dell’importo suddetto complessivamente concesso, la quota di € 19.650,00 costituisse cofinanziamento degli interventi ricompresi nel predetto Accordo di collaborazione GECO 7;

Dato atto che, con propria deliberazione n. 1491/2017, già citata, si è ritenuto opportuno individuare, ai fini del predetto cofinanziamento, anche il progetto “Giù di Festival” dell’Unione Terre D'acqua (BO), in quanto coerente con l’area di intervento “Interventi, in materia di politiche giovanili, volti a promuovere attività di orientamento e placement, e/o attività dirette alla prevenzione del disagio e al sostegno dei giovani talenti”, per una quota di € 3.000,00, determinando, pertanto, l’ammontare complessivo di cofinanziamento degli interventi ricompresi nell’Accordo di collaborazioni sopra citato inEuro 22.650,00, come risulta dalla seguente tabella:

Ente Attuatore

Titolo Progetto

Finanziamento concesso

con Dgr 1233/2017

Quota di Cofinanziamento

regionale

Comune di Modena (MO)

Aggregazione in circolo

€ 21.000,00

€ 19.650,00

Unione Terre d'Acqua (BO)

Giù di Festival

€ 11.220,00

€ 3.000,00

TOTALE

 

 

€ 22.650,00

Considerato pertanto che la realizzazione degli interventi di cui all’Accordo di collaborazione GECO 7 -Giovani Evoluti e consapevoli-, comporta un finanziamento complessivo pari ad € 112.307,00, come indicato nella propria deliberazione n. 1491/2017 come di seguito distribuito:

- quota di finanziamento derivante dal Fondo nazionale per le Politiche Giovanili 2017, pari ad € 89.657,00;

- quota di cofinanziamento regionale derivante da risorse proprie pari ad € 22.650,00;

Visto il quadro finanziario di sintesi della proposta progettuale denominata GECO 7, allegato all’Accordo di collaborazione di cui sopra che individua gli interventi e le relative quote di cofinanziamento regionale;

Ritenuto opportuno in riferimento alla Scheda Progetto “GECO 7” - Giovani evoluti e consapevoli” – “Interventi in materia di politiche giovanili, volti a promuovere attività di orientamento e placement, e/o attività dirette alla prevenzione del disagio e al sostegno dei giovani talenti”, di cui all'allegato A) e tenuto conto di quanto stabilito nel quadro finanziario di sintesi di cui all’Allegato B della sopracitata propria deliberazione n. 1491/2017:

- suddividere equamente la somma di € 49.657,00 tra il Comune di Bologna e il Comune di Modena, assegnando ad ognuno € 24.828,50, per la realizzazione dell’intervento oggetto del presente finanziamento, per attività di comunicazione;

- individuare il Comune di Bologna per la realizzazione del progetto pilota volto a promuovere attività di diffusione sul tema orientamento e placement, da realizzare con le Associazioni del territorio, per un importo di € 20.000,00;

come indicato nella Tabella “ALLEGATO 1)”, “Quadro finanziario di sintesi della “Proposta progettuale” denominata Geco 7 – Giovani evoluti e consapevoli”, parte integrante e sostanziale del presente atto;

Ritenuto opportuno, inoltre, con il presente provvedimento:

- dare attuazione, sulla base delle modalità individuate nell’Accordo di collaborazione GECO 7, sopra citato, agli interventi la cui realizzazione avverrà in collaborazione con i soggetti indicati nell'Allegato 1), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione nel quale sono indicati: il titolo dell’intervento; i beneficiari; la quota relativa al Fondo nazionale per le politiche giovanili; la quota di cofinanziamento regionale; la percentuale di cofinanziamento; l'importo totale finanziato per area e i tempi di realizzazione dell’intervento articolato in avvio previsto e conclusione prevista;

- provvedere all’assegnazione dei contributi, a valere sul Fondo nazionale per le politiche giovanili, per un importo complessivo di € 89.657,00 a favore dei soggetti beneficiari individuati nel medesimo Allegato 1), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, per gli importi a fianco di ciascuno indicati;

- approvare la convenzione redatta secondo lo schema di cui all’Allegato 2), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, per disciplinare la collaborazione nell'attuazione dei progetti tra Regione Emilia-Romagna e i soggetti coinvolti e beneficiari dei contributi di cui al precedente alinea;

- stabilire che il Dirigente regionale competente provvederà con propri atti formali:

a. alla concessione del contributo e all’assunzione del relativo impegno di spesa, ad avvenuta approvazione del presente provvedimento;

b. alla liquidazione e alla richiesta di emissione del titolo di pagamento, ai sensi del D.Lgs. n. 118/2011 e s.m.i. ed in conformità alle disposizioni indicate nella propria deliberazione n. 2416/08 e ss.mm.ii, per quanto applicabile, ad avvenuto adempimento degli obblighi di pubblicazione di cui D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e con riferimento all’art. 6 della convenzione di cui all’allegato 2) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, a presentazione da parte dei Soggetti attuatori di una relazione sulle attività svolte e puntuale rendicontazione della spesa sostenuta;

Considerato che:

- sulla base delle valutazioni effettuate dal competente Servizio Cultura e Giovani, l’intervento oggetto del finanziamento di cui al presente atto non rientrano nell’ambito di quanto previsto dall’art.11 della Legge 16 gennaio 2003, n.3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”;

- il presente provvedimento, ai sensi della Comunicazione della Commissione europea 2016/C262/01, paragrafo 34, non costituisce un regime di Aiuto di Stato, in quanto misura agevolativa che non incide sugli scambi tra stati membri poiché trattasi di attività rivolte ad un bacino di utenza regionale non in grado di attirare fruitori da lunghe distanze;

Visti:

- la Legge n. 136/2010 "Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia" e succ. mod.;

- la determinazione dell'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n.4 recante "Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell'art.3 della Legge 13 agosto 2012, n. 136";

Dato atto che:

- l'attuazione gestionale, in termini amministrativo-contabili, delle attività verrà realizzata ponendo a base di riferimento i princìpi e postulati che disciplinano le disposizioni previste dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii;

- il presente provvedimento, ai sensi della Comunicazione della Commissione europea 2016/C262/01, paragrafo 34, non si configura come Aiuto di Stato;

Visto il D.L. n. 95/2012 recante “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini” convertito con modificazioni dalla L. 7 agosto 2012, n. 135, ed in particolare l’art. 4, comma 6 nel quale è stabilito che sono esclusi dall’applicazione della norma, fra l’altro, gli enti e le associazioni operanti nel campo artistico e culturale;

Viste le Leggi regionali approvate in data 27 dicembre 2017:

- n. 25 “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2018”;

- n. 26 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2018-2020 (legge di stabilità regionale 2018)”;

- n. 27 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2018-2020”;

Viste inoltre le proprie Deliberazioni:

- n. 2191 del 28 dicembre 2017 “Approvazione del Documento Tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2018-2020”;

- n. 238 del 19/02/2018 “Assegnazione a destinazione vincolata per il finanziamento di progetti di ricerca sanitaria, in materia di spettacolo, sui fondi nazionali per le politiche giovanili e sociali. Variazione di Bilancio”;

Richiamati:

- la L.R. n. 40 del 15 novembre 2001 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4” per quanto applicabile;

- la L.R. n. 43 del 26 novembre 2001 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;

- il D.lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

Visti:

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii. ed in particolare l’art. 23;

- la propria deliberazione n. 93 del 29/1/2018 “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020” ed in particolare l'allegato B) "Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020";

- la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017, avente ad oggetto “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- le proprie deliberazioni n. 56/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 43 della L.R. 43/2001”, n. 270/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015”, n. 622/2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015”, n.1107/2016 “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015” e n. 52/2018 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle direzioni generali: Economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa; Cura della persona, salute e welfare; nell'ambito dell'Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura – AGREA, nonché la determinazione dirigenziale n. 20831/2017;

- la propria deliberazione n. 1059 del 3 luglio 2018 “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell'ambito delle Direzioni generali, Agenzie e Istituti e nomina del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del Responsabile dell'anagrafe per la stazione appaltante (RASA) e del Responsabile della protezione dei dati (DPO)”; 

- la determinazione n. 10631 del 5/7/2018 “Variazione di Bilancio ai sensi dell'art. 51, comma 4, d.lgs. 118/2011 - variazione compensativa fra capitoli di spesa del medesimo macroaggregato”;

Richiamate le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi. 

Dato atto dei pareri allegati 

Su proposta dell'Assessore competente per materia; 

A voti unanimi e palesi

delibera:

per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente riportate:

1) di dare attuazione, sulla base delle modalità individuate nell’Accordo di collaborazione GECO 7 –Giovani Evoluti e Consapevoli-, agli interventi la cui realizzazione avverrà in collaborazione con soggetti individuati, così come indicato nell'Allegato 1), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, nel quale sono indicati: il titolo dell’intervento; i beneficiari; la quota relativa al fondo nazionale per le politiche giovanili; la quota di cofinanziamento regionale; la percentuale di cofinanziamento; l'importo totale finanziato per area e i tempi di realizzazione degli interventi, articolati in avvio previsto e conclusione prevista;

2) di stabilire, in riferimento alla Scheda Progetto “GECO 7 - Giovani Evoluti e Consapevoli” - “Interventi in materia di politiche giovanili, volti a promuovere attività di orientamento e placement, e/o attività dirette alla prevenzione del disagio e al sostegno dei giovani talenti”, di cui all'allegato A) della deliberazione n. 1491/2017 in premessa richiamata, quanto segue:

- di suddividere equamente la somma di € 49.657,00 tra il Comune di Bologna e il Comune di Modena, assegnando ad ognuno € 24.828,50, per la realizzazione dell’intervento oggetto del presente finanziamento, per attività di comunicazione;

- individuare il Comune di Bologna per la realizzazione del progetto pilota volto a promuovere attività di diffusione sul tema orientamento e placement, da realizzare con le Associazioni del territorio, per un importo di € 20.000,00;

nell’attuazione dell’intervento ricompreso nell’allegato 1), Quadro finanziario di sintesi della “Proposta progettuale” denominata Geco 7 – Giovani Evoluti e Consapevoli, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

3) di dare atto che la Regione Emilia-Romagna ha provveduto al cofinanziamento degli interventi come indicato nell’Allegato 1) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, conferendo quota parte delle risorse regionali, assegnate e concesse con propria deliberazione n. 1233/2017, corrispondenti ad € 22.650,00, imputate sul cap. 71570 “Contributi a EE.LL. per la promozione e lo sviluppo dei servizi e attività rivolte ai giovani (art.4, comma 1, lett. a), L.R. 25 giugno 1996, n. 21 abrogata; artt. 35, comma 2, 40, commi 4 e 6, 44, comma 3, lett. b), c) e d), 47, commi 5 e 7, L.R. 28 luglio 2008, n. 14)” del Bilancio finanziario gestionale 2017/2019 e ripartite negli anni 2017, impegno n. 4683; 2018, impegno n. 547 e 2019, impegno n. 100, finalizzate all'attuazione dei progetti di seguito riportati:

Ente attuatore

Titolo progetto

Finanziamento concesso con Dgr 1233/2017

Quota di cofinanziamento regionale

Comune di Modena (MO)

Aggregazione in circolo

€ 21.000,00

€ 19.650,00

Unione Terre d'Acqua (BO)

Giù di Festival

€ 11.220,00

€ 3.000,00

TOTALE

 

 

€ 22.650,00

4) di approvare la convenzione, secondo lo schema di cui all’Allegato 2) e 3), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione,con la quale si disciplina la collaborazione fra la Regione e i soggetti coinvolti nell’attuazione degli interventi come individuati nell' Allegato 1) di cui al punto 1) che precede;

5) di assegnare per la realizzazione degli interventi di cui trattasi, i contributi, a favore dei soggetti beneficiari individuati nel predetto Allegato 1), per gli importi a fianco di ciascuno indicati nel medesimo allegato, per un importo complessivo di Euro 89.657,00 a valere sul fondo nazionale politiche giovanili; sulla base del percorso amministrativo contabile individuato la quota di Euro 89.657,00 – Cap 70923 “Contributi agli EE.LL. per la realizzazione del progetto in materia di politiche giovanili denominato "Geco 7 - Giovani evoluti e consapevoli" - volti a promuovere attività di orientamento e placement, attività dirette alla prevenzione del disagio e al sostegno dei giovani talenti (art. 19, comma 2, D.L. 4 luglio 2006 n. 223, convertito in legge, con modificazioni, dall'art. 1 della legge 4 agosto 2006, n. 248; Intesa tra Governo e Regioni del 25 maggio 2017) - Mezzi statali”;

6) di stabilire che il Dirigente regionale competente per materia provvederà con successivi provvedimenti:

a. alla concessione del contributo e all’assunzione del relativo impegno di spesa, ad avvenuta approvazione del presente provvedimento;

b. alla liquidazione e alla richiesta di emissione dei relativi titoli di pagamento a favore dei soggetti beneficiari, dei contributi concessi in applicazione del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. e delle proprie deliberazioni n. 2416/2008 e ss.mm.ii. ove compatibile e n. 468/2017 e con riferimento all’art. 6 della convenzione di cui all’allegato 2) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, a presentazione da parte dei Soggetti attuatori di una relazione sulle attività svolte e puntuale rendicontazione della spesa sostenuta;

c. nei modi e nei termini di legge, alla sottoscrizione delle convenzioni, apportando ad esse le modifiche non sostanziali che si rendessero necessarie o comunque utili al loro perfezionamento;

d. a revocare il contributo nell’ipotesi di mancato rispetto del limite temporale fissato all’art. 7 della Convenzione, il cui schema è riportato nell’Allegato 2;

e. a ridurre in misura proporzionale il contributo ai costi effettivamente sostenuti;

f. a concedere le eventuali proroghe previste nella Convenzione (Allegato 2, art. 7);

7) di dare atto che il presente provvedimento, ai sensi della Comunicazione della Commissione europea 2016/C262/01, paragrafo 34, non costituisce un regime di Aiuto di stato, in quanto misura agevolativa che non incide sugli scambi tra stati membri poiché trattasi di attività rivolte ad un bacino di utenza regionale non in grado di attirare fruitori da lunghe distanze;

8) di dare atto inoltre che, sulla base delle valutazioni effettuate dal competente Servizio Cultura e Giovani, l’intervento oggetto dei contributi di cui al presente atto non rientra nell’ambito di quanto previsto dall’art. 11 della Legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”;

9) di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà alla pubblicazione del presente atto, ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

10) di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it