E-R | BUR

n.151 del 31.05.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento di verifica (Screening) relativo al progetto di inserimento nell'attività di recupero rifiuti speciali non pericolosi di una nuova tipologia di rifiuto di cui al punto 13.1 ed aumento dello stoccaggio istantaneo dei rifiuti della tipologia di cui al punto 7.6 del D.M. 05/02/98, presso l'impianto di Mesola (FE). Proponente: SUPERBETON SPA (Titolo II della L.R. 9/99)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

a) di escludere, sulla base della Relazione istruttoria, che costituisce Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente delibera, ai sensi dell’art. 10, comma 1 della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9 e s.m.i., il progetto relativo all'inserimento, con riferimento al D.M. 5/2/1998, nell'attività di recupero rifiuti speciali non pericolosi di una nuova tipologia di rifiuto cui al punto 13.1 ed aumento dello stoccaggio istantaneo dei rifiuti della tipologia di cui al punto 7.6, presso l'impianto sito nel comune di Mesola (FE) presentato dalla Soc. SUPERBETON SPA, dall’ulteriore procedura di V.I.A., a patto che vengano rispettate le condizioni indicate in narrativa e che si intendono qui richiamate, con le seguenti prescrizioni:

1. ai fini del rilascio dell'AUA, secondo gli interventi oggetto della presente procedura di screening, la Ditta dovrà presentare istanza di modifica (sostanziale) dell'AUA vigente, avendo particolare cura alla verifica delle planimetrie di impianto con riferimento alle aree di stoccaggio dei rifiuti e delle materie prime;

2. la Ditta dovrà provvedere quanto prima, e comunque entro il termine che sarà stabilito in sede di modifica di AUA, alla realizzazione delle barriere vegetali e del terrapieno già prescritto dai vigenti atti di AUA;

3. la Ditta dovrà inoltre attenersi alle indicazioni che saranno stabilite dall'AUA relative alle modalità minime di entrata in funzione dell'impianto di bagnatura con particolare riferimento al percorso automezzi su aree non asfaltate, cumuli e piazzali, che dovrà essere adeguatamente implementato a servire l'intera area d'impianto ed entrare in funzionamento per un tempo adeguato alla bagnatura soprattutto in condizioni meteorologiche sfavorevoli (caldo, secco e ventoso);

4. ai fini del rilascio della modifica sostanziale dell'AUA, la Ditta dovrà produrre un approfondimento relativo alle modalità di approvvigionamento dell'acqua da utilizzare per le bagnature necessarie per limitare la dispersione delle emissioni diffuse;

5. ai fini del rilascio della modifica sostanziale dell'AUA, la Ditta dovrà produrre un approfondimento relativo alla stima dell'altezza massima prevista per i cumuli del fresato d'asfalto a seguito dell'aumento del quantitativo massimo istantaneo autorizzato in relazione all'altezza della barriera verde e degli ugelli dell'impianto di bagnatura, al fine di garantire l'efficacia della bagnatura dei cumuli e della barriera vegetale contro la dispersione delle polveri;

b) di trasmettere la presente delibera alla Soc. SUPERBETON SPA, alla ARPAE SAC di Ferrara, al Comune di Mesola, al Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara;

c) di pubblicare per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 16, comma 3, della LR 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, il presente partito di deliberazione;

d) di pubblicare il presente atto sul sito WEB della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it