E-R | BUR

n.15 del 15.01.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Rettifiche all’ordinanza n. 37 del 21 marzo 2013 “Assegnazione delle risorse provenienti dalle donazioni: da SMS, dal Concerto di Campovolo, dal Concerto di Bologna, dal Conto Corrente regionale, per la realizzazione di interventi di recupero o per la ricostruzione di beni pubblici danneggiati dagli eventi sismici dei maggio 2012”

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

ai sensi dell’art. 1 comma 2 del D.L. n. 74/2012

convertito con modificazioni dalla Legge n. 122/2012

Viste

- le deliberazioni del Consiglio dei Ministri del 22 e 30 maggio 2012 che hanno dichiarato per i territori delle Province di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo lo stato di emergenza, poi prorogato fino al 31 maggio 2013 dall’articolo 1, comma 3, del D.L 6 giugno 2012 n. 74 convertito con modificazioni con Legge 122/2012;

- il Decreto del Ministero dell'Economia del 1/6/2012 “Sospensione, ai sensi dell'articolo 9, comma 2, della legge 27 luglio 2000, n. 212, dei termini per l'adempimento degli obblighi tributari a favore dei contribuenti colpiti dal sisma del 20 maggio 2012, verificatosi nelle province di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo”

- il comma 5 del citato art. 1 del D.l 6 giugno 2012 n. 74 convertito, con modificazioni, dalla legge 122/2012, il quale prevede che il Presidente della Regione possa “avvalersi per gli interventi dei sindaci dei comuni e dei presidenti delle province interessati dal sisma, adottando idonee modalità di coordinamento e programmazione degli interventi stessi”;

- il comma 5 bis dell’articolo 1 del D.L. 6 giugno 2012 n. 74, convertito, con modificazioni, dalla legge 1 agosto 2012 n. 122, introdotto dall’articolo 11 comma 1, lettera a) del D.L. del 10 ottobre 2012 n. 174, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 213 del 7 dicembre 2012, che prevede “I Presidenti delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto, in qualità di Commissari Delegati, possono delegare le funzioni attribuite con il presente decreto ai Sindaci dei Comuni ed ai Presidenti delle Province nel cui rispettivo territorio sono da effettuarsi gli interventi oggetto della presente normativa. Nell’atto di delega devono essere richiamate le specifiche normative statali e regionali cui, i sensi delle vigenti norme, è possibile derogare e gli eventuali limiti al potere di deroga”;

- il D.L. n. 74/2012 “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”, convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 122 del 1° agosto 2012, con il quale lo stato di emergenza dichiarato con le richiamate delibere del Consiglio dei Ministri del 22 e del 30 maggio 2012 è stato prorogato fino al 31 maggio 2013 e i Presidenti delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto sono stati nominati Commissari delegati per la ricostruzione, l’assistenza alle popolazioni e la ripresa economica nei territori colpiti, a favore dei quali è stata, peraltro, autorizzata l’apertura di apposite contabilità speciali su cui assegnare le risorse provenienti dal predetto Fondo;

- la precedente ordinanza commissariale n. 37 del 21 marzo 2013 “Assegnazione delle risorse provenienti dalle donazioni: da SMS, dal Concerto di Campovolo, dal concerto di Bologna, dal Conto Corrente regionale, per la realizzazione di interventi di recupero o per la ricostruzione di beni pubblici danneggiati dagli eventi sismici dei maggio 2012”

Considerato

- che a seguito di una attenta e approfondita ricognizione sono stati indicate o rettificate le priorità di intervento, da parte dei Comuni assegnatari delle risorse provenienti dalle erogazioni liberali;

- che nell’ambito delle priorità d’intervento indicate dai Comuni dell’area del sisma la Regione Emilia-Romagna ha ritenuto opportuno selezionare quelle maggiormente rilevanti, e rispondenti alle finalità indicate da molti donatori;

- che tale selezione è stata effettuata secondo principi di equa e trasparente ripartizione delle risorse sulla base del livello di danneggiamento del patrimonio pubblico dei comuni interessati dagli eventi sismici;

- che alcuni progetti selezionati trovano copertura totale con le risorse provenienti dalle erogazioni liberali, altri progetti copertura parziale, e per questi ultimi la copertura finanziaria sarà assicurata attraverso i risarcimenti assicurativi, altre fonti di finanziamento o altre donazioni e laddove tali risorse non dovessero risultare sufficienti ad assicurare il finanziamento dell’opera saranno altresì collocati in priorità nel Piano delle Opere Pubbliche e nel Piano dei Beni Culturali, recentemente approvati;

- che il quadro complessivo del fabbisogno finanziario emerso corrisponde alle disponibilità sulla contabilità speciale intestata al Commissario delegato Presidente della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’articolo 2 comma 6;

- che l’Agenzia regionale della protezione civile della Regione Emilia-Romagna è stata individuata, ai sensi della propria ordinanza n. 17/2012 quale struttura a supporto dell’azione del Commissario delegato ed ai sensi della propria ordinanza n. 24/2012, come parzialmente rettificata e modificata con ordinanza n. 32/2012, quale struttura preposta all’assegnazione e liquidazione delle risorse in parola a valere sulle somme rivenienti dal Fondo di cui all’art. 2 del D.L. n. 74/2012 convertito, con modificazioni, dalla L. n. 122/2012 ed assegnate pro-quota alla contabilità speciale intestata allo scrivente; 

Preso atto

che sono pervenute delle richieste di rettifiche, specificazioni e modifiche da parte dei seguenti soggetti:

  • il Comune di Brescello che chiede che la somma di 300.000,00 Euro di cui beneficia a valere sui proventi degli SMS solidali ed attribuita al ripristino della Chiesa di Santa Maria Nascente e S. Genesio del capoluogo e all’Oratorio Bacchi Mellini di Lentigione, erroneamente interamente attribuita alla Parrocchia di Brescello, sia per 100.000,00 Euro assegnata al Comune di Brescello, in qualità di soggetto attuatore, per il recupero dell’Oratorio Bacchi Mellini di Lentigione, e per 200.000,00 Euro assegnata alla Parrocchia di Brescello in qualità di soggetto attuatore per il recupero della Chiesa di Santa Maria Nascente e S. Genesio del capoluogo;
  • il Comune di Baricella che chiede che le risorse pari a 110.000,00 Euro provenienti dalle erogazioni sul Conto corrente regionale assegnate per la ricostruzione degli edifici ex scuola di San Gabriele e ex scuola di Boschi a valere sui fondi donati sul conto corrente regionale siano destinati interamente alla ex scuola di San Gabriele;
  • il Comune di San Giovanni in Persiceto che intende destinare le somme a propria disposizione pari a 350.000,00 Euro, provenienti dall’incasso degli SMS solidali sia all’intervento previsto ed esplicitato nell’ordinanza n. 37/2013, ovvero il centro civico di San Matteo della Decima per 105.000,00 Euro, sia ai locali comunali che ospitano il Centro Diurno semiresidenziale per disabili “Maieutica” per 245.000,00 Euro;
  • il Comune di Milano, che ha raccolto donazioni per 45.547,00 Euro per il tramite della Fondazione Italia-Cina che, in occasione del Charity Dinner del 15 giugno 2012 aveva invitato i propri associati a contribuire alla raccolta dei fondi attraverso il conto corrente aperto ad hoc dal Comune di Milano, in luogo dei 65.000,00 Euro precedentemente indicati in ordinanza, che segnala che nell’ordinanza è stato erroneamente indicato che tali fondi concorrano al finanziamento della realizzazione della sede della cooperativa onlus Campi d’arte, di San Pietro in Casale, mentre ha inteso espressamente destinare la somma per concorrere alla ricostruzione delle scuole di Mirandola, intervento per il quale l’ordinanza n. 37/2013 ha previsto di destinare complessivamente 850.000,00 Euro, a copertura parziale degli interventi;
  • il Comune di Correggio, destinatario di risorse provenienti dall’incasso degli SMS solidali, segnatamente di 300.000,00 Euro per la riparazione della sede municipale e 120.000,00 Euro per la riparazione della Torre civica, che chiede che le risorse originariamente destinate alla riparazione della sede municipale, in considerazione dello stanziamento con apposita ordinanza n. 38/2012 di 380.000,00 Euro per la riparazione della suddetta sede municipale, vengano destinate per intero, ovvero per 300.000,00 Euro, alla copertura parziale dei costi per la riparazione e miglioramento sismico del Convitto Nazionale Rinaldo Corso;
  • il Comune di Bomporto, destinatario di risorse provenienti dall’incasso degli SMS solidali, segnatamente di 500.000,00 Euro per il recupero della scuola primaria Sorelle Luppi, chiede che queste risorse vengano destinate alla realizzazione della nuova scuola primaria di Solara e che 150.000,00 Euro provenienti dalle erogazioni sul Conto corrente regionale siano destinati alla ricostruzione dell’impianto sportivo comunale di Solara, poiché sull'attuale campo è stata localizzata la nuova scuola primaria di Solara, nonchè la palestra che sarà realizzata dalla Regione Emilia-Romagna OdC n 41/2013, in funzione all'OdC n.20/2013);
  • il Comune di Nonantola, destinatario di risorse provenienti dall’incasso degli SMS solidali, segnatamente di 500.000,00 Euro per il recupero dell’abbazia di San Silvestro, che specifica che quale soggetto attuatore venga individuata l’Arcidiocesi di Modena - Nonantola in luogo della Parrocchia;
  • il comune di Novi di Modena, destinatario di 1.250.000,00 Euro provenienti dall’incasso degli SMS solidali per la nuova scuola elementare di Rovereto, che chiede che l’intera somma venga destinata alla realizzazione della Casa Protetta R. Rossi per la realizzazione di un nuovo stabile da adibire a Centro Diurno per anziani, Assistenza Domiciliare ed appartamenti con servizi rivolti alla popolazione fragile del territorio e che il soggetto attuatore venga individuato nella ASP Terre d’Argine;
  • il Comune di Ravarino, destinatario di risorse provenienti dall’incasso degli SMS solidali, segnatamente di 200.000,00 Euro per il recupero del Santuario della Beata Vergine delle grazie di Stuffione, che chiede che quale soggetto attuatore possa venire individuata l’Arcidiocesi di Modena - Nonantola in luogo della Parrocchia,;
  • il Comune di Crevalcore, destinatario di risorse provenienti dall’incasso del concerto di Campovolo, segnatamente di 1.000.000,00 Euro per la scuola Media Marco Polo, sulla scorta dei nuovi fabbisogni economici determinati, che chiede venga destinato per 332.978,44 Euro alla suddetta scuola Media Marco Polo, per 447.144,65 Euro alla Scuola elementare G. Lodi e per 219.876,91 Euro al nuovo plesso scolastico Materna - Elementare di Palata Pepoli;
  • il Comune di Castelfranco Emilia, destinatario di 300.000,000 Euro provenienti dalle erogazioni liberali per la palestra scolastica di Manzolino che chiede siano destinati anche alla ricostruzione della scuola Primaria di Manzolino alla quale la palestra è annessa;
  • il Comune di Mirandola, destinatario di 850.000,00 Euro provenienti dalle erogazioni sul Conto Corrente regionale assegnati per la ricostruzione di scuole frazionali, vengano destinate per 50.000,00 Euro per la ricostruzione della scuola elementare De Amicis di Quarantoli, 200.000,00 Euro per la ricostruzione del campo da calcio di via Toti utilizzato come campo emergenziale (tende) ed ora cantiere per la realizzazione della Palestra Temporanea (PST) e per 600.000 Euro per la Pista di pattinaggio a e campi bocce - stadio Lolli;
  • il Comune di Mirabello, destinatario di 350.000,000 Euro provenienti dalle erogazioni liberali per il cimitero e il magazzino comunale, che chiede vengano destinate per 54.827,99 Euro al magazzino comunale, poichè la restante somma di 73.437,14 Euro è oggetto di rimborso assicurativo per la copertura totale del costo di 128.000,00 Euro per il ripristino del danno subito, e 295.172,01 Euro venga destinati per la riparazione dell’area assoggettata a zona rossa durante le prime fasi del sisma e parzialmente ancora oggi chiusa e cioè Piazza Battaglini e Corso Italia;
  • il Comune di Fabbrico destinatario di 225.000,00 Euro provenienti dalle erogazioni sul Conto corrente regionale per la ricostruzione del Palazzetto dello Sport, l’Asilo nido e il teatro Pedrazzoli siano destinati interamente all’Asilo nido;

Preso atto inoltre:

- della opportunità di inserire nell’elenco dei progetti a cui destinare proventi della donazioni anche il progetto “Realizzazione della scuola media statale Dante Alighieri”, il cui soggetto attuatore è il Comune di San Prospero, per la per un importo di 800.000,00 Euro; 

- della opportunità di inserire nell’elenco dei progetti a cui destinare proventi della donazioni anche il progetto “Recupero del campo sportivo”, il cui soggetto attuatore è il Comune di Rolo, ove far confluire la donazione effettuata dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta per 27.012,00 Euro; 

- che il versamento di UNIPOL Gruppo Finanziario S.P.A. a favore del Comune di Finale Emilia per la realizzazione della Casa della salute è pari a 1.109.782,26 Euro a fronte di 1.100.000,00 Euro originariamente erroneamente indicato nella Ordinanza n. 37/2013 e che venga individuato come soggetto attuatore l’AUSL di Modena in luogo del Comune di Finale Emilia; 

- che il progetto di recupero dei danni nel Teatro Comunale di Ferrara, sostenuto con una donazione del maestro Abbado per 31.160,00 Euro è stato realizzato grazie al versamento diretto al Teatro e dunque non sono transitate suddette risorse nella contabilità speciale intestata al Commissario e che in considerazione di ciò si espunge tale intervento dall’elenco in allegato (codice 08796); 

- che il Commissario ha ritenuto opportuno assegnare a diversa destinazione la donazione di Carrefour, che in questa sede si rettifica essere di 1.503.020,00 Euro contro i 1.473.000,00 originariamente conteggiati, piuttosto che a favore del Comune di Camposanto per la ricostruzione della scuola elementare in considerazione del protrarsi dei tempi per la realizzazione di suddetta opera, a favore del Comune di San Felice sul Panaro per la ricostruzione del centro sportivo e la ricostruzione delle scuole medie Pascoli in quanto trattasi di opere già cantierate o in corso di ultimazione; 

- specificatamente la donazione di Carrefour è destinata per 1.300.000,00 Euro alla ricostruzione del centro sportivo e per 203.020,00 Euro alla ricostruzione delle scuole medie Pascoli; 

- il Commissario ha ritenuto conseguentemente opportuno ri-destinare 450.000,00 Euro di risorse provenienti dal Conto corrente regionale in luogo del Comune di San Felice sul Panaro al Comune di Camposanto per la ricostruzione della scuola elementare statale Giannone; 

- Ritenuto, in considerazione di ciò, di chiedere al Comitato dei Garanti per la gestione dei proventi degli sms solidali, istituito con decreto di rep. 2473/2013 la approvazione di apposita modifica, consistente nella ri-assegnazione di 1.000.000,00 di Euro originariamente destinati alla realizzazione del centro sportivo di San Felice sul Panaro, quanto a 200.000,00 Euro al Comune di Camposanto per la ricostruzione della scuola elementare statale Giannone, e quanto a 800.000,00 Euro alla ricostruzione della scuola media statale Dante Alighieri del comune di San Prospero, in modo da riequilibrare le assegnazioni a prescindere dalle fonti di provenienza; 

Preso atto:

- delle erogazioni liberali provenienti dal numero 45500 con gli SMS “cosiddetti solidali”, dal concerto di Campovolo, dal concerto del 25 giugno 2012 di Bologna, dalle erogazioni liberali a favore delle popolazioni terremotate, accertate sulla contabilità speciale intestata al Commissario delegato Presidente della Regione Emilia-Romagna;

- che le erogazioni liberali ricevute pari a 30.963.309,58 Euro provengono:

  • 14.371.436,60 Euro dal numero 45500 con gli SMS solidali, di cui riscossi 4.311.450,93 Euro,
  • 4.305.058,77 Euro dal concerto di Campovolo, di cui riscossi 4.208.000,00 Euro,
  • 12.286.814,21 Euro da erogazioni liberali a favore delle popolazioni terremotate e nel quale sono confluiti 1.172.590,10 Euro raccolti con il concerto di Bologna, di cui 6.183.172,56 Euro a destinazione vincolata i cui progetti sono specificati nel Nuovo Allegato 1, colonna “destinaz vincolata”;

- della necessità di prevedere in tempi celeri alla loro destinazione per il finanziamento di progetti di recupero o di ricostruzione di beni pubblici danneggiati dagli eventi sismici del maggio 2012;

- che il quadro complessivo del fabbisogno finanziario emerso, pari a 32.141.992,56 Euro per la realizzazione parziale o totale dei progetti selezionati anche alla luce delle sopraindicate modifiche, trova copertura a valere sulle risorse provenienti dalle erogazioni liberali per 30.963.309,58 Euro e a valere, per 1.179.881,24 Euro sulle risorse del fondo per la ricostruzione di cui al D.L. n. 74/2012, come convertito, con modificazioni, dalla legge n. 122/2012; 

Ritenuto

- sia fondamentale dare piena informazione circa l’impiego delle risorse che la Regione Emilia-Romagna ha ricevuto come erogazioni liberali, continuando nell’opera di comunicazione e informazione attraverso un sistema trasparente quale il sito “Open ricostruzione”, realizzato a questo scopo, anche per dare conto dell’avanzamento delle opere e delle spese;

- sia necessario indicare destinazioni ed utilizzi chiari, in accordo con i Comuni chiamati a definire le loro priorità, per progetti di recupero e ripristino relativi a scuole, beni pubblici, beni culturali e artistici, strutture sociali e sanitarie;

- sia fondamentale realizzare un’operazione fondata sulla cultura della trasparenza, su cui si gioca buona parte del futuro del rapporto di fiducia tra amministrazione pubblica e cittadini;

- sia necessario garantire la trasparenza e la tracciabilità delle risorse provenienti da erogazioni liberali;

- sia fondamentale recepire le indicazioni pervenute da parte di alcuni Comuni, anche in virtù del modificato quadro di norme e finanziamenti a favore della ricostruzione di alcune tipologie di edifici pubblici;

Visto l’allegato 1 all’ordinanza n. 37/2013, sostituito con il “Nuovo Allegato 1” contenente l’elenco aggiornato dei 73 progetti finanziati con le erogazioni liberali, i Comuni destinatari e i soggetti attuatori;

Informato il Comitato istituzionale e di indirizzo per la ricostruzione, l’assistenza alle popolazioni colpite dal sisma, la piena ripresa delle attività economiche e il ripristino dei servizi pubblici essenziali, istituito dall’ordinanza 1 dell’8 giugno 2012, in numerose sedute;

Visto l’art. 27 comma 1, della L. 24 novembre 2000, n. 340 e successive modifiche ed integrazioni ai sensi del quale i provvedimenti commissariali divengono efficaci decorso il termine di 7 giorni per l’esercizio del controllo preventivo di legittimità da parte della Corte dei Conti;

Informato il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile ed il Comitato dei Garanti circa le modifiche all’utilizzo dei proventi da SMS solidali che nelle riunioni del 19 e del 24 luglio 2013 hanno condiviso le modifiche ed espresso parere favorevole;

Informato altresì il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile che sono pervenute successivamente alle riunioni svolte le richieste di modifica del soggetto attuatore da parte del Comune di Ravarino e del Comune di Novi di Modena e ricevuto parere favorevole in data 14 novembre 2013; 

Tutto ciò premesso

DISPONE

Per le ragioni espresse in parte narrativa e che qui si intendono integralmente richiamate:

1. di approvare il “Nuovo Allegato 1”, contenente l’elenco aggiornato dei 73 progetti finanziati con le erogazioni liberali, i Comuni destinatari e i soggetti attuatori:

  • il Comune di Brescello che chiede che la somma di 300.000,00 Euro di cui beneficia a valere sui proventi degli SMS solidali ed attribuita al ripristino della Chiesa di Santa Maria Nascente e S. Genesio del capoluogo e all’Oratorio Bacchi Mellini di Lentigione, erroneamente interamente attribuita alla Parrocchia di Brescello, sia per 100.000,00 Euro assegnata al Comune di Brescello, in qualità di soggetto attuatore, per il recupero dell’Oratorio Bacchi Mellini di Lentigione, e per 200.000,00 Euro assegnata alla Parrocchia di Brescello in qualità di soggetto attuatore per il recupero della Chiesa di Santa Maria Nascente e S. Genesio del capoluogo;
  • il Comune di Baricella che chiede che le risorse pari a 110.000,00 Euro provenienti dalle erogazioni sul Conto corrente regionale assegnate per la ricostruzione degli edifici ex scuola di San Gabriele e ex scuola di Boschi a valere sui fondi donati sul conto corrente regionale siano destinati interamente alla ex scuola di San Gabriele;
  • il Comune di San Giovanni in Persiceto che intende destinare le somme a propria disposizione pari a 350.000,00 Euro, provenienti dall’incasso degli SMS solidali sia all’intervento previsto ed esplicitato nell’ordinanza n. 37/2013, ovvero il centro civico di San Matteo della Decima per 105.000,00 Euro, sia ai locali comunali che ospitano il Centro Diurno semiresidenziale per disabili “Maieutica” per 245.000,00 Euro;
  • il Comune di Milano, che ha raccolto donazioni per 45.547,00 Euro per il tramite della Fondazione Italia-Cina che, in occasione del Charity Dinner del 15 giugno 2012 aveva invitato i propri associati a contribuire alla raccolta dei fondi attraverso il conto corrente aperto ad hoc dal Comune di Milano, in luogo dei 65.000,00 Euro precedentemente indicati in ordinanza, segnala che nell’ordinanza è stato erroneamente indicato che tali fondi concorrano al finanziamento della realizzazione della sede della cooperativa onlus Campi d’arte, di San Pietro in Casale, mentre ha inteso espressamente destinare la somma per concorrere alla ricostruzione delle scuole di Mirandola, intervento per il quale l’ordinanza n. 37/2013 ha previsto di destinare complessivamente 850.000,00 Euro, a copertura parziale degli interventi;
  • il Comune di Correggio, destinatario di risorse provenienti dall’incasso degli SMS solidali, segnatamente di 300.000,00 Euro per la riparazione della sede municipale e 120.000,00 Euro per la riparazione della Torre civica, che chiede che le risorse originariamente destinate alla riparazione della sede municipale, in considerazione dello stanziamento con apposita ordinanza n. 38/2012 di 380.000,00 Euro per la riparazione della suddetta sede municipale, vengano destinate per intero, ovvero per 300.000,00 Euro, alla copertura parziale dei costi per la riparazione e miglioramento sismico del Convitto Nazionale Rinaldo Corso;
  • il Comune di Bomporto, destinatario di risorse provenienti dall’incasso degli SMS solidali, segnatamente di 500.000,00 Euro per il recupero della scuola primaria Sorelle Luppi, che chiede che queste risorse vengano destinate alla realizzazione della nuova scuola primaria di Solara e che 150.000,00 Euro provenienti dalle erogazioni sul Conto corrente regionale siano destinati alla ricostruzione dell’impianto sportivo comunale di Solara, poiché sull'attuale campo è stata localizzata la nuova scuola primaria di Solara, nonchè la palestra che sarà realizzata dalla Regione Emilia-Romagna OdC n 41/2013, in funzione all'OdC n.20/2013).
  • il Comune di Nonantola, destinatario di risorse provenienti dall’incasso degli SMS solidali, segnatamente di 500.000,00 Euro per il recupero dell’abbazia di San Silvestro, che specifica che quale soggetto attuatore venga individuata l’Arcidiocesi di Modena - Nonantola in luogo della Parrocchia;
  • il comune di Novi di Modena, destinatario di 1.250.000,00 Euro provenienti dall’incasso degli SMS solidali per la nuova scuola elementare di Rovereto, che chiede che l’intera somma venga destinata alla realizzazione della Casa Protetta R. Rossi per la realizzazione di un nuovo stabile da adibire a Centro Diurno per anziani, Assistenza Domiciliare ed appartamenti con servizi rivolti alla popolazione “fragile” del territorio, e che quale soggetto attuatore in sostituzione del Comune di Novi di Modena sia individuata la ASP Terre d’Argine;
  • che a favore del Comune di Finale Emilia per la realizzazione della Casa della salute il versamento su conto corrente regionale di UNIPOL Gruppo Finanziario S.P.A. effettuato in data 18/03/2013 a favore del Comune è pari a 1.109.782,26 Euro a fronte di 1.000.000,00 Euro originariamente indicato nella ordinanza 37/2013 e conseguentemente risulta incrementato di 108.584,00 Euro e che venga individuato come soggetto attuatore l’AUSL di Modena in luogo del Comune di Finale Emilia;
  • il Comune di Ravarino, destinatario di risorse provenienti dall’incasso degli SMS solidali, segnatamente di 200.000,00 Euro per il recupero del Santuario della Beata Vergine delle grazie di Stuffione, che chiede che venga individuato quale soggetto attuatore l’Arcidiocesi di Modena - Nonantola in luogo della Parrocchia;
  • il Comune di Crevalcore, destinatario di risorse provenienti dall’incasso del concerto di Campovolo, segnatamente di 1.000.000,00 Euro destinati alla scuola Media Marco Polo, sulla scorta dei nuovi fabbisogni economici determinati, che chiede siano destinati per 332.978,44 Euro alla suddetta scuola Media Marco Polo, per 447.144,65 Euro alla Scuola elementare G. Lodi e per 219.876,91 Euro al nuovo plesso scolastico Materna - Elementare di Palata Pepoli;
  • il Comune di Castelfranco Emilia, destinatario di 300.000,00 Euro provenienti dalle erogazioni liberali per la palestra scolastica di Manzolino che chiede siano destinati anche alla ricostruzione della scuola Primaria di Manzolino alla quale la palestra è annessa;
  • il Comune di Mirandola, destinatario di 850.000,00 Euro provenienti dalle erogazioni sul Conto Corrente regionale per la ricostruzione di scuole frazionali, che chiede che vengano destinati per 50.000,00 Euro per la ricostruzione della scuola elementare De Amicis di Quarantoli, 200.000,00 Euro per la ricostruzione del campo da calcio di via Toti utilizzato come campo emergenziale (tende) ed ora cantiere per la realizzazione della Palestra Temporanea (PST) e per 600.000,00 Euro per la pista di pattinaggio a e campi bocce - stadio Lolli;
  • il Comune di Mirabello, destinatario di 350.000,000 Euro provenienti dalle erogazioni liberali per il cimitero e il magazzino comunale, che chiede vengano destinati per 54.827,99 Euro al magazzino comunale, poiché la restante somma di 73.437,14 Euro è oggetto di rimborso assicurativo per la copertura totale del costo di 128.000,00 Euro per il ripristino del danno subito, e 295.172,01 Euro venga destinati per la riparazione dell’area assoggettata a zona rossa durante le prime fasi del sisma e parzialmente ancora oggi chiusa e cioè Piazza Battaglini e Corso Italia;
  • il Comune di Fabbrico destinatario di 225.000,00 Euro provenienti dalle erogazioni sul Conto corrente regionale assegnati per la ricostruzione del Palazzetto dello Sport, l’Asilo nido e il teatro Pedrazzoli che chiede vengano interamente destinati all’Asilo nido; 

2. Di inserire nell’elenco dei progetti finanziati dalle donazioni la “Realizzazione della scuola media statale Dante Alighieri”, il cui soggetto attuatore è il Comune di San Prospero, per un importo di 800.000,00 Euro;

3. Di inserire nell’elenco dei progetti finanziati dalle donazioni il “Recupero del campo sportivo”, il cui soggetto attuatore è il Comune di Rolo, ove far confluire la donazione effettuata dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta per 27.012,00 Euro;

4. di ri-destinare la donazione di Carrefour, che in questa sede si rettifica essere di 1.503.020,00 Euro contro i 1.473.000,00 originariamente conteggiati, piuttosto che a favore del Comune di Camposanto per la ricostruzione della scuola elementare in considerazione del protrarsi dei tempi per la realizzazione di suddetta opera, a favore del Comune di San Felice sul Panaro per la ricostruzione del centro sportivo e la ricostruzione delle scuole medie Pascoli in quanto trattasi di opere già cantierate o in corso di ultimazione e specificatamente, per quanto attiene a 1.300.000,00 Euro, da destinare alla ricostruzione del centro sportivo e per 203.020,00 Euro alla ricostruzione delle scuole medie Pascoli; 

5. di destinare 450.000,00 Euro di risorse provenienti dal Conto corrente regionale al Comune di Camposanto per la ricostruzione della scuola elementare statale Giannone;

6. di approvare, nelle more dell’espressione del Comitato dei Garanti per la gestione dei proventi degli sms solidali, istituito con decreto di rep. 2473/2013, la ri-assegnazione di 1.000.000,00 di Euro originariamente destinati alla realizzazione del centro sportivo di San Felice sul Panaro, quanto a 200.000,00 Euro al Comune di Camposanto per la ricostruzione della scuola elementare statale Giannone, e quanto a 800.000,00 Euro alla ricostruzione della scuola media statale Dante Alighieri del comune di San Prospero, in modo da riequilibrare le assegnazioni a prescindere dalle fonti di provenienza;

7. venga apposta, alla conclusione degli interventi cofinanziati grazie alle erogazioni liberali ed inseriti della presente Ordinanza, apposita Targa di riconoscimento sugli edifici e le opere in modo da rendere ampiamente riconoscibile il contributo della solidarietà al processo di ricostruzione;

8. di approvare il “Nuovo Allegato 1”, parte integrante della presente ordinanza, nel quale sono evidenziate in grassetto le modifiche ed inserimenti apportati;

9. di destinare, a copertura dei progetti selezionati, 30.963.309,58 Euro provenienti dalle erogazioni liberali ricevute e 1.179.881,24 Euro provenienti dal fondo per la ricostruzione di cui al D.L. n. 74/2012, come convertito, con modificazioni, dalla legge n. 122/2012;

10. di intendere invariato il resto del dispositivo dell’ordinanza n. 37/2013;

La presente ordinanza è pubblicata nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Bologna, 14 gennaio 2014

Il Commissario Delegato 

Vasco Errani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it