E-R | BUR

n.113 del 10.04.2020 (Parte Seconda)

XHTML preview

Eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nei giorni 4 al 7 febbraio 2015 nel territorio della regione - Approvazione del "Piano degli interventi per il superamento della situazione di criticità determinatasi in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio della regione nei giorni dal 4 al 7 febbraio 2015"

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59”;

- il decreto legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401 “Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture preposte alle attività di protezione civile e per migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa civile”;

- la legge regionale 7 febbraio 2005, n. 1 "Norme in materia di protezione civile e volontariato. Istituzione dell'Agenzia regionale di protezione civile";

- la legge regionale 30 luglio 2015, n. 13 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni” e ss.mm.ii., ed in particolare l'art. 19 “Riordino delle funzioni amministrative. Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile” che prevede, tra l’altro, la ridenominazione dell'Agenzia regionale di protezione civile in “Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile”;

- il Decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1 “Codice della protezione civile”;

PREMESSO che:

- tra il 4 e il 7 febbraio il territorio regionale, è stato colpito da eccezionali avversità atmosferiche che hanno provocato numerosi fenomeni franosi, l'esondazione di corsi d'acqua, importanti mareggiate e intense nevicate con conseguenti estesi allagamenti, interruzioni della viabilità, significativi danneggiamenti ad edifici pubblici e privati, alle opere di difesa idraulica, alle infrastrutture viarie ed alle attività produttive;

- detti eventi hanno determinato una grave situazione di pericolo per l’incolumità delle persone comportando, tra l’altro, lo sgombero di molte abitazioni;

VISTI:

- la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 12/3/2015, con la quale è stato dichiarato, ai sensi e per gli effetti dell’art. 7, comma 1, lettera c) e dell’art. 24, comma 1 del D.lgs. n. 1/2018, lo stato di emergenza in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nel territorio della regione Emilia-Romagna nei giorni dal 4 al 7 febbraio 2015, disponendo nel limite massimo di euro 13.800.000,00 le risorse finanziarie per i primi interventi urgenti;

- l’Ordinanza del Capo Dipartimento di protezione civile n. 232 del 30/3/2015 con la quale il Direttore dell’Agenzia regionale di Protezione Civile (ora Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile e di seguito denominata Agenzia) è nominato Commissario delegato per il superamento dell’emergenza in parola;

- l’Ordinanza del Capo Dipartimento di protezione civile n. 350 del 3 giugno 2016 (GU n. 137 del 14/6/2016) per favorire e regolare il subentro della Regione Emilia-Romagna nelle iniziative finalizzate al superamento della situazione di criticità determinatesi in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio della regione Emilia-Romagna nei giorni dal 4 al 7 febbraio 2015;

- l’art.1, comma 1 dell’OCDPC 350/2016 con il quale la Regione Emilia-Romagna è individuata quale amministrazione competente al coordinamento delle attività necessarie al completamento degli interventi necessari per il superamento del contesto di criticità determinatosi a seguito degli eventi;

- l’art. 1, comma 2 dell’OCDPC 350/2016 con il quale il Direttore dell'Agenzia è stato individuato quale responsabile delle iniziative finalizzate al definitivo subentro della medesima Regione nel coordinamento degli interventi integralmente finanziati e contenuti in rimodulazioni dei piani delle attività già formalmente approvati alla data di adozione della citata ordinanza;

- le Ordinanze del Capo Dipartimento di protezione civile n. 449 del 24 aprile 2017 e n. 522 del 31/5/2018 con le quali è stata prorogata la contabilità speciale 5942 fino al 6 marzo 2019;

DATO ATTO che:

- per la realizzazione degli interventi di cui all’OCDPC n. 232/2015 è stata aperta presso la Tesoreria Provinciale dello Stato - sezione di Bologna la contabilità speciale n. 5942 intestata, fino al termine dello stato di emergenza, al Commissario delegato, successivamente con il subentro nel regime ordinario, al Direttore dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile;

DATO ATTO, altresì, che:

- con determinazione del Direttore dell’Agenzia - Commissario delegato, n. 438 del 11 giugno 2015 (pubblicata nel BURERT n. 129 del 15/6/2015), è stato approvato il “Piano dei primi interventi urgenti di Protezione Civile in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio delle Regione Emilia-Romagna nei giorni 4-7 febbraio 2015” a valere sulle risorse della citata OCDPC 232/2015;

- con determinazioni del Direttore dell’Agenzia - Commissario delegato, n. 725 del 28/9/2015 e n. 1140 del 18/12/2015 sono state approvate alcune puntualizzazioni e rettifiche ad interventi del Piano;

- con determinazione del Direttore dell’Agenzia - Commissario delegato, n. 170 del 1/4/2016 è stata approvata la Rimodulazione del Piano di cui alle precitate DD;

RICHIAMATE:

- la nota protocollo PG 33876 del 17/1/2020, con la quale il Presidente della Regione Emilia – Romagna ha inviato al Capo del Dipartimento di Protezione Civile la Relazione finale relativa alla scadenza dell’operatività della Contabilità speciale 5942 dalla quale si evince il seguente quadro finanziario: 

- Somme programmate: 13.800.000,00

- Somme liquidate al 17/1/2020: 12.443.650,82

- Restituzioni: 7.922,86

- Somme liquidate effettivamente: 12.435.727,96

- Somme presenti in contabilità speciale: 1.364.272,04

- Di cui per interventi in via di ultimazione: 257.423,68

- Di cui economie maturate certe: 1.106.848,36

- con la medesima nota il Presidente della Regione Emilia – Romagna ha trasmesso al Capo del Dipartimento di Protezione Civile la proposta di “Piano degli interventi per il superamento della situazione di criticità determinatasi in conseguenza determinatesi in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio della regione nei giorni dal 4 al 7 febbraio 2015” contenente:

- 9 interventi, pari a complessivi € 1.106.848,36 finanziati dalle economie accertate derivanti dai precedenti Piani approvati;

PRECISATO che gli interventi prescelti mirano al completamento del superamento delle criticità determinate dagli eventi calamitosi in parola;

PRESO ATTO che il Capo del Dipartimento della Protezione Civile con note:

- ABI 9706 del 27/2/2020 ha approvato la proposta di Piano di cui al precedente punto ed ha autorizzato il trasferimento delle risorse per la copertura degli interventi del Piano pari ad € 1.106.848,36 giacenti sulla contabilità speciale n. 5942 sul Bilancio dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile;

- con la medesima nota ha autorizzato il versamento pari a € 257.423,68 delle risorse che residuano sulla contabilità speciale n. 5942 per il completamento degli interventi ancora in essere direttamente sul bilancio dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile;

Evidenziato che, nonostante sia scaduto il termine temporale dell’operatività della contabilità speciale 5942, ai sensi del comma 5 art. 27 del D.Lgs. del 2 gennaio 2018 n.1 ed in attesa dell’autorizzazione del trasferimento delle risorse finanziarie residue giacenti sulla citata contabilità speciale sul bilancio dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, si è provveduto a liquidare la somma complessiva di € 24.887,00 relativa a n. 3 interventi identificati con cod. 11659 – 11665 – 11672;

Precisato che la somma pari ad € 257.423,68 indicata nella nota sopra menzionata con prot. ABI 9706 del 27/2/2020 è stata diminuita per la motivazione sopra citata, della somma complessiva di € 24.887,00, pertanto l’importo per l’ultimazione degli interventi ancora in corso e disponibile per il trasferimento dalla contabilità speciale 5942 sul bilancio dell’Agenzia è quantificata in € 232.536,68 come da Tabella 1 allegata parte integrante del presente atto;

RITENUTO pertanto di:

  1. approvare il “Piano degli interventi per il superamento della situazione di criticità determinatasi in conseguenza determinatesi in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio della regione nei giorni dal 4 al 7 febbraio 2015” per € 1.106.848,36, comprensivo delle disposizioni procedurali per l’attuazione degli interventi e per la rendicontazione della spesa, allegato quale parte integrante e sostanziale del presente atto;
  2. approvare la Tabella 1 allegata parte integrante e sostanziale del presente provvedimento relativa agli interventi in via di ultimazione, derivanti da Piani precedentemente approvati ed ammontanti a complessivi € € 232.536,68;
  3. autorizzare il Direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, in qualità di soggetto responsabile ai sensi dell’art n. 1, comma 2, dell’OCDPC n. 308 del 30 dicembre 2015 a trasferire dalla contabilità speciale n. 5942 al Bilancio dell’Agenzia le risorse finanziarie di complessivi € 1.339.385,04 di cui € 1.106.848,36 necessarie per l’attuazione del Piano di cui al citato punto 1 e € 232.536,68 necessarie per il completamento degli interventi ancora in corso;
  4. autorizzare i soggetti competenti dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, a provvedere all’adozione di tutti i provvedimenti amministrativi, impegni di spesa e atti di liquidazione degli interventi in corso di cui alla Tabella 1 allegata al presente atto e di quelli ricompresi nel Piano di cui al punto 1;

Richiamata: 

- la L.R. 26/11/2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii.; 

nonché le proprie deliberazioni: 

- n. 2416/2008, recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali fra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.ii.; 

- n. 1820/2019 con cui è stato conferito l’incarico di Direttore ad interim dell’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile fino al 30/6/2020 salvo proroga; 

- n. 83 del 21 gennaio 2020 avente ad oggetto: “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2020 – 2022”; 

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella regione Emilia-Romagna”; 

Richiamati infine: 

- il D.Lgs. 14/3/2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii., ed in particolare l’art. 26, comma 2; 

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017; 

- la determinazione n. 700 del 28/2/2018 dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile “Recepimento della deliberazione di Giunta regionale n. 468/2017, ”Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

DATO ATTO che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale di interessi;

DATO ATTO dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore all’”Ambiente, difesa del suolo e della costa, protezione civile”;

A voti unanimi e palesi

delibera

per le ragioni espresse in parte narrativa che qui si intendono integralmente richiamate:

1. di approvare il “Piano degli interventi per il superamento della situazione di criticità determinatasi in conseguenza determinatesi in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio della regione nei giorni dal 4 al 7 febbraio 2015” per € 1.106.848,36, comprensivo delle disposizioni procedurali per l’attuazione degli interventi e per la rendicontazione della spesa, allegato quale parte integrante e sostanziale del presente atto;

2. di approvare la Tabella 1 allegata parte integrante e sostanziale del presente provvedimento relativa agli interventi in via di ultimazione, derivanti da Piani precedentemente approvati ed ammontanti a complessivi € € 232.536,68; 

3. di autorizzare il Direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, in qualità di soggetto responsabile ai sensi dell’art n. 1, comma 2, dell’OCDPC n. 308 del 30 dicembre 2015 a trasferire dalla contabilità speciale n.5942 al Bilancio dell’Agenzia le risorse finanziarie di complessivi € 1.339.385,04 di cui € 1.106.848,36 necessarie per l’attuazione del Piano di cui al citato punto 1 e € 232.536,68 necessarie per il completamento degli interventi ancora in corso;

4. di autorizzare i soggetti competenti dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, a provvedere all’adozione di tutti i provvedimenti amministrativi, impegni di spesa e atti di liquidazione degli interventi in corso di cui alla Tabella 1 allegata al presente atto e di quelli ricompresi nel Piano di cui al punto 1;

5. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ai sensi dell'art. 26 del D. Lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii.;

6. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e, altresì, nel sito web istituzionale della protezione civile regionale al seguente indirizzo:

http://protezionecivile.regione.emilia-romagna.it/piani-sicurezza-interventi-urgenti/ordinanze-piani-e-atti-correlati-dal-2008/eccezionali-avversita-atmosferiche-verificatesi-nel-territorio-della-regione-emilia-romagna-nei-giorni-dal-4-al-7-febbraio-2015.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it