E-R | BUR

n.281 del 21.09.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decreto MIPAAF 7 aprile 2015, art. 3. primi acquirenti di latte bovino: cancellazione delle ditte "Latteria Sociale Caffarello Piccola Società Cooperativa Agricola" e "Marchesini T. Riccardo M.L. e Andrea SDF", modifica della ragione sociale per la ditta "Caseificio Carini Snc di Carini Bruno Figli e C."

IL RESPONSABILE

sostituito in applicazione dell'art. 46 comma 2 della L.R. 43/01 nonché della nota n. NP/2016/9208 del 10 maggio 2016 dal Responsabile del Servizio Competitività delle Imprese Agricole ed Agroalimentari, Marco Calmistro

Richiamati:

  • il Regolamento UE 1308/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli, che abroga i regolamenti (CEE) n. 922/72, (CEE) n. 234/79, (CE) n. 1037/2011 e (CE) n. 1234/2007 del Consiglio e in particolare l’art. 151, relativo alle dichiarazioni obbligatorie nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari;
  • il decreto del Ministero delle Politiche agricole e Alimentari e Forestali 7 aprile 2015 “modalità di applicazione dell’articolo 151 del Regolamento (UE) n. 1308/2013, recante organizzazione comune dei prodotti agricoli, per quanto concerne le dichiarazioni obbligatorie nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari”;

Richiamata, inoltre, la Legge 30 maggio 2003 n. 119 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 28 marzo 2003, n. 49, recante riforma della normativa in tema di applicazione del prelievo supplementare nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari”;

Dato atto che, secondo quanto disposto dall'art. 3 comma 4 del citato D.M. 7 aprile 2015, con determina n. 119 del 11 gennaio 2016 si è provveduto a pubblicare l'elenco dei primi acquirenti di latte bovino riconosciuti ed attivi al 1 aprile 2015;

Viste le deliberazioni della Giunta regionale:

  • n. 270 del 29 febbraio 2016 recante “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 622 del 28 aprile 2016 recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

Dato atto che per effetto di quanto disposto con la predetta deliberazione n. 622/2016 la competenza in ordine alla materia di cui al presente atto è transitata, a far data dall'1 maggio 2016, dall'ex Servizio Sviluppo dell’Economia Ittica e delle Produzioni Animali al Servizio Organizzazione di mercato e sinergie di filiera;

Considerato che l’art. 3 del decreto 7 aprile 2015 dispone:

  • al comma 1, che ogni primo acquirente di latte bovino, deve essere preventivamente riconosciuto dalle regioni competenti per territorio, in relazione alla propria sede legale;
  • al comma 2 che i riconoscimenti sono concessi in presenza dei requisiti elencati al medesimo comma;
  • al comma 6, che i riconoscimenti, i mutamenti di conduzione o della forma giuridica e le eventuali revoche devono essere registrate nell’apposito albo dei primi acquirenti tenuto nel SIAN;

Preso atto delle comunicazioni dei Servizi Territoriali Agricoltura Caccia e Pesca delle seguenti province:

  • provincia di Parma, acquisita agli atti del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera con protocollo n. NP/2016/12209 del 15 giugno 2016, con la quale viene richiesta la modifica della ragione sociale per la ditta “Caseificio Carini Snc di Carini Bruno Figli e C.”;
  • Provincia di Reggio Emilia, acquisita agli atti del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera con protocollo n. NP/2016/15126 del 02 agosto 2016, con la quale viene richiesta la cancellazione/revoca per le ditte “Latteria Sociale Caffarello Piccola Società Cooperativa Agricola” e “Marchesini T. Riccardo M.L. e Andrea Sdf”;

Dato atto che le richieste dei Servizi Territoriali Agricoltura Caccia e Pesca della suddette Province sono state formulate a seguito di istruttoria svolta dai medesimi Servizi;

Visti:

  • il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 66 del 25 gennaio 2016 recante “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza e l'integrità. Aggiornamenti 2016-2018.”;

Viste:

  • la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modificazioni;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007" e successive modifiche;
  • le già citate deliberazioni della Giunta regionale n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015” e n. 622 del 28 aprile 2016 recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

Richiamata, infine, la deliberazione di Giunta regionale n. 702 del 16 maggio 2016 recante “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali - Agenzie - Istituto, e nomina dei Responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe per la stazione appaltante”;

Vista, infine, la nota del Direttore Generale Agricoltura, Caccia e Pesca NP/2016/9208 del 10 maggio 2016 recante “Attuazione deliberazione n. 1855 del 6 novembre 2009. Individuazione dei sostituti dei Responsabili di Servizio.”;

Attestata ai sensi della deliberazione della Giunta regionale n. 2416/2008 la regolarità amministrativa del presente atto;

determina:

1) di richiamare integralmente le considerazioni formulate in premessa, che costituiscono parte integrante del presente dispositivo;

2) di disporre, a seguito della segnalazione pervenuta dal Servizio Territoriale Agricoltura Caccia e Pesca di Reggio Emilia, la cancellazione/revoca dall’albo dei primi acquirenti tenuto nel SIAN per le seguenti ditte:

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

Latteria Sociale Caffarello Piccola Società Cooperativa Agricola

P.IVA. 00125580357

Sede Legale Via Radici in Piano 9 - Castellarano (RE)

Data di cessazione 30/06/2016

Iscritto al n. Progr. 24;

Marchesini T. Riccardo M.L. e Andrea SDF

P.IVA. 01412560359

Sede Legale Via F.lli Gennaroli 37 - Gattatico (RE)

Data di cessazione 01/08/2016

Iscritto al n. Progr. 604;

3) di disporre, a seguito della segnalazione pervenuta dal Servizio Territoriale Agricoltura Caccia e Pesca di Parma, la modifica della ragione sociale per la seguente ditta:

PROVINCIA DI PARMA

Caseificio Carini Snc di Carini Bruno Figli e C.

P.IVA. 02055580340

Sede Legale Via Varano 54/B – Noceto (PR)

Iscritto al n. Progr. 553;

IN

Caseificio Carini Srl

P.IVA. 02055580340

Sede Legale Via Varano 54/B – Noceto (PR)

Iscritto al N. Progr. 553;

4) di dare atto che si provvederà alla registrazione nel SIAN di quanto disposto ai precedenti punti 2) e 3), secondo quanto richiesto al comma 6 dell'art. 3 del citato D.M. 7 aprile 2015;

5) di dare atto, infine, che secondo quanto previsto dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33, nonché secondo le disposizioni indicate nella deliberazione della Giunta regionale n. 66 del 25 gennaio 2016, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione;

6) di stabilire che il presente provvedimento sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it