E-R | BUR

n.287 del 24.09.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. n. 3/2006. Concessione contributi ad associazioni ed enti locali per la realizzazione di progetti nel settore dell'emigrazione in attuazione della deliberazione di Giunta regionale n. 278/2014. CUP E36G14000160004

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

1. di prendere atto degli esiti della valutazione effettuata dal Nucleo di Valutazione, così come indicato in premessa e qui integralmente riportato, delle domande e dei progetti di cui alla L.R. n. 3/2006, art. 6, comma 4, presentati da Associazioni e Federazioni con sede operativa in regione o all'estero, ed Enti Locali con sede in regione, in attuazione della Deliberazione dell'Assemblea Legislativa n. 135 del 24 luglio 2013 e della propria deliberazione n. 278/2014;

2. di approvare, per le ragioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate e sulla base degli esiti dell'istruttoria e della valutazione sopracitate, gli allegati parte integrante e sostanziale del presente atto e precisamente:

- ALLEGATO A – composto delle seguenti tabelle, relative ai progetti presentati da Associazioni e Federazioni di emiliano-romagnoli con sede all’estero, iscritte nell’elenco regionale di cui all’art. 6, comma 2 della L.R. n. 3/2006:

  • Tab. A-1 - Graduatoria, in ordine di punteggio attribuito, dei progetti ammissibili ai contributi;
  • Tab. A-2 - Graduatoria, in ordine di punteggio attribuito, dei progetti da ammettere ai contributi;
  • Tab. A-3 - Elenco dei progetti ritenuti non ammissibili dal Responsabile del Procedimento, con le relative motivazioni;

- ALLEGATO B – composto delle seguenti tabelle, relative ai progetti presentati da Associazioni con sede operativa permanente nel territorio regionale, che operino da almeno tre anni nel settore dell’emigrazione, iscritte nei registri di cui all’art. 4 della L.R. 34/2002:

  • Tab. B-1 - Graduatoria, in ordine di punteggio attribuito, dei progetti ammissibili ai contributi;
  • Tab. B-2 - Graduatoria, in ordine di punteggio attribuito, dei progetti da ammettere ai contributi;
  • Tab. B-3 - Elenco dei progetti ritenuti non ammissibili dal Responsabile del Procedimento, con le relative motivazioni;

- ALLEGATO C – composto delle seguenti tabelle, relative ai progetti presentati da Enti Locali della regione:

  • Tab. C-1 - Graduatoria, in ordine di punteggio attribuito, dei progetti ammissibili ai contributi;
  • Tab. C-2 - Graduatoria, in ordine di punteggio attribuito, dei progetti da ammettere ai contributi;

3. di dare atto che l’importo complessivo dei contributi da concedere alle Associazioni, Federazioni ed agli Enti locali che hanno presentato un totale di n. 11 progetti ammessi, come rilevabili dalle tabelle A-2; B-2 e C-2 allegate al presente atto e di esso parte integrante, ammonta complessivamente ad € 34.095,18;

4. di dare atto che il codice unico di progetto (CUP) cumulativo assegnato alla presente concessione di contributi dalla competente struttura presso il Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio dei ministri, ai sensi dell’art. 11 della Legge n. 3/2003 è il n. E36G14000160004;

6. di impegnare l’importo complessivo di Euro 34.095,18 come segue:

  • quanto alla somma di Euro 11.200,00 registrata al n. 2930 di impegno, sul Cap. 68313 “Contributi ad associazioni, organizzazioni ed istituzioni private senza fini di lucro per attività a carattere socio-assistenziale, culturale e formativo a favore degli emigrati emiliano-romagnoli (art. 6, L.R. 24 aprile 2006, n. 3)” afferente all’U.P.B. 1.5.2.2. 20280 “Iniziative a favore dell’emigrazione e dell’immigrazione” del bilancio per l’esercizio finanziario 2014 che presenta la necessaria disponibilità;
  • quanto alla somma di Euro 15.352,75 registrata al n. 2931 di impegno, sul Cap. 68307 “Contributi ad associazioni di promozione sociale con sede in Regione operative da almeno tre anni nel settore dell’emigrazione, per attività sociali, culturali, formative ed assistenziali in favore degli emiliano-romagnoli all’estero (art. 6, comma 4, lett. b), L.R. 24 aprile 2006, n. 3)” afferente all’U.P.B. 1.5.2.2. 20280 “Iniziative a favore dell’emigrazione e dell’immigrazione” del bilancio per l’esercizio finanziario 2014 che presenta la necessaria disponibilità;
  • quanto alla somma di Euro 7.542,43 registrata al n. 2932 di impegno sul capitolo 68333 “Contributi ad Enti locali per attività a carattere socio-assistenziale, culturale e formativo a favore degli emigrati emiliano romagnoli (art. 6 L.R. 24 aprile 2006, n. 3)” afferente all’U.P.B. 1.5.2.2. 20280 “Iniziative a favore dell’emigrazione e dell’immigrazione” del bilancio per l’esercizio finanziario 2014 che presenta la necessaria disponibilità;

7. di dare atto che ai beneficiari dei contributi indicati nelle rispettive tabelle allegate, saranno liquidati gli importi a fianco di ciascuno indicati, ai sensi dell'art. 51 della L.R. 40/2001 e della propria deliberazione n. 2416/2008 e ss.mm., secondo le modalità stabilite nei bandi approvati con propria deliberazione n. 278/2014 e nella deliberazione dell'Assemblea Legislativa n. 135/2013;

8. di dare atto che i contributi saranno erogati tramite accrediti su conti bancari intestati ai beneficiari e che, nel caso di erogazioni in favore di soggetti con sede all’estero, i relativi importi si intendono comprensivi degli oneri bancari in Italia e all'estero, eventualmente dovuti per le transazioni necessarie;

9. di dare atto che, come indicato nei bandi approvati con propria deliberazione n. 278/2014:

  • i materiali prodotti nell’attuazione dei progetti ammessi a contributo regionale dovranno riportare sempre il riferimento al contributo ed i loghi della Regione Emilia-Romagna e della Consulta;
  • i progetti ammessi a contributo dovranno essere realizzati entro 12 mesi dalla data di pubblicazione nel BUR della presente deliberazione;
  • potrà essere concessa, con nota della Regione firmata dal Dirigente competente, una proroga non superiore a sei mesi sulla data di conclusione del progetto, su apposita motivata richiesta scritta;
  • la Regione può approvare, con nota firmata dal Dirigente competente, eventuali variazioni ai progetti, richieste per iscritto, purché ritenute congrue e coerenti con il progetto approvato e non onerose;
  • la rendicontazione finale dovrà essere inviata entro 6 mesi dal termine del progetto e che, in caso di ritardo fino a quattro mesi nella consegna della rendicontazione, verrà applicata, come penalità, la riduzione del 10% dell’importo da liquidare a titolo di saldo;
  • la Regione si riserva di controllare l’effettiva realizzazione dei progetti e la regolarità della documentazione presentata, entro i tre anni successivi alla liquidazione finale del contributo, riservandosi la riduzione del contributo o la revoca in caso di inadempienza;

11. di dare atto che, come indicato nella deliberazione n. 278/2014, i contributi concessi con il presente atto potranno essere revocati nei seguenti casi:

  • se il beneficiario non presenta la rendicontazione finale dei progetti finanziati, oltre i 4 mesi successivi alla prevista data di consegna della rendicontazione:
    • (senza proroghe) oltre 22 mesi dalla data di pubblicazione nel BUR della presente deliberazione;
    • (in caso di proroga) entro 28 mesi dalla data di pubblicazione nel BUR della presente deliberazione;
  • se, in caso di controlli da parte della Regione, ogni singolo progetto finanziato non raggiunge gli obiettivi per i quali è stato ammesso o risulti difforme da quello approvato;
  • in caso di accertate e gravi irregolarità nella contabilizzazione della spesa;
  • in caso di documentazione non conforme alle dichiarazioni contenute o allegate alla domanda;
  • se il beneficiario comunica, per iscritto, la rinuncia al contributo,

e che la revoca comporta l’obbligo della restituzione delle somme già erogate in prima soluzione e che la mancata restituzione comporterà l’impossibilità di richiedere ulteriori contributi;

12. di dare atto infine che secondo quanto previsto dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33, nonché sulla base degli indirizzi interpretativi ed adempimenti contenuti nelle proprie deliberazioni n. 1621/2013 e n. 68/2014, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

13. di dare atto che l’allegato D, parte integrante del presente atto, contiene descrizione e piano economico dei progetti ammessi a contributo;

14. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it