E-R | BUR

n. 198 del 12.07.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Linee guida per l'attuazione di un piano di controllo ed eradicazione della malattia di Aujeszky dagli allevamenti suini della regione Emilia-Romagna

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamata la normativa comunitaria in materia di sicurezza alimentare e di sanità animale e in particolare:

- i Regolamenti CE n. 52/2004 e n. 853/2004 relativi ai requisiti degli allevamenti per la produzione e commercializzazione degli alimenti;

- i Regolamenti CE n. 854/2004 e n. 882/2004 che stabiliscono specifiche norme per l’organizzazione dei controlli ufficiali sui prodotti di origine animale destinati al consumo umano e in materia di mangimi e alimenti e norme sulla salute e benessere degli animali;

- il Regolamento UE 429/2016 relativo alle malattie animali trasmissibili e che modifica e abroga taluni atti in materia di sanità animale.

Richiamata altresì la seguente normativa nazionale in materia e in particolare:

- il Testo Unico delle Leggi Sanitarie n. 1265/1934 e successive modifiche e integrazioni;

- il Regolamento di Polizia Veterinaria n. 320/1954;

- il Decreto del Ministro della Sanità 1 aprile 1997 recante “Piano nazionale di controllo della malattia di Aujeszky nella specie suina”;

- il Decreto 30 dicembre 2010 “Modifiche e integrazioni al decreto l aprile 1997 recante il Piano nazionale di controllo della malattia di Aujeszky nella specie suina”;

- l’ordinanza del Ministero della Sanità del 29 luglio 1982 Norme per la profilassi della malattia di Aujeszky (Pseudorabbia) negli animali della specie suina;

- il D.Lgs. n. 117/2005 recante “Attuazione della direttiva 2002/99/CE che stabilisce norme di polizia sanitaria per la produzione, la trasformazione, la distribuzione e l’introduzione di prodotti di origine animale destinati al consumo umano”, in particolare l’articolo 3, comma 3;

- il D.Lgs. 22 maggio 1999 n. 196 concernente l’Attuazione della direttiva 97/12/CE che modifica e aggiorna la direttiva 64/432/CEE relativa ai problemi di polizia sanitaria in materia di scambi intracomunitari di animali delle specie bovina e suina;

- il D.Lgs. n.200/2010 concernente “Attuazione della direttiva 2008/71/CE relativa all’identificazione e alla registrazione dei suini”;

- il D.Lgs. n.193/2006 e successive modificazioni e integrazioni concernente l’Attuazione della direttiva 2004/28/CE recante codice comunitario dei medicinali veterinari;

Vista la decisione 2008/185/CE laddove stabilisce garanzie supplementari per la malattia di Aujeszky negli scambi intracomunitari e fissa i criteri relativi alle informazioni da fornire su tale malattia;

Rilevato che la maggior parte dei Paesi europei ha raggiunto lo status sanitario d’indennità per malattia di Aujeszky e che in caso di difficoltà da parte dell’Italia nell’ottenere analoga qualifica, il comparto produttivo suinicolo potrebbe subire significative penalizzazioni;

Atteso che la normativa comunitaria non consente la movimentazione di suini da territori con status sanitario inferiore verso territori indenni e che pertanto, in conformità a quanto da essa previsto, occorre prevedere un periodo di tempo adeguato che permetta alle aziende suinicole regionali di diventare indenni dalla malattia di Aujeszky, così consentendo al territorio provinciale di riferimento di ottenere il riconoscimento comunitario;

Rilevato che l’applicazione del Piano di controllo di cui al D.M. 1 aprile 1997 e alla Deliberazione della Giunta Regionale 1588/2014 ha determinato sul territorio della Regione Emilia-Romagna una riduzione della siero prevalenza che si è stabilizzata al di sotto del 15%;

Rilevato che la Regione Lombardia ha adottato un proprio piano di controllo ed eradicazione della Malattia di Aujeszky che richiede lo stato d’indennità per gli allevamenti che intendono movimentare suini sia da vita sia da macello verso il proprio territorio e che intende chiedere alla Commissione l’inserimento del proprio territorio nell’Allegato II della Decisione 2008/185/CE;

Ravvisata l’esigenza di adottare un piano di controllo ed eradicazione della malattia di Aujeszky dagli allevamenti suini della Regione Emilia-Romagna al fine di avviare un percorso di eradicazione conforme alla Decisione 2008/185/CE e ottenere il riconoscimento d’indennità del territorio regionale;

Sentite le Associazioni di categoria del settore suinicolo che hanno condiviso la necessità di individuare interventi finalizzati a detto obiettivo riducendo, ove possibile, gli oneri demandati agli allevamenti;

Considerato che Il Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità pubblica della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con la Funzione Sorveglianza Epidemiologica Emilia-Romagna (SEER) dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia-Romagna, ha elaborato il documento concernente “Linee guida per l’attuazione di un piano di controllo ed eradicazione della malattia di Aujeszky dagli allevamenti suini della Regione Emilia-Romagna”;

Valutato pertanto positivamente il documento in questione, elaborato nel rispetto e in attuazione del piano nazionale di controllo della Malattia di Aujeszky al fine di delineare le modalità di raggiungimento e mantenimento della qualifica d’indennità per malattia di Aujeszky per le aziende suine del territorio della Regione Emilia-Romagna;

Acquisito il parere positivo, previa valutazione tecnica del Centro Nazionale di Referenza, della Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari del Ministero della Salute espresso con nota prot. 0008124 – 29/03/2017-DGSAF-DGSAF-P;

Dato atto che le “Linee guida per l’attuazione di un piano di controllo ed eradicazione della malattia di Aujeszky dagli allevamenti suini della Regione Emilia-Romagna” sono necessarie per fornire agli operatori del settore alimentare e agli organi del controllo ufficiale le indicazioni tecniche e operative per la corretta e uniforme applicazione sul territorio della regione Emilia-Romagna delle misure previste dal Piano di controllo nazionale;

Ritenuto, pertanto, di approvare il suddetto documento “Linee guida per l’attuazione di un piano di controllo ed eradicazione della malattia di Aujeszky dagli allevamenti suini della Regione Emilia-Romagna”;

Visto:

  • il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modifiche, ed in particolare l’art. 7 bis, comma 3;
  • la DGR n. 486/2017 contenente gli indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione e la determinazione n. 12096/2016;

Richiamate le proprie deliberazioni n. 2416/2008, n. 193/2015, n. 628/15, n. 2185/2015, n. 2189/2015, n. 56/2016, n. 270/2016, n. 622/2016, n. 702/2016, n. 1107/2016 e n. 1681/2016;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute

A voti unanimi e palesi

delibera

1. di approvare, per quanto in premessa esposto, l’allegato “Linee guida per l’attuazione di un piano di controllo ed eradicazione della malattia di Aujeszky dagli allevamenti suini della Regione Emilia-Romagna”, quale parte integrante del presente provvedimento stabilendo che le azioni ivi previste rientrano nell’ambito delle attività istituzionali;

2. di demandare al Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare della Regione Emilia-Romagna, supportato dalla Funzione Sorveglianza Epidemiologica (SEER) dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia-Romagna, l’adozione degli atti necessari all’applicazione di quanto previsto nel citato Piano di Controllo ed Eradicazione sul territorio regionale, con particolare riferimento ai seguenti punti:

- adeguamento delle Linee guida regionali per l’applicazione dei piani nazionali di sorveglianza della Malattia Vescicolare del Suino, della Peste Suina Classica e di controllo della Malattia di Aujeszky in Emilia-Romagna per renderle conformi ai contenuti delle allegate Linee Guida;

- adeguamento dei flussi informativi idonei alla prevista rendicontazione delle attività svolte e dei risultati ottenuti;

- aggiornamento, alla luce delle eventuali criticità riscontrate nell’applicazione pratica delle medesime o della necessità di ulteriori chiarimenti, delle indicazioni tecniche e delle istruzioni operative contenute nelle suddette Linee guida per l’attuazione dei controlli inerenti la malattia di Aujeszky per gli allevamenti suini della Regione Emilia-Romagna;

3. di pubblicare il presente provvedimento e il relativo allegato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematica (BURERT).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it