E-R | BUR

n.281 del 21.09.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Risoluzione dell'Accordo di programma sottoscritto in data 15.07.2010 tra il Comune di Dozza, la Provincia di Bologna (ora Città metropolitana di Bologna), il Nuovo Circondario Imolese, la Soc. Coop. CESI e la Soc. Coop. Unicoop per l'attuazione del Piano Particolareggiato di iniziativa privata denominato “Rio Manare Est”, relativo all'edificazione di zona residenziale e alla realizzazione di quote di alloggi atte a garantire il mantenimento di un'adeguata offerta di abitazioni in affitto a canone sociale o a canone contenuto

In data 15/7/2010 tra il Comune di Dozza, la Provincia di Bologna (ora Città metropolitana di Bologna), il Nuovo Circondario Imolese, la Soc. Coop. CESI e la Soc. Coop. Unicoop è stato sottoscritto l'Accordo di programma in variante alla pianificazione territoriale e urbanistica, ai sensi dell'art. 34 del D.Lgs. 267/00 e dell'art. 40 della L.R. 20/00, per l'attuazione del Piano Particolareggiato di iniziativa privata denominato “Rio Manare Est” relativo all'edificazione di zona residenziale e alla realizzazione di quote di alloggi atte a garantire il mantenimento di un'adeguata offerta di abitazioni in affitto a canone sociale o a canone contenuto.

Detto Accordo è stato approvato con Decreto del Presidente della Provincia di Bologna Prot. n. 13925/2010 del 12/8/2010, ai sensi dell'art. 40 della L.R. n. 20/2000 e ss.mm.ii.

In data 23/6/2016, si è svolta la seduta della Conferenza di programma per la verifica dello stato di attuazione dell'Accordo ed in particolare del rispetto degli obblighi e degli impegni previsti dall'Accordo, nell'ambito della quale:

  1. si è preso atto del mancato avvio e della mancata attuazione dell'Accordo di programma e del Piano particolareggiato di iniziativa privata denominato “Rio Manare Est” relativo alla edificazione di zona residenziale e la realizzazione di quote di alloggi atte a garantire il mantenimento di un'adeguata offerta di abitazioni in affitto a canone sociale o a canone contenuto, nel termine previsto dall'Accordo;
  2. si è preso atto altresì dell'inadempienza da parte della C.E.S.I. Soc. Coop., ad attuare gli impegni previsti dall'Accordo di programma in oggetto;
  3. la Conferenza di programma ha dichiarato per quanto di competenza la decadenza dell'Accordo stesso per le motivazioni esplicitate nel verbale dei lavori conservato agli atti del Comune di Dozza, rimandando agli uffici competenti la predisposizione degli atti necessari conseguenti alla decadenza dell'Accordo di programma con particolare riferimento alla destinazione urbanistica dell'area in oggetto che dovrà tornare a quella originaria ovvero a zona agricola.

Per quanto sopra esposto, il Comune di Dozza con deliberazione del Consiglio Comunale n. 27 del 6/7/2016 ha approvato la risoluzione dell'Accordo di programma in oggetto.

La Città metropolitana di Bologna, con provvedimento del Sindaco metropolitano di Bologna n. 173 del 27 luglio 2016, ha preso atto della risoluzione del suddetto Accordo di Programma in variante alla vigente strumentazione urbanistica comunale di Dozza, approvato con Decreto del Presidente della Provincia di Bologna Prot. n. 13925/2010 del 12/8/2010, ai sensi dell'art. 40 della L.R. n. 20/2000 e ss.mm.ii.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it