E-R | BUR

n.240 del 31.07.2018 (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg. (UE) n. 1305/2013 - PSR 2014/2020 - Misura 4 - Tipo Operazione 4.1.04 "Investimenti per la riduzione di gas serra e ammoniaca" - Focus Area P5D - Approvazione bando unico regionale anno 2018 - delibera Giunta regionale n. 19/2018 e determinazione 5172/2018 - Differimento termini procedimentali.

IL DIRETTORE

Richiamati:

- il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 1305/2013 Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 del sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n.1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/1978, (CE) n. 165/1994, (CE) n. 2799/1998, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;

- il Regolamento delegato (UE) n. 640/2014 della Commissione dell’11 marzo 2014 che integra il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo e le condizioni per il rifiuto o la revoca di pagamenti nonché le sanzioni amministrative applicabili ai pagamenti diretti, al sostegno allo sviluppo rurale e alla condizionalità;

- il Regolamento delegato (UE) n. 807/2014 della Commissione dell’11 marzo 2014 che integra talune disposizioni del regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che introduce disposizioni transitorie;

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014 della Commissione del 17 luglio 2014 recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 della Commissione del 17 luglio 2014 recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo, le misure di sviluppo rurale e la condizionalità;

Visto il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna - Versione 7.1 - (di seguito per brevità indicato come P.S.R. 2014-2020) attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013, nella formulazione approvata dalla Commissione europea con Decisione C (2018)473 final del 19 gennaio 2018, di cui si è preso atto con deliberazione di Giunta regionale n. 161 del 5 febbraio 2018;

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale n. 1025 del 2 luglio 2018 recante “Proposta di modifica del Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020 della Regione Emilia–Romagna, ai sensi dell’art. 11 del Regolamento (UE) n. 1305/2013 (versione 8)” in fase di esame da parte dei Servizi della Commissione europea;

Richiamate inoltre:

- la L.R. 30 maggio 1997, n. 15 e successive modifiche recante norme per l’esercizio delle funzioni in materia di agricoltura;

- la L.R. 23 luglio 2001, n. 21 che istituisce l’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l'Emilia-Romagna, formalmente riconosciuta quale Organismo pagatore regionale per le Misure dei Programmi di Sviluppo Rurale con Decreto del Ministro delle Politiche Agricole e Forestali del 13 novembre 2001;

- la L.R. 30 luglio 2015, n. 13 recante “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città Metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 2185 del 21 dicembre 2015 con la quale si è provveduto, tra l'altro, ad istituire dal 1 gennaio 2016, presso la Direzione Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie, i Servizi Territoriali agricoltura, caccia e pesca per ciascun ambito provinciale a fronte delle nuove funzioni di competenza regionale definite dagli artt. 36-43 della citata L.R. n. 13/2015;

Atteso che la Misura 4 del P.S.R. 2014-2020 comprende il Tipo di operazione 4.1.04 “Investimenti per la riduzione di gas serra e ammoniaca” volta a favorire l’applicazione delle tecniche più efficaci per il miglioramento ambientale in termini di inquinanti azotati, principalmente ossidi di azoto e ammoniaca, derivanti da allevamenti zootecnici esistenti;

Dato atto che il predetto Tipo di operazione 4.1.04 si colloca nell'ambito della Misura 4 come azione di supporto al sistema agro forestale regionale e risponde ai fabbisogni F16 “Migliorare la qualità delle acque riducendo i carichi inquinanti derivanti dalle attività agricole e zootecniche” e F22 “Buone pratiche di gestione/investimenti per ridurre le emissioni nei processi produttivi agricoli in particolare zootecnici”, della Priorità P.5 “Incentivare l'uso efficiente delle risorse e il passaggio ad una economia a bassa emissione di carbonio e resiliente al clima nel settore agroalimentare e forestale”, nell'ambito della Focus area P5D “Ridurre delle emissioni di gas serra e ammoniaca prodotte dall'agricoltura”;

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale n. 19 dell’8 gennaio 2018 recante “Reg. (UE) n. 1305/2013 – PSR 2014/2020 – Misura 4 – Tipo operazione 4.1.04 “Investimenti per la riduzione di gas serra e ammoniaca” – Focus Area P5D – Approvazione bando unico regionale anno 2018”;

Richiamata inoltre la determinazione dirigenziale n. 5172 del 13 aprile 2018 di differimento dei termini della presentazione delle domande di sostegno a valere sul Bando unico regionale di cui alla soprarichiamata deliberazione n. 19/2018 e di conseguente ridefinizione delle successive fasi procedimentali;

Preso atto in particolare che al punto 3) del dispositivo della sopracitata determinazione n. 5172/2018 vengono ridefinite le scadenze previste nella Sezione II “Procedimento e obblighi generali” del Bando unico regionale, come segue:

- Punto 11.3 “Documentazione da allegare alla domanda di sostegno”:

- la data di presentazione, al Servizio Territoriale di riferimento, delle autorizzazioni di cui alle lettere j), k) ed l), se non ancora possedute al momento della presentazione della domanda di sostegno, è fissata al 16 luglio 2018;

- Punto 11.5 “Istruttoria, definizione punteggio complessivo e conseguente approvazione graduatoria”:

- il termine entro il quale i Servizi Territoriali competenti provvedono a trasmettere al Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari gli atti formali a conclusione dell’attività istruttoria è fissato al 21 settembre 2018;

- il termine di approvazione, con atto del Responsabile del Servizio Competitività alle imprese agricole e agroalimentari, della graduatoria formulata sulla base del punteggio di merito complessivo determinato negli elenchi trasmessi dai Servizi Territoriali competenti, è fissato al 28 settembre 2018;

Atteso che con note rispettivamente in data 11 luglio 2018, acquisita agli atti con prot. PG/2018/492236, ed in data 12 luglio 2018, acquisita agli atti con prot. PG/2018/493197, le Organizzazioni Professionali agricole C.A.A. Lega Coop S.r.l e Confagricoltura Emilia-Romagna, hanno richiesto lo spostamento del termine di scadenza del 16 luglio 2018 per la consegna delle autorizzazioni di cui alle lettere j), k), e l) previste al punto 11.3 del citato bando unico regionale anno 2018 per l’attuazione del Tipo di operazione 4.1.04 di cui alla citata deliberazione n. 19/2018;

Considerato che:

- tale richiesta è motivata dai tempi lunghi per l’ottenimento delle suddette autorizzazioni (PDC, autorizzazioni ambientali e/o paesaggistiche);

- il C.A.A. Lega Coop S.r.l. ha chiesto 30 giorni di proroga;

- la Confagricoltura Emilia-Romagna ha chiesto 90 giorni di proroga;

Considerato inoltre che la mancata presentazione delle autorizzazioni di cui alle lettere j), k) ed l) del Bando in argomento costituisce motivo di non ammissibilità e che pertanto i beneficiari che hanno presentato domanda di sostegno risulterebbero fortemente penalizzati dagli iter amministrativi in capo alle competenti Amministrazioni pubbliche;

Ritenuto di agevolare tutti i soggetti coinvolti nell’attuazione del Tipo di operazione Tipo operazione 4.1.04 “Investimenti per la riduzione di gas serra e ammoniaca”;

Richiamato il punto 5) del dispositivo della sopracitata deliberazione n. 19/2018 il quale prevede, tra l’altro, che eventuali proroghe al termine di scadenza per la presentazione delle domande di sostegno ed alla tempistica fissata per le fasi procedimentali possano essere disposte con determinazione del Direttore Generale Agricoltura, Caccia e Pesca;

Ritenuto pertanto di differire al 28 settembre 2018 il termine di scadenza per la presentazione delle autorizzazioni di cui alle lettere j), k) ed l), previste al punto 11.3 del Bando unico regionale anno 2018 per l’attuazione del Tipo di operazione 4.1.04 “Investimenti per la riduzione di gas sera e ammoniaca” – P.S.R 2014-2020 – di cui alla deliberazione n. 19/2018;

Rilevato che detta nuova scadenza comporta la necessità di provvedere all’ulteriore slittamento di tutti i termini procedimentali definiti nella Sezione II “Procedimento e obblighi generali” del suddetto Bando unico regionale, come di seguito riportato:

- al Punto 11.5 “Istruttoria, definizione punteggio complessivo e conseguente approvazione graduatoria”:

- iltermine entro il quale i Servizi Territoriali competenti provvedono a trasmettere al Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari gli atti formali a conclusione dell’attività istruttoria è fissato al 23 novembre 2018;

- il termine diapprovazione, con atto del Responsabile del Servizio Competitività alle imprese agricole e agroalimentari, della graduatoria formulata sulla base del punteggio di merito complessivo determinato negli elenchi trasmessi dai Servizi Territoriali competenti è fissato al 30 novembre 2018;

Richiamati:

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modifiche ed integrazioni;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 93 del 29 gennaio 2018, recante “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione, Aggiornamento 2018-2020” ed in particolare l’allegato B recante “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D. Lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare l'art. 37, comma 4;

Viste, altresì, le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche ed integrazioni;

- n. 56 del 25 gennaio 2016 recante “Affidamento degli incarichi di direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001”;

- n. 468 del 10 aprile 2017 recante “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto ai sensi della sopracitata deliberazione della Giunta regionale n. 2416/2008 e successive modifiche e integrazioni;

determina:

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono pertanto parte integrante del presente dispositivo;

2) di differire al 28 settembre 2018 il termine ultimo per la presentazione delle autorizzazioni di cui alle lettere j), k) ed l), previste al punto 11.3 del Bando unico regionale anno 2018 per l’attuazione del Tipo di operazione 4.1.04 “Investimenti per la riduzione di gas sera e ammoniaca” – P.S.R 2014-2020 – di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 19 dell’8 gennaio 2018 come già modificato con determinazione n. 5172 del 13 aprile 2018;

3) di ridefinire, conseguentemente, le scadenze previste nella Sezione II “Procedimento e obblighi generali” del Bando unico regionale di cui al precedente punto 2), e già modificate con determinazione n. 5172/2018, come segue:

Punto 11.5 “Istruttoria, definizione punteggio complessivo e conseguente approvazione graduatoria”:

- il termine entro il quale i Servizi Territoriali competenti provvedono a trasmettere al Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari gli atti formali a conclusione dell’attività istruttoria è fissato al 23 novembre 2018;

- il termine di approvazione, con atto del Responsabile del Servizio Competitività alle imprese agricole e agroalimentari, della graduatoria formulata sulla base del punteggio di merito complessivo determinato negli elenchi trasmessi dai Servizi Territoriali competenti, è fissato al 30 novembre 2018;

4) di dare atto che resta confermato quant’altro stabilito con deliberazione di Giunta regionale n. 19/2018;

5) di dare atto inoltre che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa;

6) di disporre infine la pubblicazione in forma integrale della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Competitività delle imprese agricole ed agroalimentari provvederà a darne la più ampia pubblicizzazione anche sul sito internet E-R Agricoltura e Pesca.

Il Direttore generale

Valtiero Mazzotti

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it