E-R | BUR

n.46 del 25.02.2020 (Parte Seconda)

XHTML preview

FO 2892 - Reg.(UE) n.1308/2013, Reg. delegato (UE) n.2016/1149 e Reg. di esecuzione (UE) n.2016/1150 - Delibera di Giunta regionale n.289/2020 - Misura di ristrutturazione e riconversione vigneti campagna 2020/2021 - Approvazione elenco di concessione

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visti:

- il Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante Organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli e che abroga i regolamenti (CEE) n.922/72, (CEE) n.234/79, (CE) n.1037/2001 e (CE) n.1234/2007 del Consiglio ed in particolare l’art.46 che regola la Misura della ristrutturazione e riconversione dei vigneti;

- il Regolamento delegato (UE) n.2016/1149 della Commissione del 15/04/2016, che integra il Regolamento (UE) n.1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i programmi nazionali di sostegno del settore vitivinicolo e che modifica il regolamento (CE) n.555/2008 della Commissione;

- il Regolamento di esecuzione (UE) n.2016/1150 della Commissione del 15/4/2016 recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n.1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i programmi nazionali di sostegno al settore vitivinicolo;

- il Regolamento di esecuzione (UE) 2017/256 della Commissione del 14 febbraio 2017 che modifica il regolamento di esecuzione n.2016/1150 che stabilisce tra l’altro le modalità di presentazione del Programma Nazionale di Sostegno quinquennale dal 2019 al 2023 per garantire la continuità tra programmi di sostegno;

- il Regolamento (UE) n.2020/2220 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23/12/2020, che stabilisce tra l’altro alcune disposizioni transitorie relative al sostegno da parte del Fondo europeo agricolo di garanzia (FEAGA) negli anni 2021 e 2022 e che modifica, fra le altre cose, il Reg.(UE) n.1308 per quanto riguarda le risorse e la distribuzione di tale sostegno in relazione agli anni 2021 e 2022;

Richiamato il Programma nazionale di sostegno nel settore del vino 2019-2023, predisposto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF) e pubblicato sul sito Internet MIPAAF, notificato alla Commissione europea in data 1 marzo 2018, successivamente modificato il 27 giugno 2019;

Visto, altresì, i Decreti del Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali:

- n.1411 del 3 marzo 2017: ”Disposizioni nazionali di attuazione del regolamento (UE) n.1308/2013 del Consiglio e del Parlamento Europeo, dei regolamenti delegato (UE) n.2016/1149 e di esecuzione (UE) n.2016/1150 della Commissione per quanto riguarda l’applicazione della misura della riconversione e ristrutturazione dei vigneti”;

- n.3318 del 31 marzo 2020, recante proroga di termini e deroghe alla normativa del settore agricolo a seguito delle misure urgenti adottate per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19;

- n.1355 del 05 marzo 2020, e ss.mm.ii., di riparto delle risorse assegnate alla Misura Ristrutturazione e riconversione tra le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano;

- n.30803 del 22/1/2021 di riparto della dotazione finanziaria OCM vino per la campagna vitivinicola 2020/2021 tra Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano;

Viste, inoltre:

- la Delibera di Giunta regionale n.746 del 23/5/2016 che approva le disposizioni reg.li per la gestione del sistema delle autorizzazioni per gli impianti viticoli;

- la Determinazione del Responsabile del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di filiera n.10971 e ss.mm.ii., del 8/7/2016, che modifica ed integra la D.G.R. n.746/2016 e che approva manuali delle procedure, modulistica e schema di fideiussione per la gestione del sistema delle autorizzazioni per gli impianti viticoli;

- la Legge n.238 del 12/12/2016 recante: “Disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino”;

- la Circolare AGEA coordinamento protocollo n. 21714 del 19 marzo 2019 recante “VITIVINICOLO - Disposizioni nazionali di attuazione del regolamento (UE) n.1308/2013 del Consiglio e del Parlamento europeo, dei regolamenti delegato (UE) n. 2016/1149 e di esecuzione (UE) n. 2016/1150 della Commissione per quanto riguarda l'applicazione della misura della riconversione e ristrutturazione dei vigneti”;

- la Circolare Agea Coordinamento prot.24085 del 31 marzo 2020 - Situazioni eccezionali per lo stato di emergenza a seguito della pandemia derivante dal Covid-19. Attività concernenti la campagna 2020;

Dato atto che con deliberazione di Giunta regionale n.289 del 2/4/2020 sono state approvate le disposizioni applicative della Misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti inerenti le domande di aiuto pervenute a valere sulla campagna 2020-2021;

Viste:

- la Determinazione del Direttore di AGREA n.540 del 10/4/2020, si è proceduto ad approvare le Disposizioni procedurali relative alla presentazione delle domande di aiuto, variante, anticipo, saldo e saldo/collaudo con svincolo della fideiussione – campagna 2020/2021;

- le determinazioni del Responsabile del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di filiera:

  • n.338 del 14/4/2020, con la quale è stato modificato il punto 12 della deliberazione n.289/2020 che prevede di finanziare prioritariamente il saldo delle domande di pagamento anticipato antecedenti alla campagna 2020/2021, il cui cronoprogramma preveda fine lavori al 31/5/2021, con la dotazione finanziaria della campagna 2020/2021;
  • n.9864 del 11/6/2020, con la quale, tra l’altro, è stato posticipato, alle ore 13:00 del 31/8/2020, il termine per la presentazione delle domande di aiuto, ulteriormente prorogato, con determinazione n.14642/2020, alle ore 13:00 del 15/9/2020;
  • n.17067 del 6/10/2020, con la quale è stato anticipato al 17/10/2020 il termine a decorrere del quale era consentita l’estirpazione dei vigneti inseriti nelle comunicazioni di intenzione all’estirpo collegate alla Misura di che trattasi;

Evidenziato, secondo quanto previsto dalla citata deliberazione n.289/2020, e dalle determinazioni n.338, n.9864, n.14642, n.17067 del 2020 che:

◦ le modalità di presentazione delle domande sono stabilite da AGREA, secondo modalità e termini definiti da AGEA coordinamento;

◦ la competenza all’istruttoria delle domande presentate spetta ai Servizi territoriali agricoltura caccia e pesca che, nel termine massimo del 15 febbraio 2021, effettuano l’istruttoria tecnico-amministrativa delle istanze pervenute e approvano con specifico atto, l’elenco delle domande ammissibili e l’elenco delle domande non ammissibili soprattutto qualora il fabbisogno finanziario derivante dalle domande sia superiore alla dotazione disponibile;

◦ la competenza all’approvazione dell’elenco unico regionale delle domande ammesse, l’acquisizione massiva dei CUP riferiti alle domande ammissibili, spetta al Servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera;

◦ i Servizi territoriali competenti provvedono, inoltre, ad approvare l’atto di concessione dei contributi, con relativo codice CUP e specifica del contributo finanziato rispetto a quello finanziabile per scarsa disponibilità finanziaria, pubblicato sul Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna che varrà come comunicazione ai beneficiari;

◦ l’importo dell’aiuto possa essere integrato in funzione delle ulteriori risorse o economie che si rendessero eventualmente disponibili;

◦ per le domande non ammissibili dovranno essere esperiti gli adempimenti previsti dalla legge sul procedimento amministrativo in ordine al contraddittorio;

Dato atto, che:

- entro il termine del 15 settembre 2020 sono state presentate n.119 domande di aiuto, relative alla Misura della ristrutturazione e riconversione dei vigneti - campagna 2020/2021, secondo le modalità stabilite da AGREA, di competenza del Servizio Territoriale STACP di Forlì-Cesena;

- con propria determinazione n.2498 del 12/2/2021 si è proceduto ad approvare gli esiti istruttori di ammissibilità e gli elenchi delle istanze ammissibili per n.111 aziende (di cui n.5 con riserva) e non ammissibili per n.8 aziende, determinando altresì il contributo concedibile;

- con propria determinazione n.2763 del 17/2/2021 si è proceduto a sciogliere la riserva per le istanze n.5198910 di NAMA Società agricola di Emiliani Rosalba e C. Società semplice, n.5170409 di Turci Silvia, n.5199840 di Prati Bruno;

- con propria determinazione n.2860 del 18/2/2021 si è proceduto a sciogliere la riserva per le istanze n.5202259 di Marchetti Matteo e n.5200311 di Società agricola Montegallo S.s.;

Verificato che per tutte le n.111 istanze ammesse in elenco di ammissibilità, di cui alla propria determinazione n.2498 del 12/2/2021 risulta, al momento attuale, sciolta ogni tipo di riserva alla ammissibilità nonché alla concessione del contributo;

Preso atto della determinazione del Responsabile del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera n.2650 del 16/2/2021, con la quale è stato stabilito che:

- il fabbisogno finanziario espresso dalle domande ammissibili è superiore alla dotazione finanziaria disponibile per la Misura, detratte le risorse necessarie per il pagamento a saldo delle domande presentate nelle campagne 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020;

- che si rende necessario ridurre il contributo concedibile in maniera proporzionale, per consentire il pagamento di tutte le domande ritenute ammissibili, applicando il criterio “pro-rata”, ai sensi della deliberazione n.289/2020, pertanto il contributo concesso e liquidabile sarà pari alla percentuale del 95,480303% del contributo ammesso;

- che l’importo del contributo concesso potrà essere integrato in funzione di ulteriori risorse e/o economie che si rendessero eventualmente disponibili;

Dato atto, altresì, che:

- sciolta la riserva, in base all’elenco unico regionale delle domande di aiuto, ammesse con determinazione del Servizio Organizzazione di Mercato e Sinergie di Filiera n.2650/2021, risultano concedibili e finanziabili tutte le n.111 domande dello STACP di Forlì-Cesena di cui all’elenco di ammissibilità approvato con determinazione n.2498 del 12/02/2021, se pur con contributo ridotto alla percentuale del 95,480303% del contributo ammissibile;

- al momento attuale è stata verificata la regolarità contributiva di tutte le n.111 istanze ammesse che risultano tutte con esito positivo;

- si dispone dei CUP (Codice Unico di Progetto) assegnati ai sensi dell’art.11 della Legge n.3/2003 dal competente Servizio presso il Dipartimento della Programmazione ed il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio dei ministri;

- si richiama integralmente lo svolgimento positivo della procedura istruttoria.

Dato atto, altresì, che i Servizi territoriale provvedono ad approvare l’atto di concessione dei contributi concedibili e concessi ed a pubblicarlo nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna rendendo assolti gli obblighi di comunicazione ai beneficiari come da Delibera di bando di Giunta regionale n.289/2020.

Ritenuto pertanto, di concedere a favore dei n.111 beneficiari di cui all’allegato 1, facente parte integrante e sostanziale al presente atto, il contributo (percentuale del 95,480303%) a fianco di ciascun beneficiario indicato a valere sulla Misura Ristrutturazione e riconversione dei vigneti – campagna 2020/2021, per un importo complessivo massimo di contributo concesso di euro 1.481.916,31 (unmilionequattrocentottantuno-novecentosedicimila/31), pari al 95,480303% del contributo totale concedibile, di cui euro 1.419.452,71 da imputare all’esercizio finanziario 2021 ed euro 62.463,60 da imputare all’esercizio finanziario 2022;

Considerato che tutta la documentazione a supporto del presente atto è conservata agli atti presso il Servizio Territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di Forlì-Cesena;

Vista la L.R. 30/7/2015, n.13 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni” e successive modifiche;

Richiamate le deliberazioni di Giunta regionale:

- n.2185 del 21 dicembre 2015 concernente la riorganizzazione a seguito della riforma del sistema di governo regionale e locale che ha istituito presso la Direzione Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico venatorie - dal 1/1/2016 - i Servizi Territoriali Agricoltura, caccia e pesca per ogni ambito provinciale;

Richiamate le determinazioni del Direttore Generale Agricoltura, caccia e pesca:

  • n.10576 del 28/6/2017, n.6568 del 11/4/2019, n.8683 del 17/5/2019, n.21133 del 24/11/2020 di conferimento e successiva conferma degli incarichi di posizione organizzativa presso la Direzione Generale Agricoltura, caccia e pesca;
  • n.23269 del 30/12/2020, con la quale è stato, fra gli altri, prorogato l’incarico dirigenziale del responsabile del Servizio Territoriale Agricoltura Caccia e Pesca di Forlì-Cesena;

Richiamate, altresì:

- la determinazione n.12465 del 31/7/2017, assunta dal responsabile del Servizio Territoriale Agricoltura Caccia e Pesca di Forlì-Cesena, avente ad oggetto “Procedimenti e attività procedimentali del Servizio Territoriale Agricoltura Caccia e Pesca di Forlì-Cesena ed assegnazione delle relative responsabilità procedimentali”;

- la determinazione n.14928 del 18/9/2018, assunta dal Responsabile del Servizio Territoriale Agricoltura Caccia e Pesca di Forlì-Cesena, avente per oggetto “provvedimento di nomina del responsabile del procedimento ai sensi degli artt. 5 e ss. della L.241/1990 e ss.mm. e degli articoli 11 e ss. della L.R. 32/1993 – integrazione precedente provvedimento n. 12465 del 31/7/2017, DPG/2017/12865”;

Visti per gli aspetti amministrativi di natura organizzativa:

- la L.R. 26 novembre 2011 n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche ed integrazioni;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008, come integrata e modificata dalla deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017;

- la Deliberazione di Giunta regionale n.1123 del 16/7/2018 ad oggetto “Attuazione Regolamento (UE) 2016/679: definizione di competenze e responsabilità in materia di protezione dei dati personali. Abrogazione appendice 5 della Deliberazione di Giunta regionale n.2416/2008 e succ. modifiche ed integrazioni;

Richiamati, in ordine agli obblighi di trasparenza:

- il D.Lgs. 14/3/2013, n.33 recante “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.;

- la deliberazione della Giunta regionale n.111 del 28/1/2021 recante "Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023, in particolare allegato D) che reca Direttiva di indirizzi interpretativi 2021-2023.”;

Dato atto che:

- la diffusione dei dati personali relativi ai contributi in esame è prevista dall’art.14, comma 1, del regolamento regionale n.2/2007 e ss.mm.ii.;

- secondo quanto previsto dal D.Lgs.33/2013 e successive modifiche il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’art.26, comma 2, del suddetto decreto e sarà soggetto anche alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis comma 3 del d.lgs. n.33 del 2013.

Vista la proposta di determinazione, formulata ai sensi ex art.6 della L.241/1990 e s.m.i. dal Responsabile della Posizione Organizzativa “Politiche del primo Pilastro” del Servizio Territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di Forlì-Cesena, Dott.Luciano Pizzigatti, alla luce degli esiti istruttori di cui ne attesta la correttezza in qualità di responsabile del procedimento;

Dato atto che il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestato che il sottoscritto dirigente non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto che la presente determinazione sarà trasmessa al Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera e ad Agrea e pubblicata nel BURERT Regione Emilia-Romagna;

Attestata, ai sensi della deliberazione della Giunta regionale n.2416/2008 s.m.i., la regolarità amministrativa del presente atto;

determina

per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate, in applicazione di quanto previsto dalla deliberazione di Giunta regionale n.289/2020, e dalle Determinazioni del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera n.338, n.9864, n.14642, n.17067, del 2020 citate, per la Misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti - campagna 2020/2021:

1) di confermare quanto approvato con proprie determinazione n.2498/21, n.2763/21 e n.2860/21 (ammissibilità e scioglimento riserva), per le domande n.5198910, n.5202259, n.5170409, n.5200311, 5199840, ribadendo l’ammissibilità per n.111 domande di aiuto per la Misura di ristrutturazione e riconversione dei vigneti per la campagna 2020/2021, di competenza dello STACP di Forlì-Cesena;

2) di procedere alla concessione del contributo per il totale delle n.111 istanze ammesse al finanziamento, come da allegato 1, che forma parte integrante e sostanziale al presente atto, per un importo complessivo di contributo concesso di euro 1.481.916,31 (unmilionequattrocentottantunonovecento-sedicimila/31) pari al 95,480303% del contributo ammissibile, secondo l’ordine attribuito dal Sistema informativo di Agrea;

3) di rinviare a successivo atto l’approvazione dell’assegnazione ai beneficiari di una quota aggiuntiva di contributo fino ad un massimo del contributo ammesso, come da allegato 1, che forma parte integrante e sostanziale al presente atto, prevedendo che il medesimo importo dell’aiuto concesso potrebbe essere integrato in funzione dell’assegnazione di ulteriori risorse e/o di economie che si rendessero eventualmente disponibili;

4) di confermare che per la campagna di riferimento le domande non ammissibili sono già oggetto di proprie determinazioni dirigenziali specifiche n.831, n.1273, n.1594, n.1595, n.1596, n.1597, n.1598, n.2483 del 2021;

5) di dare atto che le check list ed i verbali istruttori del programma operativo, regolarmente controllati e vistati vengono conservate agli atti dei rispettivi fascicoli;

6) di dare atto che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale al TAR ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro e non oltre sessanta e centoventi giorni decorrenti dal ricevimento del presente atto;

7) di pubblicare il presente atto ai sensi dell’art.26, comma 2, del D.Lgs.33/2013 e sarà soggetto anche alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis comma 3 del d.lgs. n.33 del 2013.

8) di dare atto che il presente provvedimento sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, precisando che con tale pubblicazione si intende assolto l’obbligo di comunicazione della concessione medesima ad ogni beneficiario;

9) di trasmettere il presente atto, al responsabile del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera e ad Agrea per il seguito di competenza.

Il Responsabile del Servizio

Alberto Magnani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it