E-R | BUR

n.217 del 03.07.2019 (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione Elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche e di difesa del suolo della Regione Emilia-Romagna come previsto dall'art. 33 della L.R. n. 18/2016, per l'anno 2019

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50 “Codice dei contratti pubblici” e, in particolare, l'art. 23, rubricato “Livelli della progettazione per gli appalti, per le concessioni di lavoro nonché per i servizi”, che prevede:

- al comma 7, che “Il progetto definitivo individua compiutamente i lavori da realizzare, nel rispetto delle esigenze, dei criteri, dei vincoli, degli indirizzi e delle indicazioni stabiliti dalla stazione appaltante e, ove presente, dal progetto di fattibilità; il progetto definitivo contiene, altresì, tutti gli elementi necessari ai fini del rilascio delle prescritte autorizzazioni e approvazioni, nonché la quantificazione definitiva del limite di spesa per la realizzazione e del relativo cronoprogramma, attraverso l'utilizzo, ove esistenti, dei prezzari predisposti dalle regioni e dalle province autonome territorialmente competenti, di concerto con le articolazioni territoriali del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, secondo quanto previsto al comma 16” del medesimo art.23;

- al comma 16, terzo periodo, che “Per i contratti relativi a lavori il costo dei prodotti delle attrezzature e delle lavorazioni è determinato sulla base di prezzari regionali aggiornati annualmente. Tali prezzari cessano di avere validità il 31 dicembre di ogni anno e possono essere transitoriamente utilizzati fino al 30 giugno dell’anno successivo, per i progetti a base di gara la cui approvazione sia intervenuta entro tale data”;

Visto l’art.1 del Decreto Legislativo 23 ottobre 2008, n. 162, convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2008, n. 201 che reca, tra l'altro, nuove disposizioni in materia di adeguamento dei prezzi di materiali da costruzione;

Richiamata la Legge Regionale 28 ottobre 2016, n. 18 “Testo unico per la promozione della legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabili”, e in particolare l’art. 33, rubricato “Elenco regionale dei prezzi”, che prevede, al fine di assicurare una determinazione uniforme, omogenea e congrua dei prezzi dei lavori pubblici, che la Regione Emilia-Romagna predisponga e aggiorni l’Elenco regionale dei prezzi;

Richiamate:

- la propria deliberazione n. 1713/2011, con la quale sono stati approvati il primo impianto e l’articolazione complessiva dell’Elenco delle singole voci d’opera che compongono il prezzario regionale delle opere pubbliche;

- la propria deliberazione n. 1048/2012, con la quale si è tenuto conto, anche in riferimento agli eventi sismici del 20 e del 29 maggio 2012, della necessità di integrare il prezzario di cui alla citata DGR 1713/2011, con alcune voci d’opera specifiche inerenti alle opere di riparazione e consolidamento sismico di edifici esistenti. L’impianto e l’articolazione complessiva dell’Elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche, di cui all’allegato A) della citata DGR 1048/2012, annoverava circa 8000 voci che comprendevano, altresì, specifiche voci d’opera in tema della “green economy”, relative all’installazione di impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili;

- le proprie deliberazioni n. 1006/2013 e n. 683/2015, con le quali, a seguito delle richieste pervenute al Servizio competente dalla Consulta edile e delle costruzioni, si è provveduto al periodico aggiornamento dell’Elenco prezzi regionale e all’integrazione dello stesso con capitoli specialistici relativi a:

  • voci d’opera inerenti alla realizzazione di edifici con struttura in legno;
  • voci d’opera inerenti agli interventi su edifici di particolare pregio storico-architettonico;

- la propria deliberazione n. 512/2018, con la quale è stato ritenuto opportuno integrare l’”Elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche” e l’”Elenco regionale dei prezzi per lavori e servizi in materia di difesa del suolo, della costa e bonifica, indagini geognostiche, rilievi topografici e sicurezza” al fine di addivenire a un unico Elenco prezzi per l’annualità 2018;

Valutato pertanto che, a seguito delle integrazioni del 2018:

- il prezzario della Regione Emilia-Romagna in oggetto, costituisce il riferimento anche per tutta l’attività di progettazione di interventi, rilievi ed indagini nel settore della difesa del suolo, della costa e bonifica, attuata mediante il personale dell’Agenzia regionale per la sicurezza del territorio e la Protezione Civile o mediante soggetti individuati ai sensi dell’art. 9 della L.R. n. 22/2000;

- si è ritenuto opportuno mantenere, per le diverse voci d’opera, in materia di difesa del suolo, descrizioni dettagliate allo scopo di fornire una guida alla buona esecuzione e di evitare il rischio di errate interpretazioni e di possibili contenziosi, rimandando le specifiche tecniche al capitolato speciale d’appalto (denominato c.s.a.);

Ritenuto pertanto di procedere all’aggiornamento dell’elenco dei prezzi regionali per l’anno 2019;

Rilevato:

- che, ai sensi dell’art.23 del D. Lgs. n. 50/2016, i prezzari devono essere predisposti di concerto con le articolazioni territoriali del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (MIT);

- che, al fine di attuare il percorso di concertazione, un funzionario del Ministero Infrastrutture e Trasporti, Provveditorato Interregionale per le opere pubbliche Lombardia - Emilia-Romagna, ha partecipato ai tavoli tecnici di lavoro, unitamente ai tecnici regionali;

- che, ai sensi dell’art. 23, comma 7, del D. Lgs. n. 50/2016, il suddetto Provveditorato Interregionale, a seguito del parere favorevole sulla congruità dei prezzi emesso dal proprio Comitato Tecnico Amministrativo nella seduta del 20/06/2019, ha formalizzato, con atto acquisito con protocollo PG/2019/564823 del 26/06/2019, l’avvenuto raggiungimento del concerto in merito alla predisposizione dell’Elenco regionale dei prezzi – annualità 2019;

Rilevato altresì che:

- ai sensi dell’art. 29, comma 1, della L.R. n. 18/2016, la Consulta regionale del settore edile e delle costruzioni, già prevista dall’art. 5 della L.R. n. 11/2010(Legge abrogata dall’ art. 49 L.R. n. 18/2016), opera quale strumento di consultazione, proposta, verifica e valutazione per promuovere la legalità, la trasparenza e la qualità nelle diverse fasi di realizzazione dei lavori nei cantieri edili e di ingegneria civile;

- la Consulta regionale del settore edile e delle costruzioni, in data 23/05/2019, ha espresso parere favorevole, ai sensi dell’art. 29, comma 2, della L.R. n. 18/2016, in merito alla proposta di aggiornamento e integrazione di cui all’Allegato A), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

Evidenziato che l’impianto e l’articolazione complessiva dell’Elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche 2019, non risulta ancora completo di alcune voci d’opera specifiche degli immobili a destinazione sanitaria relativamente ai lavori edili ed agli impianti elettrici e meccanici, per cui nelle more delle necessarie integrazioni dell’Elenco regionale, le Aziende Sanitarie potranno fare riferimento al prezzario per le opere pubbliche realizzate in ambito sanitario;

Dato atto che:

- a decorrere dalla pubblicazione sul BURERT, l’Elenco regionale dei prezzi, concertato con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di cui all’Allegato A) parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, costituisce il riferimento per la determinazione degli importi dei lavori pubblici di cui all’art. 23, comma 7 del D. Lgs. n. 50 del 2016;

- ai sensi delle disposizioni di cui all’art. 23, comma 16, del medesimo D. Lgs. n. 50 del 2016 l’Elenco regionale dei prezzi, di cui all’Allegato A) della presente deliberazione, rimane in vigore fino al 31/12/2019, e comunque fino all’approvazione del successivo aggiornamento;

- l’Elenco regionale dei prezzi, approvato con la DGR 512/2018, può essere transitoriamente utilizzato, anche dopo l’entrata in vigore dell’aggiornamento di cui all’Allegato A) della presente deliberazione, fino alla data del 30/6/2019, per i progetti da porre a base di gara la cui approvazione intervenga entro tale data;

Richiamate le proprie deliberazioni sulle competenze delle Strutture organizzative, l’esercizio delle funzioni dirigenziali, le misure per la trasparenza e la prevenzione della corruzione e il sistema dei controlli interni: 

- n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm.ii, per quanto applicabile;

- n. 56/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001”;

- n. 270/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622/2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015” e la conseguente determinazione n. 7283 del 29.04.2016, recante “Modifica dell’assetto delle posizioni dirigenziali professional, conferimento di incarichi dirigenziali, riallocazione posizioni organizzative e di personale in servizio presso la Direzione Generale Cura del Territorio e dell’Ambiente;

- n. 702/2016 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali - Agenzie - Istituto, e nomina dei Responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe per la stazione appaltante”;

- n. 1107/2016 “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015;

- n. 468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”, e le relative circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017, recanti indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni; 

Visti inoltre:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii; 

- la propria deliberazione n. 122/2019 “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione, 2019-2021”, ed in particolare l’allegato D “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D. lgs n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021;

- la propria deliberazione n. 1123/2018 “Attuazione Regolamento (UE) 2016/679: definizione di competenze e responsabilità in materia di protezione dei dati personali. Abrogazione appendice 5 della Delibera di Giunta regionale n. 2416/2008 e ss.mm.ii”;

Viste le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017; 

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in una situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati; 

Su proposta dell'Assessore regionale alla Cultura, Politiche giovanili e Politiche per la legalità, Massimo Mezzetti e dell'Assessore regionale alla Difesa del suolo e della costa, Protezione civile e Politiche ambientali e della montagna, Paola Gazzolo;

A voti unanimi e palesi

delibera: 

1) di approvare l’aggiornamento dell’”Elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche e di difesa del suolo della Regione Emilia-Romagna, annualità 2019”, riportato in Allegato A), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2) di dare atto che:

- a decorrere dalla pubblicazione nel BURERT, l’Elenco regionale dei prezzi, concertato con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di cui all’Allegato A) parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, costituisce il riferimento per la determinazione degli importi dei lavori pubblici;

- ai sensi delle disposizioni di cui all’art. 23, comma 16, del D. Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii., l’Elenco regionale dei prezzi, di cui all’Allegato A) della presente deliberazione, rimanga in vigore fino al 31/12/2019 e comunque fino all’approvazione del necessario aggiornamento;

- l’Elenco regionale dei prezzi, approvato con la DGR 512/2018, può essere transitoriamente utilizzato, anche dopo l’entrata in vigore della presente deliberazione, fino alla data del 30/6/2019, per i progetti da porre a base di gara la cui approvazione intervenga entro tale data;

3) di stabilire che i prezzi riportati nell’Elenco allegato devono essere adottati anche nella progettazione dei lavori e servizi in materia di difesa del suolo, di bonifica e della costa, indagini geognostiche, rilievi topografici e sicurezza, di competenza della Regione Emilia-Romagna da realizzarsi a cura dell’Agenzia Regionale per la sicurezza del territorio e la Protezione civile o dei soggetti individuati ai sensi dell’art. 9 della L.R. n. 22/2000;

4) di stabilire, inoltre, che l’applicazione dei prezzi, nella redazione dei progetti e delle perizie, dovrà avvenire secondo i principi generali contenuti nelle “Avvertenze Generali” e nelle “Avvertenze” relative ai singoli capitoli di cui all’Allegato A);

5) di dare atto che l’Elenco regionale dei prezzi approvato con la presente deliberazione, è consultabile all’indirizzo: http://territorio.regione.emilia-romagna.it/osservatorio/Elenco-regionale-prezzi dell’Osservatorio contratti pubblici e all’indirizzo http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/it/suolo-bacino del Servizio Difesa del suolo della costa e Bonifica;

6) di pubblicare integralmente la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it