E-R | BUR

n.228 del 02.08.2013 (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione del Catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato per la qualifica professionale ex art. 3, D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1716/2012

IL RESPONSABILE 

Richiamate le deliberazioni della Giunta regionale:

  • n. 775 dell’11/6/2012 “Attuazione delle norme sull'apprendistato di cui al D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167 ‘Testo Unico dell'apprendistato, a norma dell'art. 1, c. 30, della L. 24/12/2007, n. 247’”;
  • n. 1716 del 19/11/2012 “Approvazione dell' “Avviso per la presentazione e la presa d’atto dell’offerta formativa da ammettere nel catalogo regionale della formazione destinata agli apprendisti di età compresa tra i 18 e i 25 ani per la qualifica professionale, ai sensi dell’art. 3 del D.lgs. 167/2011, in attuazione della deliberazione di Giunta regionale n. 775 dell’11 giugno 2012 e approvazione delle modalità di assegnazione ed erogazione dei relativi assegni formativi’ (voucher)”;

Premesso che:

  • al paragrafo 5. dell’Allegato parte integrante e sostanziale, alla D.G.R. n. 1716/2012 di cui sopra, di seguito denominato “Avviso”, si prevede che le proposte formative dovranno essere compilate su formato elettronico ed inviate in prima scadenza entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’“Avviso” stesso nel Bollettino Regionale Telematico (BURERT);
  •  l’“Avviso” è stato pubblicato nel BURERT n. 284 del 19 dicembre 2012 (parte seconda), e quindi le proposte formative di cui sopra dovevano pervenire in prima scadenza entro il 18 gennaio 2013;

Richiamato il punto 2. del dispositivo della sopra citata deliberazione n. 1716/2012, che stabilisce che il Responsabile del Servizio “Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro” con propria determinazione, procederà alla presa d’atto delle proposte formative destinate agli apprendisti di età compresa tra i 18 e i 25 anni per la qualifica professionale, pervenute entro i termini indicati al paragrafo 5. dell’“Avviso” sopra specificato, previa istruttoria tecnica volta a verificare la completezza delle proposte stesse e all’approvazione del relativo catalogo;

Preso atto che in attuazione della sopra richiamata deliberazione di Giunta regionale n. 1716/2012, sono pervenute, in prima scadenza, secondo le modalità e i termini previsti al paragrafo 5. dell’“Avviso”, n. 11 richieste di ammissione al Catalogo presentate da altrettanti soggetti formativi elencati nell’allegato 1, parte integrante e sostanziale alla presente determinazione, per complessive n. 63 proposte formative;

Preso atto altresì che successivamente alla presentazione delle suddette proposte i sotto elencati soggetti hanno dichiarato, con lettere formali conservate agli atti del Servizio “Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro”, di voler ritirare le 3 seguenti proposte formative:

  • Nuova Scuola Edile della provincia di Forlì-Cesena (cod. org. 6558): qualifiche professionali di Carpentiere e di Tecnico di Cantiere,
  • Fondazione ENAIP Zavatta di Rimini (cod. org. 224): qualifica di Operatore Sociosanitario,

pertanto le proposte formative oggetto di verifica sono risultate essere n. 60;

Dato atto inoltre che dall’istruttoria tecnica di cui al paragrafo 6. dell’ “Avviso” più volte citato, conclusasi in data 27 marzo 2013, i cui esiti sono conservati agli atti del Servizio “Programmazione valutazione e interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro”, relativa alle n. 60 proposte formative di cui al paragrafo precedente, è emerso quanto segue:

  • n. 49 proposte formative elencate nell’allegato 2, parte integrante e sostanziale alla presente determinazione, sono risultate complete ai sensi del paragrafo 6. dell’“Avviso”;
  • n. 11 proposte formative elencate nell’allegato 3, parte integrante e sostanziale alla presente determinazione, non sono risultate in possesso dei seguenti requisiti indicati ai paragrafi 2. e 3. dell’“Avviso”:
    • n. 5 proposte formative relative alle qualifiche di Operatore del punto vendita, Operatore amministrativo-segretariale, Operatore di magazzino merci, Operatore grafico e Operatore della promozione e accoglienza turistica presentate dal soggetto formativo PROMOIMPRESA srl con sede in Cataldo (CL) - Codice organismo 8663, in quanto la Giunta regionale con Deliberazione n. 26 del 14 gennaio 2013, ha revocato l’accreditamento per la formazione continua e permanente in ambito speciale dell’apprendistato post obbligo formativo;
    • n. 4 proposte formative relative alle qualifiche di Disegnatore meccanico, Progettista meccanico, Tecnico di reti informatiche e Tecnico dell’automazione industriale presentate dal soggetto formativo CONSORZIO FIT con sede in Modena - Codice organismo 1289, in quanto tali qualifiche professionali non fanno riferimento alle qualifiche identificate nell’ambito del repertorio regionale delle qualifiche, correlate alle figure nazionali definite dall’Accordo in Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano del 27 luglio 2011;
    • n. 2 proposte formative relative alle qualifiche di Operatore edile alle strutture e Operatore edile alle infrastrutture presentate dal soggetto formativo Nuova Scuola Edile della provincia di Forlì-Cesena con sede in Forlì - Codice organismo 6558, in quanto per i nominativi dei soggetti impegnati nei ruoli di RFC ed EPV presenti nella candidatura sono inseriti negli elenchi regionali, ma non risultano formati ai sensi della Delibera di Giunta regionale n. 530 del 19 aprile 2006 e ss.mm.;

Ritenuto, pertanto, con il presente atto, sulla base delle risultanze della Istruttoria tecnica, sopra riportate, di procedere alla presa d’atto delle n. 49 proposte formative di cui all’allegato 2. parte integrante e sostanziale al presente provvedimento, e di approvare il Catalogo regionale delle offerte formative per l’apprendistato per la qualifica professionale, che costituisce l’offerta formativa pubblica di cui all’art. 3. del D.lgs. 167/2011, da realizzarsi presso le sedi indicate nello stesso allegato 2.;

Viste:

  • la L.R. n. 43/2001 “Testo unico in materia di organizzazione e rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 2416 del 29/12/2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.;

Richiamate le deliberazioni della Giunta regionale n. 1057 del 24/7/2006, n. 1663 del 27/11/2006, n. 1377/2010 così come rettificata con deliberazione n. 1950/2010, n. 1222/2011, n. 1642/2011 e n. 221/2012;

Attestata la regolarità amministrativa;

determina

Per le motivazioni indicate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate:

1. di prendere atto che:

  • in attuazione della deliberazione di Giunta n. 1716/2012, sono pervenute, in prima scadenza, secondo le modalità e i termini previsti al paragrafo 5. dell’“Avviso”, n. 11 richieste di ammissione al Catalogo presentate da altrettanti soggetti formativi, elencate nell’allegato 1. parte integrante e sostanziale del presente atto, per n. 63 proposte formative per qualifica professionale;
  • i sotto elencati soggetti formativi hanno dichiarato, con lettere formali conservate agli atti del Servizio “Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro”, di voler ritirare le seguenti 3 proposte formative:
    • Nuova Scuola Edile della provincia di Forlì-Cesena (cod. org. 6558): qualifiche professionali di Carpentiere e di Tecnico di Cantiere,
    • Fondazione ENAIP Zavatta di Rimini (cod. org. 224): qualifica di Operatore Sociosanitario;

pertanto le proposte formative oggetto di verifica sono risultate essere n. 60;

2. di prendere atto altresì che l’istruttoria tecnica, svolta secondo le modalità di cui al paragrafo 6. dell’”Avviso”, i cui esiti sono conservati del Servizio “Programmazione valutazione e interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro”, relativa alle n. 60 proposte formative di cui al punto che precede, ha avuto il seguente esito:

  • n. 49 proposte formative per qualifica professionale di cui all’allegato 2, parte integrante e sostanziale al presente provvedimento, sono risultate complete ed in possesso dei requisiti ai sensi del paragrafo 6. dell’“Avviso”;
  • n. 11 proposte formative per qualifica professionale di cui all’allegato 3, parte integrante e sostanziale al presente provvedimento, non sono risultate in possesso dei seguenti requisiti indicati ai paragrafi 2 e 3. dell’“Avviso”:
    • n. 5 proposte formative relative alle qualifiche di Operatore del punto vendita, Operatore amministrativo-segretariale, Operatore di magazzino merci, Operatore grafico e Operatore della promozione e accoglienza turistica presentate dal soggetto formativo PROMOIMPRESA srl con sede in Cataldo (CL) - Codice organismo 8663, in quanto la Giunta regionale con Deliberazione n. 26 del 14 gennaio 2013, ha revocato l’accreditamento per la formazione continua e permanente in ambito speciale dell’apprendistato post obbligo formativo;
    • n. 4 proposte formative relative alle qualifiche di Disegnatore meccanico, Progettista meccanico, Tecnico di reti informatiche e Tecnico dell’automazione industriale presentate dal soggetto formativo CONSORZIO FIT con sede in Modena - Codice organismo 1289, in quanto tali qualifiche professionali non fanno riferimento alle qualifiche identificate nell’ambito del repertorio regionale delle qualifiche, correlate alle figure nazionali definite dall’Accordo in Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano del 27 luglio 2011;
    • n. 2 proposte formative relative alle qualifiche di Operatore edile alle strutture e Operatore edile alle infrastrutture presentate dal soggetto formativo Nuova Scuola Edile della provincia di Forlì-Cesena con sede in Forlì – Codice organismo 6558, in quanto per i nominativi dei soggetti impegnati nei ruoli di RFC ed EPV presenti nella candidatura sono inseriti negli elenchi regionali, ma non risultano formati ai sensi della Delibera di giunta regionale n. 530 del 19 aprile 2006 e ss.mm.;

3. di approvare il Catalogo regionale delle offerte formative per gli apprendisti di età compresa tra i 18 ed i 25 anni per la qualifica professionale, costituito dalle proposte formative di cui all’allegato 2. richiamato al precedente punto da realizzarsi presso le sedi in esso indicate;

4. di dare atto che del Catalogo regionale di cui al precedente punto 3., che rappresenta l’offerta formativa per gli apprendisti di età compresa tra i 18 ed i 25 anni assunti con il contratto di apprendistato per la qualifica professionale di cui all’art. 3. del D.lgs. 167/2011, verrà data idonea informazione sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/apprendistato/temi/apprendistato-per-la-qualifica-e-per-il-diploma-professionale;

5. di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico (BURERT) della Regione Emilia-Romagna. 

Il Responsabile del Servizio

Francesca Bergamini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it