E-R | BUR

n.123 del 28.04.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Art. 20, L.R. n. 4/2018: provvedimento autorizzatorio unico comprensivo del provvedimento di VIA relativo al progetto di costruzione ed esercizio di impianto finalizzato alla produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica dell'energia solare di potenza di picco pari a 5.756,1 Kwp e delle opere connesse, localizzato nel comune di Noceto, (pr) proposto dalla società NB4 S.r.l.

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera

per le ragioni espresse in premessa e con riferimento anche alle valutazioni contenute nel Verbale Conclusivo della Conferenza di Servizi sottoscritto in data 23/2/2021 che costituisce l’Allegato 1 ed è parte integrante e sostanziale della presente deliberazione che qui si intendono sinteticamente richiamate:

a) di adottare il Provvedimento Autorizzatorio Unico, che comprende il provvedimento di VIA, sulla base del quale sono stati rilasciati i titoli abilitativi necessari per la realizzazione e l’esercizio del progetto di “Costruzione ed esercizio di impianto finalizzato alla produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica dell’energia solare di potenza di picco pari a 5.756,1 Kwp e delle opere connesse” proposto da NB4 Srl e localizzato in comune di Noceto (PR), costituito dalla determinazione motivata di conclusione positiva della Conferenza di Servizi, ai sensi dell’art. 20, comma 2, della L.R. n. 4/2018;

b) di dare atto che il progetto esaminato risulta ambientalmente compatibile e realizzabile nel rispetto delle condizioni ambientali riportate nel verbale conclusivo della Conferenza di servizi che costituisce l’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, di seguito riportate:

1. in coerenza con il quadro delle azioni definite nella ValSAT, dovranno essere realizzate con particolare cura le opere di mitigazione paesaggistica, al fine di limitare e ridurre la percezione visiva dell’impianto fotovoltaico in progetto, e opere di compensazione ambientale, allo scopo di implementare la valenza ecologica dell’area. Ad esempio, si dovrà provvedere alla realizzazione di opere a verde lungo il confine perimetrale dell’area a mitigazione dell’impianto, in particolare con la messa a dimora di siepe arbustiva secondo il regolamento comunale del verde;

2. inoltre, al fine di un corretto monitoraggio ambientale e territoriale per gli effetti a lungo termine della variante, il cui principale vantaggio risulta essere una diversa e meno impattante occupazione di suolo in seguito allo stralcio di una previsione residenziale, si ritiene opportuno attuare il Piano di Monitoraggio della Qualità del suolo tramite metodo QBS-ar da realizzarsi ante operam e successivamente ogni 10 anni;

3. con riferimento alle opere di mitigazione paesaggistica previste dal progetto, e in particolare per quanto riguarda la siepe arbustiva perimetrale, si chiede di garantire l’impiego di esemplari che presentino all’impianto altezze variabili tra 1,50 e 1,80 m, in modo da assicurare un più pronto effetto di schermatura visiva. In corrispondenza della recinzione perimetrale, ed in particolare lungo i lati sud, est e nord maggiormente visibili da punti di percezione esterni, dovrà inoltre essere apposto un idoneo telo ombreggiante verde in grado di integrare fin da subito la schermatura che, con il tempo, verrà ad affermarsi grazie all’attecchimento e allo sviluppo della vegetazione;

4. considerato che è prevista sul fronte nord una cortina mitigativa, ritenuta esigua rispetto al perimetro fotovoltaico, tale cortina dovrà almeno essere prolungata sul fronte ovest con la messa a dimora di vegetazione tipica degli ambiti di radura (bassi arbusti), andando a connettersi con la vegetazione di sponda ripiariale nonché del boschetto di Cascina Zobolino, saturandone gli spazi compresi tra queste e la recinzione del parco fotovoltaico;

5. inoltre, allo scopo di impedire l’insorgenza di fenomeni di degradazione fisica (quali compattamento, perdita di struttura e formazione di croste superficiali risultando fondamentale per la prevenzione dell’erosione ed anche per veicolare la diversità biologica), si è prescritto l’utilizzo della tecnica del mulching che fornisce anche una fonte fertilizzante e di sostanza organica legata alla decomposizione dei residui e riduce le perdite di umidità del suolo;

6. dovranno essere presentati ad ARPAE SAC di Parma ed alla Regione Emilia-Romagna Servizio VIPSA il certificato di collaudo delle opere e la certificazione di regolare esecuzione delle stesse;

c) di dare atto che la verifica di ottemperanza per le precedenti prescrizioni del Provvedimento di VIA, nel rispetto delle modalità riportata nelle singole prescrizioni, spetta per quanto di competenza a:

1. Comune di Noceto;

2. ARPAE Parma;

3. Comune di Noceto;

4. Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Parma e Piacenza;

5. ARPAE Parma;

6. ARPAE Parma ed alla Regione Emilia-Romagna Servizio VIPSA;

d) di dare atto che in merito alla variante agli strumenti urbanistici presentati nel presente procedimento relativi alla modifica da “Ambiti per nuovi insediamenti” ad “Ambiti agricoli di rilievo paesaggistico” di parte delle aree occupate dal campo fotovoltaico, visto l’assenso positivo espresso dal Comune di Noceto (Delibera Consiglio n. 1 del 18 febbraio 2021, Allegato 4 quale parte integrante e sostanziale della presente deliberazione), del parere sulla variante e sulla VAS/VALsat espresso dalla Provincia di Parma con Atto del Presidente n. 11 del 25 Gennaio 2021, il Provvedimento Autorizzatorio unico costituisce variante agli strumenti urbanistici sopra indicati e la sua efficacia decorre dalla pubblicazione nel BURERT del presente provvedimento;

e) di dare, inoltre, atto che il Provvedimento Autorizzatorio Unico, come precedentemente dettagliato nella parte narrativa del presente atto, comprende i seguenti titoli abilitativi necessari alla realizzazione e alla gestione del progetto, che sono parte integrante e sostanziale della presente deliberazione:

1. Provvedimento di Valutazione di Impatto Ambientale compreso nel Verbale del Provvedimento Autorizzatorio unico, sottoscritto dalla Conferenza di Servizi nella seduta conclusiva del 23 febbraio 2021 e che costituisce l’Allegato 1;

2. Concessione rilasciata ai sensi della L.R. n. 7/2004 rilasciata con Determinazione del Responsabile del Servizio Autorizzazioni e Concessioni di Parma DET-AMB-2021-772 del 17/2/2021 e che costituisce l’Allegato 2;

3. Autorizzazione Unica ai sensi del D.lgs.n. 387/2003 e s.m.i. rilasciata con Determinazione del Responsabile del Servizio Autorizzazioni e Concessioni di Parma n. DET-AMB-2021-889 del 23/2/2021 che costituisce l’Allegato 3;

f) di dare atto che i titoli abilitativi compresi nel Provvedimento autorizzatorio unico regionale sono assunti in conformità delle disposizioni del provvedimento di VIA e delle relative condizioni ambientali e che le valutazioni e le prescrizioni degli atti compresi nel Provvedimento Autorizzatorio Unico sono state condivise in sede di Conferenza di Servizi; tali prescrizioni sono vincolanti al fine della realizzazione e gestione del progetto e dovranno quindi essere obbligatoriamente ottemperate da parte del proponente; la verifica di ottemperanza di tali prescrizioni deve essere effettuata dai singoli enti secondo quanto previsto dalla normativa di settore vigente;

g) di precisare che i termini di efficacia degli atti allegati alla presente delibera decorrono dalla data di approvazione del presente atto;

h) di stabilire l’efficacia temporale per la realizzazione del progetto in 5 anni; decorso tale periodo senza che il progetto sia stato realizzato, il provvedimento di VIA deve essere reiterato, fatta salva la concessione, su istanza del proponente, di specifica proroga da parte dell’autorità competente;

i) di trasmettere la presente deliberazione alla proponente Società Nb4 S.r.l.;

j) di trasmettere la presente deliberazione per opportuna conoscenza e per gli adempimenti di rispettiva competenza ai partecipanti alla Conferenza di Servizi: Provincia di Parma, Comune di Noceto, Agenzia per la Sicurezza del Territorio e la Protezione Civile - Servizio Coordinamento Interventi Urgenti e Messa in Sicurezza - Ambito di Parma, AUSL, Ministero dell’Interno -Comando Provinciale Vigili del Fuoco, RFI S.p.A., e-distribuzione Spa, Agenzia delle Dogane, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Parma e Piacenza, Comando Militare Esercito Emilia-Romagna, Aeronautica Militare Reparto Territorio e Patrimonio Ufficio Servitù Militari, Marina Militare Comando Marittimo Nord, Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per le Attività Territoriali, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento dei Trasporti Terrestri – USTIF, Ministero dello Sviluppo Economico, ENAC – Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, ENAV S.p.A.;

k) di pubblicare la presente deliberazione integralmente sul sito web delle valutazioni ambientali della Regione Emilia-Romagna e di pubblicarla per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

l) di rendere noto che contro il presente provvedimento è proponibile il ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 (sessanta) giorni, nonché ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 (centoventi) giorni; entrambi i termini decorrono dalla data di pubblicazione nel BURERT;

m) di dare atto, infine, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvede ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it