E-R | BUR

n.252 del 20.09.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento di VIA relativo al progetto di "Rimodellazione morfologica dei bacini 19÷22 della discarica di Novellara" da realizzarsi in Via Levata, n. 64, nel comune di Novellara - Proponente: S.A.BA.R. SpA. Presa d'atto delle determinazioni della Conferenza di Servizi (Titolo III della L.R. 9/99)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

a) la Valutazione di Impatto Ambientale positiva, ai sensi dell’art. 16 della LR 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, sul progetto denominato “Rimodellazione morfologica dei bacini 19÷22 della discarica di Novellara” da realizzarsi in Via Levata, n.64, nel comune di Novellara, presentato dalla Ditta S.A.Ba.R Spa, poiché l'intervento previsto è, secondo gli esiti dell’apposita Conferenza di Servizi, nel complesso ambientalmente compatibile;

b) di ritenere, quindi, possibile la realizzazione del progetto in oggetto, a condizione siano rispettate le prescrizioni del Rapporto Ambientale conclusivo della Conferenza di Servizi, inviato dalla Struttura Autorizzazioni e Concessioni di ARPAE con nota prot. 8834 del 26/7/2017 ed acquisito dalla Regione Emilia-Romagna al PG/2017/547792 del 26/7/2017, che costituisce l’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, di seguito integralmente trascritte:

  • l'intervento in progetto dovrà essere realizzato e gestito secondo quanto previsto nel progetto e negli elaborati presentati ai fini della procedura di Valutazione d'Impatto Ambientale e di AIA; 
  • secondo quanto previsto in progetto, nei bacini 19÷22 è smaltibile un ulteriore quantitativo di rifiuti pari a 72.900 tonnellate rispetto a quanto già autorizzato senza incrementare la volumetria complessiva a rifiuti assestati già autorizzata, pari a 540.000 metri cubi; il conferimento dei rifiuti dovrà avvenire considerando l’obbligo di smaltimento prioritario dei rifiuti urbani come individuato dalla Regione Emilia-Romagna con il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti (PRGR) e relativi atti; 
  • con riferimento agli aspetti idraulici dovrà essere tenuto in considerazione dal Gestore quanto previsto dal Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale nel proprio parere riportato integralmente di seguito, oltre a quanto previsto dal punto 5.2 dalla DGR 1300/2016: 

“Ai sensi del punto 5.1 della D.G.R. 1300 del 31/7/2016, appurato che l’area relativa alla discarica di Novellara:

- ricade nello scenario di pericolosità P2 (alluvioni poco frequenti aventi tempo di ritorno da 50 a 200 anni) e nello scenario R1 (rischio moderato o nullo) all’interno delle rispettive carte del P.G.R.A. – ambito secondario di pianura;

- è annoverata come insediamento industriale o impianto tecnologico potenzialmente pericoloso dal punto di vista ambientale;

considerato che l’area insiste nel bacino imbrifero del Collettore Acque Basse Reggiane, vettore idraulico reticolo artificiale di bonifica, si comunica che in caso di allagamento dovuto ad insufficienza specifica della rete di scolo di bonifica, il massimo tirante idrico, definito come “il livello d’acqua che sormonta l’argine in terra” è stimato non superiore a 20 centimetri, mentre la velocità di allagamento risulta essere inferiore o uguale a 0,4 m/s.”; 

  • dovranno essere rispettate tutte le norme in materia di tutela della salute dei lavoratori non espressamente richiamate nel progetto; 
  • con riferimento alla gestione e monitoraggio dell’impianto di discarica dovranno essere rispettate le prescrizioni contenute nell'Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.); 

c) di dare atto che l’Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata dalla Struttura Concessioni di ARPAE Reggio Emilia, ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e della L.R. 11 ottobre 2004 n. 21, con atto n. DET-AMB 2017/3952 del 25/7/2017, costituisce l’Allegato 2, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione; 

d) di dare atto che il parere della Regione Emilia-Romagna - Servizio Giuridico dell’Ambiente, Rifiuti, Bonifica Siti Contaminati e Servizi Pubblici relativo alla conformità al Piano Regionale Gestione Rifiuti (PRGR), acquisito da ARPAE al prot n. 3793 del 31/03/2017, è stato fatto proprio dalla Conferenza di Servizi e costituisce l’Allegato 3, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

e) di dare atto che il parere della Provincia di Reggio Emilia relativo alla conformità al Piano Territoriale di Coordinamento provinciale (PTCP), acquisito da ARPAE al prot n. 7937 del 4/7/2017, è stato fatto proprio dalla Conferenza di Servizi e costituisce l’Allegato 4, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

f) di dare atto che il parere del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale relativo al Piano di gestione del Rischio di Alluvioni e alla DGR 1300/2016, acquisito da ARPAE al prot. n. 7429 del 21/6/2017, è stato fatto proprio dalla Conferenza di Servizi e costituisce l’Allegato 5, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

g) di dare atto che il parere del Comune di Novellara relativo alla conformità al Piano Strutturale Comunale (PSC), acquisito da ARPAE al prot. n. 7937 del 4/7/2017, è stato fatto proprio dalla Conferenza di Servizi e costituisce l’Allegato 6, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

h) di dare atto che la relazione tecnica contenente il parere favorevole di ARPAE, Servizio Territoriale di Reggio Emilia, prot. n. 8132 del 7/7/2017, è stata fatta propria dalla Conferenza di Servizi e costituisce l’Allegato 7, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione

i) di dare atto che il parere di competenza dell’AUSL è contenuto all’interno del Rapporto ambientale conclusivo dei lavori della Conferenza di Servizi che costituisce l’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

j) di dare atto che l’Agenzia Territoriale dell'Emilia-Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti non ha partecipato alla riunione conclusiva della conferenza di servizi; trova quindi applicazione quanto disposto dall’art. 14 ter, comma 7, della L. 241/90;

k) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 1000,00 ai sensi dell’articolo 28 della L.R. n. 9 del 1999 e della deliberazione della Giunta Regionale 15/7/2002, n. 1238, importo correttamente versato alla Struttura ARPAE all'avvio del procedimento;

l) di trasmettere la presente delibera al Proponente Sabar Spa, ad ARPAE di Reggio Emilia, all’Agenzia Territoriale dell'Emilia-Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti, alla Provincia di Reggio Emilia, al Comune di Novellara, all’AUSL e al Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale, che hanno partecipato all’istruttoria;

m) di pubblicare per estratto, ai sensi dell'art. 16, comma 3, della L.R. n. 9 del 1999, il presente partito di deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

n) di pubblicare integralmente la presente delibera sul sito web della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it