E-R | BUR

n.41 del 16.03.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Pratica n. MO08A0050 - Frantoio Nuovo Soc. Coop. a r.l. - Concessione di derivazione di acque pubbliche superficiali con procedura ordinaria dal Fiume Panaro tramite il Canal Torbido in comune di Savignano S.P.

IL RESPONSABILE

(omissis)

determina:

a) fatti salvi i diritti dei terzi, di rilasciare alla ditta Frantoio Nuovo Soc. Coop a r.l., C.F. 01956611204, la concessione a derivare una quantità di acqua pubblica superficiale dal Fiume Panaro tramite il Canal Torbido, pari a max 50,00 l/sec. e per un totale di 40.000 mc/anno, in comune di Savignano sul Panaro., loc. Magazzeno, ad uso industriale;

b) di assentire che l’utenza sia esercitata mediante l’utilizzo delle opere di presa già legittimamente concesse al Consorzio della Bonifica Burana per la derivazione del “Canal Torbido” (sottensione parziale ai sensi dell’art. 29, comma 2, Regolamento regionale 41/01);

c) di recepire come parte integrante della presente determina, l’autorizzazione del Consorzio della Bonifica Burana all’utilizzo della stessa opera di presa da parte della ditta Frantoio Nuovo Soc. Coop a r.l. a ai sensi dell’art. 9, comma 4 del Regolamento di cui sopra;

d) di stabilire che il presente provvedimento costituisce variante alla concessione già assentita in favore del Consorzio della Bonifica Burana;

e) di stabilire che la concessione sia rilasciata fino al 31 dicembre 2015;

Estratto disciplinare.

(omissis)

Art. 2 – Localizzazione del prelievo e descrizione delle opere di derivazione 

Il prelievo avviene mediante il Canal Torbido, che a sua volta deriva dal Fiume Panaro in località Doccia in comune di Savignano s. P.con opere di presa situate a valle della traversa di Vignola in un punto avente le seguenti coordinate UTM: X= 660.103; Y= 926.706.

La derivazione dal Canal Torbido consiste in una bocchetta di presa (fg. 2, mapp. 196, coord UTM: X= 662.845; Y= 932.124) la cui regolazione è gestita dal Consorzio. Dal pozzetto l’acqua si incanala in un fosso esistente dal quale, tramite un dispositivo di regolazione, viene fatta fluire in un bacino di accumulo.

(omissis)

Art. 3 –Osservanza del DMV, sospensioni

Il valore del DMV, da lasciar defluire in alveo, in corrispondenza della derivazione sul Fiume Panaro, è fissato nella misura di 0,912 mc/sec, pari a 912 l/sec., in rispetto alle norme in vigore. (omissis)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it