E-R | BUR

n.48 del 23.02.2022 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Avviso per procedura comparativa e colloquio per il conferimento incarico libero professionale a Medico Infettivologo da assegnare alla Direzione Gestione operativa dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara per attività specialistica ambulatoriale e gestione del rischio infettivo

In esecuzione della determinazione del Direttore del Servizio Comune Gestione del Personale n.80 del 3/2/2022 esecutiva ai sensi di legge, si procederà all’assegnazione di Incarico libero professionale della durata di dodici mesi a Medico Infettivologo da assegnare alla Direzione Gestione Operativa dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara per attività specialistica ambulatoriale e gestione del rischio infettivo, ai sensi dell’art.7, comma 6 del D.Lgs.165/01 e s.m.i. e degli artt. 2222 e segg. del c.c..

- Durata: 12 mesi

- Impegno: 36 ore settimanali

- Compenso: € 45/h

Sede : Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara – Direzione Gestione Operativa.

Per l’ammissione al presente avviso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

Requisiti generali di ammissione:

1) cittadinanza Italiana o equivalente (i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea dovranno dichiarare nella domanda il possesso del “PERMESSO DI SOGGIORNO” e dei “REQUISITI SPECIFICI” richiesti dal bando se conseguiti in Italia, con eventuale decreto di equiparazione, rilasciato dal Ministero della Salute, se conseguiti fuori Italia).

2) idoneità fisica alle mansioni da espletare. L'accertamento di tale idoneità, con l'osservanza delle norme in tema di categorie protette, sarà effettuata prima dell'immissione in servizio;

Non possono accedere all’impiego coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per avere conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

Sono esclusi dal presente avviso pubblico coloro che siano stati condannati, anche con sentenza non passata in giudicato, per uno dei reati previsti dal Capo I- Titolo II del c.p. Sono altresì esclusi coloro il cui rapporto di lavoro si sia risolto ad esito di procedimento disciplinare presso una Pubblica Amministrazione.

Requisiti specifici di ammissione :

L’avviso è rivolto a coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti specifici:

- Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia;

- Specializzazione in Malattie Infettive o in disciplina equipollente ai sensi del D.M.30/1/1998, DM 31/7/2002 e s.m.i.

Ai sensi dell'art. 74 del D.P.R. 483/1997 integrato con D.P.R. n. 156 del 9/3/2000, la specializzazione nella disciplina può essere sostituita dalla specializzazione in disciplina affine ai sensi del D.M. 31/1/1998 e s.m.i.

- Iscrizione all’Albo dell’Ordine Professionale dei Medici Chirurghi; l’iscrizione al corrispondente Albo Professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’inizio dell’attività;

I requisiti di cui sopra dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente avviso per la presentazione delle domande di ammissione.

Gli incarichi potranno essere conferiti se i professionisti risultino in possesso di Certificazione Verde Covid-19 (Green Pass) in corso di validità.

L’Azienda si riserva la facoltà di valutare se eventuali condanne riportate dal professionista o la sottoposizione a misure di sicurezza, procedimenti penali in corso, ovvero l’esclusione dall’elettorato attivo, o la dispensa o il licenziamento dall’impiego presso una pubblica amministrazione, risultino ostativi al conferimento degli incarichi in oggetto.

L’incarico di natura libero professionale non configurerà rapporto di lavoro subordinato e non comporterà obbligo di esclusività e pertanto il professionista potrà svolgere altre attività che non siano in contrasto e/o concorrenza con l’ attività istituzionale dell’ Azienda e che non creino danni all’ immagine e pregiudizio all’ Azienda.

L’Azienda Ospedaliero Universitaria non garantisce copertura assicurativa per infortuni e malattie professionali.

Termini per la presentazione della domanda

La domanda in carta semplice e la documentazione allegata devono pervenire tassativamente , a pena decadenza, entro il termine perentorio delle ore 12.00 del 15° giorno non festivo successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. Non fa fede il timbro a data dell'Ufficio Postale accettante. Pertanto non saranno accolte le domande pervenute oltre tale termine, anche se spedite a mezzo posta entro il termine.

Qualora detto termine venga a cadere in un giorno festivo, il termine stesso è prorogato alla stessa ora del giorno successivo non festivo.

Per l’invio della domanda sono previste le seguenti modalità:

  • Trasmissione tramite il servizio postale a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo: Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara con sede in - Via Aldo Moro n.8– 44124 Cona, Ferrara. La domanda deve pervenire tassativamente entro le ore 12 del quindicesimo giorno non festivo alla data di pubblicazione del presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. NON farà fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante. Pertanto non saranno accettate le domande pervenute oltre tale termine, anche se spedite a mezzo posta entro tale termine.

L’Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara non risponde di eventuali disguidi o ritardi derivanti dal Servizio Postale;

  • Trasmissione tramite utilizzo della casella di posta elettronica certificata (PEC) entro la data di scadenza dell’avviso, all’indirizzo PEC del Servizio per la tenuta del Protocollo informatico e la gestione dei flussi documentali: protocollo@pec.ospfe.it. L’oggetto del messaggio, dovrà contenere la dicitura “ contiene domanda all’avviso pubblico (indicare nome e cognome””. Si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata PERSONALE. Non sarà pertanto ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC Aziendale.

La validità della trasmissione e ricezione della corrispondenza è attestata rispettivamente, dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna. L’Amministrazione non assume responsabilità in caso di impossibilità di apertura dei files.

La domanda, debitamente sottoscritta, e i relativi allegati. deve essere inviata tassativamente in un unico file in formato PDF senza alcun rinvio a contenuti all’esterno del file stesso , unitamente a fotocopia del documento valido di identità personale.

È esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l'eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto. Non sono inoltre considerate le domande inviate prima della pubblicazione dell’estratto del presente bando nel Bollettino Ufficiale Regionale

L'Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure di mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, nè per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Ai sensi dell ' art. 39 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000 non è richiesta l'autentica della firma in calce alla domanda.

La domanda, sottoscritta e il curriculum devono essere inviati in un unico file in formato PDF, unitamente a fotocopia di un documento valido di identità personale.

Domanda di ammissione

Nella domanda di ammissione redatta in carta semplice, datata e firmata, l'aspirante dovrà specificare l'avviso a cui intende partecipare ed indicare altresì:

a) cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza;

b) numero codice fiscale posseduto;

c) cittadinanza posseduta. Se il cittadino non appartiene all'Unione Europea deve essere in regola con le vigenti norme in materia di soggiorno nel territorio italiano;

d) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi di non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime

e) i titoli di studio posseduti e gli altri requisiti specifici di ammissione richiesti;

f) l'esistenza di un eventuale rapporto di dipendenza con una Pubblica Amministrazione ed eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di Pubblico Impiego;

g) le eventuali condanne riportate ovvero di non aver riportato condanne penali;

h) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione e recapito telefonico.

La mancata sottoscrizione della domanda e l'omessa indicazione di una sola delle suddette dichiarazioni, comporterà l'esclusione dal presente avviso;

Documentazione da allegare alla domanda

Alla domanda di partecipazione i candidati dovranno allegare tutti i documenti, titoli di carriera, accademici, di studio e scientifici che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formulazione della graduatoria; ivi compreso un curriculum formativo e professionale redatto su carta semplice datato, firmato e debitamente documentato e un elenco dei documenti. In caso di presentazione della domanda attraverso l'utilizzo di casella di posta elettronica certificata, si precisa che le dimensioni di ogni singolo allegato non dovranno essere superiori a 10 MB.

I titoli devono essere prodotti in originale o in copia autenticata (uso concorso) ovvero autocertificati nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente, le pubblicazioni devono essere edite a stampa.

In conformità a quanto previsto dall'art. 15/1 lett. A) della L. 183/2011, si precisa che il candidato, in luogo delle certificazioni rilasciate dalle Pubbliche Amministrazioni, che non potranno più essere accettate e/o ritenute utili ai fini della valutazione nel merito, deve presentare in carta semplice e senza autentica della firma:

a. “Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà” (art. 46, D.P.R. 445/2000): per tutti gli stati, fatti e qualità personali compresi nell'elenco di cui al citato art. 46 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445 (ad esempio borse di studio, attività di servizio, incarichi libero professionali, attività di docenza, frequenza di corsi di formazione, di aggiornamento, partecipazioni a convegni, seminari conformità all'originale di pubblicazioni ecc.);

b. “Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà in conformità all’originale” (artt. 19 e 47) del D.P.R. 445/2000): attestati di corsi di formazione, di apprendimento, partecipazione di convegni conformità all’originale di pubblicazioni.

La dichiarazione sostitutiva di certificazione e/o dell'atto di notorietà richiede una delle seguenti forme:

  • deve essere sottoscritta personalmente dall'interessato dinanzi al funzionario competente a ricevere la documentazione,

oppure

  • deve essere spedita per posta - o consegnata da terzi - unitamente a fotocopia semplice documento d'identità personale del sottoscrittore.

Qualora il candidato presenti più fotocopie semplici, l’autodichiarazione può essere unica, ma contenente la specifica dei documenti ai quali si riferisce.

In ogni caso, la dichiarazione resa dal candidato - in quanto sostitutiva a tutti gli effetti della certificazione - deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo che il candidato intende produrre, l'omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificato.

In particolare, con riferimento servizio prestato, la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (unica alternativa al certificato di stato di servizio) allegata o contestuale alla domanda, resa con le modalità sopraindicate, deve contenere l'esatta denominazione dell'Ente presso il quale il servizio è stato prestato, la qualifica, il tipo di rapporto di lavoro (tempo pieno / tempo definito / part-time e relativo regime orario), le date di inizio e di conclusione del servizio prestato nonché l'eventuale interruzione (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare, ecc.) e quant'altro necessario per valutare il servizio stesso. Anche nel caso di autocertificazione di periodi di attività svolta in qualità di borsista, di docente, di incarichi libero professionali, ecc. occorre indicare con precisione tutti gli elementi indispensabili alla valutazione (tipologia dell'attività, periodo è sede di svolgimento della stessa).

Le pubblicazioni devono essere esclusivamente edite a stampa; possono tuttavia essere presentate in fotocopia accompagnate da apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, con la quale il candidato attesti che le stesse sono conformi all'originale.

E’ altresì possibile per il candidato autenticare la copia di qualsiasi altro tipo di documento che possa costituire titolo e che ritenga utile allegare alla domanda ai fini della valutazione di merito; a tal fine nella dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà dovrà essere elencato specificatamente ciascun documento presentato in fotocopia semplice in cui viene dichiarata la corrispondenza all’originale.

Gli attestati di partecipazione a corsi, convegni o seminari, le pubblicazioni, le comunicazioni a convegni, gli abstracts, dovranno essere obbligatoriamente allegati in fotocopia unitamente alla dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante la conformità originale.

Restano esclusi dall'autocertificazione i certificati medici e sanitari.

I fac-simili delle suddette certificazioni possono essere scaricate dal sito internet aziendale, www.ospfe.it nell’apposita sezione.

Alla domanda deve essere unito, in carta semplice, l'elenco datato e firmato dei documenti e dei titoli presentati, numerato progressivamente in relazione al corrispondente titolo.

L'Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute ed in caso di dichiarazione non veritiera il candidato decade dai benefici eventualmente conseguiti, oltre all'applicazione delle sanzioni penali, previste dall'art. 75 del D.P.R. 445/00.

Prova selettiva e Valutazione dei candidati

L’incarico verrà attribuito sulla base di un graduatoria a seguito di valutazione comparata dei curricula presentati dai candidati in possesso dei requisiti, con riferimento alle attività di studio, professionali e di ricerca idonee ad evidenziare le competenze acquisite ed una prova colloquio in materia oggetto dell’ incarico da conferire.

Alla suddetta valutazione procederà una Commissione così composta:

Dr. Sandro Bartalotta – Dirigente Medico Direzione Gestione Operativa - Presidente

Dr. Marco Libanore – Direttore U.O. Malattie Infettive Ospedaliera

Dr. Mario Pantaleoni – Dirigente Medico U.O. Malattie Infettive Ospedaliera

Le funzioni di segretario possono essere svolte da uno dei componenti della Commissione o comunque da personale amministrativo appartenente alla cat C o D.

La valutazione dei candidati verrà effettuata tenendo conto delle competenze richieste e delle peculiarità dell’incarico da assegnare, sulla base della valutazione del curriculum formativo e professionale e colloquio.

Il colloquio sarà diretto alla valutazione delle competenze e delle capacità professionali dei candidati con riferimento all’incarico da attribuire, in relazione agli obiettivi ed alle caratteristiche dell’attività da svolgere.

I candidati che presenteranno regolare domanda di partecipazione al presente avviso e che non riceveranno nota di esclusione, sono convocati a sostenere il colloquio il giorno 22 marzo 2022 alle ore 9 presso l’ Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara Via Aldo Moro n.8, Cona-Ferrara settore 1A3 Direzione Gestione Operativa III piano.

Tale avviso costituisce l’unica forma di convocazione alla prova selettiva e avrà valore di notifica a tutti gli effetti, nei confronti dei candidati. Non saranno effettuate convocazioni individuali

La mancata presentazione del candidato alla prova selettiva nel giorno luogo e ora che verranno indicati o la presentazione in ritardo, ancorchè dovuta a causa di forza maggiore, comporteranno l’irrevocabile esclusione dalla procedura.

I candidati dovranno presentarsi muniti di valido documento di riconoscimento.

A seguito del Decreto Legge n. 105 del 23/7/2021, con entrata in vigore dal 6 agosto 2021, si comunica che è obbligatorio, al fine di accedere alla sede concorsuale, esibire al personale addetto la Certificazione Verde Covid-19 (Green Pass) in corso di validità.

Al candidato che non presenti e/o rifiuti di esibire il predetto certificato, non sarà consentito l’accesso alla sede concorsuale.

I candidati, al momento dell’identificazione, dovranno presentare una autodichiarazione che si allega al presente avviso, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, nella quale attestano, sotto la propria personale responsabilità:

  • di non essere sottoposto alla misura della quarantena (in quanto contatto stretto di caso confermato o per recente rientro dall’estero) ovvero:
  • di non essere sottoposto a misura di isolamento domiciliare fiduciario in quanto risultato positivo alla ricerca del virus SARS-COV-2 ovvero:
  • di non presentare sintomatologia simil-influenzale

Conferimento dell’incarico

L’ incarico, di durata annuale, sarà attribuito sulla base della valutazione effettuata dalla apposita Commissione con le modalità previste dal precedente paragrafo.

Il bando e la relativa graduatoria verranno pubblicati sul sito internet Aziendale www.ospfe.it nell’apposita sezione e la stessa potrà essere utilizzata per il conferimento di diversi ulteriori incarichi anche con validità temporale e con compenso proporzionalmente variato, che si rendessero necessari.

Ai fini dell’ attivazione del rapporto di lavoro, il Professionista dovrà essere in possesso di partita IVA.

L’ Azienda si riserva la facoltà di non procedere al conferimento degli incarichi di cui trattasi incarico qualora dalla valutazione dei candidati non si rilevino professionalità utili ed adeguate all’assolvimento delle funzioni proprie del profilo richiesto e rispondenti alle esigenze aziendali.

L’Azienda si riserva altresì la facoltà di prorogare, sospendere o revocare la presente procedura in qualsiasi momento per ragioni di pubblico interesse.

Il candidato cui verrà assegnato l'incarico Libero Professionale non dovrà trovarsi nelle condizioni di conflitto di interessi, anche potenziali, ai sensi dell'art. 53, comma 14 del D.Lgs. 165/01, come integrato dalla L. n. 190 del 6/11/2012 "Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione".

L'Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara si riserva ogni più ampia facoltà in ordine alla proroga, la sospensione, la revoca, rettifica o l'annullamento del presente avviso, ovvero di non procedere alla stipula del contratto con i candidati risultati idonei, per mutate esigenze di carattere organizzativo o di contenimento di spesa.

Informativa Privacy

Ai sensi delle disposizioni di cui all’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 ad oggetto “Regolamento generale sulla protezione dei dati”, questa Azienda Ospedaliero Universitaria., quale titolare del trattamento dei dati inerenti il presente avviso, informa che il trattamento dei dati contenuti nelle domande presentate e finalizzato all’espletamento della procedura in oggetto, può avvenire con modalità sia manuale che elettronica.

La presentazione delle domande da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale assegnato all’ufficio preposto alla conservazione delle domande ed utilizzo delle stesse per lo svolgimento della procedura della pubblica selezione. Gli stessi potranno essere messi a disposizione di coloro che, dimostrando un concreto interesse nei confronti della suddetta procedura, ne facciano richiesta ai sensi dell’art. 22 della Legge 241/90 e successive modificazioni ed integrazioni.

Il trattamento avviene in via generale in base alle seguenti fonti normative: D.Lgs 10 agosto 2018, n. 101 e art. 13 del Regolamento UE 2016/679 ad oggetto “Regolamento generale sulla protezione dei dati”.

Disposizioni varie

La partecipazione al presente avviso comporta l’accettazione di tutte le prescrizioni contenute, senza riserva alcuna.

Il presente avviso pubblico garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ai sensi della legge 10/4/1991, n. 125.

Per le informazioni necessarie e per acquisire copia dell’avviso pubblico rivolgersi al Servizio Comune Gestione del Personale –Corso Giovecca n.203 – 44121 Ferrara - (tel.0532/237450 0532/236918) Internet: www.ospfe.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it