E-R | BUR

n.193 del 11.07.2013 (Parte Seconda)

XHTML preview

Acquisizione di servizi complementari per la realizzazione delle procedure informatiche relative alle ordinanze per le attività produttive danneggiate dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012: affidamento di servizi complementari mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara in deroga alle condizioni stabilite dall’art. 57, comma 5, lett.a) del D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

ai sensi dell’art. 1 comma 2 del D.L. n. 74/2012

convertito con modificazioni dalla Legge n. 122/2012

Il Presidente della Giunta Emilia-Romagna, assunte, a norma dell’articolo 1, comma 2, del Decreto Legge 6 giugno 2012 n. 74, “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012” in G.U. n. 131 del 7 giugno 2012, convertito in legge con modificazioni nella Legge 1 agosto 2012 n. 122 (in seguito D. L. n. 74/2012), le funzioni di Commissario Delegato per l’attuazione degli interventi previsti dallo stesso Decreto;

Visto l’art. 107.2.b del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea;

Visto l’art. 5 della Legge 24 febbraio 1992, n. 225 recante “Istituzione del Servizio nazionale della protezione civile” (in seguito L. n. 225/1992);

Visto il comma 4 del citato art. 1 del D.L. n. 74/2012, ai sensi del quale agli interventi di cui al medesimo decreto provvedono i Presidenti delle Regioni operando con i poteri di cui all’articolo 5, comma 2, della L. n. 225/92;

Viste le deliberazioni del Consiglio dei Ministri del 22 e 30 maggio 2012 che hanno dichiarato per i territori delle Province di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo lo stato di emergenza, poi prorogato fino al 31 maggio 2013 dall’articolo 1, comma 3, del D.L. n. 74/2012 e successivamente fino al 31/12/2014 dall’art. 6 del D.L. n. 43/2013;

Visto il Decreto Legge 22 giugno 2012, n. 83, “Misure urgenti per la crescita del Paese”, in G.U. n.147 del 26, giugno 2012, convertito con modificazioni dalla L. 7 agosto 2012, n. 134 (in seguito D.L. n. 83/2012) ed in particolare il comma 13 dell’Art. 10;

Visto, inoltre, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con Ministri dell’Economia e delle Finanze e del Lavoro e delle Politiche Sociali, 28 dicembre 2012, recante “Riparto dei finanziamenti tra le regioni interessate e criteri generali per il loro utilizzo ai fini degli interventi di messa in sicurezza anche attraverso la loro ricostruzione, dei capannoni e degli impianti industriali a seguito degli eventi sismici che hanno colpito le regioni Emilia-Romagna, la Lombardia e il Veneto” (G.U. n. 45 del 22/02/2013), (in seguito DPCM 28 dicembre 2012);

Visto il decreto legge 26 aprile 2013 n.43 “Disposizioni urgenti per il rilancio dell'area industriale di Piombino, di contrasto ad emergenze ambientali, in favore delle zone terremotate del maggio 2012 e per accelerare la ricostruzione in Abruzzo e la realizzazione degli interventi per Expo 2015” che proroga lo stato di emergenza al 31 dicembre 2014;

Visto il D. Lgs 14 marzo 2013, n. 33, e in particolare:

- il comma 2 dell’articolo 26 ”Obblighi di pubblicazione degli atti di concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e attribuzione di vantaggi economici a persone fisiche ed enti pubblici o privati”;

- l’articolo 27 “Obblighi di pubblicazione dell’elenco dei soggetti beneficiari”;

Visto altresì il DLgs 7 marzo 2005 n. 82 “Codice dell’amministrazione digitale”;

Richiamate le proprie Ordinanze:

- n. 57 del 12 ottobre 2012 “Criteri e modalità per il riconoscimento dei danni e la concessione dei contributi per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione e il riacquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti e per la delocalizzazione, in relazione agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012”;

- n. 23 del 22 febbraio 2013 “Modalità e criteri per la concessione alle imprese di contributi in conto capitale ai sensi dell’art. 3 del Decreto Legge 6 giugno 2012 n. 74, convertito in legge con modificazioni nella Legge 1 agosto 2012 n. 122, a valere sulle risorse di cui all’art. 10, comma 13 del Decreto- Legge 22 giugno 2012, n. 83 convertito con modificazioni dalla L. del 7 agosto 2012 n. 134 – Finanziamento degli interventi di rimozione delle carenze strutturali finalizzati alla prosecuzione delle attività per le imprese insediate nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012” registrata alla Corte dei Conti - Sezione regionale di controllo per l’Emilia-Romagna - in data 1 marzo 2013;

- n. 42 del 29 marzo 2013 recante “Modifiche all’Ordinanza n. 57 del 12 Ottobre 2012 come modificata dall’Ordinanza n. 64 del 29 ottobre 2012, dall’Ordinanza n. 74 del 15 novembre 2012 e dall’Ordinanza n. 15 del 15 febbraio 2013 ‘ Criteri e modalità per il riconoscimento dei danni e la concessione dei contributi per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione ed il riacquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti e per la delocalizzazione, in relazione agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012. Approvazione delle Linee Guida per la presentazione delle domande e le richieste di erogazione dei contributi.’;

- n. 52 del 29 aprile 2013 recante “Modifiche all’Ordinanza 23 del 2013come modificata dall’Ordinanza n. 26 del 6 marzo 2013 ‘Modalità e criteri per la concessione alle imprese di contributi in conto capitale ai sensi dell’art. 3 del Decreto Legge 6 giugno 2012 n. 74, convertito in legge con modificazioni nella Legge 1 agosto 2012 n. 122, a valere sulle risorse di cui all’art. 10, comma 13 del Decreto- Legge 22 giugno 2012, n. 83 convertito con modificazioni dalla L. del 7 agosto 2012 n. 134 - Finanziamento degli interventi di rimozione delle carenze strutturali finalizzati alla prosecuzione delle attività per le imprese insediate nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012.”;

Richiamata, inoltre, la propria Ordinanza n. 65 del 29 ottobre 2012 recante ‘Acquisizione di servizi per la realizzazione delle procedure informatiche relative all’Ordinanza n. 57”;

Vista la Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 4 luglio 2012 che prevede che per l'attuazione del decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, i Commissari delegati, sono autorizzati, ove ritenuto indispensabile e sulla base di specifica motivazione, a derogare, nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento giuridico, tra le altre disposizioni, all’art. 57 del D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i.;

Dato atto che con la suddetta Ordinanza n. 65/2012:

- sono stati acquisiti dalla società Performer S.p.A., i servizi finalizzati a realizzare le procedure informatiche connesse all’Ordinanza commissariale n. 57/2012, attraverso la creazione di un clone dell’applicazione “SFINGE”- sistema informativo dell’Autorità di Gestione del POR, -FESR 2007-2013, acquisito a seguito di gara pubblica, completo delle funzionalità dell’applicazione originale oltre ad ulteriori funzionalità specifiche del complesso sistema di contributi previsto dall’Ordinanza citata e finalizzato alla compilazione con firma digitale delle domande di contributo, alla validazione delle stesse nonché alla gestione dei contributi;

- si è fissato al 31 dicembre 2013 il termine conclusivo per la realizzazione dei suddetti servizi;

- è stato, altresì, acquisito, un servizio di help desk con sistema di risponditore automatico (IVR) e un sistema di gestione del ticket (CRM) fino al 15 giugno 2013:

- si è stabilito che l’importo complessivo per la realizzazione dei suddetti servizi sia pari ad € 197.774,50 comprensivo di IVA al 21% fino al 31 dicembre 2013;

- Performer S.p.A. ha sottoscritto, per accettazione delle condizioni contrattuali tra le parti, la suddetta Ordinanza in data 13/11/2013;

Preso atto che:

- data la complessità degli interventi per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione ed il riacquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti e per la delocalizzazione, per cui vengono concessi contributi ai sensi dell’Ordinanza n. 57/2012 e s.m.i., si è proceduto a numerose modifiche ed integrazioni della medesima ordinanza, al fine di rendere coerenti i criteri e le modalità di concessione dei contributi con le necessità effettivamente rilevate sul territorio ed adeguati alle modifiche normative nazionali intervenute a favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici;

- al fine di raggiungere l’obiettivo suddetto si è, tra l’altro proceduto, alla proroga al 31 dicembre 2013 del termine finale per la presentazione delle domande di contributo, già fissato al 15 giugno 2013;

Preso atto, inoltre che:

- sono state attivate, con l’Ordinanza commissariale n. 23/2013 e s.m.i., le procedure di erogazione dei contributi per la rimozione delle carenze strutturali finalizzati alla prosecuzione delle attività per le imprese insediate nel territorio e per gli interventi di miglioramento sismico, in attuazione dei commi 8 e 10 dell’art. 3 del D.L. n. 74/2012 e del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con Ministri dell’Economia e delle Finanze e del Lavoro e delle Politiche Sociali, 28 dicembre 2012, già citato;

- che l’applicativo SFINGE è stato implementato anche delle funzionalità relative alla domanda e alla gestione dei contributi erogati ai sensi dell’Ordinanza n. 23/2013 e s.m.i.;

Preso atto, infine, che a breve, si renderà necessaria un’ulteriore implementazione dell’applicativo SFINGE al fine della presentazione e della gestione dei contributi a favore della ricerca industriale delle imprese operanti nelle filiere maggiormente coinvolte dagli eventi sismici del maggio 2012, in attuazione dell’art. 12 del D. L. n. 74/2012;

Ritenuto, pertanto, necessario procedere, per le motivazione sopra esposte, all’acquisizione dei servizi di implementazione dell’applicativo SFINGE, al fine di:

- completare le procedure informatiche collegate alle Ordinanze Commissariali nn. 57/2012 e 23/2013 e ss.mm.ii. ed integrare e realizzare quanto sarà previsto dalle ordinanze sulla ricerca;

- garantire l’assistenza di help desk fino al 31/12/2013, termine ultimo di presentazione delle domande relative all’Ordinanza n. 57/2012, in considerazione della proroga del termine stesso;

- garantire l’assistenza rispetto alla attività previste dall’Ordinanza n. 23/2013 e s.m.i. e alle attività che saranno previste dalle ordinanze sulla ricerca;

Ritenuto che i servizi sopra descritti, risultano complementari a quelli affidati alla società Performer S.p.A. con Ordinanza n. 65/2012, ai sensi dell’art. 57, comma 5, lett. a) del D.Lgs. n. 163/2006 e ss..mm. in quanto:

- non erano compresi nel progetto iniziale né nel contratto iniziale;

- sono divenuti necessari in seguito a circostanze impreviste e sopravvenute dopo l’affidamento dei servizi di cui all’Ordinanza n. 65/2012, data la complessità degli interventi per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione ed il riacquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti e per la delocalizzazione, per cui vengono concessi contributi ai sensi dell’Ordinanza n. 57/2012 e degli interventi di rimozione delle carenze e di miglioramento sismico di cui all’Ordinanza n. 23/2013 e s.m.i., al fine di rendere coerenti i criteri e le modalità di concessione dei contributi con le necessità effettivamente rilevate sul territorio ed adeguati alle modifiche normative nazionali intervenute a favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici;

- sono, altresì, strettamente necessari al completamento della funzionalità dell’applicativo SFINGE, per la gestione delle procedure di erogazione dei contributi;

Dato atto che i servizi complementari sopra descritti, risultano complessi ed articolati e di importo economico consistente ancorchè strettamente connessi a quelli già affidati e che supera il 50% dell’importo contrattuale previsto;

Vista la Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 4 luglio 2013 che prevede che per l'attuazione del decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, i Commissari delegati, sono autorizzati, ove ritenuto indispensabile e sulla base di specifica motivazione, a derogare, nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento giuridico, tra le altre disposizioni, all’art. 57 del D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i.;

Ritenuto che la complessità e l’urgenza connesse al completamento della realizzazione dell’applicativo SFINGE per renderlo efficace e funzionale alla gestione dei contributi concessi per gli interventi in favore della ripresa delle attività produttive nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012 sia tale da rendere opportuna l’applicazione della deroga alle disposizioni di cui all’art. 57, comma 5, lett. a) del D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i., per quanto attiene alla percentuale del valore iniziale dei servizi affidati, che costituisce il limite entro cui è possibile fare ricorso a tale fattispecie;

Acquisita agli atti con Prot. CR/2013/10213 del 22 maggio 2013 una proposta da parte della società Performer S.p.A. relativa ad attività complementari a quelle già affidate con Ordinanza n. 65/2012 e finalizzate alla realizzazione delle procedure informatiche relative all’Ordinanza n. 57/2012 s.m.i., per un importo complessivo pari ad €. 235.300,00 comprensivo di IVA al 21%;

Dato atto la suddetta somma trova copertura finanziaria sullo stanziamento previsto dall’art. 2 del D.L. n. 74/2012, convertito nella L. n. 122/2012 e s.m.i., così come previsto al comma e dell’art. 3 dell’Ordinanza n. 57/2012 e s.m.i.;

Visto l’art. 12 della Legge 7 agosto 1990 n. 241, recante “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” e ss. mm. e conseguentemente il Decreto Legislativo 31 marzo 1998 n. 123, recante “Disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese, a norma dell'articolo 4, comma 4, lettera c), della legge 15 marzo 1997, n. 59”;

Visto l’art. 27 comma 1, della L. 24 novembre 2000, n. 340 e successive modifiche ed integrazioni ai sensi del quale i provvedimenti commissariali divengono efficaci decorso il termine di 7 giorni per l’esercizio del controllo preventivo di legittimità da parte della Corte dei Conti;

Tutto ciò premesso e considerato

DISPONE

1) di acquisire, ai sensi dell’art. 57, comma 5 lett. a) del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i, dalla società Performer S.p.A. servizi finalizzati al completamento della realizzazione delle procedure informatiche sull’applicativo SFINGE e relative alla gestione dei contributi concessi per gli interventi in favore della ripresa delle attività produttive nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012, già affidati con Ordinanza n. 65/2012;

2) di dare atto che in particolare le attività che Performer S.p.A. dovrà svolgere, entro il 31 dicembre 2013, ai fini dell’implementazione dell’applicativo SFINGE, sono le seguenti:

- completare le procedure informatiche collegate alle Ordinanze Commissariali nn. 57/2012 e 23/2013 e ss.mm.ii. ed integrare e realizzare quanto sarà previsto dalle ordinanze sulla ricerca di cui all’art. 12 del D.L. n. 74/2012;

- garantire l’assistenza di help desk fino al 31/12/2013, termine ultimo di presentazione delle domande relative all’Ordinanza n. 57/2012, in considerazione della proroga del termine stesso;

- garantire l’assistenza rispetto alla attività previste dall’Ordinanza n. 23/2013 e s.m.i. e alle attività che saranno previste dalle ordinanze sulla ricerca di cui all’art. 12 del D.L. n. 74/2012;

3) di prendere atto che per la realizzazione dei suddetti servizi complementari è previsto un costo superiore al 50% dell’importo contrattuale di acquisizione dei servizi iniziali;

4) di applicare la deroga alla disposizione di cui all’art. 57, comma 5, lett. a) del D.Lgs. n. 163/2006, n. 163, che prevede che il valore complessivo stimato dei contratti aggiudicati per lavori complementari non debba superare il 50% dell’importo del contratto iniziale, come espressamente previsto dalla Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 4 luglio 2012, al fine di completare la realizzazione dell’applicativo SFINGE per renderlo efficace e funzionale alla gestione dei contributi concessi per gli interventi in favore della ripresa delle attività produttive nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012, in tempo utile per la scadenza del termine di presentazione delle domande di contributo;

5) Di tenere conto che i servizi complementari di cui al precedente punto 2):

- non erano compresi nel progetto iniziale né nel contratto iniziale;

- sono divenuti necessari in seguito a circostanze e sopravvenute dopo l’affidamento dei servizi di cui all’Ordinanza n. 65/2012, data la complessità degli interventi per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione ed il riacquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti e per la delocalizzazione, per cui vengono concessi contributi ai sensi dell’Ordinanza n. 57/2012 e degli interventi di rimozione delle carenze e di miglioramento sismico di cui all’Ordinanza n. 23/2013 e s.m.i., al fine di rendere coerenti i criteri e le modalità di concessione dei contributi con le necessità effettivamente rilevate sul territorio ed adeguati alle modifiche normative nazionali intervenute a favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici;

- sono, altresì, strettamente necessari al completamento della funzionalità dell’applicativo SFINGE, per la gestione delle procedure di erogazione dei contributi;

6) Di dare atto che il complessivo importo per la realizzazione dei servizi complementari, oggetto della presente Ordinanza, pari ad € 235.300,00 comprensivo di IVA al 21%, fino al 31 dicembre 2013, trova copertura finanziaria sullo stanziamento previsto dall’art. 2 del D.Lgs. n. 74/2012, convertito in L. n. 122/2012 e s.m.i., così come previsto al comma e dell’art. 3 dell’Ordinanza n. 57/2012 e s.m.i.;

7) Di dare atto che, data la complessità delle attività da svolgere, si ritiene necessario approvare lo schema di contratto, allegato parte integrante alla presente ordinanza, che dettagli tempi e modalità dei servizi da svolgere;

8) di trasmettere la presenta Ordinanza della Corte dei Conti, per l’esercizio del controllo preventivo di legittimità ai sensi dell’art. 27 comma 1, della L. 24 novembre 2000, n. 340 e successive modifiche ed integrazioni.

9) che copia del presente provvedimento venga pubblicata, ai sensi degli articoli 26, comma 2, e 27 del d.lgs 33/2013.

Bologna, 3 luglio 2013

Il Commissario Delegato

Vasco Errani

SCHEMA DI CONTRATTO PER L’AFFIDAMENTO DI SERVIZI FINALIZZATI AL COMPLETAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DELLE PROCEDURE INFORMATICHE SULL’APPLICATIVO SFINGE E RELATIVE ALLA GESTIONE DEI CONTRIBUTI CONCESSI PER GLI INTERVENTI IN FAVORE DELLA RIPRESA DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE NEI TERRITORI COLPITI DAL SISMA DEL MAGGIO 2012, - C.I.G. 5167170393

L’anno …, il giorno …………., del mese di ……………., con la presente scrittura privata valida ad ogni effetto di legge,

Tra

Il Presidente della Giunta Emilia-Romagna, assunte, a norma dell’articolo 1, comma 2, del DL 74/2012 le funzioni di Commissario Delegato, con sede legale in Bologna, Viale Aldo Moro n. 52, C.F. 91352270374, nella persona del dott. Errani Vasco;

e

PERFORMER S.p.A. (c.f.) con sede legale in via della Liberazione n. - Bologna, ivi domiciliata ai fini del presente atto, in persona del……………….

  SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

Articolo 1

Valore degli allegati

Gli Atti e i documenti richiamati nelle medesime premesse e nella restante parte del presente Atto, ancorché non materialmente allegati, costituiscono parte integrante e sostanziale del Contratto.

Costituisce, altresì, parte integrante e sostanziale del Contratto, il preventivo presentato da Performer S.p.A. e acquisito agli atti del Commissario Delegato (Prot. CR/2013/10213 del 22 maggio 2013).

  Articolo 2

Oggetto

La Struttura Commissariale affida a Performer S.p.A., che accetta, la fornitura di servizi finalizzati al completamento della realizzazione delle procedure informatiche sull’applicativo SFINGE e relative alla gestione dei contributi concessi per gli interventi in favore della ripresa delle attività produttive nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012, già affidati con Ordinanza n. 65/2012. La società Performer S.p.A. svolgerà in particolare le seguenti attività:

A) completare ed integrare, sulla base delle modifiche introdotte, le procedure informatiche collegate alle Ordinanze Commissariali nn. 57/2012 e 23/2013 e ss.mm.ii. ed integrare e realizzare quanto sarà previsto dalle ordinanze sulla ricerca, in applicazione dell’art. 12 del D.L. n. 74/2012;

B) garantire l’assistenza di help desk fino al 31/12/2013, termine ultimo di presentazione delle domande relative all’Ordinanza n. 57/2012, in considerazione della proroga del termine stesso;

C) garantire l’assistenza rispetto alla attività previste dall’Ordinanza n. 23/2013 e s.m.i. e alle attività che saranno previste dalle ordinanze sulla ricerca, in applicazione dell’art. 12 del D.L. n. 74/2012;

Le suddette attività sono così dettagliate:

- Rispetto a quanto descritto al precedente punto A si prevede un’attività più intensa di sviluppo nei prossimi due mesi per portare a compimento le integrazioni e modifiche rese necessarie dalle variazioni al momento adottate e da adottare rispetto alle ordinanze 57 e 23;

- L’attività di implementazione della nuova ordinanza sulla ricerca avverrà non appena ne sarà stato definito l’impianto normativo,e comunque entro il mese di ottobre;

- Le attività di assistenza e test di cui ai punti B e C saranno svolte in modo continuativo per tutta la durata dell’incarico, fornendo il necessario supporto non solo agli utenti esterni ma anche ai soggetti che a vario titolo intervengono nel sistema.

Ai fini dell’applicazione dell’art. 3 della Legge 136/2010 e successive modifiche, alla procedura relativa all’acquisizione di cui al presente contratto è stato attribuito il codice identificativo di gara (C.I.G. 5167170393).

Articolo 3

Durata

Il presente contratto avrà decorrenza dalla data di avvio dell’esecuzione delle attività ivi prevista, e termine il 31/12/2013.

L'eventuale proroga dei termini potrà essere accordata nel rispetto della normativa vigente previa adozione di apposito atto formale della Struttura Commissariale.

Articolo 4

Corrispettivo e pagamento

La Struttura Commissariale si impegna a corrispondere a Performer SpA, a titolo di corrispettivo per i servizi oggetto del presente contratto, la somma di Euro 235.300,00 comprensiva di IVA al 21%.

Il pagamento del corrispettivo da parte della Struttura Commissariale avverrà in un’unica soluzione, ad avvenuto completamento dei servizi e prodotti previsti dal contratto a presentazione di una relazione finale in cui Performer SpA dia conto dell'attività complessivamente svolta e degli esiti conseguiti, emissione da parte della Struttura Commissariale dell’attestazione di regolare esecuzione e successivo rilascio di regolare fattura, subordinatamente alla verifica delle implementazioni effettuate sull’applicativo SFINGE.

Il pagamento del corrispettivo sarà effettuato sul conto corrente dedicato alle commesse pubbliche comunicato da Performer SpA ed alla medesima intestato entro il termine di 90 (novanta) giorni dalla data di ricevimento delle fatture, nel rispetto di quanto previsto dal D.P.R. n.207/2010 e ss.mm., nonché degli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla Legge 13 agosto 2010, n. 136 e s.m. ed in conformità alle norme in materia di liquidazione e di emissione dell’ordinativo di pagamento, previa verifica della regolarità contabile della fattura presentata ed acquisizione del documento unico di regolarità contributiva (D.U.R.C.).

Le fatturazioni dovranno- recare il riferimento al presente contratto, alla data di accertamento delle prestazioni effettuate o dell’attestazione di regolare esecuzione delle prestazioni stesse ed il Codice Identificativo di Gara (C.I.G.).

Articolo 5

Tracciabilità dei flussi finanziari

Perfomer SpA assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della Legge 13 agosto 2010, n. 136 e ss.mm.

Il mancato utilizzo del bonifico bancario o postale ovvero degli altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni costituisce causa di risoluzione del presente contratto secondo quanto previsto dall’art. 3, comma 9-bis, della citata legge n. 136/2010.

Performer SpA si assume l’obbligo di inserire nei contratti sottoscritti con gli eventuali subcontraenti, a pena di nullità assoluta, un’apposita clausola con la quale ciascuno di essi assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla predetta Legge 136/2010 e successive modifiche.

Performer SpA si impegna a dare immediata comunicazione alla Struttura Commissariale ed alla Prefettura-ufficio territoriale del Governo della provincia di Bologna della notizia dell’eventuale inadempimento delle proprie controparti (subcontraenti) agli obblighi di tracciabilità finanziaria.

Per tutto quanto non espressamente indicato nel presente articolo, si rinvia alle disposizioni contenute nella Legge 136/2010 e successive modifiche.

Articolo 6

Risoluzione e Recesso

Il contratto si intende risolto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1456 C.C. nei seguenti casi:

- nel caso di applicazioni di penali che superino cumulativamente il 10% dell’importo annuo contrattuale;

- cessazione o fallimento dell’Impresa esecutrice;

- ogni altra grave inadempienza ai termini dell’articolo 1453 del C.C.

La Struttura commissariale prevista dall’art. 1, comma 5 del D.L. 74/2012, potrà recedere in qualunque momento dagli impegni assunti con il contratto nei confronti dell’affidataria, qualora, a proprio insindacabile giudizio, nel corso dello svolgimento delle attività intervengano fatti o provvedimenti i quali modifichino la situazione esistente all’atto della stipula e ne rendano impossibili o inopportuna la sua conduzione a termine.

In tali ipotesi saranno riconosciute a Performer SpA le spese sostenute e/o impegnate alla data di comunicazione del recesso.

La Struttura commissariale prevista dall’art. 1, comma 5 del D.L. 74/2012, ha diritto di recedere in qualsiasi tempo dal presente contratto, anche nella fattispecie di cui all’art. 1, comma 13, del DL 95/2012, convertito con modificazioni dalla L. 135/2012.

Articolo 7

 Penali e modalità di applicazione

Il mancato rispetto da parte di Performer SpA dei tempi stabiliti e comunque concordati con la Struttura Commissariale per la realizzazione dei servizi oggetto del presente contratto comporta il pagamento di una penale di importo pari all’1 per mille dell’ammontare netto del corrispettivo ivi previsto in ragione di ogni giorno di ritardo, e comunque non superiore al 10%, salvo risarcimento del maggior danno.

Le somme dovute a titolo di penale da Performer SpA sono trattenute dalla Struttura Commissariale sugli importi dovuti.

Articolo 8

Cauzione definitiva

Performer SpA ai sensi dell’art. 113 del D.Lgs. 163/2006 e successive modifiche e secondo le modalità in esso indicate presta garanzia fideiussoria.

La garanzia fideiussoria resterà vincolata sino al completamento delle attività qui dedotte ed all’avvenuto accertamento di regolarità delle medesime.

Articolo 9

Spese, imposte e tasse

Il presente contratto è esente da registrazione se non in caso d’uso, ai sensi dell’articolo 5 del D.P.R. 26 aprile 1986, n. 131.

Tutte le spese, imposte e tasse inerenti al contratto (bollo, registro, quietanza, diritti fissi di segreteria, ecc.) sono a carico di Performer

Articolo 10

Rinvio

Per tutto quanto non previsto, si rinvia alle norme del codice civile e alla vigente normativa di appalti pubblici (D.Lgs. 163/2006 e ss.mm., DPR 207/2010 e ss.mm.)

Articolo 11

Foro competente

Le parti convengono che qualsiasi controversia dovesse insorgere sull’interpretazione, esecuzione e validità del presente contratto sia devoluta alla competenza esclusiva del Foro di Bologna.

Bologna, li ____________________

La Struttura commissariale prevista dall’art. 1, comma 5 del D.L. 74/2012, ___________________________________

IL FORNITORE ________________________________

_

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it