E-R | BUR

n.219 del 19.07.2021 (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. n. 8/2017 - Approvazione di due avvisi pubblici per la concessione di contributi per eventi e progetti di promozione dell'attività motoria e sportiva realizzati sul territorio regionale

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Viste:

- la L.R. 31/5/2017, n. 8 "Norme per la promozione e lo sviluppo delle attività motorie e sportive", ed in particolare le seguenti disposizioni:

- l’art. 1, che, nel definire gli obiettivi della politica sportiva regionale, riconosce la funzione sociale della pratica motorio sportiva come strumento per la realizzazione del diritto alla salute e al benessere psico-fisico delle persone, il miglioramento di stili di vita, lo sviluppo delle relazioni e dell’inclusione sociale, la formazione dell’individuo, la promozione delle pari opportunità;

- l’art. 2, comma 1, che, tra le funzioni regionali in materia di sport prevede, alla lettera e), il sostegno di interventi diretti a diffondere l'attività motoria e sportiva come mezzo efficace di prevenzione, mantenimento e recupero della salute fisica e psichica;

- l’art. 5, comma 1, che, tra le misure concrete per l’attuazione delle finalità di cui all’art. 1, prevede la possibilità di concedere specifici contributi a favore dei soggetti indicati al successivo comma 2, a seguito di avviso pubblico con il quale sono definiti i soggetti ammissibili, gli interventi e le iniziative finanziabili, i criteri per l’attribuzione dei contributi, la rendicontazione delle spese sostenute e l’effettuazione dei relativi controlli;

- la deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 144 del 17/4/2018 con la quale, su proposta della Giunta regionale formulata con deliberazione n. 441 del 26/3/2018, in applicazione dell’art. 3 della L.R. n. 8/2017, è stato approvato il Piano triennale dello sport per il triennio 2018-2020 che ha definito le linee strategiche e gli obiettivi prioritari in materia di politiche sportive regionali la cui attuazione è rimessa ad atti successivi della Giunta regionale;

- il Punto 3 del dispositivo della sopracitata deliberazione assembleare n. 144/2018 che dispone che il “Piano triennale dello sport 2018-2020” resti valido fino all’approvazione da parte dell’Assemblea legislativa del Piano per il triennio successivo;

Visti:

- la delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, con la quale è stato dichiarato, per sei mesi, lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili, nonché i successivi decreti del Presidente del Consiglio dei ministri contenenti i provvedimenti urgenti per la gestione dell’emergenza;

- il Decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante «Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19»;

- il Decreto-legge 14 gennaio 2021, n. 2, recante “Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l'anno 2021”;

- il DPCM 14 gennaio 2021, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale”;

- il DPCM 2 marzo 2021,Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19», del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 23 febbraio 2021, n. 15, recante «Ulteriori disposizioni urgenti in materia di spostamenti sul territorio nazionale per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID-19»;

- il Decreto legge 1 aprile 2021, n. 44;

- il Decreto legge 22 aprile 2021, n. 52;

- il decreto legge 25 maggio 2021, n. 73;

- le delibere del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, del 29 luglio 29020, del 7 ottobre 2020, del 13 gennaio 2021 e del 21 aprile 2021, con le quali è stato dichiarato e prorogato lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

Ritenuto quindi:

- di dare attuazione a quanto previsto dal citato Piano Triennale dello Sport individuando per l’anno 2021, due linee di intervento per le quali prevedere lo stanziamento di specifici contributi procedendo, in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 5, comma 1, della L.R. n. 8/2017, mediante distinti avvisi pubblici finalizzati ad individuare i soggetti ammissibili, gli interventi e le iniziative finanziabili nonché i criteri per l’attribuzione dei contributi;

- di considerare, in particolare, l’Avviso A) quale strumento di sostegno finanziario alle categorie del settore sportivo particolarmente soggette a restrizioni in relazione all’emergenza Covid-19 prefiggendosi i seguenti obiettivi:

  • sostenere manifestazioni ed eventi sportivi anche in forma virtuale quando il protrarsi dell’emergenza Covid-19 non ne consenta la reale organizzazione;
  • favorire l’attività sportiva realizzata all’aperto per una cultura dello sport eco sostenibile e svolta con margini di sicurezza per la salute e la difesa dal virus Covid-19 più facilmente raggiungibili;
  • incentivare l’organizzazione di eventi sportivi in presenza, in ambito locale e con diffusione su tutto il territorio regionale per un ritorno graduale alla pratica motoria e sportiva, significativo e in tempi ravvicinati, di quell’ampia fascia di cittadinanza che la pandemia ha allontanato dallo sport e da un sano stile di vita;

- di sostenere economicamente, per l’anno 2021, le iniziative presentate sulle seguenti aree di intervento e destinate al raggiungimento di distinti e specifici obiettivi dettagliatamente descritti negli Avvisi allegati al presente atto:

1) eventi sportivi di valenza locale, regionale e sovraregionale realizzati nel territorio emiliano-romagnolo che abbiano come finalità l’incremento dell’attività motoria e sportiva quale strumento indispensabile per la tutela della salute e del benessere psicofisico per riavvicinare i cittadini allo sport, dopo mesi di distanziamento forzato;

2) progetti biennali di promozione della pratica motoria e sportiva in grado di favorire l’equilibrio psico-fisico delle persone, dai più giovani agli anziani, in virtù delle funzioni sociali, educative e formative di cui sono portatori; progetti in grado di coinvolgere soggetti svantaggiati o in condizioni di marginalità, che abbiano quale obiettivo l’inclusione sociale, il contrasto ad ogni forma di discriminazione, il rispetto delle pari opportunità;

Ritenuto quindi che sussistano le motivazioni per approvare i seguenti due Avvisi pubblici, allegati al presente provvedimento quali parti integranti e sostanziali, con i quali sono stabiliti i criteri e le modalità per la presentazione delle domande nonché i criteri e le procedure per la valutazione dei progetti;

- Avviso A) “L.R. 8/2017 – Avviso per la concessione di contributi per Eventi sportivi di valenza locale, regionale e sovraregionale realizzati in Emilia-Romagna – anno 2021”;

- Avviso B) “L.R. 8/2017 – Avviso per la concessione di contributi per la realizzazione di progetti biennali 2021-2022 finalizzati al miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale della persona attraverso l’attività motoria e sportiva”;

Richiamati:

- il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118, “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle Leggi Regionali 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4", per quanto applicabile;

- le LL.RR. n. 11, n. 12 e n. 13 del 29/12/2020;

- la propria deliberazione n. 2004/2020 “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2021-2023”;

- la propria deliberazione n. 1053/2021 “Utilizzo di quote di avanzo svincolate per interventi necessari ad attenuare la crisi del sistema economico derivante dagli effetti diretti e indiretti del virus COVID-19. Variazione di bilancio”;

Visti inoltre:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modificazioni ed integrazioni;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 recante “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii., ed in particolare l’art. 26, comma 1;

- la propria deliberazione n. 111 del 28/1/2021, avente ad oggetto “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023”;

Richiamate infine le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 468/2017, n. 2013/2020, n. 2018/2020 e n. 771/2021;

- n. 2416 del 29/12/2008, avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e succ. mod.;

Viste le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Richiamate:

- la determinazione dirigenziale n. 10285 del 30/5/2021 “Conferimento incarichi dirigenziali di Responsabili di Servizio e proroga degli incarichi dirigenziali ad interim;

- la determinazione dirigenziale n. 10310 del 31/5/2021 avente ad oggetto “Proroga al titolare della posizione dirigenziale Professional "Destinazioni turistiche e promo-commercializzazione, sviluppo e promozione dello sport" della delega di poteri provvedimentali e messa a disposizione di personale”;

- la determinazione dirigenziale n. 10317 del 31/5/2021 “Proroga della delega in materia di gestione del personale assegnato al titolare della posizione dirigenziale Professional sp000235 "Destinazioni turistiche e promo-commercializzazione, sviluppo e promozione dello sport";

- la determinazione dirigenziale n. 2373 del 21/2/2018 “Conferimento dell'incarico dirigenziale di responsabile del Servizio "Turismo, Commercio e Sport”;

Richiamato il proprio decreto n. 21 del 28/2/2020, con il quale sono stati nominati i componenti della Giunta regionale e definite le rispettive attribuzioni sulla base delle quali competono al Presidente le “politiche di promozione delle attività sportive e di sviluppo dell’impiantistica sportiva e dei grandi eventi”;

Dato atto che il responsabile del procedimento, nel sottoscrivere il parere di legittimità, attesta di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta del Presidente della Giunta regionale;

A voti unanimi e palesi

delibera

1. di approvare, per le motivazioni espresse in narrativa e che qui si intendono integralmente riportate, i seguenti Allegati, parti integranti e sostanziali del presente provvedimento:

- Avviso A) “L.R. 8/2017 - Avviso per la concessione di contributi per Eventi sportivi di valenza locale, regionale e sovraregionale realizzati in Emilia-Romagna - anno 2021”;

- Avviso B) “L.R. 8/2017 – Avviso per la concessione di contributi per la realizzazione di progetti biennali 2021-2022 finalizzati al miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale della persona attraverso l’attività motoria e sportiva”; nei quali sono stabiliti i criteri e le modalità per la presentazione delle domande nonché i criteri e le procedure per la valutazione dei progetti;

2. di dare atto che le risorse necessarie al finanziamento degli interventi in oggetto ammontano a complessivi € 2.000.000,00 e sono allocate sui seguenti capitoli del Bilancio finanziario gestionale 2021-2023: annualità 2021: Cap. 78751 e Cap. 78753 annualità 2022: Cap. 78716, Cap. 78718, Cap. 78723 e Cap. 78729;

3. di stabilire che, come meglio precisato negli allegati A) e B) di cui al precedente punto 1, con proprio successivo atto la Giunta provvederà tra l’altro:

- ad approvare la graduatoria dei progetti ammessi ai contributi regionali sulla base delle risultanze delle istruttorie formulate con le modalità indicate negli Avvisi di cui agli Allegati A) e B);

- ad approvare l’elenco dei progetti non ammessi a contributo evidenziando per ciascuno le motivazioni dell'esclusione;

4. di dare atto che all’assunzione dei relativi impegni di spesa, alle liquidazioni e alle richieste di emissione del titolo di pagamento provvederà il Dirigente regionale competente con successivi atti formali, secondo quanto stabilito dalle disposizioni di cui all’Avviso A) e all’Avviso B), ai sensi della normativa contabile vigente e della propria deliberazione n. 2416/2008 e ss.mm.ii.;

5. di demandare al Dirigente competente per materia l’eventuale rinvio dei termini di presentazione delle domande che si rendesse necessario qualora, per inconvenienti tecnici o altre anomalie di funzionamento non prevedibili, l’applicativo web da utilizzare per la trasmissione dei progetti e delle domande di contributo risultasse non completamente disponibile;

6. di disporre la pubblicazione integrale del presente atto e dei relativi allegati nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul portale regionale tematico dello sport al seguente indirizzo: https://www.regione.emilia-romagna.it/sport;

7. di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà alle pubblicazioni ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa, inclusa la pubblicazione ulteriore prevista dal piano triennale di prevenzione della corruzione, ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.lgs. n. 33 del 2013 e ss.mm.ii..

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it