E-R | BUR

n.15 del 27.01.2022 (Parte Seconda)

XHTML preview

Documento di indirizzo programmatico triennale 2021-2023, in materia di cooperazione internazionale e promozione di una cultura di pace ai sensi della legge regionale n. 12 del 2002. (Delibera della Giunta regionale n. 1705 del 25 ottobre 2021)

L’ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale, progr. n. 1705 del 25 ottobre 2021, recante ad oggetto "Approvazione del documento di indirizzo programmatico triennale 2021-2023, in materia di cooperazione internazionale e promozione di una cultura di pace ai sensi della legge regionale n. 12/2002 - Proposta all'Assemblea legislativa.”;

Preso atto:

- del parere favorevole espresso dalla commissione referente "Cultura, scuola, formazione, lavoro, sport e legalità" di questa Assemblea legislativa, giusta nota prot. PG/2021/25290, in data 11 novembre 2021;

- del parere favorevole espresso dal Consiglio delle Autonomie locali (CAL) sulla proposta della Giunta regionale n. 24011 del 28 ottobre 2021 (qui allegato);

Previa votazione palese, a maggioranza dei presenti,

delibera

- di approvare le proposte contenute nella deliberazione della Giunta regionale progr. n. 1705 del 25 ottobre 2021, sopra citata e qui allegata quale parte integrante e sostanziale;

- di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 25 OTTOBRE, N.1705

APPROVAZIONE DEL DOCUMENTO DI INDIRIZZO PROGRAMMATICO TRIENNALE 2021-2023, IN MATERIA DI COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE N. 12/2002 -PROPOSTA ALL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamata la legge Regionale n. 12 del 2002, nominata “Interventi regionali per la cooperazione con i Paesi in via di sviluppo e i Paesi in via di transizione, la solidarietà internazionale e la promozione di una cultura di pace”, in particolare:

- l’art. 10, comma 1, il quale prevede che l’assemblea legislativa approvi, su proposta della Giunta, un documento di indirizzo programmatico triennale per l’attuazione della legge sopra richiamata;

- l’art 10, comma 2 in base al quale il documento di indirizzo debba indicare gli obiettivi generali, le priorità di azione e, per ogni ambito di intervento, ad esclusione degli interventi di emergenza, definisce:

  • gli obiettivi da conseguire nell’arco del triennio;
  • i criteri per l’individuazione dei soggetti della cooperazione internazionale;
  • i limiti, i criteri e le priorità di concessione dei contributi ai soggetti della cooperazione internazionale, così come indicati all’art. 6, comma 2, lett. b);
  • le forme di monitoraggio e di valutazione dei progetti in corso d’opera o realizzati;
  • le forme di coordinamento delle politiche regionali nei confronti dei Paesi in via di sviluppo e dei Paesi in via di transizione, anche mediante appositi programmi di interventi integrati d’area da realizzarsi in paesi esteri;

Rilevato che:

  • il documento che si intende approvare contiene tutte le prescrizioni indicare all’art 10, comma 2, sopra riportato;
  • così come normato dall’art 10, comma 3, la Giunta ai fini della predisposizione del documento di cui si tratta ha consultato preventivamente, i soggetti della cooperazione internazionale;

Dato atto che in data 19 ottobre 2021 è stato acquisito il parere favorevole da parte del Consiglio delle Autonomie locali;

Dato atto altresì che il precedente documento di programmazione relativo al triennio 2016-2018 è stato ed è ritenuto valido sino all’approvazione del nuovo documento 2021-2023;

Ritenuto di procedere all’approvazione del “documento di indirizzo programmatico triennale”, allegato alla presente deliberazione, (allegato A) la cui efficacia, per garantire la continuità dell’azione regionale, si intende protratta sino all’approvazione del successivo documento di programmazione

Attestata la necessità di provvedere all’invio della proposta all’Assemblea Legislativa in attuazione di quanto disposto dall’art.10, comma 1;

Visto il D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33, rubricato “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

Visti per gli aspetti amministrativi:

  • la propria deliberazione n. 2416 del 29/12/2008, avente per oggetto "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni;
  • la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017 avente per oggetto “Il Sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;
    • la propria deliberazione n. 2013/2020 avente ad oggetto “Indirizzi organizzativi per il consolidamento della capacità amministrativa dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato per far fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’Ibacn”;
    • la propria deliberazione n. 2018/2020 avente ad oggetto “Affidamento degli incarichi di direttore Generale della Giunta regionale ai sensi dell’art. 43 della 43/2001 e ss.mm.ii.;
    • la propria deliberazione n. 111 del 28/1/2021 “piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. anni 2021-2023”;
    • la propria deliberazione n. 771 del 24/5/2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell’ente. Secondo adeguamenti degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

Dato atto altresì che il provvedimento sarà oggetto di pubblicazione ulteriore, ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii., come previsto nel Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza (PTCP) 2020-2022, approvato con propria deliberazione n. 111 del 2021, ai sensi del medesimo Decreto;

Dato atto che il responsabile del procedimento, nel sottoscrivere il parere di legittimità, attesta di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta:

  • della Vicepresidente e Assessore al contrasto alle diseguaglianze e transizione ecologica: Patto per il clima, welfare, politiche abitative, politiche giovanili, cooperazione internazionale allo sviluppo, relazioni internazionali, rapporti con l’UE;
  • dell’Assessore alla Cultura e paesaggio,
  • Mauro Felicori;

A voti unanimi e palesi

delibera

1. Di approvare il “documento di indirizzo programmatico triennale”, 2021-2023, in materia di cooperazione internazionale e promozione di una cultura di pace, (allegato A) parte integrante e sostanziale del presente atto;

2. di proporre all’Assemblea Legislativa per la sua approvazione, il documento cui al punto 1, la cui efficacia, al fine di garantire la continuità dell’azione regionale, si intende protratta sino all’approvazione del successivo documento di programmazione;

3. di provvedere agli obblighi di pubblicazione previsti dall’art. 26 del D.Lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii. e di disporre l’ulteriore pubblicazione, ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii., secondo quanto previsto nel Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza (PTPC) come precisato in premessa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it