E-R | BUR

n.108 del 19.04.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Delibera di Giunta regionale n. 1970/2011. Approvazione aggiornamento dell'"Elenco dei tecnici degustatori" e dell'"Elenco degli esperti degustatori". Secondo provvedimento anno 2017

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Richiamati:

- il Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante Organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli e che abroga i regolamenti (CEE) n. 922/72, (CEE) n. 234/79, (CE) n. 1037/2001 e (CE) n. 1234/2007 del Consiglio;

- il Regolamento (CE) n. 607/2009 della Commissione del 14 luglio 2009 recante modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio per quanto riguarda le denominazioni di origine protette e le indicazioni geografiche protette, le menzioni tradizionali, l’etichettatura e la presentazione di determinati prodotti vitivinicoli;

Vista la Legge 12 dicembre 2016, n. 238 “Disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino” ed in particolare l’art. 65 che prevede:

- al comma 1, che ai fini della rivendicazione dei vini a DOCG e DOC - prima di procedere alla loro designazione e presentazione - le relative partite sono sottoposte a verifica da parte del competente organismo di controllo mediante esecuzione dell’analisi chimico-fisica e organolettica che attesti la corrispondenza alle caratteristiche previste dai rispettivi disciplinari;

- al comma 3, che l’esame organolettico è effettuato da apposite commissioni di degustazione, tra cui quelle istituite presso le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, indicate dal competente organismo di controllo, per le relative DOCG e DOC;

- al comma 6, che con decreto del Ministro siano definiti, tra l’altro, i criteri per il riconoscimento delle commissioni di degustazione;

Visto l’art. 15 del Decreto Legislativo 8 aprile 2010, n. 61 “Tutela delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche dei vini, in attuazione dell'articolo 15 della Legge 7 luglio 2009, n. 88”, che prevedeva:

- al comma 1, che ai fini della rivendicazione i vini a DOCG e DOC, prima della loro designazione e presentazione, devono essere sottoposti ad analisi chimico-fisica ed organolettica, che certifichi la corrispondenza alle caratteristiche previste dai rispettivi disciplinari;

- al comma 3, che l’esame organolettico è effettuato da apposite commissioni di degustazione, tra cui quelle istituite presso le Camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura e che tali commissioni siano indicate dalla competente struttura di controllo, per le relative DOCG e DOC;

Atteso che il Decreto del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 11 novembre 2011, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 295 del 20 dicembre 2011, concernente la disciplina degli esami analitici per i vini DOP e IGP, degli esami organolettici e dell’attività delle commissioni di degustazione per i vini DOP e del relativo finanziamento, dispone, tra l’altro:

- all’art. 5 comma 3, che le Commissioni di degustazione di cui al Decreto legislativo n. 61/2010:

  • siano indicate dalla competente struttura di controllo per le relative DOCG e DOC;
  • siano nominate dalle competenti Regioni;
  • siano costituite da tecnici ed esperti degustatori, scelti negli elenchi di cui all’art. 6 del Decreto ministeriale;

- all’articolo 6, comma 1, che presso le Regioni siano istituiti l’”Elenco dei tecnici degustatori” e l’”Elenco degli esperti degustatori”;

Vista la deliberazione n. 1970 del 27/12/2011, recante “Decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 e DM 11/11/2011 - Commissioni di degustazione e istituzione degli elenchi dei tecnici degustatori ed esperti”, con la quale la Giunta Regionale:

- ha approvato la disciplina per la presentazione delle domande per le nuove iscrizioni all’”Elenco regionale dei tecnici degustatori” e all’”Elenco degli esperti degustatori”;

- ha istituito l’”Elenco dei tecnici degustatori” e l’”Elenco degli esperti degustatori”;

Visto in particolare l’allegato B) della deliberazione sopra citata che contiene le disposizioni applicative per la formazione dell’“Elenco dei tecnici degustatori” e dell’“Elenco degli esperti degustatori” e individua nel responsabile del Servizio Sviluppo delle Produzioni vegetali il responsabile del procedimento;

Atteso che con delibera di giunta regionale n. 622/2016 recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015” il Servizio Sviluppo delle produzioni vegetali è stato soppresso e a far data 01/05/2016 le funzioni in materia di OCM vino sono state attribuite al Servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera;

Preso atto che:

- l’articolo 91 della citata Legge 12 dicembre 2016, n. 238 ha abrogato, tra l’altro, il Decreto Legislativo 8 aprile 2010 n. 61;

- non è ancora stato emanato il Decreto ministeriale previsto dal comma 6 dell’articolo 65 della Legge n. 238/2016;

Considerato che la disciplina prevista dalla Legge n. 238/2016, nelle parti sopra citate relative alle Commissioni di degustazione, non è in contrasto con le previsioni corrispondenti contenute nell’abrogato Decreto Legislativo n. 61/2010 e nel Decreto MIPAAF 11 novembre 2011;

Ritenuto pertanto, al fine di consentire il regolare funzionamento delle vigenti Commissioni di degustazione regionali - nelle more dell’approvazione del nuovo Decreto Mipaaf che dovrà definire i criteri per il riconoscimento delle commissioni - di proseguire nell’applicazione di quanto previsto dalle disposizioni di cui al Decreto MIPAAF 11 novembre 2011 e dalle delibere di giunta regionale n. 1970/2011 e 1141/2012;

Atteso che l'”Elenco dei tecnici degustatori” e l’”Elenco degli esperti degustatori”, istituiti con la deliberazione n. 1970/2011 sopra citata, sono stati aggiornati, da ultimo, con la determinazione n. 360 del 16/01/2017;

Preso atto che sono pervenute a questo Servizio le seguenti richieste:

- dei sig.ri Riccardo Lolli e Gioia Artico di iscrizione all’”Elenco degli esperti degustatori” entrambi per le denominazioni seguenti: Lambrusco di Sorbara, Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, Lambrusco Salamino di Santa Croce, Modena, Colli Bolognesi Pignoletto, Colli Bolognesi;

- del sig. Pierluigi Zama, già iscritto all’”Elenco dei tecnici degustatori” al numero 117, di integrazione delle denominazioni con le seguenti: Pignoletto, Colli Bolognesi Pignoletto Classico, Colli Bolognesi, Lambrusco Salamino di Santa Croce, Lambrusco di Sorbara, Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, Modena, Reggiano, Colli di Scandiano e Canossa;

Visto il verbale istruttorio dei funzionari di questo Servizio in data 03/04/2017, protocollo NP/2017/7161 del 4/4/2017, dal quale si evince che:

– i sig.ri Sig. Riccardo Lolli e Gioia Artico, possiedono i requisiti previsti all’articolo 2, allegato B) della delibera di Giunta Regionale n. 1970/2011, per l'iscrizione all'”Elenco degli esperti degustatori” per parte delle denominazioni richieste;

– il Sig. Pierluigi Zama, richiedente l'aggiornamento della propria iscrizione all'Elenco dei tecnici degustatori è in possesso dei requisiti previsti dall’art. 2, lettera b), allegato B) della delibera di Giunta Regionale n. 1970/2011 per parte delle ulteriori denominazioni richieste;

Ritenuto pertanto di accogliere le domande di:

– Riccardo Lolli e Gioia Artico d'iscrizione all’”Elenco degli esperti degustatori” per le seguenti denominazioni: Lambrusco di Sorbara, Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, Lambrusco Salamino di Santa Croce, Modena, Colli Bolognesi Pignoletto;

– Pierluigi Zama d'integrazione della propria iscrizione all’”Elenco dei tecnici degustatori”, al n. 117, con le seguenti ulteriori denominazioni: Pignoletto, Colli Bolognesi Pignoletto Classico, Lambrusco Salamino di Santa Croce, Lambrusco di Sorbara, Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, Modena, Reggiano, Colli di Scandiano e Canossa;

Dato atto che a seguito di quanto disposto con il presente atto l'”Elenco dei tecnici degustatori” e l'”Elenco degli esperti degustatori” risultano aggiornati come riportato nell'allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente determinazione;

Visti:

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 66 del 25 gennaio 2016 recante “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza e l'integrità. Aggiornamenti 2016-2018”, nonché la determinazione dirigenziale n. 12096/2016 recante “Ampliamento della trasparenza ai sensi dell'art 7 comma 3 D. LGS. 33/2013, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 25 gennaio 2016 n. 66”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 89 del 30 gennaio 2017 concernente l’approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019;

Viste:

- la L.R. 26 novembre 2001, n.43 “Testo unico in materia di organizzazione di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche;

- la L.R. 30 luglio 2015, n. 13 recante “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città Metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni”;

Viste le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente ad oggetto "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla Delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della Delibera 450/2007" e successive modifiche;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 recante “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016 recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 702 del 16 maggio 2016 concernente l'approvazione degli incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzione Generali – Agenzie - Istituto;

Attestata, ai sensi della delibera di Giunta regionale n. 2416/
2008 e s.m.i., la regolarità amministrativa del presente atto;

determina:

per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate:

1. di accogliere le seguenti richieste di iscrizione all’”Elenco degli esperti degustatori”:

 Nome

Cognome

Denominazioni

Riccardo

Lolli

Lambrusco di Sorbara, Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, Lambrusco Salamino di Santa Croce, Modena, Colli Bolognesi Pignoletto

Gioia

Artico

Lambrusco di Sorbara, Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, Lambrusco Salamino di Santa Croce, Modena, Colli Bolognesi Pignoletto

2. di accogliere la richiesta del sig. Pierluigi Zama di integrazione della propria iscrizione all’”Elenco dei tecnici degustatori”, di cui al n. 117, con le ulteriori denominazioni: Pignoletto, Colli Bolognesi Pignoletto Classico, Lambrusco Salamino di Santa Croce, Lambrusco di Sorbara, Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, Modena, Reggiano, Colli di Scandiano e Canossa;

3. di dare atto che a seguito delle modifiche apportate in relazione ai precedenti punti 1) e 2) l'”Elenco dei tecnici degustatori” e l'”Elenco degli esperti degustatori”, istituiti con deliberazione di giunta regionale n. 1970/2011, risultano aggiornati così come indicato nell’allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente determinazione;

4. di dare atto che si provvederà agli adempimenti di cui al D.Lgs. 14 marzo 2013, n.33, secondo le indicazioni operative contenute nella deliberazione di Giunta regionale n. 66/2016 e nella determinazione dirigenziale n. 12096/2016;

5. di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna e di diffonderlo attraverso il sito E-R Agricoltura.

La Responsabile del Servizio

Roberta Chiarini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it