E-R | BUR

n.228 del 27.07.2022 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 19 posti di “Specialista in politiche per il lavoro” - Cat. D ed eventualmente degli ulteriori posti previsti nel piano dei fabbisogni, nonchè per eventuali assunzioni a tempo determinato, presso l’Agenzia regionale per il lavoro Emilia-Romagna. Determinazione n. 910 del 18/7/2022

È indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato pieno di n. 19 posti di “Specialista in Politiche per il Lavoro“, profilo professionale “Politiche regionali e tecniche applicative”, Cat. D, posizione economica iniziale D1, come previsto nel piano triennale dei fabbisogni di personale dell’Agenzia approvato con determinazione n. 331 del 21/3/2022, nonché degli ulteriori posti che l’Agenzia deciderà di ricoprire nel periodo di vigenza della graduatoria.

Requisiti specifici per l'ammissione:

  • Diploma di laurea secondo il vecchio ordinamento, ovvero laurea triennale (ex DM n.509/1999 e DM n.270/2004) ovvero laurea specialistica ovvero laurea magistrale (ex DM n.509/1999 e DM n.270/2004).

Per coloro che sono in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’equipollenza/equivalenza dovrà risultare da idonea certificazione rilasciata dalle competenti autorità.

Informazioni generali su equipollenza, equiparazione ed equivalenza dei titoli di studio esteri ai fini concorsuali sono reperibili al link: https://www.miur.gov.it/web/guest/riconoscimento-per-accesso-ai-pubblici-concorsi; https://www.miur.gov.it/web/guest/titoli-accademici-esteri.

Il candidato può presentare domanda di partecipazione al concorso anche se ancora in attesa dell’equivalenza del titolo di studio che dovrà essere comunque posseduta al momento dell’eventuale assunzione per poter sottoscrivere il contratto di lavoro.

Il candidato in possesso di titolo di studio conseguito all'estero dovrà, pertanto allegare alla domanda di partecipazione: il documento di equipollenza o di equivalenza del titolo ai sensi dell’art. 38 D.Lgs. 165/2001 oppure la richiesta di equivalenza del titolo.

L’allegazione della Dichiarazione di Valore o del titolo di studio estero, ancorché legalizzato e tradotto, non sostituiscono l’allegazione dei documenti sopra indicati.

I candidati dovranno inoltre possedere i seguenti requisiti generali per l'ammissione ai concorsi:

  • godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o provenienza, secondo le vigenti disposizioni di legge, fatte salve le situazioni giuridiche tutelate dall'ordinamento italiano nel rispetto del diritto internazionale;
  • non avere condanne penali definitive per i reati contro la Pubblica Amministrazione, di cui al Libro II, Titolo II, Capo I del c.p. o comunque che impediscono, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto con le pubbliche amministrazioni;
  • non essere stato licenziato per motivi disciplinari da una Pubblica Amministrazione di cui all'art. 1, comma 2, del D. Lgs. 165/2001;
  • essere in possesso dell’idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni inerenti all’impiego e di essere a conoscenza che l’Amministrazione ha la facoltà di procedere all’accertamento dell’idoneità al momento dell’assunzione in servizio;
  • aver raggiunto la maggiore età e non aver raggiunto il limite massimo previsto per il collocamento a riposo;

(per i candidati che non hanno cittadinanza italiana, fermo restando il possesso degli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica):

  • avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana (tale requisito è accertato nel corso delle prove ai sensi dell’art.2 c.3 lett. b del Reg. n.1/2021) e godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza. Sono fatte salve le situazioni giuridiche tutelate dall’ordinamento italiano nel rispetto del diritto internazionale;

(per i candidati degli Stati non appartenenti all’Unione Europea) di essere in regola con le vigenti norme in materia di soggiorno nel territorio italiano;

I requisiti specifici e generali prescritti dal presente articolo devono essere posseduti, a pena di esclusione, alla data di scadenza fissata per la presentazione della domanda di ammissione e permanere al momento dell’assunzione, salvo quanto previsto dall’art. 2 del Reg. n.1/2021.

Riserve di posti

Sui posti messi a concorso, compresi quelli previsti nel piano triennale dei fabbisogni dell’Agenzia approvato con determinazione n. 331 del 21/3/2022, nonché sugli ulteriori posti di pari profilo e categoria che l’Agenzia decidesse di ricoprire sulla base di successivi piani dei fabbisogni approvati nel periodo di vigenza della graduatoria, operano:

  • la riserva di n. 6 posti ai fini dell'adempimento dell'obbligo di cui all'art.3 della legge 12/3/1999, n.68 “Norme per il diritto al lavoro dei Disabili” e di n. 3 posti a favore delle categorie protette ai sensi dell’art.18 della medesima Legge.
  • La riserva a favore delle categorie di cui agli artt. 678 comma 9 e 1014, commi 1 e 4 del Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n. 66 “Codice dell’ordinamento militare”. I candidati interessati dovranno, pena la non applicazione della riserva, dichiarare nella domanda di ammissione il dato relativo alla Forza Armata e Comando presso cui è stata effettuata la ferma e il relativo periodo; alla domanda potrà essere allegata la relativa documentazione.
  • La riserva del 20% a favore del personale dell’Agenzia con almeno due anni di anzianità di servizio a tempo indeterminato, inquadrato nella posizione lavorativa di “Assistente in politiche per il lavoro” cat. C, in possesso del titolo di studio previsto per l’accesso dall’esterno e di una valutazione individuale positiva negli ultimi tre anni. Ai fini della maturazione di tali requisiti si tiene conto anche del servizio prestato presso gli enti di provenienza, Province e Città Metropolitana, in profili analoghi o equivalenti a quello sopra indicato. Tutti i requisiti e i titoli devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di ammissione. La riserva a favore del personale interno sarà applicata nella percentuale sopra indicata sui posti che di volta in volta verranno ricoperti utilizzando la graduatoria degli idonei formulata a seguito dell’espletamento del presente concorso. Ai sensi dell’art.17 comma 6 del Regolamento regionale n.1/2021, i candidati interni, aventi diritto alla riserva, che si collocano tra i vincitori del concorso per merito saranno comunque computati ai fini della copertura dei posti riservati.

Qualora l’applicazione delle suddette riserve determini complessivamente il superamento della metà dei posti a concorso trova applicazione l’art.16 del Regolamento regionale n. 1/2021 ai sensi del quale viene operata una riduzione dei posti da riservare in misura proporzionale per ciascuna categoria degli aventi diritto.

Qualora i posti riservati rimangano in tutto od in parte scoperti, l’Agenzia procederà alle assunzioni secondo l’ordine della graduatoria di merito.

Preferenze

Per i candidati che si sono classificati nella graduatoria finale di merito a parità di punteggio, la precedenza verrà stabilita applicando nell’ordine i seguenti titoli di preferenza:

  • servizio prestato a seguito degli incarichi di collaborazione conferiti da Anpal Servizi Spa in attuazione di quanto disposto dal comma 3 dell’art.12 del decreto legge 28/3/2019, n.4, ai sensi dell’art.18 comma 1 del DL 22/3/2021, n. 41 convertito in Legge 21/5/2021, n. 69;
  • minore età anagrafica, ai sensi dell’art. 2, comma 9, Legge 16 giugno 1998, n. 191, e conformemente all’art. 16, comma 5 del Regolamento regionale 1/2021.

Presentazione della domanda

La domanda di partecipazione alla selezione deve essere presentata esclusivamente con modalità telematiche, come sotto indicate, entro e non oltre il

20 settembre 2022 - ore 12.00

Non saranno ammesse le candidature presentate con modalità diverse da quelle indicate dal presente bando.

I candidati dovranno compilare la domanda tramite il portale e-Recruiting della Regione Emilia-Romagna raggiungibile dal sito istituzionale dell’Ente www.regione.emilia-romagna.it, seguendo il percorso: “Leggi Atti Bandi”, “Opportunità di lavoro in Regione / Concorsi” - sezione “Agenzia Regionale per il lavoro - Procedure selettive Tempi Determinati e Indeterminati”, - http://wwwservizi.regione.emilia-romagna.it/e-recruiting/ - al link della procedura.

Ai fini della scadenza dei termini, fa fede la consegna della domanda come risulta confermata dal sistema informatico, tramite invio all’indirizzo di posta elettronica ordinaria indicato dal candidato di due comunicazioni: la prima inviata immediatamente, a riprova dell’avvenuta ricezione della candidatura da parte dell’Agenzia, la seconda in un successivo momento, riportante il riepilogo PDF della candidatura inviata e gli estremi della protocollazione della domanda stessa.

È onere del candidato verificare l’effettiva ricezione nonché registrazione della domanda da parte dell’Amministrazione regionale attraverso le notifiche di cui sopra.

L'accesso al portale e-Recruiting avviene attraverso il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) (https://www.spid.gov.it/).

In sede di compilazione della domanda al candidato sarà necessario indicare, in aggiunta all'indirizzo di posta elettronica ordinaria, l'indirizzo di una casella PEC, che l'Amministrazione potrà tenere a riferimento per eventuali ulteriori comunicazioni individuali e per l’eventuale futura richiesta di disponibilità all’assunzione.

Le dichiarazioni rese nella domanda di ammissione e negli allegati alla stessa hanno valore di autocertificazione e/o di dichiarazione sostitutiva di atto notorietà, secondo le previsioni degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000. Ferme restando le sanzioni penali in caso di dichiarazioni mendaci, qualora dai controlli effettuati emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il candidato decadrà dai benefici eventualmente conseguiti per effetto del provvedimento emanato sulla base delle dichiarazioni non veritiere.

I soli candidati privi di un codice fiscale italiano (stranieri cittadini di uno Stato Membro dell’Unione Europea e residenti all’estero, cittadini italiani residenti all’estero) che risultino in possesso dei requisiti previsti alla sezione “Requisiti di ammissione”, essendo impossibilitati ad accedere al sistema di autenticazione SPID, possono presentare la candidatura compilando un apposito modulo predisposto e reso disponibile su richiesta, scrivendo a arlinfoconcorso@regione.emilia-romagna.it. Il modulo dovrà essere redatto e inviato secondo le modalità e i termini che verranno comunicati direttamente all’interessato, e comunque entro e non oltre la data di scadenza dei termini per l’inoltro della candidatura prevista dal presente bando.

Il Responsabile del procedimento è il Dirigente del Servizio Affari Generali e Risorse Umane.

Eventuali informazioni possono essere acquisite scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: arlinfoconcorso@regione.emilia-romagna.it.

Richieste di informazioni per telefono o inoltrate ad altri indirizzi o con altre tecnologie non saranno prese in considerazione.

Il testo integrale del presente avviso è disponibile sul sito dell'Agenzia nella sezione Avvisi, bandi, concorsi al seguente link:

https://www.agenzialavoro.emr.it/normativa/bandi-e-avvisi

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it