E-R | BUR

n.310 del 23.10.2013 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decisione in merito alla procedura di verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale (screening) per modifica dell'autorizzazione alla gestione impianto per la messa in riserva (R13) di rifiuti speciali non pericolosi in Comune di Salsomaggiore Terme - lottizzazione "Salso Tre", consistente nell'aumento della potenzialità e l'inserimento della nuova attività di recupero R5. Ditta Omnia Service Srl

L’Autorità competente Provincia di Parma comunica la decisione in merito alla procedura di verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale (screening) per modifica dell'autorizzazione alla gestione impianto per la messa in riserva (R13) di rifiuti speciali non pericolosi in Comune di Salsomaggiore Terme- lottizzazione "Salso Tre", consistente nell'aumento della potenzialità e l'inserimento della nuova attività di recupero R5.

Il progetto è stato presentato dalla Ditta Omnia Service Srl.

Il progetto interessa il territorio del comune di Salsomaggiore Terme.

Ai sensi del Titolo II della L.R. 9/99 smi, l’Autorità competente con deliberazione di Giunta provinciale n. 436 del 26/9/2013 (immediatamente eseguibile) ha assunto la seguente decisione:

per quanto di competenza e fatti salvi i diritti di terzi, sulla base delle valutazioni conclusive della Conferenza di Servizi, di escludere dalla successiva procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) la modifica dell’Autorizzazione alla gestione impianto per la messa in riserva (R13) di rifiuti speciali non pericolosi in Comune di Salsomaggiore, lottizzazione "Salso Tre” ai sensi del DLgs 152/06 e smi presentata dalla Ditta Omnia Service Srl, al fine di effettuare l’attività di recupero R5 con potenzialità massima di 448 t/giorno e annua di 67.000 t, ricordando che, configurandosi come impianto di gestione di rifiuti andrà assoggettato ad autorizzazione unica ai sensi dell’art. 208 del DLgs 152/06 e s.m.i., e a condizione che sia realizzato quanto da progetto così come integrato e che siano rispettate le seguenti prescrizioni di cui agli interventi degli copia informatica per consultazione Enti/Organi intervenuti nelle sedute della Conferenza di Servizi:

  1. il quantitativo dei rifiuti in entrata e delle MPS in uscita, non deve superare i 2500 t/giorno. Dopo la realizzazione della bretella al servizio della zona artigianale di Ponteghiare, già progettata dai Comuni di Salsomaggiore T. e Fidenza, tale limite potrà essere portato a 5900 t/giorno. L’altezza massima dei cumuli potrà essere pari a 5 m;
  2. in sede di richiesta dell’autorizzazione art. 208, deve essere fatta una misurazione in operam per almeno 1 giornata lavorativa delle emissioni rumorose, nelle massime condizioni di disturbo per il rumore e di esercizio per le polveri;
  3. in sede di richiesta dell’autorizzazione art. 208, deve essere fatta la misurazione delle polveri diffuse nelle massime condizioni di esercizio. Sulla base di tali risultati verrà valutata la progettazione di un impianto di abbattimento delle polveri;
  4. in sede di rilascio dell’autorizzazione ex art. 208, deve essere acquisito il parere del Servizio Viabilità della Provincia;
  5. riguardo la pesa al servizio dell’attività verrà utilizzata quella in prossimità dell’impianto e ubicata presso “Scaramuzza Fabrizio srl, via Bargone Valle snc, in comune di Salsomaggiore Terme.

L’Autorità competente, inoltre, ha disposto

6. di inviare copia della presente determinazione, a cura del Servizio Ambiente, a tutti gli Enti/Organi facenti parte della Conferenza di Servizi e al Proponente;

7. di pubblicare per estratto, ai sensi dell’art. 10, comma 3, della L.R. 9/99 smi il presente atto nel BURERT e sul sito web dell’Autorità competente Provincia di Parma, a cura del Servizio Ambiente.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it