E-R | BUR

n.23 del 02.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Modifiche ed integrazioni all’art. 2 dello Statuto comunale di Dozza

Con Deliberazione Consigliare n. 68 del 20/12/2021, esecutiva ai sensi di Legge, il Consiglio Comunale di Dozza (Bo) ha approvato modifiche ed integrazioni all’art. 2 dello Statuto Comunale, riformulandolo come segue:

Art. 2. Finalità

 

I. Il Comune di Dozza esercita i propri poteri perseguendo le finalità politiche e sociali stabilite dalla Costituzione repubblicana. Informa le proprie linee di indirizzo, i propri programmi ed i propri provvedimenti agli obiettivi di piena attuazione dei principi di eguaglianza e di pari dignità sociale dei cittadini, del completo sviluppo della persona anche nel suo contesto famigliare, riconoscendo e garantendo i diritti inviolabili dell’uomo e operando per la tutela e l’accoglienza della vita umana in tutti i suoi momenti. Ispira la propria attività ai principi del bene comune, della solidarietà, della sussidiarietà, della partecipazione e della piena realizzazione dei diritti di cittadinanza; opera per il superamento degli squilibri economici, sociali ed ambientali esistenti nel proprio territorio e nella comunità;

II. Nell'ambito delle proprie funzioni, il Comune di Dozza si adopera per concorrere a:

- assicurare la piena occupazione dei lavoratori, la tutela dei loro diritti e la valorizzazione delle loro attitudini e capacità professionali;

- garantire, anche attraverso azioni positive, la parità giuridica, sociale ed economica della donna;

- tutelare e valorizzare le risorse ambientali, territoriali, naturali e storico-artistiche nell'interesse della collettività ed in funzione di una sempre più alta qualità della vita;

- assicurare la funzione sociale dell’iniziativa economica pubblica e privata, anche promuovendo lo sviluppo delle forme di collaborazione tra pubblico e privato, dell’associazionismo economico e della cooperazione;

- realizzare un sistema globale ed integrato di sicurezza sociale e di tutela attiva della salute, capace di affrontare ogni forma di disagio sociale e personale anche con il responsabile coinvolgimento delle organizzazioni professionali e di volontariato;

- rendere effettivo il diritto allo studio e alla formazione permanente, alla cultura e all'attività sportiva.

III. Nell'esercizio dell'attività di programmazione il Comune assicura partecipazione alla formazione delle proprie scelte recependo le esigenze e le aspettative dei singoli cittadini, delle famiglie, delle organizzazioni sociali, professionali ed economiche oltre che delle giovani e delle future generazioni.

IV. Il Comune promuove rapporti ed aderisce a forme di collaborazione, amicizia, solidarietà con altre comunità locali, anche appartenenti ad altri Paesi, al fine di cooperare alla costruzione dell'Unione Europea ed al superamento delle barriere tra popoli e culture.

V. Il Comune di Dozza trae ispirazione, nell’avviare le proprie iniziative e le proprie politiche, dalla “Carta dell’Ambiente del Comune di Dozza” approvata dal Consiglio Comunale. In particolare Il Comune adotta politiche ed iniziative concrete, eque e verificabili, anche in sinergia con altri Enti ed Istituzioni, allo scopo di:

- contrastare il consumo di suolo ed i fenomeni di dissesto idrogeologico;

- favorire la rigenerazione urbana;

- ridurre la produzione di rifiuti indifferenziati e la dispersione dei rifiuti nell’ambiente;

- aumentare e migliorare la raccolta differenziata;

- incentivare la mobilità sostenibile, anche attraverso la realizzazione di infrastrutture e servizi dedicati;

- promuovere processi produttivi ed industriali rispettosi dell’ambiente e della salute pubblica;

- ridurre i consumi energetici;

- tutelare il paesaggio, inteso come risorsa non rinnovabile, e le risorse naturali;

- favorire una rapida ed equa transizione ecologica;

- garantire la qualità e favorire la buona gestione della risorsa idrica riducendone lo spreco e la dispersione;

- monitorare e ridurre l’inquinamento prodotto dalle attività antropiche (atmosferico, acustico, termico, idrico, del suolo, luminoso, elettromagnetico);

- perseguire l’obiettivo della neutralità climatica su scala locale e, di conseguenza, globale.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it