E-R | BUR

n.281 del 22.09.2021 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 3 posti a tempo determinato nel profilo professionale di ricercatore sanitario cat. D, livello economico D Super (DS, ai sensi dell’art. 1 commi da 422 a 434 della Legge n. 205 del 27 dicembre 2017 e s.m.i, e del DPCM del 21 aprile 2021 (pubblicato sulla G.U. n. 147 del 22/6/2021), per lo svolgimento di “Attività diagnostica avanzata e di ricerca di fattori predittivi di risposta e complicanze in pazienti candidati a terapia cellulare ovvero a trapianto”, in afferenza al Programma Dipartimentale denominato “Terapie Cellulari Avanzate” presso il Dipartimento Malattie Oncologiche ed Ematologiche dell’IRCCS Azienda Ospedaliero – Universitaria di Bologna – Policlinico di S. Orsola

In attuazione della determinazione del Direttore del Servizio Unico Metropolitano Amministrazione Giuridica del Personale n. del 463 del 13/9/2021, sino al trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell’estratto del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica, è aperto il concorso pubblico presso l’IRCCS Azienda Ospedaliero – Universitaria di Bologna – Policlinico di S. Orsola, per la copertura di

n.3 posti a tempo determinato nel profilo professionale di: Ricercatore sanitario cat. D, livello economico D Super (DS)

ai sensi dell’art. 1 commi da 422 a 434 della Legge n. 205 del 27 dicembre 2017 e s.m.i, e del DPCM del 21 aprile 2021 (pubblicato sulla G.U. n. 147 del 22/6/2021), per lo svolgimento di “Attività diagnostica avanzata e di ricerca di fattori predittivi di risposta e complicanze in pazienti candidati a terapia cellulare ovvero a trapianto”, in afferenza al Programma Dipartimentale denominato “Terapie Cellulari Avanzate” presso il Dipartimento Malattie Oncologiche ed Ematologiche dell’IRCCS Azienda Ospedaliero – Universitaria di Bologna – Policlinico di S. Orsola

OBIETTIVI, ATTIVITà E RESPONSABILITà

Obiettivi: Sviluppo di attività di diagnostica avanzata e di ricerca di fattori predittivi di risposta e di complicanze dopo terapia cellulare o trapianto.

Descrizione dettagliata del progetto

  • Messa a punto di tracking citofluorimetrico e molecolare dopo terapia con cellule car-T e correlazione con la risposta clinica e complicanze;
  • sviluppo di metodiche di tracking innovative (vescicole extracellulari, cf DNA etc) e correlazione clinica con risposta e complicanze;
  • monitoraggio immunologico (popolazioni linfocitarie e mieloidi) ed infiammatorio (DNA circolante) dopo trapianto allogenico emopoietico e supporto allo sviluppo dello stesso in altri trapianti.

Responsabilità:

  • Effettua diagnostica avanzata (tracking di cellule car-T, valutazione immunologica dell’assetto linfocitario e mieloide dopo trapianto emopoietico e di organo solido);
  • valuta le implicazioni cliniche dei risultati analitici e sviluppa nuove tecniche analitiche;
  • è responsabile della corretta esecuzione di protocolli sperimentali ex vivo ed in vivo attraverso l’utilizzo culture cellulari di animali e per ricerca;
  • sviluppa nuove proposte di ricerca per studi traslazionali in ambiti specifici;
  • redige articoli scientifici e partecipa a congressi per la divulgazione dei risultati scientifici, anche come relatore o organizzatore;
  • si occupa, di approntare le varie fasi pre-analitiche, analitiche e post-analitiche del laboratorio attraverso programmazione e realizzazione di specifici progetti di ricerca;
  • presta supporto decisionale nelle varie fasi di indagine diagnostica e di ricerca;
  • fornisce supporto attivo al personale tecnico;
  • si occupa dell'effettuazione diretta di metodiche diagnostiche in particolare di quelle ad elevata specializzazione;
  • si occupa dell'analisi di sensibilità, specificità e predittività delle metodiche analitiche utilizzate;
  • prepara report epidemiologici progressivi relativi ai risultati delle differenti aree di attività del laboratorio;
  • si occupa del coordinamento delle attività diagnostiche delle differenti aree del laboratorio;
  • sviluppa procedure ottimali di interazione tra il laboratorio con i differenti reparti dell'ospedale;
  • gestisce i controlli di qualità in collaborazione con il personale tecnico;
  • aderisce alle norme e procedure di sicurezza, incluse le precauzioni standard, riportando eventuali malfunzionamenti delle attrezzature;
  • può essere anche un quality control manager, ovvero responsabile del controllo di qualità anche di strumentazione, reattivi e materiali collaterali utilizzati per l’allestimento di colture cellulari a scopo di trapianto e terapie cellulari

Requisiti generali di ammissione: (art. 2 DPCM del 21/4/2021)

1. Possono partecipare al concorso coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti generali:

a) cittadinanza italiana o cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione Europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugialo ovvero dello status di protezione sussidiaria.

I soggetti di cui all'articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165 dovranno essere in possesso dei requisiti, ove compatibili, di cui all'art. 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 febbraio 1994 n. 174.

b) età non inferiore ai diciotto anni;

c) titolo di studio per l’accesso alla rispettiva figura professionale;

d) incondizionata idoneità fisica specifica alle mansioni del profilo del profilo professionale a selezione. Il relativo accertamento sarà effettuato prima dell’immissione in servizio, in sede di visita preventiva ex art 41 D.lgs 81/2008

e) godimento dei diritti civili e politici;

f) non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso per reati che impediscono, ai sensi delle disposizioni vigenti, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;

g) non essere stati licenziati, dispensati o destituiti da una Pubblica Amministrazione;

h) regolare posizione nei confronti degli obblighi di leva militare (solo per i concorrenti di sesso maschile nati anteriormente al 1986);

i) non essere stati esclusi dall'elettorato politico attivo.

2. Tutti i requisiti di ammissione di cui al comma 1 devono essere posseduti alla data di scadenza del relativo bando nonché al momento dell'assunzione in servizio.

Requisiti specifici di ammissione (art. 21 DPCM del 21/4/2021)

I requisiti specifici di ammissione al concorso sono:

  • Diploma di laurea del vecchio ordinamento in: Biotecnologie; Scienze Biologiche; Chimica e Tecnologie Farmaceutiche. Saranno considerate valide anche le corrispondenti lauree specialistiche e magistrali del nuovo ordinamento

Costituiscono requisiti preferenziali:

  • comprovata esperienza nel gestire le applicazioni diagnostiche sulle strumentazioni in uso ed i principali problemi tecnico-professionali connessi all’uso della strumentazione diagnostica e delle differenti metodiche analitiche;
  • capacità di formulare corrette ipotesi biologiche nel delineare un problema scientifico, e disegnare una corretta sequenza di esperimenti e studi relativamente allo scopo del progetto specifico;
  • formazione di livello universitario; Dottorato di ricerca in discipline biomediche;
  • attività tecnico-scientifica in laboratori diagnostici e di ricerca;
  • pregressa esperienza in laboratori di centri trapianti o IRCCS;
  • pubblicazioni scientifiche e relazioni a congressi su temi inerenti la posizione.

Se conseguito all’estero, il titolo di studio deve essere riconosciuto equiparato all’analogo titolo di studio acquisito in Italia, secondo la normativa vigenti.

Tutti i requisiti generali e specifici di cui sopra devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione nonché al momento dell’assunzione in servizio.

Non possono accedere all’impiego coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo o che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni ovvero licenziati a decorrere dal 2/9/1995, data di entrata in vigore del primo contratto collettivo.

Domanda di ammissione al concorso pubblico (art. 4 DPCM del 21/4/2021)

Per l’ammissione ai concorsi, gli aspiranti dovranno presentare domanda redatta ESCLUSIVAMENTE IN FORMA TELEMATICA nei modi e nei termini previsti al successivo punto 4. nella quale indicano:

a) cognome e nome, la data ed il luogo di nascita, la residenza;

b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente come specificato all’articolo 1, comma 1, lettera a);

c) il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

d) le eventuali condanne riportate ovvero di non avere riportato condanne penali;

e) i titoli di studio posseduti; se il titolo di studio è stato conseguito all’estero dovrà risultare l’equipollenza/equiparazione, certificata dalla competente autorità;

f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari (solo per i concorrenti di sesso maschile nati anteriormente ai 1986);

g) i servizi eventualmente prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego;

h) i titoli che danno diritto ad usufruire di precedenze e preferenze a parità di punteggio considerando anche le percentuali dei posti riservati al personale interno e le percentuali dei posti riservati da leggi a favore di determinate categorie, ai sensi dell'art. 3, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487.

i) il domicilio. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui al comma 1, lettera a).

j) recapito telefonico;

k) domicilio o l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) presso il quale deve essere fatta all’aspirante, ad ogni effetto, ogni necessaria comunicazione;

l) la conoscenza della lingua inglese.

Alla domanda di partecipazione al concorso, i concorrenti allegano tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti delle valutazioni di merito, ivi compreso un curriculum formativo e professionale, datato e firmato.

I titoli devono essere autocertificati ai sensi della normativa vigente.

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa.

Alla domanda deve essere unito un elenco dei documenti e dei titoli presentati.

L’Amministrazione non si assume responsabilità per disguidi di notifiche determinati da mancata, errata o tardiva comunicazione di cambiamento di domicilio/PEC.

L’omessa indicazione anche di un solo requisito, generale o specifico, o di una delle dichiarazioni aggiuntive richieste dal bando, determina l’esclusione dalla procedura di che trattasi.

Gli aspiranti che, invitati, ove occorra, a regolarizzare formalmente la loro domanda di partecipazione al concorso, non ottemperino a quanto richiesto nei tempi e nei modi indicati dall’Amministrazione, saranno esclusi dalla procedura.

I beneficiari della Legge 5/2/1992, n. 104, relativa alla integrazione sociale ed ai diritti delle persone portatrici di handicap, debbono specificare nella domanda di ammissione, qualora lo ritengano indispensabile, l’ausilio eventualmente necessario per l’espletamento delle prove in relazione al proprio handicap, nonché la necessità di tempi aggiuntivi.

Tutti i dati di cui l'Amministrazione verrà in possesso a seguito della presente procedura verranno trattati nel rispetto del D.Lgs. 30/6/2003, n. 196 e del Regolamento Europeo 2016/679.

La presentazione della domanda di partecipazione al concorso da parte dei candidati implica il consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, a cura degli uffici preposto alla conservazione delle domande ed all'utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure finalizzate al concorso.

Questo Ente informa i partecipanti alla procedura di cui al presente bando che i dati personali ad Essi relativi saranno oggetto di trattamento da parte delle competenti direzioni con modalità sia manuale che informatizzata, e che titolare autonomo del trattamento è l’IRCCS Azienda Ospedaliero – Universitaria di Bologna – Policlinico di S. Orsola.

Tali dati saranno comunicati ai soggetti espressamente incaricati del trattamento, o in presenza di specifici obblighi previsti dalla legge, dalla normativa comunitaria o dai regolamenti.

Il conferimento dei dati personali è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione. Il mancato conferimento comporta l’esclusione dalla procedura concorsuale in argomento.

Ai sensi e per gli effetti della L. 12/10/1993, n. 413 è data facoltà di dichiarare nella domanda di ammissione la propria obiezione di coscienza ad ogni atto connesso con la sperimentazione animale

Modalità e termini per la presentazione delle domande

La domanda di ammissione deve essere redatta ESCLUSIVAMENTE IN FORMA TELEMATICA connettendosi al seguente indirizzo: https://concorsi-gru.progetto-sole.it/exec/htmls/static/whrpx/login-concorsiweb/pxloginconc_grurer90801.html

e compilando lo specifico modulo on-line seguendo le istruzioni per la compilazione ivi contenute, in applicazione dell’art. 1 comma 1, nonché degli artt. 64 e 65 del D.Lgs 82/05.

La domanda si considererà presentata nel momento in cui il candidato, concludendo correttamente la procedura, riceverà dal sistema il messaggio di avvenuto inoltro della domanda.

La firma autografa a regolarizzazione della domanda e delle dichiarazioni nella stessa inserite verrà acquisita in sede di identificazione dei candidati alla prima prova concorsuale.

È esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione. pertanto, eventuali domande pervenute con altre modalità, pur entro i termini di scadenza del bando, non verranno prese in considerazione.

Documentazione da allegare alla domanda

I candidati attraverso la procedura on-line dovranno allegare alla domanda, esclusivamente

tramite file formato.pdf, la copia digitale di:

- un documento di riconoscimento legalmente valido;

- tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria;

- eventuali pubblicazioni edite a stampa;

- tutte le certificazioni relative a condizioni che consentono l’ammissione di cittadini extra UE;

- preferenze, precedenze e riserve di posti, previste dalle vigenti disposizioni;

- documento che attesti l’equipollenza/equiparazione del servizio prestato all’estero;

- il documento che attesti l’equipollenza/equiparazione del titolo di studio, se è stato conseguito all’estero, certificata dalla competente autorità

- dichiarazioni legge 104/92 art. 20 e certificazione rilasciata da apposita struttura sanitaria che attesti, a fronte della disabilità riconosciuta, la necessità di ausili/tempi aggiuntivi, al fine di consentire all’Amministrazione di predisporre per tempo i mezzi e gli strumenti atti a garantire la regolare partecipazione

A corredo della domanda, presentata per via telematica, il candidato deve compilare il proprio curriculum formativo-professionale, redatto esclusivamente mediante la procedura informatica prevista per la presentazione della domanda. Non saranno valutati curricula predisposti con altre modalità e forme, ovvero allegati alla domanda.

Non è richiesto l’invio di altra documentazione.

La domanda dovrà pervenire, a pena di esclusione, entro le ore 12 del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell'estratto del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4^ serie speciale “Concorsi ed esami”.

Qualora detto giorno sia festivo, il termine è prorogato alla stessa ora del giorno successivo non festivo.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio.

L’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.

Non sarà valutata documentazione prodotta in forma cartacea.

Autocertificazione

Tutte le dichiarazioni riportate nella domanda e nel curriculum saranno autocertificate mediante compilazione dell’apposito spazio in sede di presentazione telematica della domanda, ai sensi del D.P.R. n.445 del 28 dicembre 2000.

Si precisa che restano esclusi dall’autocertificazione, fra gli altri, i certificati medici e sanitari.

Si rammenta, infine, che l’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e che, oltre alla decadenza dell’interessato dai benefici eventualmente conseguiti sulla base di dichiarazione non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.

Commissione esaminatrice (art. 6 e 22 DPCM)

La Commissione esaminatrice sarà nominata in ottemperanza a quanto disposto dal D.P.R. n. 220/01, e secondo le modalità previste dall’art. 6 del medesimo decreto, nonché dall’art. 35, 3° comma, lettera e), del D. Lgs. 165/01 in materia di incompatibilità nonché secondo i criteri specificati dagli articoli 6 e 22 DPCM del 21 aprile 2021 pubblicato nella G.U. n.147 del 22/6/2021 relativo alla definizione dei requisiti, dei titoli e delle procedure concorsuali per le assunzioni di personale per lo svolgimento delle attività di ricerca e di supporto alla ricerca presso gli IRCCS e gli IZS di cui all’articolo 1, comma 425 della legge 27 dicembre 2017, n. 205 il quale prevede che:

Le commissioni esaminatrici, nominate con delibera del Direttore Generale dell’Istituto, sono così composte:

a) Presidente: Direttore Scientifico o un suo delegato;

b) Componenti:

due esperti nel settore per il quale il concorso è bandito di cui un componente è scelto dal Comitato Tecnico Sanitario dell’ente e l’altro dal Direttore Generale;

c) Segretario:

un dipendente amministrativo dell’Istituto non inferiore alla categoria “C”.

La Commissione giudicatrice, ove necessario, potrà essere integrata da membri aggiunti per l’accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche, della lingua inglese (e delle eventuali altre lingue straniere previste dal bando).

L’Amministrazione si riserva la possibilità di costituire apposite sottocommissioni, secondo le modalità previste dal DPR 220/01 e dell’art 6 del DPCM sopra richiamato.

Prove d'esame (art. 23 DPCM del 21/4/2021)

Le prove d'esame che si svolgono secondo le modalità di cui agli articoli 12, 13 e 14 del DPCM del 21/4/2021 sono le seguenti:

a) prova teorico-pratica: soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica o compilazione di un questionario articolato in domande con risposta a scelta multipla, inerenti al settore per il quale il concorso è bandito ed alle materie relative agli obiettivi ed alle attività della posizione da ricoprire, da cui si evincano anche le conoscenze applicative;

b) prova orale: materie inerenti al settore per il quale il concorso è bandito, nonché agli obiettivi, attività e compiti connessi alla qualificazione da conferire. La prova orale avrà ad oggetto anche la verifica della conoscenza delle principali applicazioni informatiche e della lingua inglese.

L’Amministrazione, in caso di presentazione di un numero elevato di domande di partecipazione, si riserva la possibilità di sottoporre i candidati ad una prova preselettiva, da svolgersi prima dell’ammissione dei candidati.

Punteggio per i titoli e prove d'esame (artt. 8, 13 e 24 DPCM)

I punteggi per i titoli e le prove di esame sono complessivamente 100, così ripartiti:

    Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

    Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it