E-R | BUR

n.349 del 13.10.2020 (Parte Prima)

XHTML preview

Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo. Nomina del Presidente e di due vicepresidenti a norma dell'articolo 4 della L.R. 27 maggio 2015, n. 5.

L'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Vista la legge regionale 27 maggio 2015, n. 5 “Diritti di cittadinanza e politiche di coesione globale tramite la valorizzazione delle relazioni tra gli emiliano-romagnoli nel mondo. Abrogazione della legge regionale 24 aprile 2006, n. 3 (Interventi a favore degli emiliano-romagnoli e funzionamento della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo)” la quale prevede che la Consulta venga costituita a inizio di ogni legislatura, sentita la Commissione assembleare competente e dura in carica fino alla scadenza della legislatura e che i suoi componenti siano in parte eletti dall’Assemblea legislativa e in parte designati da soggetti esterni;

Visto, in particolare l’articolo 4, comma 1, lettere a) e b) della legge citata, il quale prevede che la Consulta è composta da:

“a) un presidente nominato dall'Assemblea legislativa e scelto tra i componenti della stessa, eletto con le modalità e procedure fissate per l'elezione dei presidenti delle commissioni assembleari ai sensi dell'articolo 38, comma 10, dello Statuto regionale;

b) due vicepresidenti nominati dall'Assemblea legislativa di cui uno scelto tra i componenti della stessa e l'altro scelto tra i Consultori residenti stabilmente all'estero di cui alla lettera e), eletti con voto limitato ad uno;”;

Ritenuto di dover provvedere alle nomine in oggetto, l’Assemblea procede con separate votazioni. La prima nomina, con voto palese, secondo le previsioni dell’articolo 38, comma 10 dello Statuto che fa rimando all’articolo 33, commi 3 e 4 dello Statuto, la seconda a scrutinio segreto, il tutto come previsto dall’articolo 4 della citata l.r. n. 5 del 2015;

Rilevato che:

-per l’elezione del Presidente non è stato chiesto il voto segreto;

-al primo scrutinio, la votazione palese per appello nominale, ha dato il seguente risultato:

(Consiglieri assegnati alla Regione - n. 50)

- presenti n. 48

- assenti n. 2

- votanti n. 47

- non partecipanti al voto n. 1

- voti a favore del consigliere Fabbri n. 43

- astenuti n. 4

Rilevato, inoltre, che la successiva votazione per nominare i vicepresidenti della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, a scrutinio segreto, con modalità telematica, con voto limitato a un nome, dà il seguente risultato:

- presenti n. 43

- assenti n. 7

- votanti n. 41

- non partecipanti al voto n. 2

- voti a favore della consigliera Stragliati n. 21

- voti a favore della sig.ra Bertoncini n. 19

- schede bianche n. 1

delibera

a) di nominare:

- quale presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, il consigliere Marco Fabbri;

- quale vicepresidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, nominata tra i componenti dell’Assemblea legislativa, la consigliera Valentina Stragliati e quale vicepresidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, nominata tra i Consultori residenti stabilmente all’estero di cui alla lettera e) dell’articolo 4, comma 1, della citata L.R. 5 del 2015, la sig.ra Maria Lina Bertoncini;

b) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it