E-R | BUR

n.30 del 08.02.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014 e Regolamento di esecuzione (UE) n. 669/2016. Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020. Disposizioni in materia di pubblicità e obblighi d'informazione dei beneficiari del Programma di Sviluppo Rurale

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

  • il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e che abroga il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;
  • il Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il Regolamento (CE) n. 1698/2005 e successive modifiche ed integrazioni;
  • il Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/1978, (CE) n. 165/1994, (CE) n. 2799/1998, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;
  • il Regolamento delegato (UE) n. 640/2014 della Commissione dell’11 marzo 2014 che integra il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo e le condizioni per il rifiuto o la revoca di pagamenti nonché le sanzioni amministrative applicabili ai pagamenti diretti, al sostegno allo sviluppo rurale e alla condizionalità;
  • il Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014 della Commissione del 17 luglio 2014 recante modalità di applicazione del citato Regolamento (UE) n. 1305/2013;
  • il Regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 della Commissione del 17 luglio 2014 recante modalità di applicazione del regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo, lo sviluppo rurale e la condizionalità;
  • il Regolamento di esecuzione (UE) n. 669/2016 della Commissione del 28 aprile 2016 che modifica il predetto Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014 per quanto riguarda la modifica e il contenuto dei programmi di sviluppo rurale, la pubblicità di questi programmi e i tassi di conversione in unità di bestiame adulto;

Visto, in particolare, l’articolo 13 “Informazione e pubblicità” e l’Allegato III del citato Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014, così come modificato dal Regolamento (UE) n. 669/
2016, che definisce, tra l'altro, norme particolareggiate in materia di pubblicità e informazione con riferimento agli adempimenti a carico dei beneficiari e alle caratteristiche tecniche delle azioni informative e pubblicitarie;

Richiamati:

  • il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2014-2020, attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305/2013, approvato dalla Commissione europea con Decisione C(2015)3530 del 26 maggio 2015, nella formulazione acquisita agli atti d’ufficio della Direzione Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie al numero di protocollo PG/2015/0349905 in data 28 maggio 2015, della quale si è preso atto con deliberazione della Giunta regionale n. 636 dell’8 giugno 2015;
  • la Decisione di esecuzione C(2015) 9759 del 18 dicembre 2015 della Commissione Europea di approvazione delle modifiche al PSR proposte dalla Regione Emilia-Romagna (Versione 2), di cui si è preso atto con propria deliberazione n. 10 dell’11 gennaio 2016;
  • la Decisione C(2016)6055 final del 19 settembre 2016 della Commissione europea di approvazione della nuova formulazione del Programma Regionale di Sviluppo Rurale 2014-2020 - Versione 3 - della quale si è preso atto con propria deliberazione n. 1544 del 26 settembre 2016;

Valutata l’opportunità di specificare - nel rispetto di quanto previsto dalla normativa comunitaria - le caratteristiche grafiche dei supporti informativi e promozionali relativo alle Misure del Programma di Sviluppo rurale 2014-2020 sopra richiamato precisando, in particolare, alcuni aspetti relativi alle pubblicazioni ed ai siti web;

Atteso che il punto 2.2 dell'Allegato III del Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014 prevede, tra l'altro, che:

  • gli Stati membri possono decidere di non applicare l'obbligo di collocare un poster o una targa in caso di sostegno superiore alla somma di 50.0000 Euro, o che la soglia venga aumentata, per le operazioni di cui all'articolo 21, paragrafo 1, lettere a) e b) (con riguardo alle perdite di reddito e ai costi di manutenzione) e agli articoli da 28 a 31, 33, 34 e 40 del Regolamento (UE) n. 1305/2013;
  • gli Stati membri possono altresì decidere che tale obbligo non si applichi, o che la soglia venga aumentata, per altre operazioni che non comportano un investimento nel caso in cui, a causa della natura delle operazioni finanziate, non sia possibile individuare una sede idonea per il poster o la targa;

Ritenuto, di avvalersi delle prerogative sopracitate, stabilendo, con riferimento a quanto sopra riportato, che:

  • per le operazioni di cui all'articolo 21, paragrafo 1, lettere a) e b) (con riguardo alle perdite di reddito e ai costi di manutenzione) e agli articoli da 28 a 31, 33, 34 e 40 del Regolamento (UE) n. 1305/2013 non sia richiesta l’apposizione di poster o targhe informative;
  • per le altre operazioni che non comportano un investimento nel caso in cui, a causa della natura delle operazioni finanziate, non sia possibile individuare una sede idonea per il poster o la targa, non sia richiesta l’apposizione di tale supporto informativo;

Considerato inoltre necessario definire e graduare il sistema delle riduzioni nei confronti dei beneficiari inadempienti sulla base delle possibili infrazioni alle norme di pubblicità e informazione in argomento;

Ritenuto, pertanto, di approvare, nella formulazione di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale alla presente deliberazione, gli obblighi in materia di pubblicità e informazione sul sostegno da parte del FEASR (Fondo europeo per lo sviluppo rurale) nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 comprensivo delle possibili infrazioni e conseguenti riduzioni;

Viste:

  • la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche e integrazioni, ed in particolare l'art. 37, comma 4;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche ed integrazioni;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 2189 del 21 dicembre 2015 ad oggetto “Linee di indirizzo per la riorganizzazione della macchina amministrativa regionale”;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 56 del 25 gennaio 2016 recante “Affidamento degli incarichi di direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001”;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 270 del 29 febbraio 2016 recante “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 622 del 28 aprile 2016 recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015” e successive modifiche ed integrazioni;

Su proposta dell’Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca Simona Caselli;

a voti unanimi e palesi

delibera:

a) di richiamare le motivazioni espresse in premessa, che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto;

b) di stabilire, con riferimento a quanto indicato nell’Allegato III, parte I, par. 2.2. lett. b) del Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014, come modificato dal Regolamento di esecuzione (UE) n. 669/2016 che:

  • per le operazioni di cui all'articolo 21, paragrafo 1, lettere a) e b) (con riguardo alle perdite di reddito e ai costi di manutenzione) e agli articoli da 28 a 31, 33, 34 e 40 del Regolamento (UE) n. 1305/2013 non sia richiesta l’apposizione di poster o targhe informative;
  • per le altre operazioni che non comportano un investimento nel caso in cui, a causa della natura delle operazioni finanziate, non sia possibile individuare una sede idonea per il poster o la targa, non sia richiesta l’apposizione di tale supporto informativo;

c) di approvare l’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, concernente gli obblighi in materia di pubblicità e informazione sul sostegno da parte del FEASR (Fondo europeo per lo sviluppo rurale) nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 comprensivo delle possibili infrazioni e conseguenti riduzioni, ed in particolare:

  • obblighi a carico dei beneficiari dei sostegni;
  • caratteristiche, misura, dimensione ed aspetti grafici complessivi delle targhe e dei cartelloni da esporre, nonché precisazioni tecniche in merito alla collocazione, ai materiali da utilizzare, ai termini per l’esposizione ed alle modalità di conservazione;
  • caratteristiche grafiche dei supporti informativi e promozionali precisando alcuni aspetti relativi alle pubblicazioni ed ai siti web;
  • riduzioni da applicare nei confronti dei beneficiari inadempienti;

d) di disporre, infine, la pubblicazione in forma integrale della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Innovazione, qualità, promozione e internazionalizzazione del sistema agroalimentare provvederà a darne la più ampia pubblicizzazione anche sul sito internet E-R Agricoltura e Pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it