E-R | BUR

n.41 del 16.03.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Trasferimento di cassa a favore delle Aziende sanitarie, I.O.R. e ARPA: regolazioni a saldo del finanziamento del SSR anno 2008 e assegnazione di cassa sull'anno 2010

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamata la propria deliberazione n. 534 del 20 aprile 2009, “Provvedimenti in ordine al finanziamento della spesa sanitaria regionale per l’anno 2008 e per la predisposizione dei bilanci d’esercizio delle Aziende sanitarie” e, in particolare, il punto 1) del dispositivo che riepiloga le risorse finanziarie su cui la sanità regionale ha potuto contare per la copertura della spesa per l’anno 2008, così costituite e con le specificazioni meglio sotto riportate:

- Euro 7.050.943.891,00, quale riparto a favore della Regione Emilia-Romagna delle disponibilità finanziarie complessive del Servizio Sanitario Nazionale, come da deliberazione CIPE n. 48 del 27 marzo 2008;

- Euro 108.871.729,00, a finanziamento degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale previsti dal Piano Sanitario Nazionale 2006-2008, come da deliberazione CIPE n. 25 dell’8 maggio 2009;

- Euro 33.107.061,00 a finanziamento dei maggiori oneri contrattuali del personale dipendente – biennio economico 2006-2007 per le ricadute sui Bilanci 2008; i rimanenti 21.772.883,00 Euro della complessiva assegnazione della deliberazione CIPE n. 100 del 18 dicembre 2008, pari a 54.879.944,00 Euro, sono stati utilizzati nell’ambito del finanziamento del SSR per l’anno 2007;

- Euro 17.980.340,00 incassati a titolo di pay-back dalle aziende farmaceutiche;

- Euro 150.000.000,00, a carico del Bilancio regionale di previsione per l’esercizio 2009, autorizzati con L.R. 19 dicembre 2008, n. 22, art. 29;

- Euro 40.000.000,00, quota parte della complessiva autorizzazione di 63.000.000,00 a carico del Bilancio regionale di previsione per il 2008 disposta dall’art. 21 della L.R. 25 luglio 2008, n. 12,

per complessivi 7.400.903.021,00 Euro;

Dato atto che con la deliberazione n. 602 del 28 aprile 2008, “Linee di programmazione e finanziamento delle aziende del Servizio Sanitario Regionale per l’anno 2008” e con le deliberazioni e gli atti dirigenziali indicati nelle premesse della citata deliberazione 534/09, qui integralmente richiamati, sono stati ripartiti 7.077.500.269,24 Euro, di cui: 7.076.246.269,24 a favore di Aziende ed Enti del SSR e 1.254.000,00 a favore di Università regionali, mentre una quota, pari a 40.181.000,00 euro è stata iscritta, con LL.RR. 21 dicembre 2007, n. 24 e 25 luglio 2008, n. 12, nei corrispondenti capitoli afferenti all’U.P.B. 1.5.1.2.18120 del Bilancio regionale per l’esercizio 2008 per il finanziamento di interventi di promozione e supporto nei confronti delle Aziende ed Enti del Servizio sanitario regionale gestiti a livello regionale;

Dato atto che con la stessa deliberazione 534/09 sono stati, tra l’altro, ripartiti alle Aziende sanitarie, all’Istituto Ortopedico Rizzoli e all’ARPA 250.630.000,00 Euro, riservando a successivi provvedimenti il riparto e l’assegnazione delle rimanenti risorse disponibili, pari a Euro 32.591.751,76;

Richiamati gli ulteriori provvedimenti di assegnazione e riparto a titolo di finanziamento del SSR per l’anno 2008 per l’importo complessivo di Euro 5.244.758,10 di seguito indicati:

- propria deliberazione 1181/09, “Programma di ricerca Regione/Università 2007-2009 di cui alla DGR 1870/06. Ammissione a finanziamento dei progetti dell’Area 2 biennio 08-09. Assegnazione fondi agli enti proponenti a titolo di cofinanziamento regionale”, nonché la propria deliberazione 2003/2009, “Programma di ricerca Regione-Università 2007-2009 di cui ala DGR 1870/06. Assegnazione finanziamento all’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna per spese attività di coordinamento”: le quote coperte con le risorse 2008 ammontano complessivamente a 2.579.000,01 Euro così articolate: quanto ad Euro 2.500.000,00 relativamente al primo anno del progetto di cui alla delibera 1181/09 e quanto ad Euro 79.000,01 relativamente alla delibera 2003/09;

- determinazione 8903/09, “Impegno e liquidazione risorse alle Aziende sanitarie e all’Istituto Ortopedico Rizzoli di cui alla delibera di Giunta regionale n. 206/2008, che ripartisce per interventi sanitari a carattere umanitario Euro 1.488.596,23;

- determinazione 12166/09, “Riparto ed assegnazione alle Aziende Usl in attuazione della DGR 746/07 per l’anno 2008 per la spesa farmaceutica negli istituti penitenziari”, che ripartisce a tale titolo 1.177.161,86 Euro; 

Preso atto che dei restanti 27.346.993,66 Euro, 26.287.591,78 Euro, di cui 22.797.873,68 a valere sul Cap. 51704 e 3.489.718,10 a valere sul Cap. 51737, sono stati utilizzati per assicurare copertura finanziaria al proprio provvedimento 1897/09, “Mobilità inter-regionale al 31/12/2007 – Riparto alle Aziende sanitarie regionali e all’Istituto Ortopedico Rizzoli;

Atteso che, a fronte delle assegnazioni di competenza sopra citate a favore di Aziende ed Enti del SSR, pari a complessivi 7.332.121.028,34 Euro, sono stati erogati per cassa, al netto degli acconti e delle trattenute per mobilità infra-regionale e inter-regionale, pari a Euro 306.737.766,00, complessivamente ad oggi Euro 7.212.768.378,29, secondo le risultanze evidenziate nei prospetti contabili conservati agli atti del Servizio Programmazione Economico-finanziaria;

Considerato che, conseguentemente, le Aziende Sanitarie, l’Istituto Ortopedico Rizzoli e l’ARPA risultano a credito, a titolo di finanziamento del Servizio Sanitario Regionale per l’anno 2008 per complessivi 118.401.724,85 Euro: restano altresì a credito per 950.924,20 Euro le Aziende Ospedaliero-Universitarie interessate per le somme che verranno liquidate in relazione all’avanzamento dei progetti 2008 inerenti il Programma di ricerca Regione/Università 2007-2009;

Preso atto della disponibilità di risorse di seguito specificate:

- quanto a Euro 105.382.010,85 a valere sul Capitolo 51737 “Fondo Sanitario Nazionale di parte corrente – Assegnazioni alle aziende ed Enti del Servizio Sanitario regionale per fondi ex art. 1, commi 34 e 34 bis della Legge 23 dicembre 1996, n. 662 e ex art. 72, comma 6 della Legge 23 dicembre 1998, n.448 - Mezzi statali” - U.P.B. 1.5.1.2.18110 del Bilancio di previsione per l’esercizio 2010, provenienti dall’assegnazione di cui alla deliberazione CIPE n. 25 dell’8 maggio 2009 citata;

- quanto a Euro 13.019.714,00 a valere sul Capitolo 58080 “Assegnazioni alle Aziende USL della Regione per indennizzi a favore di soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di somministrazione di emoderivati (L. 25 febbraio 1992, n. 210 e successive modificazioni e integrazioni; DLgs 112/98; DPCM 22 dicembre 2000) - Mezzi statali” - U.P.B. 1.5.1.2.18325 del Bilancio di previsione per l’esercizio 2010, provenienti dal finanziamento statale degli oneri connessi all’esercizio delle funzioni conferite dal DLgs 112/98 in materia di salute umana e veterinaria, alla cui copertura, in via anticipata, si era provveduto nel corso del 2008 con le risorse iscritte sul Capitolo 51704, come da proprie deliberazioni di programmazione della cassa mensile 2125/07 e 1159/08;

Ritenuto, pertanto, di provvedere in questa sede ad assegnare per cassa alle Aziende sanitarie, allo I.O.R. e all’ARPA, a chiusura dei rispettivi crediti residui a titolo di finanziamento del Servizio Sanitario Regionale per l’anno 2008, la somma suindicata, pari a 118.401.724,85 Euro, a valere sulle risorse disponibili sui Capitoli 51737 e 58080, per gli importi indicati a col. 1 della tabella di cui all’Allegato 1, parte integrante del presente atto, 

Dato atto della disponibilità residua, rispetto ai 63 milioni di euro stanziati con L.R. 25 luglio 2008, n. 12 (art. 21), di Euro 9.100.000,00 destinati alla copertura dei differenziali tariffari (tariffe regionali – Tariffa Unica Convenzionale) per la remunerazione della mobilità sanitaria inter-regionale 2008, come indicato al p.to 3) del dispositivo della citata deliberazione 534/09;

Considerato che, allo stato attuale, tenuto conto dell’acconto suindicato, pari a 306.737.766,00 e di quanto erogato e regolato, a titolo di mobilità sanitaria inter-regionale, con proprio provvedimento deliberativo 1157/10, a seguito dell’Intesa Stato-Regioni sul riparto delle disponibilità finanziarie per il SSN 2010 (rep. Atti n. 12/CSR del 29 aprile 2010) e successivo atto di rettifica (rep. atti n. 75/CSR del 24 maggio 2010), le Aziende Sanitarie e lo I.O.R. risultano a credito per mobilità inter-regionale anno 2008 per complessivi 2.755.320,05 Euro;

Ritenuto di assegnare per cassa alle Aziende sanitarie e allo I.O.R., a chiusura dei rispettivi crediti residui a titolo di mobilità inter-regionale 2008, la somma suindicata, pari a 2.755.320,05 Euro, a valere sulle risorse accantonate e disponibili sul capitolo 51708, come più sopra indicato, per gli importi indicati a col. 2 della tabella di cui all’Allegato 1;

Ritenuto altresì di effettuare le regolazioni di cassa per la mobilità infra-regionale relativa all’anno 2008, come evidenziato a col. 3 della tabella di cui all’Allegato 1;

Richiamata la propria deliberazione n. 234 dell’8 febbraio 2010, “Finanziamento del Servizio sanitario regionale per l’anno 2010”, nonché la successiva propria deliberazione n. 1544 del 18 ottobre 2010, “Provvedimenti in ordine al finanziamento delle aziende del Servizio sanitario regionale per il 2010 e al relativo quadro degli obiettivi annuali – integrazione alla deliberazione 234/10”;

Dato atto che, in ordine al rispetto dell’obiettivo dell’equilibrio economico-finanziario per l’anno 2010, le Aziende sanitarie regionali possono contare a tal fine del contributo specifico regionale a garanzia di tale equilibrio nella misura stabilita per ciascuna di esse nell’Allegato B) punto 1.2 della propria deliberazione n. 602/2009, come indicato al punto 7 del dispositivo della citata deliberazione n. 234/2010; per l’Azienda USL di Forlì, in sede di controllo del Bilancio economico preventivo e degli strumenti di programmazione pluriennale 2010-2012, nonché del Piano di rientro 2010-2013, con deliberazione di questa Giunta n. 1613/2010 è stato definito in 20 milioni di euro il sostegno finanziario necessario a tal fine per l’anno 2010;

Atteso che con l’art. 30 della L.R. 22 dicembre 2009, n. 24 sono stati stanziati, a carico del Bilancio regionale di previsione per l’esercizio 2010, 205 milioni di euro a copertura dell’equilibrio economico finanziario del Servizio Sanitario Regionale e a finanziamento dei livelli aggiuntivi di assistenza, di cui 150 garantiscono l’equilibrio della sanità e del FRNA per il 2009 e 55 milioni concorrono all’equilibrio di bilancio per il 2010 e vanno ad aggiungersi ai 150 milioni di euro che trovano copertura nel bilancio pluriennale 2010-2012, a carico dell’esercizio 2011;

Ritenuto di articolare il presente intervento regionale di cassa prevedendo, in aggiunta alle regolazioni a saldo delle partite di credito riferite al finanziamento del SSR 2008 e alla mobilità come più sopra esposto, l’assegnazione di una quota, pari a 40 milioni di euro, a titolo di acconto sull’equilibrio economico-finanziario per l’anno 2010, ripartita così come rappresentato a col. 5 della tabella di cui all’Allegato 1, tenuto conto dell’esigenza di sostenere le Aziende sanitarie che hanno evidenziato, sulla base dei dati emersi dal monitoraggio di ottobre 2010, tempi di pagamento dei fornitori particolarmente elevati;

Dato atto che tale assegnazione trova copertura finanziaria nella disponibilità di risorse presenti sul capitolo 51708 del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2010, ove risultano accantonati e non ripartiti i 55 milioni di euro stanziati a garanzia dell’equilibrio economico-finanziario del SSR 2010 e a finanziamento dei livelli aggiuntivi di assistenza;

Richiamata, infine, la propria deliberazione n. 1684/2010, “Finanziamento del Sistema Sanitario Regionale per l’anno 2010: riparti e assegnazioni a favore delle Aziende sanitarie”, che prevede, tra l’altro, il riparto e l’assegnazione a favore delle Aziende sanitarie e dell’ARPA di Euro 3.800.723,73 per il finanziamento di Progetti obiettivo a supporto dell’attività della Direzione generale Sanità e Politiche Sociali;

Ritenuto opportuno erogare per cassa, entro la fine dell’esercizio in corso, tale finanziamento assegnato con la richiamata deliberazione n. 1684/2010 così come riportato alla col. 4 della tabella di cui al più volte citato Allegato 1, impegnando la somma sopra indicata a valere sul capitolo 51704 del Bilancio regionale di previsione per l’esercizio 2010;

Richiamate le leggi regionali:

- n. 40 del 15/11/2001;

- n. 43 del 26/11/2001 e successive modificazioni;

- nn. 24 e 25 del 22/12/2009;

- nn. 7 e 8 del 23/7/2010;

Richiamata altresì la Legge 13 agosto 2010, n. 136 “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia”, e successive modifiche;

Ritenuto che ricorrano gli elementi di cui all’art. 47, comma 2, della citata L.R. 40/01 e che, pertanto, gli impegni di spesa a carico dei Capitoli 51737, 58080, 51708 e 51704, per complessivi 164.957.768,63 Euro, come indicato nella citata tabella di cui all’Allegato 2, possano essere assunti con il presente atto;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 1057 del 24/7/2006, n. 1663 del 27/11/2006, n. 1173 del 27/7/2009 e 1377/10;

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente per oggetto: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e successive modificazioni;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1) di trasferire e assegnare per cassa, per quanto nelle premesse esposto e che qui integralmente si richiama, la somma complessiva di Euro 164.957.768,63 a favore delle Aziende sanitarie, dell’Istituto Ortopedico Rizzoli e dell’ARPA negli importi rappresentati nella tabella di cui all’Allegato 1, parte integrante del presente atto, e riportati, in termini di suddivisione sui diversi capitoli di spesa ai fini dell’impegno nella tabella di cui all’Allegato 2, anch’esso parte integrante del presente atto;

2) di impegnare la somma di Euro 164.957.768,63 nel seguente modo:

- quanto a Euro 105.382.010,85, registrata al n. 3723 di impegno sul Capitolo 51737 “Fondo Sanitario Nazionale di parte corrente - Assegnazioni alle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale per fondi ex art. 1, commi 34 e 34 bis della Legge 23 dicembre 1996, n. 662 e ex art. 72, comma 6 della Legge 23 dicembre 1998, n.448 - Mezzi statali” - U.P.B. 1.5.1.2.18110 del Bilancio di previsione per l’esercizio 2010 che presenta la necessaria disponibilità;

- quanto a Euro 13.019.714,00, registrata al n. 3724 di impegno sul Capitolo 58080 “Assegnazioni alle Aziende USL della Regione per indennizzi a favore di soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di somministrazione di emoderivati (L. 25 febbraio 1992, n.210 e successive modificazioni e integrazioni; DLgs 112/98; DPCM 22 dicembre 2000) - Mezzi statali” - U.P.B. 1.5.1.2.18325 del Bilancio di previsione per l’esercizio 2010 che presenta la necessaria disponibilità;

- quanto a Euro 42.755.320,05, registrata al n. 3725 di impegno sul Capitolo 51708 “Assegnazioni alle Aziende U.S.L., delle Aziende Ospedaliere, delle Aziende Ospedaliero-Universitarie e degli Istituti Ortopedici Rizzoli, finalizzate al raggiungimento dell’equilibrio economico-finanziario (art. 1, comma 173, lett. f), Legge 31 dicembre 2004, n. 311 e art. 14, L.R. 27 luglio 2005, n. 14 e art. 1, comma 279, L. 23 dicembre 2005, n. 266” - U.P.B. 1.5.1.2.18100 del Bilancio di previsione per l’esercizio 2010 che presenta la necessaria disponibilità;

- quanto a Euro 3.800.723,73, registrata al n. 3726 di impegno sul Capitolo 51704 “Fondo Sanitario Regionale di parte corrente. Assegnazioni alle Aziende Sanitarie della Regione (art. 39 DLgs 15 dicembre 1997, n. 446)” - U.P.B. 1.5.1.2.18100 del Bilancio di previsione per l’esercizio 2010 che presenta la necessaria disponibilità;

3) di dare atto che, ad esecutività della presente deliberazione, il dirigente competente provvederà, ai sensi dell’art. 51 della L.R. 40/01 nonché della propria deliberazione n. 2416/2008 e ss.mm., alla liquidazione della somma complessiva di Euro 164.957.768,63 negli importi indicati alla colonna 5 della citata tabella di cui all’Allegato 2 del presente atto;

4) di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it