E-R | BUR

n.408 del 27.12.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento relativo alla procedura di verifica di assoggettabilità a VIA (screening) relativa al Progetto “Approfondimento del bacino di cava di sabbia nel Comune di Ostellato frazione S. Giovanni – SP 1”, presentato dalla ditta Cantoniera Cavallara srl (Determina Dirigenziale n.579 del 10.12.2018)

Il Dirigente firmatario (omissis) determina:

a) di fare propria la Relazione Istruttoria che costituisce l’ALLEGATO 1 della presente determina dirigenziale e ne è parte integrante e sostanziale, nella quale è stato dichiarato che sono stati applicati i criteri indicati nell’Allegato V alla Parte Seconda del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. per la decisione di non assoggettabilità a VIA a condizione vengano rispettate le seguenti prescrizioni di seguito riportate:

1. In fase di richiesta di Autorizzazione dovrà essere specificato l’ “uso” di progetto dell’edificio esistente in quanto, nella relazione tecnica si indica uso “ristorante” al piano terra e “alloggio” al piano primo, mentre nell’elaborato grafico al piano terra è indicato il termine “locanda” (locanda: attività di affittacamere complementare all’esercizio di ristorazione). Il progetto dovrà essere conforme a quando indicato nella L. 13/89 e al relativo regolamento di attuazione, sia per la parte residenziale posta al piano primo che per l’ attività posta al piano terra; il progetto dovrà essere sottoposto al parere della CQAP, in quanto tutelato del RUE come edificio storico testimoniale (art. III.18-III.18bis) con categoria di tutela 2.2; i materiali di finitura dell’edificio dovranno essere conformi all’art. III.4 del RUE.

2. la Ditta mantenga in essere il monitoraggio fisico-chimico delle acque sotterranee e acque del lago di cava, ed inoltre il rispetto delle altre prescrizioni contenute negli atti autorizzativi vigenti.

3. venga mantenuta la continuazione dei sondaggi al fine di tenere monitorate, nel tempo, le possibili variazioni di salinità della falda all’interno dell’area. Relativamente al condotto demaniale, si consiglia di prevedere, all’interno dell’area di cava, un percorso alternativo che mantenga il collegamento idraulico tra la parte del fossato di monte e l’origine del condotto demaniale Cavallara.

4. riguardo il recupero finale dell’area, che tutte le alberature previste attorno al perimetro della cava siano impiantate entro un anno dal rilascio della nuova autorizzazione all’escavazione;

b) di escludere, ai sensi dell’art. 11, comma 1 della Legge Regionale 20 aprile 2018, n. 4 e dell’art. 19, comma 8, del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., il progetto denominato “Approfondimento del bacino di cava di sabbia nel Comune di Ostellato frazione San Giovanni – SP 1” dalla ulteriore procedura di V.I.A..

c) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 500,00 (cinquecento/00) ai sensi dell’articolo 31 della Legge Regionale 20/04/2018, n. 4, importo correttamente versato all’Unione dei Comuni Valli e Delizie all’avvio del procedimento;

d) di trasmettere copia della presente determina al proponente, all'AUSL di Ferrara, all'ARPAE Ferrara, al Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, all’Agenzia Regionale per la Sicurezza e la Protezione Civile – Servizio Area Reno e Po di Volano;

e) di pubblicare, per estratto, la presente determina dirigenziale nel BURERT e, integralmente, sul sito web dell’Unione dei Comuni Valli e Delizie;

f) di dare atto, infine, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it