E-R | BUR

n.252 del 20.09.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento di VIA del progetto relativo alla riconversione di attività di allevamento di tacchini in allevamento di polli da carne in comune di Jolanda di Savoia, strada privata Gualenga civici nn. 8-10-12-14 presentata da Società agricola Zarattini Stefano S.r.l. Presa d'atto delle determinazioni della Conferenza di Servizi

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

a) la valutazione di impatto ambientale positiva, ai sensi dell’art. 16 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, sul progetto relativo alla riconversione di attività di allevamento di tacchini in allevamento di polli da carne in comune di Jolanda di Savoia (FE) della soc. Agr. Zarattini Stefano srl, poiché il progetto in oggetto, secondo gli esiti delle valutazioni espresse dall’apposita Conferenza di Servizi, è realizzabile, nel rispetto della pianificazione regionale e comunale vigenti, a condizione che siano ottemperate le prescrizioni, indicate ai punti 2.C. e 3.C. del Rapporto conclusivo della Conferenza di Servizi, che costituisce l’Allegato 1, di seguito sinteticamente riportate: 

1. Prima della realizzazione dell'intervento, il proponente dovrà concordare le opere di compensazione con il Comune di Jolanda di Savoia;

2. ai fini dell'attività di manutenzione del Condotto Serraro da parte del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, dovrà essere lasciata libera da ostacoli una fascia laterale al Condotto stesso della larghezza minima di 5,00 metri;

3. deve essere garantito il rispetto della Distanza di Prima Approssimazione (DPA) dagli elettrodotti;

4. dovranno essere rispettate le condizioni e prescrizioni contenute nell'Autorizzazione Integrata Ambientale n. DET-AMB-2017-3769 del 17/7/2017, allegata al Provvedimento conclusivo di VIA;

5. il gestore dovrà inviare ad ARPAE (SAC e ST) e Unione Terre e Fiumi, prima dell'inizio dei lavori, un crono-programma dettagliato delle fasi realizzative dell'intervento;

6. l’attività produttiva dovrà essere condotta con modalità e mezzi tecnici tali da evitare inconvenienti ambientali, igienico sanitari, danni o nocumento alcuno per l’ambiente e la popolazione;

7. gli impianti e le strutture dovranno essere regolarmente sottoposti a manutenzione e conservati in perfetta efficienza, secondo le eventuali prescrizioni degli organi di controllo, al fine di garantire la sicurezza per il personale addetto e la popolazione residente;

8. eventuali modifiche alla configurazione d'impianto così come valutata e approvata, anche a seguito dell'espressione di ulteriori pareri non ricompresi in questa procedura di Valutazione Impatto Ambientale (ad esempio, Vigili del Fuoco), dovranno essere oggetto di comunicazione da parte del Gestore, tesa alla verifica della necessità di assoggettare tali modifiche a ulteriori procedure in materia di VIA e/o modifiche all'Autorizzazione Integrata Ambientale;

9. prima dell'inizio dell'attività di spandimento il Gestore dovrà presentare comunicazione di utilizzazione agronomica ai sensi del Regolamento 1/2016 della Regione Emilia-Romagna;

10. nel caso si rendesse necessaria la posa di una eventuale recinzione in parallelo al canale, quest'ultima potrà essere autorizzata solo ad una distanza minima di 6 metri dal ciglio del canale stesso;

11. si prescrive che vengano effettuate prove di funzionalità del sistema di allarme con frequenza almeno settimanale e che siano presenti in allevamento una procedura scritta che ne individui le modalità di effettuazione e la persona responsabile nonché una registrazione (cartacea o informatizzata) dei controlli effettuati;

12. prima dell'avvio dell'attività, dovrà essere effettuata una valutazione tecnica di calcolo sulla portata del ponte di attraversamento del canale Pioppo in Via Rossetta, sito al confine tra il comune di Formignana ed il comune di Tresigallo, al momento con una limitazione di carico di 10 t, al fine di verificare la capacità di carico rispetto al traffico indotto dall'attività in oggetto; in funzione dell'esito di tale perizia tecnica, se necessario la Ditta dovrà provvedere all'adeguamento strutturale del ponte per non comprometterne la staticità. La Ditta dovrà inoltre provvedere ad adeguare la segnaletica orizzontale sulla via Rossetta nel tratto che va dall'allevamento all'incrocio con la zona Sipro;

13. prevedere l'infittimento della cortina verde presente sul lato nord-ovest, in funzione della direzione principale dei venti verso gli abitati di Brazzolo e Formignana;

14. in fase di esercizio dovranno essere rispettati i valori di qualità previsti dalla classificazione acustica comunale vigente sia presso l'impianto sia presso i ricettori individuati;

15. le acque meteoriche provenienti dai pluviali e piazzali di pertinenza dell’area produttiva, non devono venire a contatto con materiale che può rilasciare sostanze pericolose e/o persistenti nell’ambiente (lavorazioni/operazioni “sporcanti”, stoccaggio rifiuti, etc.) prima del loro conferimento in corpi idrici superficiali;

b) di dare atto che la SAC Ferrara di ARPAE ha rilasciato Autorizzazione Integrata Ambientale relativa al progetto presentato dalla Soc. Agr. San Paolo srl, con Atto a firma del Responsabile SAC Ferrara, n.DET-AMB-2016-3769 del 17/7/2017; tale provvedimento costituisce l’Allegato 2 alla presente delibera e ne è parte sostanziale e integrante; 

c) di dare atto che l'Unione dei Comuni Terre e Fiumi ha espresso parere in merito alla conformità urbanistica e edilizia con nota assunta da ARPAE al n. PGFE/2017/7939 del 10/7/2017, acquisito agli atti dall’ARPAE SAC di Ferrara, ha partecipato alla Conferenza dei Servizi conclusiva del 26/7/2017 e ha firmato il Rapporto Ambientale che costituisce l’Allegato 1 della presente delibera; 

d) di dare atto che il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara ha partecipato alla Conferenza di Servizi in quanto ha rilasciato un parere idraulico con nota prot. 6070 del 7/4/2017 assunta da ARPAE al n. PGFE/2017/4129 del 11/4/2017, nota prot. 9642 del 16/6/2017 assunta da ARPAE al n. PGEF/2017/7064 del 19/6/2017, nota prot. 10469 del 4/7/2017 assunta da ARPAE al n. PGFE/2017/7813 del 5/7/2017, acquisite agli atti dall’ARPAE SAC di Ferrara, in relazione agli scarichi delle acque meteoriche nel Condotto Serraro così come previsto dal Regio Decreto n. 368 del 8/5/1904 e ha firmato il Rapporto Ambientale che costituisce l’Allegato 1 della presente delibera; 

e) il Servizio Veterinario AUSL di Ferrara ha espresso parere con nota assunta da ARPAE al n. PGFE/2017/8230 del 17/7/2017; AUSL di Ferrara non ha partecipato alla riunione conclusiva della Conferenza di Servizi in data 26/7/2017, e non ha firmato il Rapporto di Impatto Ambientale che costituisce l’Allegato 1 della presente delibera; 

f) di dare atto che il Comune di Jolanda di Savoia ha espresso parere con nota assunta da ARPAE al n. PGFE/2017/7441 del 26/6/2017, acquisito agli atti dall’ARPAE SAC di Ferrara, ha partecipato alla Conferenza dei Servizi conclusiva del 26/7/2017 e ha firmato il Rapporto Ambientale che costituisce l’Allegato 1 della presente delibera; 

g) la Provincia di Ferrara non ha partecipato alla riunione conclusiva della Conferenza di Servizi in data 26/7/2017, e non ha firmato il Rapporto di Impatto Ambientale che costituisce l’Allegato 1 della presente delibera; 

h) di dare atto che sono state acquisite le valutazioni del Comando Provinciale Vigili del Fuoco di cui alla nota prot. 3598 del 3/4/2017 assunta a PGFE/2017/3780 del 4/4/2017, in base alla quale viene richiesto di ottemperare, prima dell'esercizio dell'impianto, agli adempimenti dettati dal D.P.R. 151/2011, in virtù della presenza di un gruppo elettrogeno di potenzialità di 160 kw appartenente alla categoria A (attività 49) rispetto all'allegato I del D.P.R. 151/2011; tale parere è acquisito agli atti dall’ARPAE SAC di Ferrara; 

i) di dare atto che i contenuti dei pareri pervenuti sono stati condivisi in sede di Conferenza di Servizi finale; 

j) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 900,00, ai sensi dell’articolo 28 della L.R. 9/1999 e della D.G.R. 1238/2002, importo correttamente versato con bonifico effettuati a favore di ARPAE Emilia-Romagna nella giornata del 20/12/2016; 

k) di trasmettere, ai sensi dell’art. 16, comma 4, della LR 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, copia della presente deliberazione al SUAP dell'Unione dei Comuni Terre e Fiumi, al fine dell'invio al proponente, Soc. Agr. ZARATTINI STEFANO srl della presente deliberazione, e relativi allegati con particolare riferimento all'Autorizzazione Integrata Ambientale, Allegato 2; per l'atto citato il SUAP dovrà provvedere alla verifica dell'assolvimento dell'imposta di bollo da parte del proponente; 

l) di trasmettere, ai sensi dell’art. 16, comma 4, della LR 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, per opportuna conoscenza e per gli adempimenti di rispettiva competenza, copia della presente deliberazione della Regione Emilia-Romagna a: ARPAE (SAC e Sezione Provinciale), Provincia di Ferrara, Unione dei Comuni Terre e Fiumi, Comune di Jolanda di Savoia, Comune di Formignana, Comune di Tresigallo, AUSL Ferrara Dip. Sanità Pubblica, AUSL Ferrara Servizio Veterinario, Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, Comando provinciale Ferrara Vigili del Fuoco; 

m) di stabilire, ai sensi dell’art. 17, comma 10, della L.R. n.9/99, che il progetto dovrà essere realizzato entro 5 anni dalla pubblicazione del provvedimento di Valutazione di Impatto Ambientale; trascorso tale periodo, salvo proroga concessa, su istanza del proponente, dalla Regione Emilia – Romagna, la presente procedura di VIA deve essere reiterata; 

n) di pubblicare per estratto nel Bollettino Ufficiale e sul sito web della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 16, comma 3, della LR 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, il presente partito di deliberazione; 

o) di pubblicare integralmente sul sito web della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 20, comma 7 del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal D.Lgs. 16 gennaio 2008, n. 4, il presente provvedimento di valutazione di impatto ambientale.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it