E-R | BUR

n.121 del 11.07.2012 (Parte Seconda)

XHTML preview

Misure per l’organizzazione ed il supporto al Comitato istituzionale e di indirizzo istituito ai sensi dell’Ordinanza n. 1 del 8/6/2012

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

ai sensi dell’art. 1 comma 2 del D.L. n. 74/2012

Visto il decreto legge n. 74 del 6 giugno 2012, in G.U. n. 131 del 7 giugno 2012, recante “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”;

Visto, in particolare, l’articolo 1, comma 5 del citato decreto-legge, il quale prevede che il Presidente della Regione possa avvalersi per gli interventi ivi previsti dei sindaci dei comuni e dei presidenti delle province interessati dal sisma, adottando idonee modalità di coordinamento e programmazione degli i
nterventi stessi;

Richiamata la propria ordinanza n. 1 dell’8 giugno 2012, pubblicata sul BUR n. 97 del 15/06/2012, con la quale, in attuazione del citato art. 1, comma 5 del decreto-legge n. 74 del 2012, è stato costituito il Comitato Istituzionale e di indirizzo per la ricostruzione, l’assistenza alle popolazioni colpite dal sisma, la piena ripresa delle attività economiche e il ripristino dei servizi pubblici essenziali, presieduto dal Presidente della Regione Emilia-Romagna in qualità di Commissario delegato ai sensi dell’art 1, comma 2 del d.l. 74/2012 e composto dai Presidenti delle Province di Bologna, Modena, Ferrara e Reggio Emilia, nonché dai Sindaci dei Comuni interessati dagli eventi sismici;

Richiamati, in particolare, i punti 2 e 3 della citata ordinanza, che affidano al predetto Comitato funzioni di indirizzo circa le azioni da intraprendere per la rapida ed efficace realizzazione degli interventi previsti dal d.l. 74/2012 ed il coordinamento del loro effettivo svolgimento;

Tenuto conto della pluralità degli interventi da realizzare, della conseguente necessità di assicurare un efficace coordinamento tra gli stessi nonché dell’esigenza di assicurare la più rapida ed efficace attuazione delle decisioni e degli indirizzi espressi dal Comitato istituzionale da parte di tutte le amministrazioni e gli altri soggetti, pubblici e privati, coinvolti;

Ritenuto pertanto necessario stabilire, ai sensi del punto 4 della citata ordinanza n. 1/2012, specifiche misure per l’organizzazione ed il supporto al Comitato istituzionale e di indirizzo;

Visto il Protocollo d’Intesa stipulato con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI);

Tutto ciò premesso e considerato

DISPONE

1. di istituire, presso il Presidente della Giunta regionale, in qualità di Commissario delegato, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, l'Ufficio di coordinamento del Comitato istituzionale e di indirizzo per la ricostruzione, l’assistenza alle popolazioni colpite dal sisma, la piena ripresa delle attività economiche e il ripristino dei servizi pubblici essenziali; 

2. di stabilire che il predetto Ufficio supporti il Comitato in tutte le funzioni ad esso attribuite ed assicuri l’attuazione degli indirizzi da esso assunti, provvedendo, in particolare:

- alla definizione dell’ordine del giorno delle sedute del Comitato, alla loro convocazione e al successivo resoconto sommario;

- all’elaborazione di proposte da sottoporre al Comitato, nonché al supporto all’esecuzione delle decisioni del predetto Comitato;

- al coordinamento delle relazioni tra il Comitato, le strutture delle amministrazioni statali e regionali, le strutture tecniche e operative di supporto al Commissario delegato, le amministrazioni locali nonché gli altri soggetti, pubblici e privati, destinatari delle misure di indirizzo e di coordinamento del Comitato medesimo;

- al monitoraggio dell’attuazione degli indirizzi del Comitato;

- ad ogni altra attività affidatagli dal Presidente della Giunta Regionale, in qualità di Commissario delegato;

3. di affidare la direzione dell’Ufficio di coordinamento al Dott. Angelo Rughetti, nella sua qualità di Segretario generale dell’ANCI, il quale potrà avvalersi di personale dell’ANCI, dei Comuni (previe specifiche intese), nonché di personale della Regione Emilia-Romagna;

4. di stabilire che ulteriori, eventuali modalità operative per il funzionamento dell’Ufficio di coordinamento potranno essere stabilite dal Commissario delegato o dal direttore dell’Ufficio con propri provvedimenti.

La presente ordinanza è pubblicata nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Bologna, 11 luglio 2012

Il Commissario Delegato

Vasco Errani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it