E-R | BUR

n.71 del 21.03.2022 (Parte Seconda)

XHTML preview

Eventi calamitosi prima decade dicembre 2020 - OCDPC n. 732/2020. Trasferimento, nella misura del 50%, delle risorse a copertura delle prime misure economiche di cui alla DCM del 20 maggio 2021, in favore delle Amministrazioni comunali

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

VISTI:

- il D. Lgs. 2 gennaio 2018 n. 1 “Codice della protezione civile” e s.m.i.;

- il D. Lgs. n. 112 del 31 marzo 1998, “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59” e ss.mm.ii.;

- la L.R. n. 1 del 7 febbraio 2005 "Norme in materia di protezione civile e volontariato. Istituzione dell'Agenzia regionale di protezione civile” e successive modifiche;

- la L.R. 30 luglio 2015, n. 13 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su città metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni” e ss.mm.ii., con la quale, in coerenza con il dettato della Legge 7 aprile 2014, n. 56, è stato riformato il sistema di governo territoriale e, per quanto qui rileva, è stato ridefinito l’assetto delle competenze dell’Agenzia regionale di protezione civile ridenominata, peraltro, Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, nel seguito “Agenzia regionale”;

PREMESSO che:

- nella prima decade del mese di dicembre 2020 il territorio delle province di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia è stato interessato da eventi meteorologici di eccezionale intensità che hanno causato rotte arginali con conseguenti inondazioni e movimenti franosi con danneggiamenti, oltre che alle strutture ed infrastrutture pubbliche, al patrimonio immobiliare e mobiliare di soggetti privati ed esercenti attività economiche e produttive;

- con Deliberazione del Consiglio dei ministri 23 dicembre 2020, pubblicata in G.U. n. 3 del 5 gennaio 2021, per gli eventi in parola è stato dichiarato, ai sensi e per gli effetti dell’art. 7, comma 1, lettera c), e dell’art. 24, comma 1, del D. Lgs. n. 1/2018, lo stato di emergenza nei territori delle province di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia, della durata di 12 mesi, prorogato di ulteriori 12 mesi con Deliberazione del Consiglio dei ministri 29 dicembre 2021, pubblicata in G.U. n. 18 del 2 gennaio 2022;

- con Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 732 del 31 dicembre 2020, pubblicata in G.U. n. 5 del 8 gennaio 2021, lo scrivente è stato nominato Commissario delegato con il compito, tra l’altro, di provvedere alla stima del fabbisogno delle risorse finanziarie per far fronte ai danni subiti dai soggetti privati e dalle attività economiche e produttive;

- con Deliberazione del Consiglio dei ministri 20 maggio 2021, pubblicata in G.U. n. 133 del 5 giugno 2021, per gli eventi in parola, sono state stanziate risorse pari a € 25.122.462,32 per gli interventi di cui alle lettere b) e c) del comma 2 dell'art. 25 del decreto legislativo n. 1 del 2018;

DATO ATTO che con deliberazioni di Giunta regionale:

- n. 1243 del 2 agosto 2021 sono state approvate le direttive per la concessione di contributi, per i danni subiti in conseguenza degli eventi calamitosi in parola, ai soggetti privati e alle attività economiche e produttive, recanti modalità e termini per la presentazione delle domande e l’espletamento delle relative attività istruttorie e di controllo e per l’esecuzione degli interventi;

- n. 1487 del 27 settembre 2021 è stato prorogato all’11 novembre 2021 il termine perentorio di presentazione delle domande per la concessione di contributi ai soggetti privati e alle attività economiche e produttive di cui alla DGR n. 1243/2021;

- n. 1823 dell’8 novembre 2021 il termine perentorio di presentazione delle domande per la concessione di contributi in parola è stato ulteriormente prorogato al 17 dicembre 2021;

EVIDENZIATO che con la citata deliberazione di Giunta regionale n. 1243/2021:

- sono state individuate le Amministrazioni Comunali o loro Unioni quali Organismi Istruttori per l’espletamento delle attività di controllo delle domande, nonché per la concessione ed erogazione dei contributi in parola;

- si è stabilito che detto provvedimento avrebbe trovato copertura finanziaria negli stanziamenti di cui alla Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 20 maggio 2021 e Decreto-Legge n. 73/2021;

- si è stabilito, altresì, che le risorse stanziate sarebbe state successivamente ripartite e liquidate ai Comuni o loro Unioni, a seguito del relativo accredito sulla contabilità speciale aperta ed intestata al Commissario Delegato, sulla base del fabbisogno finanziario trasmesso al Dipartimento della protezione civile e risultante dalla ricognizione dei danni effettuata dagli stessi Organismi Istruttori nell’immediatezza degli eventi calamitosi;

EVIDENZIATO, altresì, che nelle direttive approvate con la citata deliberazione di Giunta regionale n. 1243/2021, per quanto qui rileva, è stato precisato che:

- il trasferimento delle risorse sarebbe stato disposto nella misura del 100%, a copertura delle prime misure economiche, mediante decreti di trasferimento del medesimo Commissario Delegato;

- gli Organismi Istruttori avrebbero inviato gli elenchi riepilogativi di tutte le domande ammissibili a contributo all’Agenzia Regionale per Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile, indicando i relativi CUP;

DATO ATTO che il fabbisogno finanziario è stato trasmesso al Dipartimento Nazionale della Protezione Civile con nota dello scrivente prot. PG 161329 del 24/2/2021 e rettificato con nota dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, prot. PC/2021/0013086 del 4/3/2021, per complessivi € 14.699.144,97;

VISTA la nota n. prot. DPC/ABI/32488 del 22/7/2021, acquisita al protocollo Prot. 22/07/2021.0039817.E dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, con la quale il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile ha comunicato l’accredito a titolo di anticipo del 50% delle risorse di cui alla Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 20 maggio 2021, per gli interventi di cui alle lettere b) e c) del comma 2, dell'art. 25, del decreto legislativo n. 1 del 2018, sulla contabilità speciale n. 6256, avvenuto materialmente in data 6/8/2021 per l’importo € 12.561.231,16;

PRESO ATTO, pertanto, che non può essere disposto nella misura del 100% il trasferimento delle risorse a copertura delle prime misure economiche di € 5.000,00 per i danni subiti dai soggetti privati e di € 20.000,00 per danni subiti dalle attività economiche e produttive;

DATO ATTO che con nota dello scrivente prot n. PG1148418.
U del 13.12.2021 è stato ribadito che il materiale trasferimento delle risorse agli Organismi Istruttori era subordinato alla ricezione da parte dell’Agenzia Regionale per Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile dei CUP generati per le domande di contributo;

PRESO ATTO che gli Organismi istruttori hanno trasmesso gli elenchi riepilogativi aggiornati con i relativi CUP e l’importo necessario per la copertura delle prime misure economiche ammonta a € 9.129.387,18, di cui € 7.093.260,83 in favore dei soggetti privati e € 2.036.126,35 in favore delle attività economiche e produttive;

RITENUTO opportuno, nelle more dell'accredito materiale del finanziamento complessivo, di procedere, comunque, al trasferimento del 50% dell’importo di € € 9.129.387,18, ovvero di € 4.564.694,48, in favore degli Organismi istruttori, rinviando l’emissione dei mandati di pagamento in loro favore per il restante 50% delle risorse nella misura di € 4.564.692,70 al momento del loro materiale versamento nella predetta contabilità speciale;

RITENUTO di dover procedere al riparto ed al trasferimento, in favore delle Amministrazioni Comunali, della somma complessiva di € 4.564.694,48, di cui € 3.546.631,20 a copertura dei contributi in favore dei soggetti privati ed € 1.018.063,28 a copertura dei contributi in favore delle attività economiche e produttive, come risultante dagli Allegati 1 e 2, parti integranti e sostanziali del presente atto;

VISTI:

- il D. Lgs. 33/2013 recante “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 111/2022, recante “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza 2022-2024, di transizione al piano integrato di attività e organizzazione di cui all’art. 6 del D.L. n. 80/2021”, ed in particolare il relativo allegato D;

- la determinazione dirigenziale n. 2335/2022 “Direttiva di indirizzi interpretativi degli obblighi di pubblicazione previsti dal Decreto Legislativo n. 33 del 2013. Anno 2022”;

DATO ATTO dei pareri allegati;

decreta

1. di disporre, per i danni subiti a seguito degli eventi calamitosi verificatisi nel territorio regionale nella prima decade del mese di dicembre 2020, il riparto ed il trasferimento, in favore delle Amministrazioni Comunali (Organismi istruttori) indicati nell’Allegato 1 e nell’Allegato 2, parti integranti e sostanziali del presente atto, della somma complessivadi 4.564.694,48, di cui: 3.546.631,20, come tra gli Enti ripartito nell’Allegato 1, a copertura dei contributi in favore dei soggetti privati, 1.018.063,28, come tra gli Enti ripartito nell’Allegato 2, a copertura dei contributi in favore delle attività economiche e produttive; 2. di evidenziare che le risorse in parola sono a copertura delle prime misure economiche di € 5.000,00 per i danni subiti dai soggetti privati e di € 20.000,00 per danni subiti dalle attività economiche e produttive; 3. di procedere, per le ragioni indicate in parte narrativa, all’emissione dei mandati di pagamento a valere sulle risorse stanziate con la Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 20 maggio 2021 (in G.U. n. 133 del 5 giugno 2021) e versate, nella misura del 50%, sulla contabilità speciale n. 6256, aperta ed intestata al sottoscritto Commissario Delegato; 4. di rinviare l’emissione dei mandati di pagamento in favore degli Organismi istruttori, per il restante 50% delle risorse, a seguito del loro materiale versamento sulla contabilità speciale n. 6256, per gli importi indicati nell’Allegato 1 e nell’Allegato 2 del presente atto; 5. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul portale dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile alla pagina dedicata all’indirizzo Contributi ai privati ed alle attività produttive - Agenzia per la sicurezza territoriale - e la protezione civile (regione.emilia-romagna.it);

6. di pubblicare, altresì, il presente atto sul portale dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile nella sezione “Amministrazione trasparente”, sottosezione di 1° livello “Interventi straordinari e di emergenza” ai sensi dell’articolo 42, del D. Lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii., cui è collegata la corrispondente sottosezione di 1° livello della sezione “Amministrazione trasparente” del portale della Regione Emilia-Romagna, nonché nella sottosezione di primo livello “Altri contenuti - Dati ulteriori” in applicazione degli indirizzi della Giunta regionale sulla trasparenza ampliata, ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33 e ss.mm.ii..

Il Presidente

Stefano Bonaccini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it