E-R | BUR

n.23 del 02.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Proroga del termine per la messa in esercizio dell'impianto potenziato con il nuovo prodotto METANO CNG, presso l'area di servizio "Arda Ovest", autostrada A1 MILANO-NAPOLI, Comune di Fiorenzuola d’Arda

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visto il Decreto del Presidente della Repubblica 27 ottobre 1971, n. 1269 “Norme per l’esecuzione dell’art. 16 del D.L. 26 ottobre 1970, n. 745, convertito in legge, con modificazioni, con la Legge 18 dicembre 1970, n. 1034, riguardante la disciplina dei distributori automatici di carburante per autotrazione”, che detta i criteri fondamentali per l’installazione e l’esercizio degli impianti di distribuzione carburanti ubicati lungo le autostrade e i raccordi autostradali;

Visto il D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59”, e in particolare la lettera f) del comma 2 dell’art. 105, che ha conferito alle regioni le funzioni amministrative relative alle concessioni per l’installazione e l’esercizio di impianti di carburante lungo le autostrade ed i raccordi autostradali;

Visto il comma 2 lett. b) dell’art. 45 della legge regionale Emilia-Romagna 30 luglio 2015, n. 13 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni”, che conferisce alla Regione le funzioni relative alle concessioni per l'installazione e l'esercizio di impianti lungo le autostrade ed i raccordi autostradali di cui all'articolo 105, comma 2, lettera f), del decreto legislativo n. 112 del 1998;

Vista la deliberazione della Giunta regionale n. 197 del 22 febbraio 2016, che approva i criteri per l’esercizio delle funzioni amministrative regionali in materia di impianti autostradali di distribuzione di carburanti;

Vista la propria determinazione n. 15714 del 15 settembre 2020, avente ad oggetto: “Autorizzazione al potenziamento, con il nuovo prodotto METANO CNG, dell’impianto autostradale di distribuzione carburanti sito nell’area di servizio “Arda Ovest”, Autostrada A1 Milano-Napoli, Comune di Fiorenzuola d’Arda”;

Considerato che il punto 4 del dispositivo della suddetta deliberazione prevede che l’impianto debba essere posto in esercizio, entro dodici mesi dalla data di consegna della stessa, avvenuta in data 16 settembre 2020, pertanto entro il 16 settembre 2021, pena la revoca dell’autorizzazione e che l’eventuale richiesta di proroga deve essere inoltrata almeno un mese prima della scadenza del suddetto termine;

Considerato che il termine per la richiesta di proroga sia da considerarsi come termine ordinatorio;

Vista la richiesta di proroga al 31 dicembre 2022, del termine per la messa in esercizio dell’impianto METANO CNG, presentata dalla società Italiana Petroli S.p.A. in data 22 ottobre 2021 (agli atti PG/2021/982398), integrata in data 21 dicembre 2021 (agli atti PG/2021/1174797);

Dato atto che la suddetta proroga, così come dichiarato dalla società Italiana Petroli S.p.A., si rende necessaria in quanto a seguito del perdurare dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, sono ancora in corso le pratiche autorizzative per la realizzazione del punto di riconsegna metano da parte del gestore di rete SNAM;

Ritenuto, quindi, di poter accogliere, per quanto sopra argomentato, la richiesta di proroga, fissando al 31 dicembre 2022 il termine entro cui l’impianto con il nuovo prodotto METANO CNG dovrà essere posto in esercizio;

Visti:

- l'art. 83, comma 3, lett. a) del D.Lgs. 159/2011 e successive modificazioni;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la Legge regionale 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii;

- la Legge regionale 16 gennaio 2003, n. 3 “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”, ed in particolare l’art. 11 “Codice unico di progetto degli investimenti pubblici”;

Richiamate le deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla Delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della Delibera 450/2007”;

- n. 468 del 10/4/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 2329 del 22/11/2019 ad oggetto “Designazione del Responsabile della Protezione dei dati”;

- n. 2013 del 28/12/2020 ad oggetto “Indirizzi organizzativi per il consolidamento e il potenziamento delle capacità amministrative dell’ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato, per fare fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’IBACN”;

- n. 2018 del 28/12/2020 ad oggetto “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 43 della L.R. 43/2001 e ss.mm.ii.”;

- n. 111 del 28/1/2021 ad oggetto “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023”;

- n. 771 del 24/5/2021 ad oggetto “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'Ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e Linee di indirizzo 2021”;

Viste le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017, relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Richiamata, infine, la Determinazione del Direttore della Direzione Generale Economia della conoscenza, del lavoro e impresa n. 2373 del 22 febbraio 2018 (Conferimento dell’incarico dirigenziale di Responsabile del Servizio “Turismo, Commercio e Sport”);

Attestato che la sottoscritta dirigente, responsabile del procedimento, non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina

1. di accogliere, per le motivazioni espresse in premessa e per quanto di competenza, la richiesta presentata dalla società Italiana Petroli S.p.A. di proroga al 31 dicembre 2022 del termine per la messa in esercizio dell’impianto autostradale di distribuzione carburanti sito nell’area di servizio “Arda Ovest”, autostrada A1 Milano-Napoli, Comune di Fiorenzuola d’Arda, potenziato con il nuovo prodotto METANO CNG;

2. di subordinare l’esercizio delle nuove apparecchiature, all’esito del collaudo che sarà effettuato, su richiesta dell’interessato alla Regione, da parte di un’apposita Commissione;

3. di confermare tutte le altre condizioni e clausole contenute nell’autorizzazione rilasciata con propria determinazione n. 15714/2020;

4. che la presente determinazione venga trasmessa per opportuna conoscenza ai seguenti uffici territorialmente competenti: Società Autostrade per l’Italia S.p.A., Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, Azienda Sanitaria Locale, Arpae Emilia-Romagna, Comune di Fiorenzuola d’Arda;

5. di pubblicare integralmente la presente deliberazione nel Bollettino Telematico Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

6. di provvedere alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano Triennale di prevenzione ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e ss.mm.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it