E-R | BUR

n.212 del 16.07.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Dichiarazione di decadenza di componenti del Consiglio delle Autonomie locali a seguito della cessazione dalla carica e nomina in sostituzione dei nuovi componenti

IL PRESIDENTE

Richiamata la L.R. 9 ottobre 2009, n. 13 “Istituzione del Consiglio delle Autonomie locali”;

Visti in particolare: 

- l’art. 2 c. 2 della citata legge che dispone che sono componenti di diritto del Consiglio delle Autonomie locali (CAL) i Presidenti delle Province, i Sindaci dei Comuni capoluogo e i Sindaci dei Comuni con più di 50.000 abitanti;

- l’art. 2 c. 3 che sono componenti elettivi ventidue sindaci di comuni non capoluogo fino a 50.000 abitanti di cui la metà appartenenti a Comuni montani, come individuati ai sensi dell’art. 1, c. 5 della L.R. 2/04, eletti secondo le procedure di cui all’art. 3;

- l’art. 5 c. 1 che dispone che "i componenti del CAL decadono nell’ipotesi di cessazione, per qualsiasi causa, dalla carica di sindaco o di presidente di Provincia. La decadenza è dichiarata dal presidente della Regione con proprio decreto, su proposta del Presidente del CAL";

- l’art. 5 c. 2 che dispone che “il CAL viene rinnovato per la quota di componenti di cui all’articolo 3 entro novanta giorni dalle elezioni amministrative concernenti più della metà dei Comuni della regione”;

- l’art. 5 c. 3 che dispone che “nell’ipotesi di decadenza nel corso della legislatura regionale di uno dei componenti elettivi, il presidente della Regione dichiara eletto e nomina, in sostituzione, il primo dei candidati presenti nella graduatoria di cui all’art. 3, comma 5, rispettando il rapporto tra Comuni montani e non montani";

- l’art. 5 c. 6 che dispone che “se cessa dalla carica un componente di diritto subentra allo stesso il nuovo sindaco o presidente di Provincia”;

- l’art. 84 “Disposizioni transitorie per il funzionamento del Consiglio delle Autonomie locali” della Legge regionale n. 7 del 27/6/2014 che dispone che “nelle more dell’attuazione della Legge 7 aprile 2014, n. 56 (Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle province, sulle unioni e sulle fusioni di comuni) e comunque non oltre il 31 dicembre 2014, il Consiglio delle Autonomie locali, istituito con la Legge regionale 9 ottobre 2009, n. 13 (Istituzione del Consiglio delle Autonomie locali) opera validamente composto dai membri di diritto”; 

- l’art. 85 che dispone che: ”L’articolo 84 entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione della presente legge nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico”; 

Richiamati i propri decreti: 

- n. 281 del 19 ottobre 2009 relativo alla nomina dei componenti di diritto del CAL di cui all’art. 2 c. 2 della L.R. 13/09;

- n. 322 del 9 dicembre 2009 relativo alla nomina dei componenti elettivi di cui all’art. 2 c. 3 della stessa legge

Constatato che, a seguito delle elezioni amministrative del 25 e 26 maggio 2014 e del turno di ballottaggio che ha interessato il Comune di Modena l’8 e il 9 giugno:

- sono cessati dalla carica i seguenti componenti di diritto del Consiglio delle Autonomie locali:

  • Ugo Ferrari, Vicesindaco del Comune di Reggio-Emilia
  • Roberto Balzani, Sindaco del Comune di Forlì
  • Giorgio Pighi, Sindaco del Comune di Modena
  • Enrico Campedelli, Sindaco del Comune di Carpi; 

- sono altresì cessati dalla carica i seguenti componenti elettivi:

 Giuseppe Venturi, Sindaco del Comune di Monterenzio

  • Sandra Focci, Sindaco del Comune di Vergato
  • Marco Macciantelli, Sindaco del comune di San Lazzaro di Savena
  • Sara Ermelinda Garofani, Sindaco del Comune di Vetto
  • Lucia Bursi, Sindaco del Comune di Maranello
  • Sara Brunori, Sindaco del Comune di Castel San Pietro
  • Pierpaolo Borsari, Sindaco del Comune di Nonantola,
  • Andrea Rossi, Sindaco del Comune di Casalgrande
  • Gianluigi Molinari, Sindaco del Comune di Vernasca
  • Sandro Venturelli, Sindaco del Comune di Bibbiano
  • Raffaele Cortesi, Sindaco del Comune di Lugo
  • Luca Caselli, Sindaco del Comune di Sassuolo
  • Luigi Marchi, Sindaco del Comune di Tredozio

- sono stati proclamati sindaci: 

  • Luca Vecchi, Sindaco del Comune di Reggio-Emilia
  • Davide Drei, Sindaco del Comune di Forlì
  • Giancarlo Muzzarelli, Sindaco del Comune di Modena
  • Alberto Bellelli, Sindaco del Comune di Carpi; 

- i sindaci uscenti dei Comuni di Ferrara Tiziano Tagliani, e di Cesena Paolo Lucchi, sono stati rieletti sindaci delle città;

Ritenuto pertanto, su proposta della Presidenza del Consiglio delle Autonomie locali, di procedere, ai sensi del richiamato art. 5 c. 1 della L.R. 13/09, alla dichiarazione di decadenza da componenti del CAL dei sopracitati amministratori cessati dalla carica:

  • Ugo Ferrari
  • Roberto Balzani
  • Giorgio Pighi
  • Enrico Campedelli;

Ritenuto conseguentemente:

- di nominare Luca Vecchi, Davide Drei, Giancarlo Muzzarelli e Alberto Bellelli - proclamati, rispettivamente, Sindaco del Comune di Reggio-Emilia, Sindaco del Comune di Forlì, Sindaco del Comune di Modena e Sindaco del Comune di Carpi, a seguito delle elezioni amministrative del 25 e 26 maggio 2014 e del turno di ballottaggio dell’ 8 e 9 giugno 2014 - quali componenti di diritto del CAL, in sostituzione dei predetti componenti di diritto uscenti, così come previsto dell’art. 5 c. 6 della L.R. 13/09; 

- di dare atto che Tiziano Tagliani, rieletto Sindaco del Comune di Ferrara, e Paolo Lucchi, rieletto Sindaco del Comune di Cesena, permangono componenti di diritto del CAL; 

Ritenuto altresì che, per combinato disposto dell’art. 5, c. 2 della Legge regionale 13/09 e dell’art. 84 della legge regionale n. 7 del 27/6/2014, si devono considerare decaduti tutti i componenti elettivi di cui alla Legge regionale 13/09; 

Acquisite agli atti della Direzione Generale Centrale Affari Istituzionali e Legislativi le dichiarazioni di avvenuta proclamazione; 

Dato atto del parere allegato; 

decreta: 

per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate

1) i signori: 

  • Ugo Ferrari
  • Roberto Balzani
  • Giorgio Pighi
  • Enrico Campedelli 

ai sensi dell’art. 5 c. 1 della L.R. 13/09 sono dichiarati decaduti da componenti di diritto del CAL, a seguito della loro cessazione, rispettivamente, dalla carica di Vicesindaco del Comune di Reggio-Emilia, dalla carica di Sindaco del Comune di Forlì, Sindaco del Comune di Modena e dalla carica di Sindaco del Comune di Carpi; 

2) i signori: 

  • Luca Vecchi
  • Davide Drei
  • Giancarlo Muzzarelli
  • Alberto Bellelli

proclamati, rispettivamente, Sindaco del Comune di Reggio-Emilia, Sindaco del Comune di Forlì, Sindaco del Comune di Modena e Sindaco del Comune di Carpi a seguito delle elezioni amministrative del 25 e 26 maggio 2014 e del turno di ballottaggio del 8 e 9 giugno, sono nominati quali componenti di diritto del CAL, in sostituzione dei componenti di cui al precedente punto 1), ai sensi dell’art. 5 c. 6 della L.R. 13/09; 

3) i signori Tiziano Tagliani e Paolo Lucchi permangono componenti di diritto del CAL in quanto rieletti Sindaci dei Comuni di Ferrara e di Lugo; 

4) tutti i componenti elettivi del CAL sono dichiarati decaduti per effetto del combinato disposto dell’art. 5, c. 2 della Legge regionale n. 13/09 e dell’art. 84 della Legge regionale n. 7 del 27/6/2014; 

5) a norma del già citato articolo 84, e comunque non oltre il 31 dicembre 2014, il Consiglio delle Autonomie locali, opera validamente composto dai membri di diritto. 

Il presente decreto verrà pubblicato in forma integrale nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it