E-R | BUR

n.131 del 18.08.2011 (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg. (CE) 1698/2005 e decisione C(2010) 9357 del 17/12/2010. PSR 2007-2013. Modifiche alla deliberazione n. 1006/2008 - Asse 2. individuazione delle violazioni di impegni e dei livelli di gravità, entità e durata di cui al Reg. (UE) 65/2011 e al DM MIPAAF 30125/2009 e successive modifiche ed integrazioni a partire dall'annualita' di pagamento 2011

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

- il Regolamento (CE) del Consiglio n. 1698/2005 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e successive modifiche ed integrazioni;

- il Regolamento (CE) del Consiglio n. 1290/2005 sul finanziamento della politica agricola comune;

- il Regolamento (CE) n. 1974/2006 della Commissione Europea, che reca disposizioni di applicazione al citato Regolamento (CE) n. 1698/2005 e successive modifiche ed integrazioni;

- il Regolamento (CE) n. 1975/2006 della Commissione Europea sulle modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1698/2005 per quanto riguarda le procedure di controllo e la condizionalità e successive modifiche;

- la Decisione n. 144/2006 del Consiglio relativa agli orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (programmazione 2007-2013), come da ultimo modificata dalla Decisione n. 61/2009 del Consiglio;

- il Regolamento (CE) n. 883/2006 della Commissione Europea applicativo del Regolamento (CE) n. 1290/2005 concernente la tenuta dei conti degli organismi pagatori, le dichiarazioni di spesa e di entrata e le condizioni di rimborso delle spese nell’ambito del FEAGA e del FEASR e successive modifiche;

- il Regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio che modifica i Regolamenti (CE) n. 1290/2005, n. 247/2006, n. 378/2007 ed abroga il Regolamento (CE) n. 1782/2003;

- il Regolamento (CE) n. 1122/2009 della Commissione europea che reca le modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio per quanto riguarda la condizionalità, la modulazione e il sistema integrato di gestione e controllo;

- il Regolamento (UE) n. 65/2011 della Commissione Europea che stabilisce modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 1698/2005 per quanto riguarda le procedure di controllo e la condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale ed abroga il Regolamento (CE) n. 1975/2006;

- il Decreto ministeriale n. 30125 del 22 dicembre 2009, recante “Disciplina del regime di condizionalità ai sensi del Regolamento (CE) n. 73/2009 e delle riduzioni ed esclusioni per inadempienze dei beneficiari dei pagamenti diretti e dei programmi di sviluppo rurale”;

- il Decreto ministeriale n. 10346 del 13 maggio 2011 che modifica il predetto Decreto ministeriale 30125/2009;

- il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2007-2013 (di seguito per brevità indicato come PSR), attuativo del citato Reg. (CE) n. 1698/2005, nella formulazione di cui alla propria deliberazione n. 2138 del 27 dicembre 2010, approvata dalla Commissione Europea con Decisione C(2010) 9357 del 17 dicembre 2010;

Viste le proprie deliberazioni:

- n. 168 dell’11 febbraio 2008 con la quale è stato approvato il Programma Operativo dell’Asse 2 del PSR, che definisce nel dettaglio le procedure d’accesso ai finanziamenti, le modalità di gestione ed i tempi di attivazione delle procedure di selezione delle domande comprensivo dei Programmi Operativi delle Misure 211, 212, 214 (esclusa l’Azione 7), 216 (Azione 3) e 221;

- n. 363 del 17 marzo 2008 concernente, tra l’altro, l’attribuzione delle zonizzazioni, la definizione del meccanismo di selezione Misure/Azioni, la quantificazione di riserve finanziarie per la Misura 214, l’approvazione delle schede tecniche attuative delle Misure 214 e 216, ed altre disposizioni di integrazioni e modifica alla predetta deliberazione 168/08;

- n. 874 dell’11 giugno 2008 con la quale sono state approvate con riferimento alla Misura 221 - Azione, 1, 2 e 3 - le “Linee guida per la progettazione e realizzazione degli imboschimenti”;

- n. 1006 del 30 giugno 2008 con la quale sono state, tra l’altro, individuate per i Programmi operativi approvati con la citata deliberazione n. 168/2008, le violazioni di impegni ed i livelli di gravità, entità e durata di ciascuna violazione e connesse riduzioni/esclusioni, con riferimento alle Misure/Azioni attivate, ai sensi del Reg. (CE) n. 1975/2006 e del decreto ministeriale 1205/2008, ora abrogato dal citato decreto ministeriale 30125/2009;

- n. 575 del 27 aprile 2009 con la quale sono state delineate le disposizioni sulla difesa integrata avanzata (DIA) relativamente all’Azione 1 “Produzione integrata” della Misura 214;

- n. 1393 del 20 settembre 2010 con la quale si è provveduto alla ridefinizione del Programma Operativo dell’Asse 2 e dei Programmi Operativi relativi alle Misure 214 e 216 (Azione 3), nonché all’approvazione delle schede tecniche attuative della Misura 214 con impegno a decorrere dal 1 gennaio 2011, successivamente modificata dalla deliberazione n. 2173 del 27 dicembre 2010;

Preso atto che il predetto Decreto ministeriale n. 30125/2009 così come modificato dal Decreto ministeriale n. 10346 del 13 maggio 2011, all’art. 23 stabilisce che le Regioni ovvero le Autorità di gestione dei Programmi di Sviluppo Rurale, sentito l’Organismo Pagatore competente, provvedano:

  • all’individuazione delle fattispecie di violazioni di impegni riferiti alle colture, ai gruppi di colture, alle operazioni, alle misure e agli impegni pertinenti di condizionalità;
  • alla definizione dei livelli della gravità, entità e durata di ciascuna violazione;
  • all’individuazione di requisiti minimi relativi all’uso dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari;
  • alla determinazione di ulteriori fattispecie di infrazioni che costituiscono violazioni commesse deliberatamente;
  • all’individuazione dei casi previsti dai documenti di programmazione approvati dalla Commissione Europea e dalle relative disposizioni attuative che comportano l’esclusione o la revoca dal sostegno dell’operazione o misura a cui si riferiscono gli impegni violati;

Atteso che, in ragione delle intervenute variazioni dell’assetto normativo di riferimento e del PSR, si rende necessario - con riferimento alle Misure/Azioni dell’Asse 2 - provvedere a specifiche modifiche ed aggiornamenti all’Allegato 2 della citata deliberazione 1006/08 per quanto attiene l’individuazione delle violazioni di impegni e dei livelli di gravità, entità e durata, di cui al Reg. (UE) n. 65/2011 e al Decreto ministeriale 30125/2009, come modificato dal Decreto ministeriale 10346/2011;

Dato atto che con Decisione della Commissione Europea C(2010) 9357 del 17 dicembre 2010 sono stati approvati i requisiti minimi relativi all’uso dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari, così come riportati nel testo del PSR 2007-2013;

Ritenuto pertanto opportuno provvedere in merito, individuando gli impegni, le infrazioni ed i livelli di gravità, durata, entità e conseguente revoca/riduzione dei sostegni per le Misure 211, 212, 214 (esclusa Azione 7), 216 (Azione 3), 221, 226 e 227 dell’Asse 2, nella formulazione di cui all’Allegato 1 parte integrante e sostanziale del presente atto;

Sentita l’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l’Emilia-Romagna;

Viste:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche, ed in particolare l’art. 37, comma 4;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche;

- la propria deliberazione n. 1950 del 13 dicembre 2010 “Revisioni della struttura organizzativa della Direzione Generale Attività Produttive, Commercio e Turismo e della Direzione Generale Agricoltura”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore all’Agricoltura, Tiberio Rabboni;

a voti umani e palesi,

delibera:

1. di approvare - in attuazione del dDecreto ministeriale n. 30125 del 22 dicembre 2009 e successive modifiche ed integrazioni - il quadro degli impegni che gravano sui destinatari degli aiuti, i livelli di gravità, entità e durata di ciascuna violazione e le connesse riduzioni/revoche, con riferimento alle Misure/Azioni dell’Asse 2 del PSR 2007-2013, come dettagliato nell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2. di stabilire che i contenuti dell’Allegato 1 sostituiscono integralmente le disposizioni dell’Allegato 2 della deliberazione di Giunta regionale n. 1006 del 30 giugno 2008 per quanto concerne i controlli effettuati sui beneficiari aderenti alle relative Misure/Azioni del PSR 2007-2013 a partire dall’annualità di pagamento 2011, indipendentemente dalla data di decorrenza iniziale dell’impegno;

3. di dare atto che le disposizioni contenute nell’Allegato 2) della deliberazione di Giunta regionale n. 1006 del 30 giugno 2008 continuano a valere per le attività di controllo riferite alle annualità 2008, 2009 e 2010;

4. di rimandare a successivo atto la definizione degli impegni e la relativa graduazione delle violazioni concernenti la Misura 215 “Pagamenti per il benessere degli animali” e l’Azione 7 “Agrobiodiversità. Progetti comprensoriali integrati” della Misura 214 dell’Asse 2;

5. di dare atto che - laddove non sia stato possibile identificare alcuna pertinenza fra l’infrazione di un impegno ed i parametri di valutazione della gravità, entità e durata – si è proceduto a fissare una percentuale di riduzione abbinata al singolo impegno al fine di operare le riduzioni ed esclusioni in caso di violazione, come previsto nell’Allegato 7 del citato Decreto ministeriale 30125/2009, così come modificato dal Decreto ministeriale 10346/2011;

6. di dare atto, altresì, che per quanto non disposto nell’Allegato alla presente deliberazione, si rinvia alle previsioni del predetto decreto ministeriale 30125/2009, nonché alle disposizioni dei regolamenti comunitari relativi allo sviluppo rurale ed alla condizionalità;

7. di dare atto infine che - in assenza di diversa disposizione contenuta nell’Allegato approvato con la presente deliberazione - restano confermate le ipotesi di violazione contenute nel PSR o nei documenti attuativi che diano luogo a provvedimenti di revoca e/o di recupero degli aiuti erogati;

8. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it