E-R | BUR

n.182 del 28.06.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedura di verifica (screening) relativa al progetto di intervento di conservazione della risorsa idrica finalizzato all'irrigazione mediante la realizzazione di un impianto pluvirriguo denominato "Staggia" nel comune di San Prospero (MO), proposto da Consorzio della Bonifica Burana

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

a) di fare proprio il parere istruttorio contenuto nella relazione “Istruttoria Tecnico-Ambientale”, predisposta da ARPAE SAC di Modena, inviata con nota prot. 10000 del 23/5/2017, acquisita dalla Regione Emilia-Romagna al PG/2017/0381929 del 23/05/2017, tale relazione costituisce l'Allegato 1 alla presente delibera e ne è parte integrante e sostanziale;

b) di escludere, ai sensi dell’art. 10 della LR 9/1999, dalla ulteriore procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) di cui al Titolo III della medesima legge regionale il progetto di conservazione della risorsa idrica finalizzato all’irrigazione mediante la realizzazione di un impianto pluvirriguo denominato “STAGGIA” nel Comune di San Prospero (MO), presentato dal Consorzio della Bonifica Burana, con sede legale in Comune di Modena (MO), Corso Vittorio Emanuele II n.107, in quanto non comporterà impatti negativi e significativi sull'ambiente, a condizione che siano rispettate le seguenti prescrizioni:

Emissioni in atmosfera

1. la dispersione di polveri nelle attività di scotico e sbancamento del materiale superficiale durante l’attività di posa in opera delle condotte deve essere limitata il più possibile mantenendo il terreno ad un adeguato grado di umidità;

2. devono essere utilizzati camion e mezzi meccanici sottoposti regolarmente al piano di manutenzione e conformi alle ordinanze comunali e provinciali, nonché alle normative ambientali relative alle emissioni dei gas di scarico degli automezzi;

3. il materiale di scavo deve essere movimentato lentamente, in modo da limitare la diffusione di polveri;

4. all’interno delle piste di cantiere, la velocità di transito degli automezzi deve essere limitata a 20 km/h;

5. nel caso dovessero emergere disagi dalla polverosità aerodispersa, devono essere tempestivamente messe in atto ulteriori misure di mitigazione atte a eliminarli/ridurli;

Acque superficiali e sotterranee

6. prima dell’inizio delle attività di realizzazione dell’opera, la “procedura di emergenza da attuarsi in caso di sversamenti accidentali” deve essere integrata con la casistica di sversamento nelle acque superficiali;

7. in presenza di elevati volumi e torbidità, deve essere prevista una decantazione delle acque di aggottamento in modo da non interferire con gli eventuali utilizzi della risorsa idrica superficiale veicolata nel canale recettore;

c) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 2.065,00 ai sensi dell’articolo 28 della LR 9/99 e successive modificazioni e della deliberazione della Giunta Regionale 15/07/2002, n. 1238, importo correttamente versato all'avvio del procedimento;

d) di trasmettere il presente atto al proponente, ad A.R.P.A.E., al Comune di San Prospero, alla Provincia di Modena, ad A.U.S.L. di Modena e all'Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile per gli adempimenti di rispettiva competenza;

e) di comunicare gli esiti del presente procedimento di Screening per mezzo della pubblicazione del presente atto sul sito web della Regione e, per estratto, nel BURERT;

f) di informare che contro il presente provvedimento può essere presentato ricorso giurisdizionale avanti al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni, nonché ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni; entrambi i termini decorrono dalla comunicazione del presente atto all’interessato.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it