E-R | BUR

n.40 del 16.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Conferimento incarichi di lavoro autonomo ai sensi dell'art. 9 Decreto-Legge n. 80/2021 - Esperti digitali

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

(omissis)

determina

per tutto quanto esposto in parte narrativa e che qui si intende integralmente richiamato:

1) di conferire agli esperti, come individuati nella tabella di cui all’allegato A) parte integrante e sostanziale del presente atto, ai sensi dell’articolo 9, comma 1, del decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2021, n. 113, gli incarichi di lavoro autonomo, sotto forma di collaborazione, per il supporto ai procedimenti amministrativi connessi all’attuazione del PNRR, profilo “Esperto digitale”, per lo svolgimento delle seguenti attività di supporto:

  • Attività di predisposizione della piattaforma di monitoraggio di tutto il piano e del PNRR in Regione Emilia-Romagna, con specifico riferimento al territorio provinciale cui si è assegnato, in raccordo con l’attività di monitoraggio centrale e con particolare attenzione agli aspetti tecnologici (vedi piano). Attività da svolgersi in presenza indicativamente in quattro giornate alla settimana e per circa 170 giornate all’anno in stretto raccordo con i servizi afferenti al digitale della Regione Emilia-Romagna;
  • Attività di supporto organizzativo e digitale dei team territoriali e degli Enti Locali del territorio cui si è assegnati, su indicazione della Direzione Generale REII della Regione Emilia-Romagna;
  • Attività di progettazione organizzativa, con particolare riguardo agli aspetti tecnologici, in collaborazione col resto dei team, come indicato dalla Regione, al fine di snellire e finalizzare le procedure autorizzatorie da parte degli Enti (vedi piano);
  • Analisi di processo, dal punto di vista digitale, e conseguente proposta di revisione della macrostruttura, anche in ottica lean, agli Enti Locali al fine di semplificare, dematerializzare, favorire la collaborazione, velocizzare e aumentare il grado di accoglimento dei processi autorizzatori finali in capo agli Enti. Attività da svolgersi in raccordo con la Direzione Generale REII della Regione (vedi piano);
  • Attività di supporto digitale e analisi svolte in presenza nella sede territoriale indicata dalla Regione Emilia-Romagna, in raccordo con il resto del team e dei team presenti sul territorio (vedi piano);
  • Eventuali attività e analisi di supporto agli Enti Locali del rispettivo territorio provinciale cui si è assegnati, su indicazione della Regione Emilia-Romagna e in raccordo con il team (vedi piano);
  • Attività di risposta a quesiti anche a distanza, sulla medesima piattaforma, garantendo la massima flessibilità nei periodi di massimo carico di lavoro in materia di PNRR da parte degli Enti territoriali dell’Emilia-Romagna;
  • Attività di popolamento della piattaforma di monitoraggio su tutte le materie e avanzamento del PNRR;
  • Attività, se richiesto, di confronto in presenza nelle sedi degli Enti Locali su tutte le materie e avanzamento del PNRR;
  • Supporto per le procedure complesse previste nel Piano, e in particolare alle seguenti attività:

- Attività di consulenza e di supporto tecnico - specialistico per la costruzione di sistemi organizzativi fisici e digitali di progetti e processi, anche in riferimento agli stati di avanzamento degli investimenti;

- Attività di supporto tecnico - specialistico alle Autorità di Gestione della Regione Emilia-Romagna utile all’attuazione degli interventi pubblici cofinanziati da fondi strutturali e/o da fondi di investimento europei, con particolare riguardo al digitale (vedi regolamento PNRR);

- Attività di consulenza e di supporto tecnico per il monitoraggio degli stati di avanzamento e la verifica del raggiungimento degli obiettivi intermedi e finali nell’ambito dell’esecuzione di progetti relativi al territorio cui si è assegnati;

2) di approvare i contratti secondo gli schemi allegato B) e C), rispettivamente per gli esperti titolari di partita IVA e per gli esperti non titolari di partita IVA, che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto, e di stabilire che gli incarico decorrono dalla data indicata nei contratti e terminano il 31/12/2022, rinnovabili sulla base del raggiungimento dei risultati previsti a livello nazionale;

3) di stabilire che per lo svolgimento di ciascun incarico sia corrisposto un compenso di euro 108.000,00 omnicomprensivi di IRAP se dovuta, IVA se dovuta, cassa professionale se dovuta oltre ad eventuali altri oneri diretti e indiretti oneri previdenziali a carico ente ed INAIL a carico ente se dovuti, corrispondente all’importo massimo indicato negli avvisi per la ricerca degli esperti pubblicati il 30/11/2021 sul Portale inPA ( https://www.inpa.gov.it), da ritenersi congruo in relazione alla complessità delle attività di supporto alle procedure specifiche di cui al Piano Territoriale regionale richiamato in premessa e all’impegno annuo richiesto, indicativamente tra i 150 e i 170 gg/persona;

4) di dare atto che si provvederà alla sottoscrizione dei contratti ai sensi delle delibere della Giunta regionale n. 2416/2008 e ss. mm. per quanto applicabile e n. 468/2017 successivamente all’espletamento degli adempimenti previsti dal D.Lgs. 33/2013 all’art. 15;

5) di dare atto che con successivo atto si provvederà all’impegno di spesa e la regolarizzazione contabile per l’incarico in oggetto, a valere sul bilancio finanziario gestionale di previsione 2022;

6) di dare atto che si provvederà, nel rispetto della normativa vigente, alla:

- trasmissione all'Anagrafe delle prestazioni del Dipartimento della Funzione Pubblica;

- trasmissione alla Sezione Regionale di controllo della Corte dei conti;

- alla pubblicazione del presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale Telematico della R.E.R;

- registrazione, nel Portale del Reclutamento, del conferimento dell’incarico e della sua durata;

7) di provvedere agli obblighi di pubblicazione previsti dall’art. 15 del D. Lgs. n. 33/2013 ed alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del medesimo decreto legislativo.

Il Direttore Generale

Francesco Raphael Frieri

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it