E-R | BUR

n.108 del 19.04.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg (UE) n. 1308/2013 - Miglioramento produzione e commercializzazione prodotti dell'apicoltura - Determinazione dirigenziale n. 2718/2017. Graduatoria unica regionale annualità 2016/2017. Approvazione esiti istruttoria di ammissibilità, scioglimento riserva e concessione finanziamento al Consiglio per la ricerca e l'agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (CREA)

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Richiamati:

- il Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli:

  • che prevede aiuti al settore dell'apicoltura alla Sezione 5, articoli da 55 a 57, stabilendo le regole generali di applicazione delle Misure dirette a migliorare le condizioni della produzione e della commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura;
  • che abroga, a far data dal 1 gennaio 2014, il Reg. (CE) n.1234/2007 e prevede che la Commissione adotti atti delegati e di esecuzione della suddetta Sezione 5;

- il Regolamento delegato (UE) n. 2015/1366 della Commissione dell'11 maggio 2015 che integra il Reg. (UE) 1308/2013 per quanto riguarda gli aiuti nel settore dell'apicoltura;

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 2015/1368 della Commissione del 6 agosto 2015 che approva le modalità di applicazione del Reg. (UE) 1308/2013 per quanto riguarda gli aiuti nel settore dell'apicoltura;

- il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del 25 marzo 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 115 del 18 maggio 2016, con il quale sono state approvate le linee guida per l'attuazione del Reg. (UE) 1308/2013 per quanto concerne il Programma Nazionale triennale a favore del settore dell'apicoltura, e che stabilisce, tra l'altro, che il suddetto Programma è composto dai sottoprogrammi di pari durata elaborati dal Ministero e dalle Regioni ed articolati per stralci annuali, che decorrono dal 1 agosto di ogni anno al 31 luglio dell’anno successivo;

Vista la Deliberazione di Giunta Regionale n. 1296 del 1 agosto 2016 con la quale è stato approvato:

  • nell’Allegato A - il riparto delle risorse finanziarie per l’attuazione della prima annualità stralcio 2016/2017, che per la regione Emilia-Romagna ammontano ad € 509.149,00;
  • nell’Allegato B - l'avviso pubblico per la presentazione delle domande di contributo per il settore dell’apicoltura stralcio annuale 2016/2017;

Considerato che la citata Deliberazione di Giunta Regionale n. 1296/2016 stabilisce, tra l'altro, che esclusivamente per l'annualità corrente 2016/2017 le spese eleggibili a contributo sono valide a partire dal 1° settembre 2016, in quanto le spese realizzate nel mese di agosto 2016 sono finanziate con le risorse previste dalla precedente programmazione di cui al Reg. (CE) n. 1234/2007;

Vista la propria Determinazione n. 2718 del 24 febbraio 2017 con la quale è stata approvata, tra l’altro, la graduatoria unica regionale per l’accesso ai finanziamenti previsti dal programma regionale per il miglioramento della produzione e della commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura di cui al Reg. (UE) n. 1308/2013 per l’annualità 2016/2017;

Dato atto che con la suddetta Determinazione n.2718/2017 è stata altresì ammessa con riserva la domanda del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA) sotto indicata, sottoposta a condizione risolutiva in attesa delle risultanze delle verifiche relative alla regolarità contributiva:

N.
domanda

Cuaa

Ragione Sociale

Motivo della condizione risolutiva

3477571

97231970589

Consiglio per la ricerca in agricoltura e analisi dell’economia agraria
(CREA)

Accertamenti INPS/ INAIL regolarità contributiva a seguito di DURC on line “in verifica”

Preso atto del “DURC on line”, acquisito agli atti del Servizio con prot. DURC.2017.2540 del 17 marzo 2017, con il quale INPS e INAIL hanno attestato la regolarità contributiva del suddetto Istituto di ricerca;

Ritenuto, pertanto, di sciogliere positivamente la riserva in ordine all’ammissibilità della domanda suddetta del “CREA” e di provvedere contestualmente alla concessione del finanziamento pari ad Euro 28.560,00 per la realizzazione del progetto esecutivo da parte dell’Unità di ricerca di apicoltura e bachicoltura di Bologna (CREA-API) riferito alla Misura F), azione f.2) del Programma regionale triennale 2017-2019 per l’apicoltura, al quale è stato assegnato – ai sensi dell'art. 11 della Legge n. 3/2003, dalla competente struttura presso il Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri - il Codice Unico di Progetto (CUP) E36J17000040007;

Visti:

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modificazioni ed integrazioni;

- la deliberazione di Giunta regionale n.66 del 25 gennaio 2016 “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza e l'integrità. Aggiornamenti 2016-2018” nonché la determinazione dirigenziale n. 12096/2016 “Ampliamento della trasparenza ai sensi dell'art 7 comma 3 D. LGS. 33/2013, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 25 gennaio 2016 n. 66”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 89 del 30 gennaio 2017 concernente l’approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019;

Viste:

- la Legge Regionale 30 luglio 2015, n. 13 recante “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città Metropolitane di Bologna, province, comuni e loro unioni”;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii;

Richiamate, infine, le deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.;

- n. 2185 del 21 dicembre 2015 con la quale si è provveduto, tra l'altro, ad istituire dal 1° gennaio 2016, presso la Direzione Generale Agricoltura, Caccia e Pesca, i Servizi Territoriali Agricoltura, caccia e pesca per ciascun ambito provinciale a fronte delle nuove funzioni di competenza regionale definite dagli artt. 36-43 della citata L.R. n. 13/2015;

- n. 2230 del 28 dicembre 2015 con la quale, tra l'altro, è stata fissata al 1° gennaio 2016 la decorrenza delle funzioni amministrative oggetto di riordino ai sensi dell'art. 68 della predetta L.R. n. 13/2005;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 recante ”Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016 recante ”Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 702 del 16 maggio 2016 concernente l'approvazione degli incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzione Generali – Agenzie – Istituto;

Attestata, ai sensi della delibera di Giunta 2416/2008 e s.m.i., la regolarità amministrativa del presente atto;

determina:

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa, che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto;

2) di recepire le risultanze attestate nella documentazione DURC on line in ordine alla regolarità contributiva del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA) e pertanto di sciogliere positivamente la riserva relativa all’ammissibilità della relativa domanda di aiuto;

3) di concedere al “CREA”, con sede in Roma, CUAA97231970589, un finanziamento pari ad Euro 28.560,00, per la realizzazione del progetto riferito alla Misura F), azione f.2), del Programma regionale triennale 2017-2019 per l’apicoltura (Codice Unico di Progetto (CUP) E36J17000040007), da parte dell’Unità di ricerca di apicoltura e bachicoltura di Bologna (CREA-API), dando atto che:

  • il beneficiario, così come previsto nella più volte citata DGR n. 1296/2016, è tenuto al rispetto di quanto ivi stabilito, in relazione allo svolgimento delle attività proposte e dei termini di presentazione della domanda di pagamento del contributo;
  • sarà disposta la revoca del contributo qualora, dagli accertamenti amministrativi e tecnici che la Regione si riserva di eseguire a mezzo dei propri collaboratori, dovesse risultare che le attività svolte non corrispondono a quelle previste, fatto salvo quanto disposto dal citato Avviso pubblico in relazione alle varianti, che dovranno essere adeguatamente motivate nella relazione finale ed evidenziate nel rendiconto;
  • che, con proprio successivo provvedimento, si provvederà alla liquidazione, in un'unica soluzione a saldo, del contributo sulle spese sostenute dal suddetto organismo, ai fini dell'erogazione del pagamento da parte di AG.R.E.A - Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura per l'Emilia-Romagna;

4) di dare atto, infine, che:

  • per quanto non espressamente previsto dal presente atto, si rinvia a quanto disciplinato nell’Avviso pubblico approvato con DGR n. 1296/2016 e nella propria Determinazione n. 2718/2017;
  • secondo quando previsto dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e s.m. nonché sulla base degli indirizzi interpretativi ed adempimenti contenuti nella deliberazione della Giunta regionale n. 66/2016, si provvederà alla pubblicazione ivi contemplata;

5) di comunicare al “CREA” e al “CREA-API” la concessione del contributo di cui trattasi;

6) di disporre la pubblicazione in forma integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it