E-R | BUR

n.100 del 20.06.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Programma di Sviluppo rurale 2007-2013. Programma operativo Asse 3 "Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell'economia rurale" aggiornamento e integrazione del programma di spesa della misura 323 "Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale". Anni 2011-2013

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio Europeo sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e successive modifiche ed integrazioni;

- il Regolamento (CE) n. 1290/2005 del Consiglio Europeo sul finanziamento della politica agricola comune e successive modifiche ed integrazioni;

- la Decisione n. 144/2006 del Consiglio Europeo relativa agli orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (programmazione 2007-2013), come da ultimo modificata dalla decisione n.61/2009 del Consiglio;

- il Regolamento (CE) n. 1974/2006 della Commissione Europea che reca disposizioni di applicazione al citato Regolamento (CE) n. 1698/2005 e successive modifiche ed integrazioni;

- il Regolamento (CE) n. 883/2006 della Commissione Europea applicativo del Regolamento (CE) n. 1290/2005 concernente la tenuta dei conti degli organismi pagatori, le dichiarazioni di spesa e di entrata e le condizioni di rimborso delle spese nell’ambito del FEAGA e del FEASR;

- il Regolamento (UE) n. 65/2011 della Commissione Europea, che stabilisce modalità di applicazione del citato Regolamento (CE) n. 1698/2005 relativamente all’attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le Misure dello sviluppo rurale, abrogando il Regolamento (CE) n. 1975/2006 che già disciplinava le suddette procedure;

- la propria deliberazione n. 1439 del 1 ottobre 2007, con la quale si è preso atto della decisione comunitaria di approvazione del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 (di seguito per brevità indicato PSR), nella formulazione acquisita agli atti d'ufficio della Direzione generale Agricoltura al n. PG/2007/0238108 di protocollo in data 21 settembre 2007, allegato alla deliberazione stessa quale parte integrante e sostanziale;

Considerato:

- che il PSR è stato oggetto di successive modifiche sottoposte all'esame della Commissione europea e da questa approvate;

- che, da ultimo, con propria deliberazione n. 1122 del 27 luglio 2011 si è preso atto della formulazione del PSR (Versione 6), approvata dalla Commissione Europea con comunicazione Ares (2011) 816091 in data 27 luglio 2011, a seguito delle modificazioni proposte con deliberazione n. 569 del 27 aprile 2011 e del negoziato condotto con i servizi della Commissione dalla Direzione generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie;

- che il PSR prevede che l’attuazione delle singole Misure sia subordinata all’approvazione di uno specifico P.O.A. finalizzato a tradurre a livello operativo le scelte e le strategie individuate nel PSR medesimo con riferimento a ciascuna Misura;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 685 del 12 maggio 2008 con la quale è stato approvato il Programma Operativo dell’Asse 3 del PSR per la prima sessione di attivazione dei procedimenti di erogazione degli aiuti (annualità 2007-2010);

- n. 1958 del 30 novembre 2009 con la quale sono state apportate alcune modifiche al Programma Operativo dell'Asse 3 approvato con deliberazione di Giunta n. 685 del 12/5/08;

- n. 2183 del 27 dicembre 2010 con la quale è stato approvato il Programma Operativo dell’Asse 3 del PSR per la seconda sessione di attivazione dei procedimenti di erogazione degli aiuti (annualità 2011-2013);

Considerato altresì che nel Programma Operativo dell’Asse 3 si è provveduto, in ordine alla Misura 323:

- ad articolare la Misura 323 "Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale", la cui gestione compete al livello regionale, in due distinti approcci attuativi:

  • Sottomisura 1: a regia diretta, da attuarsi attraverso acquisizioni di beni e servizi ed affidamenti di incarichi professionali;
  • Sottomisura 2: a bando, per il quale sono stati definiti i criteri generali di selezione degli interventi da ammettere all’aiuto e si è, invece, rinviato a successivo provvedimento l’approvazione delle specifiche modalità attuative;
  • a ripartire fra le predette Sottomisure le risorse pubbliche complessivamente destinate alla Misura 323 per l’intero periodo di programmazione 2007-2013;
  • a stabilire che gli interventi previsti, pur nella specificità della normativa comunitaria sullo Sviluppo rurale, devono collocarsi nel contesto normativo vigente per le singole tipologie di spesa da effettuare;
  • a collocare, in particolare, l’attuazione degli interventi della Sottomisura 1 per la tipologia “acquisizione di servizi e forniture” nel contesto delineato dal DLgs. 12 aprile 2006 n. 163 “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE” e successive modifiche ed integrazioni, nonché dalla L.R. n. 28 del 21 dicembre 2007 “Disposizioni per l’acquisizione di beni e servizi” e relativi atti applicativi;
  • ad approvare, ai sensi della L.R. n. 28/07, i programmi di spesa per tale Sottomisura 1;
  • a stabilire che, in funzione dell’assetto delle competenze fra le diverse Direzioni Generali che costituiscono la struttura amministrativa della Giunta regionale, all’attuazione della Misura 323 provvede la Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa;

Rilevato che nell’ambito della Sottomisura 1 si sono evidenziate delle economie a seguito delle aggiudicazioni dei servizi previsti e che non tutte le risorse finanziarie sono state ancora assegnate, si dispone attualmente di una somma complessiva pari a 658.521,40;

Rilevato, inoltre, che in seguito all’espletamento dei tre bandi previsti dalle deliberazioni 2253/09, 184/11 e 1070/11 per la redazione delle Misure Specifiche di Conservazione e dei Piani di Gestione dei siti regionali della Rete Natura 2000, si sono evidenziate delle economie anche con la Sottomisura 2, che garantiscono un importo residuo della Sottomisura pari a Euro 124.365,00;

Valutata l’esiguità delle risorse e dei tempi ancora a disposizione che non consentono di effettuare un nuovo avviso pubblico;

Rilevato che, in relazione allo stato di avanzamento delle attività fino ad oggi svolte, è necessario aggiornare ulteriormente le disposizioni attuative, approvate con la citata deliberazione n. 685/08, come modificate con le deliberazioni n. 1958 del 30 novembre 2009 e n. 2183 del 27 dicembre 2010, al fine di garantire il più ampio ed efficace utilizzo ed ottimizzazione delle disponibilità finanziarie residue;

Valutato che si rende necessario, in particolare, apportare alcuni adeguamenti e modifiche al Programma previsto, per le annualità 2011-2013, dalla citata deliberazione 2183/10 e, in particolare:

- che occorre modificare la ripartizione delle risorse finanziarie fra le due Sottomisure 1 e 2 della Misura 323 attraverso il trasferimento delle sopra indicate risorse economie dalla Sottomisura 2 alla Sottomisura 1 e il conseguente aggiornamento del paragrafo "Risorse finanziarie";

- che, per quanto concerne la Sottomisura 1, occorre modificare, inoltre, il paragrafo “Stato di attuazione e attività 2011-2013”, tenuto conto delle attività affidate a valere sull’annualità 2011 e quelle previste per le annualità 2012 e 2013;

Valutato che, in relazione a quanto sopra riportato, le risorse complessive della Misura 323 ancora disponibili sono pari a Euro 782.886,40;

Dato atto che nell’Allegato 1, quale parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, è esposto il Programma aggiornato della Misura 323 che riporta la nuova ripartizione delle risorse finanziarie e la modifica della programmazione stralcio delle attività relativamente alle annualità 2012 e 2013, disposta ai sensi e per le finalità di cui alla L.R. n. 28/07 ed alla deliberazione n. 2416/08;

Dato atto, inoltre, che - in relazione alle previsioni dell'art. 71, paragrafo 3, lettera a), del Reg. (CE) 1698/05 e dei seguenti chiarimenti intervenuti a livello nazionale e comunitario secondo i quali la disponibilità finanziaria complessiva 2007-2013 della Misura 323 indicata nel P.S.R. è da considerarsi al netto dell'IVA in applicazione di quanto disposto - le risorse finanziarie, indicate nel predetto Allegato 1, sono rappresentate al netto dell'IVA;

Dato atto, infine, che la programmazione di cui alla presente deliberazione afferisce alle risorse pubbliche mobilitate dal P.S.R. la cui gestione è affidata all'Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l’Emilia-Romagna, quale Organismo pagatore riconosciuto dalla Commissione Europea, e che la relativa attuazione non comporta l'assunzione di impegni contabili a carico del bilancio regionale;

Richiamate:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche, ed in particolare l'art. 37, comma 4;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali fra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e successive modifiche ed integrazioni;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore all’Ambiente, Riqualificazione Urbana, Sabrina Freda, e dell’Assessore all’Agricoltura, Tiberio Rabboni;

a voti unanimi e palesi

delibera:

1. di richiamare integralmente le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante del presente dispositivo;

2. di approvare nella formulazione di cui all'Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto, il Programma della Misura 323 "Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale" con gli adeguamenti e le modifiche, dettagliati in premessa, rispetto alla formulazione a suo tempo approvata per le annualità 2011-2013 con deliberazione n. 2183 del 27 dicembre 2010;

3. di dare atto che le risorse finanziarie indicate nel predetto Allegato 1 sono rappresentate al netto dell'IVA;

4. di dare atto, inoltre, che la programmazione disposta nell'ambito della Misura 323 con la presente deliberazione afferisce alle risorse pubbliche mobilitate dal P.S.R. la cui gestione è affidata all'Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l’Emilia-Romagna, quale Organismo pagatore riconosciuto dalla Commissione Europea, e che la relativa attuazione non comporta l'assunzione di impegni contabili a carico del bilancio regionale;

5. di dare atto, infine, che resta confermato quant'altro stabilito nelle deliberazioni. 685/08, 1958/09 e n. 2183 del 27 dicembre 2010;

6. di disporre la pubblicazione in forma integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Parchi e Risorse forestali provvederà a darne contestualmente ampia diffusione anche attraverso il sito internet http://www.regione.emilia-romagna.it/natura2000/.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it