E-R | BUR

n.66 del 06.03.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Progetto denominato “S.P. n. 255 di San Matteo della Decima variante all'abitato di Nonantola – 2° Stralcio lavori complementari per l'adeguamento dei percorsi ciclopedonali e per la protezione di un tratto del canale consorziale “Fossetta delle Larghe”. Estratto del Decreto con determinazione urgente dell’indennità ex art. 22 D.P.R. 327/2001 n. 1 del 28/1/2019

Con Decreto con determinazione urgente dell’indennita ex art. 22 D.P.R. 327/2001 n. 1 del 28/1/2019, il Responsabile dell'U.O. Espropri della Provincia di Modena ha espropriato, a favore della Provincia di Modena, l'area sotto indicata per la realizzazione dei lavori di cui al progetto denominato “S.P. n. 255 Di San Matteo della Decima variante all'abitato di Nonantola – 2° stralcio lavori complementari per l'adeguamento dei percorsi ciclopedonali e per la protezione di un tratto del canale consorziale “Fossetta delle Larghe”, nonché quantificato in via provvisoria l'indennità d'esproprio offerta ai proprietari.

INTESTATI CATASTALI: Reggiani Camillo (proprietà per 500/1000 quote provvisorie da definire con atto legale). Reggiani Eugenio (proprietà per 500/1000 quote provvisorie da definire con atto legale).

NCEU – area soggetta ad esproprio in Comune di Nonantola (MO), Fg. 32, Map. 954 (ex 148 parte) di mq. 39 come da costituzione protocollo n. 0090813 del 07/11/2018.

Totale indennità provvisoria proposta per l'esproprio € 507,00.

Il decreto 1/2019 verrà notificato ai proprietari catastali e sarà eseguito mediante l’immissione della Provincia di Modena nel materiale possesso dei terreni espropriati, in data 25/2/2019 alle ore 9.00, salvo impedimento di forza maggiore, nel qual caso si provvederà nella prima data utile.

Il passaggio di proprietà dei beni oggetto d’espropriazione avverrà a condizione che il presente decreto di esproprio sia successivamente notificato ed eseguito, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 23, comma 1, lettera f) D.P.R. 327/2001.

Nei 30 giorni successivi all’immissione in possesso, ciascun proprietario potrà:

a) comunicare di condividere la determinazione dell’indennità provvisoria proposta;

b) se non condivide la determinazione dell'indennità, designare un tecnico di propria fiducia al fine dell’applicazione dell’art. 21 comma 2 del D.P.R. 327/2001;

c) non produrre alcuna comunicazione; in tal caso l’indennità provvisoria si intenderà non concordata e l'indennità definitiva verrà determinata dalla Commissione di cui all’art. 41 D.P.R. 327/2001.

Responsabile del Procedimento per la progettazione e la realizzazione delle opere progettate è l'ing. Alessandro Manni, Direttore dell’Area Lavori Pubblici della Provincia di Modena.

Responsabile del procedimento espropriativo necessario alla realizzazione delle opere di cui all’oggetto è il dott. Matteo Rossi, Responsabile U.O. Espropri della Provincia di Modena.

Contro il decreto 1/2019 è possibile ricorrere al Tribunale Amministrativo Regionale dell’Emilia-Romagna, entro il termine di sessanta giorni, decorrenti dalla data di notificazione del provvedimento. In alternativa al ricorso giurisdizionale, è possibile presentare ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il termine di centoventi giorni, decorrente dalla data di notificazione del provvedimento.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it