E-R | BUR

n.87 del 26.03.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg.(CE) 1698/2005 - PSR 2007-2013 - Asse 1 Misura 125 - Deliberazione 515/13. Modifica

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio Europeo, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e successive modifiche ed integrazioni;

- il Regolamento (CE) n. 1290/2005 del Consiglio Europeo sul finanziamento della politica agricola comune e successive modifiche ed integrazioni;

- la Decisione n. 144/2006 del Consiglio relativa agli orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (programmazione 2007-2013), come da ultimo modificata dalla Decisione n. 61/2009 del Consiglio;

- il Regolamento (CE) n. 883/2006 della Commissione Europea applicativo del Regolamento (CE) n. 1290/2005 concernente la tenuta dei conti degli organismi pagatori, le dichiarazioni di spesa e di entrata e le condizioni di rimborso delle spese nell’ambito del FEAGA e del FEASR e successive modifiche;

- il Regolamento (CE) n. 1974/2006 della Commissione Europea, che reca disposizioni di applicazione al citato Regolamento (CE) n. 1698/2005 e successive modifiche ed integrazioni;

- il Regolamento (UE) n. 65/2011 della Commissione Europea che stabilisce modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 1698/2005 per quanto riguarda le procedure di controllo e la condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale ed abroga il Regolamento (CE) n. 1975/2006 che già disciplinava le suddette procedure;

- il Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 (PSR) della Regione Emilia-Romagna nella formulazione approvata dalla Commissione Europea con comunicazione ARES (2013)3202451 - 08/10/2013 - (Versione 9) - della quale si è preso atto con deliberazione n. 1493 del 21 ottobre 2013 - quale risultante dalle modificazioni proposte con deliberazione n. 1036 del 23 luglio 2013 e dal negoziato condotto con i Servizi della Commissione dalla Direzione Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie;

Richiamate:

- la propria deliberazione n. 515 del 28 aprile 2013 che riattivava la presentazione di domande di aiuto a valere sul Programma Operativo, con valenza di avviso pubblico, della Misura 125 “Infrastrutture connesse allo sviluppo ed all’adeguamento dell’agricoltura e della silvicoltura”, ed in particolare l’Allegato 1 nel quale sono stati fissati i criteri, la procedura e la tempististica relativi al finanziamento dei progetti posizionati utilmente al fine della concessione dell'aiuto richiesto;

- la determinazione dirigenziale n. 12540 dell'8 ottobre 2013 che approva l'elenco delle istanze, presentate e risultate, a seguito della prevista attività istruttoria, ammissibili a finanziamento;

Dato atto che a seguito dell'adozione della precedentemente citata determinazione il Servizio Aiuti alle imprese ha provveduto, conformemente a quanto disposto dal punto 10. lettere a) e b) dell'Allegato 1 alla deliberazione n. 515/2013, a richiedere ai potenziali beneficiari di produrre, entro 150 giorni dal ricevimento della formale richiesta, la documentazione autorizzativa necessaria al perfezionamento dell'atto concessorio ed in particolare:

a) In caso di progetti assoggettati alla procedura di verifica (screening) ai sensi del titolo II della L.R. 9/99 e successive modifiche ed integrazioni:

  • 1) Esito della procedura di verifica/screening (indicazione della delibera di Giunta regionale);
  • 2) Estremi dell’autorizzazione regionale rilasciata dal Servizio Tecnico di Bacino competente;
  • 3) Estremi della concessione di derivazione di acqua nel caso che l'invaso non sia alimentato esclusivamente da acqua piovana (rilasciata dal Servizio Tecnico di Bacino competente);
  • 4) Estremi dell’autorizzazione del Comune o della Comunità Montana competente per territorio, se l'invaso si trova in area sottoposta a vincolo idrogeologico;
  • 5) Estremi del titolo abilitativo alla costruzione rilasciato dal Comune;

b) In caso di progetti assoggettati alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) ai sensi del Titolo III della L.R. 9/99 e successive modifiche ed integrazioni:

  • 1) Esito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) (delibera di Giunta regionale);

Vista la Legge regionale 30 luglio 2013 n. 15 "Semplificazione della disciplina edilizia", entrata in vigore il 28 settembre 2013 a seguito della decorrenza dei prescritti tempi di pubblicazione nel BURERT;

Atteso:

- che detta legge modifica agli articoli 53 e 54 quanto precedentemente disposto dalla Legge regionale 18 maggio 1999 n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, riguardo ai progetti assoggettabili a Valutazione di Impatto Ambientale;

- che con documento di indirizzo in data 23 dicembre 2013 PG.2013.318719 - emanato dalla Direzione Generale Ambiente e Difesa del suolo e della costa competente per materia e trasmesso a tutti i principali soggetti coinvolti a livello regionale - sono state esplicitate e dettagliate le casistiche di interventi cui si applicano gli articoli 53 e 54 della Legge regionale 15/13;

Preso atto:

- che a seguito delle nuove disposizioni normative alcuni beneficiari, i cui progetti risultano ammissibili ad aiuto ai sensi della citata determinazione 12540/13, si sono trovati nella condizione di non poter rispettare la tempistica indicata al punto 10. dell'Allegato 1 alla deliberazione 515/13, in quanto le iniziative proposte richiedono, allo stato attuale, un iter autorizzativo più complesso rispetto a quanto inizialmente preventivato;

- che, conseguentemente, sono state trasmesse al predetto Servizio Aiuti alle imprese motivate e documentate richieste di differimento dei termini fissati per l'inoltro della dovuta documentazione integrativa;

Verificato che tali istanze non sono riconducibili ad inadempienze da parte dei beneficiari stessi, ma a fattori esterni riconducibili a sopravvenute disposizioni di legge e/o ulteriori integrazioni richieste in sede di Conferenza dei servizi;

Ritenuto pertanto - in funzione della stima dei tempi necessari ad espletare tutti gli adempimenti previsti per ottenere la dovuta autorizzazione - che si debba rideterminare in 180 giorni a decorrere dal 23 dicembre 2013, data di emanazione del documento di indirizzo per l'applicazione delle nuove disposizioni di cui agli articoli 53 e 54 della Legge regionale 30 luglio 2013 n. 15, da parte dalla Direzione generale Ambiente e Difesa del suolo e della Costa, il termine ultimo per la presentazione della documentazione integrativa indicata al punto 10. dell'Allegato 1 alla deliberazione 515/13 da parte dei beneficiari, i cui progetti siano interessati dalla modifica normativa intervenuta;

Richiamato il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

Viste:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche, ed in particolare l'art. 37, comma 4;

- la deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali fra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07" e successive modifiche ed integrazioni;

-la deliberazione n. 1950 del 13 dicembre 2010 "Revisioni della struttura organizzativa della Direzione Generale Attività produttive, Commercio e Turismo e della Direzione Generale Agricoltura";

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell'Assessore all'Agricoltura, Tiberio Rabboni;

A voti unanimi e palesi,

delibera:

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente dispositivo;

2) di ridefinire il termine di 150 giorni, previsto per la presentazione della necessaria documentazione autorizzativa, calcolati dalla data di ricevimento della formale richiesta, indicato al punto 10. del Programma Operativo della Misura 125 "Infrastrutture connesse allo sviluppo ed all’adeguamento dell’agricoltura e della silvicoltura", approvato con deliberazione n. 515 del 29 aprile 2013;

3) di stabilire che il termine ultimo per la presentazione, da parte dei beneficiari interessati, della documentazione riferita alle autorizzazioni di cui al punto 10. del Programma Operativo della Misura 125, sia calcolato in 180 giorni decorrenti dal 23 dicembre 2013 - data di emanazione del documento di indirizzo per l'applicazione delle nuove disposizioni di cui agli articoli 53 e 54 della Legge regionale 30 luglio 2013 n. 15, da parte dalla Direzione Generale Ambiente e Difesa del suolo e della Costa;

4) di confermare quant'altro approvato con propria deliberazione n. 515 del 29 aprile 2013;

5) di disporre la pubblicazione in forma integrale della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Aiuti alle imprese provvederà a darne la più ampia pubblicizzazione anche sul sito internet E-R Agricoltura.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it